-

Risultati 1 - 10 su circa 251 per  Wikipedia / Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Angola-1 / Wikipedia    (10867 articoli)

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Angola-1 print that page

rimasti dopo la guerra contro i Portoghesi. Erano l'MPLA (Movimento Popolare per la Liberazione dell Angola ) di Agostinho Neto; l'FNLA (Fronte Nazionale di Liberazione dell Angola ) di Holden Roberto; l'UNITA (Unione Nazionale per l'Indipendenza Totale dell Angola ) di Jonas Savimbi . Costoro

wikibooks.org | 2018/3/30 19:40:35

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Malaysia print that page

FA-18_Hornet_breaking_sound_barrier_(7_July_1999)

Bretagna con l' Operazione Firedog , con una lunga e sanguinosa campagna contro le infiltrazione delle forze indonesiane. Questa guerra fu vinta e in essa avvennero anche eventi di notevole interesse tecnico: il finale della 'carriera' dei vecchi aerei inglesi ad elica, inclusi alcuni poco

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Francia-2 print that page

francese. Mai veramente eccellente come macchina da combattimento, era tuttavia un velivolo che nel dopoguerra diede all'industria un'esperienza operativa di grande valore per i successivi, rapidi sviluppi. Il velivolo somigliava molto in termini operativi all'F-84 statunitense, ma l'armamento

wikibooks.org | 2018/9/3 12:46:59

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Islanda print that page

non è una nazione dalla lunga esistenza, in quanto divenne indipendente dalla Danimarca nel XX secolo . L'Islanda divenne una terra colonizzata solo nell'870 d.C. e presto parte del regno di Norvegia. Sul suo territorio vi fu anche una guerra civile lunga e sanguinosa, la Sturlungaold, con

wikibooks.org | 2018/8/28 16:44:55

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Regno Unito-3 print that page

Centurion-Shot-Kal-Gimel-latrun-1

perché vi erano in tempo di pace tutte e 4 queste nazioni mantenevano entro il proprio controllo le forze armate nazionali. Ma in emergenza il NORTHAG era capace di aumentare da 200.000 a 500.000 effettivi, parte dei quali da parte del BAOR tramite la BRSC. La situazione logistica era in

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Unione sovietica-7 print that page

BTR-60PB_DA-ST-89-06597

artiglieria controcarri. In seguito si pensò bene di far stare i fanti direttamente sui carri armati. Le armate di soldati sopra i KV e i T-34, armati dei mitra PPHS divennero estremamente temibili, anche se ovviamente i fanti erano vulnerabili alle armi leggere e alle schegge, spesso costretti

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Sudafrica-2 print that page

SAS_Mendi_F148

Ironicamente, visto che fino a pochi anni fa Pretoria aveva i suoi uomini in Namibia e spesso anche in Angola . Stavolta però sono missioni sotto controllo ONU. Nel 2006 si è arrivati a ben 4.000 uomini così destinati; nel 2007 si è scesi a 2.700 e nel 2008 ci si aspettava di attestarsi

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Nigeria print that page

che invece tenne fino al decennio successivo pur non essendo una grande potenza bellica (vedi Angola ). Già nel 1956 il Nigerian Regiment della RWAF venne ribattezzato Nigerian Military Forces e nell'aprile 1958, proseguendo il processo di distacco dalla Corona inglese, il governo coloniale

wikibooks.org | 2018/7/11 6:54:31

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Congo print that page

Alleate prima della sconfitta finale, conducendo una guerra molto scaltra ed efficiente contro forze superiori e meglio equipaggiate. Dopo l'indipendenza l'FP divenne la Armée Nationale Congolaise (ANC), nota anche come Congolese National Army. Purtroppo, l'assenza degli ufficiali europei

wikibooks.org | 2015/7/9 14:35:39

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Portogallo print that page

NRP_Alvares_Cabral_040709-N-8654O-027

comunque non venne combattuta sul proprio territorio), il Portogallo rimase neutrale durante il secondo conflitto mondiale ma fu sottoposto ad un regime autoritario di oltre quarant'anni che causò, oltre ad progressivo isolamento internazionale, anche una lunga e sanguinosa guerra coloniale