-

Risultati 1 - 10 su circa 251 per  Wikipedia / Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Irlanda / Wikipedia    (10867 articoli)

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Irlanda print that page

L Irlanda , rimasta ambiguamente neutrale nella II GM, non entrò direttamente in guerra, ma ne subì le conseguenze con diversi bombardamenti tedeschi avvenuti per errore. L'Emergenza, ovvero in termini irlandesi la Ré na Práinne fu proprio data dalla situazione: l Irlanda pur restando

wikibooks.org | 2018/8/25 7:42:09

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Regno Unito-11 print that page

Mosquito_600pix

Nel dopoguerra i Mosquito continuarono ad essere tenuti in gran considerazione come cacciabombardieri, bombardieri e caccia notturni, ma sopratutto come ricognitori strategici. Vennero impiegati per anni in molti teatri operativi nelle loro versioni più avanzate, come la PR.Mk 34, l'ultima

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Regno Unito-3 print that page

Centurion-Shot-Kal-Gimel-latrun-1

perché vi erano in tempo di pace tutte e 4 queste nazioni mantenevano entro il proprio controllo le forze armate nazionali. Ma in emergenza il NORTHAG era capace di aumentare da 200.000 a 500.000 effettivi, parte dei quali da parte del BAOR tramite la BRSC. La situazione logistica era in

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Regno Unito-01 print that page

fu possibile per tante ragioni, a cominciare dal fatto che i britannici, nelle loro pur ridotte forze armate , erano del tutto professionalizzati, mentre l'esercito di leva argentino non si dimostrò all'altezza della situazione, specialmente per via della scarsa efficienza dei comandi superiori

wikibooks.org | 2017/7/29 9:27:10

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Yemen print that page

Lo Yemen , terra ben poco nota, ma d'importanza strategica della penisola arabica, è stato obiettivo degli interessi di molte delle potenze mondiali , e in particolare sovietici, britannici, egiziani e sauditi. Passato sotto l'influenza britanica nel XIX secolo , il suo porto, antico di

wikibooks.org | 2017/8/26 9:41:31

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Falklands print that page

Fearless-1982

Quell’anno mise a dura prova, in maniera drammatica, le forze armate argentine. Il Generale Leopoldo Galtieri non era stato colui che diede inizio alla dittatura dei Generali in Argentina, in quanto andato al potere solo il 18 dicembre 1981, nondimeno ne era il continuatore. Nel suo programma

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Singapore-3 print that page

caricatori di 30 colpi e vi è un mirino da 1,5 o 3x. Esso è un fucile mirato ad essere del 21imo secolo , un'arma d'assalto rivelata e adottata in servizio nel 1999 per rimpiazzare l'M16S1 costruito localmente ma con licenza americana. Esso è anche venduto all'export, anche per impieghi

wikibooks.org | 2015/7/9 14:45:49

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Austria print that page

Bataillon_de_la_garde_autrichienne

sopravvivenza della nazione. All'Est infatti l'Austria aveva confini piatti e molto esposti alle forze del Patto di Varsavia, ovviamente visto come il principale pericolo, e non poteva difendersi dal loro attacco. Per combatterle durante la penetrazione nel piccolo stato alpino, era tuttavia

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Svizzera-2 print that page

PC7

ogni cittadino abile, arrivando a 700.000 e passa effettivi, e poi, teoricamente, durante il XX secolo , a 1,5 mln, ovvero in proporzione alla popolazione un esercito inferiore solo a quello israeliano. Grazie all'impressione fatta dagli Svizzeri a Guglielmo I la nazione venne salvata da un

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Regno Unito-22 print that page

Westland_Wyvern_S_Mk.4

Anzitutto gli aerei 'veterani': i caccia F4U Corsair e Seafire rimpiazzarono con rapidità i caccia Hellcat, un poco lenti (anche se per numerosi versi migliori degli altri: più autonomia e robustezza dei Seafire, più controllabilità dei Corsair, che tra l'altro, furono proprio gli inglesi