-

Risultati 1 - 10 su circa 673 per  Wikisource / I promessi sposi/Lucia / Wikisource    (290833 articoli)

I promessi sposi (1840)/Capitolo XVII print that page

I_promessi_sposi_224

Ben presto vide aprirsi una straducola a mancina; e v’entrò. A quell’ora, se si fosse abbattuto in qualcheduno, non avrebbe più fatte tante cerimonie per farsi insegnar la strada; ma non sentiva anima vivente. Andava dunque dove la strada lo conduceva; e pensava. — Io fare il diavolo

I promessi sposi/Capitolo XVII print that page

Ben presto vide aprirsi una straducola a mancina; e v’entrò. A quell’ora, se si fosse abbattuto in qualcheduno, non avrebbe più fatte tante cerimonie per farsi insegnar la strada; ma non sentiva anima vivente. Andava dunque dove la strada lo conduceva; e pensava. " Io fare il diavolo

wikisource.org | 2012/6/22 21:54:32

Opera:I promessi sposi print that page

Ercole_Calvi_Fischerfamilie_bei_Lecco_am_Comersee

1823 (Vedi la scansione del manoscritto originale ). Rimasto per molti anni inedito, il Fermo e Lucia è stato pubblicato per la prima volta nel 1915 da Giuseppe Lesca col titolo Gli sposi promessi . Pur riproponendo la trama del futuro romanzo in nuce, oggi la maggior parte della critica

Pagina:I promessi sposi (1825) I.djvu/184 print that page

L'orrore che Lucia sentì di queste più chiare parole, le sospese il pianto, e le diede animo a parlare. Levando dalle palme la faccia lagrimosa, disse a Renzo con voce accorata, ma risoluta: “non v'importa più dunque di avermi per moglie. Io m'era promessa ad un giovane che aveva il timor

wikisource.org | 2016/12/24 12:17:37

I promessi sposi (Ferrario)/Capitolo IX print that page

novelle; tanto che il giovine si risolvè di partire. Furono presi più partitamente i concerti; Lucia non nascose le lagrime; Renzo rattenne a stento le sue, e stringendo fortissimamente la mano ad Agnese, disse con voce soffocata: «a rivederci», e partì. Le donne si sarebbero trovate

wikisource.org | 2016/4/28 17:04:20

Pagina:I promessi sposi (1825) I.djvu/74 print that page

Lucia ricadde nel pianto: e tutti e tre rimasero in silenzio, atteggiati d’un abbattimento che faceva un tristo contrapposto alla pompa festiva dei loro abiti. “Sentite, figliuoli; date retta a me,” disse dopo qualche momento Agnese. “Io sono venuta al mondo prima di voi; e il mondo

wikisource.org | 2016/8/26 21:27:37

Pagina:I promessi sposi (1825) I.djvu/176 print that page

un uomo io? si poteva trovar di meglio? vi sarebbe ella venuta in mente?, e cento cose simili. Lucia scrollava mollemente il capo; ma i due infervorati le badavano poco, come si suol fare con un fanciullo, al quale si dispera di fare intendere tutta la ragione d'una cosa, e che si indurr

wikisource.org | 2016/12/24 11:44:20

Pagina:I promessi sposi (1840).djvu/43 print that page

Uscito poi, e camminando di mala voglia, per la prima volta, verso la casa della sua promessa, in mezzo alla stizza, tornava con la mente su quel colloquio; e sempre più lo trovava strano. L’accoglienza fredda e impicciata di don Abbondio, quel suo parlare stentato insieme e impaziente,

wikisource.org | 2018/1/10 16:09:50

Pagina:I promessi sposi (1840).djvu/45 print that page

ch’è risoluto d’ottenere una risposta precisa, “chi è quel prepotente che non vuol ch'io sposi Lucia ?” “Che? che? che?” balbettò il povero sorpreso, con un volto fatto in un istante bianco e floscio, come un cencio che esca del bucato. E, pur brontolando, spiccò un salto

wikisource.org | 2018/1/10 21:07:56

Pagina:I promessi sposi (1825) I.djvu/57 print that page

che è risoluto di ottenere una risposta precisa: “chi è quel prepotente che non vuole ch’io sposi Lucia ?” “Che? che? che?” barbugliò il povero sorpreso, con un volto fatto in un istante bianco Categoria : Pagine SAL 75% Categoria nascosta: Pagine che usano RigaIntestazione

wikisource.org | 2016/8/26 21:00:14