-

Risultati 1 - 10 su circa 32 per  Wikipedia / Le religioni della Mesopotamia/La letteratura religiosa in Mesopotamia/Il ciclo di Inanna / Wikipedia    (10867 articoli)

Le religioni della Mesopotamia/La letteratura religiosa in Mesopotamia/Enûma Eliš print that page

Marduk_and_pet

cuneiforme: ) è un poema teogonico e cosmogonico, in lingua accadica, appartenente alla tradizione religiosa babilonese, che tratta in particolar modo del mito della creazione e le imprese del dio Marduk [2] , divinità poliade della città di Babilonia ( Babylōnía , greco antico; in

Le religioni della Mesopotamia/La letteratura religiosa in Mesopotamia/Gilgameš print that page

GI%C5%A0BILPAP.ga.mes

Le sue vicende sono in particolar modo narrate nel primo poema epico della storia dell'umanità giunto a noi, denominato successivamente Epopea di Gilgameš (Epopea classica babilonese). Si tratta di una epopea Babilonese il cui nucleo principale risale ad antichi racconti mitologici sumeri

Le religioni della Mesopotamia/La letteratura religiosa in Mesopotamia/Ludlul bēl nēmeqi print that page

con cui veniva individuato e classificato: Ludlul bēl nēmeqi (lett. [Voglio lodare] il Signore della sapienza ) dove ludlul (termine derivato dal verbo dalālu [2] ) costituisce la parte fissa delle "preghiere a mano alzata" ( šu-íl-lá ) recitate in occasione di malattie o disgrazie

wikibooks.org | 2015/7/9 15:45:21

Le religioni della Mesopotamia/La letteratura religiosa in Mesopotamia/La Leggenda della nascita di Sargon print that page

Birth_of_Sargon_BM_ME_K.3401

La "Leggenda della nascita di Sargon" è un testo in lingua neoassira risalente all'VIII secolo a.C., le cui prime due colonne sono state ricostruite per mezzo di tre tavole rinvenute alla metà del XIX secolo tra i resti della biblioteca reale nel palazzo del re Assurbanipal (Aššur-bān

Le religioni della Mesopotamia/La letteratura religiosa in Mesopotamia/I Cilindri di Gudea print that page

GudeaZylinder

terracotta che risalgono al XXII secolo a.C. e che riportano uno dei testi «tra i più esaltanti della letteratura religiosa sumerica» [2] . Il testo in lingua sumerica riportato dai reperti intende celebrare la costruzione del tempio Eninnu ( é-ninnu ) il cui nome ha il significato

Le religioni della Mesopotamia/La letteratura religiosa in Mesopotamia/Atraḫasis print that page

Bm-epic-g

in cuneiforme sumerico composto tra il 2100 e il 1900 a.C. [2] [3] con la finalità di gettare le basi tradizionali e politiche dell'unificazione del territorio di Sumer Mesopotamia meridionale) [4] . Esistono diverse versioni giunte a noi di questo fondamentale documento della civilt

Le religioni della Mesopotamia/La letteratura religiosa in Mesopotamia/La Teodicea babilonese print that page

sillaba finendo per costituire una frase di ventisette sillabe che si può ricostruire anche per le strofe mancanti: a-na-ku sa-ag-gi-il-ki-[i-na-am-u]b-bi-ib-ma-aš-ma-šu ka-ri-bu ša i-li ú šar-ri «Io, Saggil-kinam-ubbib, il sacerdote incantatore, adoro il dio e il re» Le strofe

wikibooks.org | 2015/7/9 15:45:18

Le religioni della Mesopotamia/La letteratura religiosa in Mesopotamia/Lamentazione sulla distruzione di Ur print that page

Laments_on_the_ruin_of_Ur_AO6446_mp3h9139-40-41-21

i contributi di Jacobsen, Falkenstein e infine Rosengarten. I canto (1-39). Vengono elencate le città sumere e i suoi templi abbandonati dalle rispettive divinità poliadi all'avvicinarsi di quella che più avanti, alla linea 87, viene indicata come "bufera" (sumerico ud ; cuneiforme:

Le religioni della Mesopotamia/La letteratura religiosa in Mesopotamia print that page

Lingua Testimoni Tema Museo Pubblicazioni xxx xxx xxx xxx xxx xxx xxx Categoria : Le religioni della Mesopotamia

wikibooks.org | 2015/7/9 15:45:03

Le religioni della Mesopotamia/Sumer e Accad/I Sumeri/Il vocabolario del sacro print that page

VAM_Nisaba_Lagasch_(1).

essere conforme a ciò "che deve essere" [4] . Così il re ( lugal ) è tale solo quando i me della sovranità gli sono consegnati, altrimenti è un uomo comune come gli altri [5] . Una città occupata dal nemico poteva perdere i suoi me finché qualcuno non li ristabiliva. I me possono