-

Risultati 1 - 10 su circa 16 per  Wikisource / Le stragi della China/4. La strage / Wikisource    (290833 articoli)

Le stragi della China/4. La strage print that page

4. La strage Il mandarino Ping-Ciao, appena uscito dalle rovine di Khang-hi, insieme al suo amico Sum ed ai capi del Giglio azzurro, si era rivolto al vecchio boxer, per chiedergli l’immediato adempimento delle sue promesse. — Sono tre anni che attendo la mia vendetta — gli aveva

wikisource.org | 2017/12/27 18:11:12

Le stragi della China/3. Il missionario print that page

direzione? — Sì, padroncino, e sono abitati per la maggior parte da cristiani. — Dio! Che strage faranno i ribelli! — esclamò il giovane europeo, con voce commossa. — E faranno altrettanto di noi se non ci affrettiamo. — Guarda! Non vedi quella luce rossastra che si diffonde

wikisource.org | 2017/12/27 18:10:00

Le stragi della China/Conclusione print that page

poi morire svenate, e schiacciata la testa ai fanciulli facendone uscire le cervella. Pure la strage non era ancora finita. Distrutti i cristiani, i ribelli se l’erano presa anche con tutti coloro che potevano aver avuto rapporti con gli europei, mitragliandoli in massa nelle loro abitazioni

wikisource.org | 2018/1/8 8:34:26

Le stragi della China/20. Rinchiusi nel sotterraneo print that page

a rendere omaggio al principe Tuan, proclamatosi imperatore della Cina e ad annunciare a lui la strage fatta di europei residenti nella capitale. Ping-Ciao, incaricato dal nuovo imperatore di ricevere i capi ribelli e di fare gli onori di casa, si era fatto in quattro per mostrarsi gentile

wikisource.org | 2018/1/8 8:33:33

Le stragi della China/18. Le confessioni di Sum print that page

cartoncino di carta di seta, fece slegare Sum e porgendogli un pennello tinto d’inchiostro di china , gli disse: — Scrivi l’ordine di lasciar passare i rappresentanti degli insorti del

wikisource.org | 2018/1/5 18:51:38

Le stragi della China/1. Le rovine di Khang-hi print that page

1. Le rovine di Khang-hi La sera del 14 giugno del 1900, due uomini erano usciti dalla porta d’occidente dell’immensa città di Pechino, prendendo la via che conduce verso il meraviglioso Canale Imperiale, il quale mette in comunicazione la capitale cinese col fiume giallo, ossia

wikisource.org | 2017/12/27 18:21:57

Le stragi della China/11. Il cane del pescatore print that page

11. Il cane del pescatore Il mandarino Ping-Ciao scoppiava di rabbia. Appena lasciato libero, invece di essere riconoscente agli europei che gli avevano donata la vita, mentre sarebbero stati nel loro diritto di appiccarlo alle palizzate del villaggio od a qualche grosso ramo, suo primo

wikisource.org | 2018/1/3 18:23:16

Le stragi della China/19. La prigione nera print that page

19. La prigione nera Il giorno seguente, qualche ora prima che il sole tramontasse, un drappello composto di cinesi che indossavano gli sfarzosi costumi degli abitanti delle regioni meridionali, in seta a fiorami di tinte forti, bottoni d’oro e lapislazzuli, s’arrestava dinanzi alla

wikisource.org | 2018/1/5 13:34:02

Le stragi della China/13. Il campo di Palikao print that page

13. Il campo di Palikao Due ore dopo i banditi lasciavano il tempio marciando verso il settentrione, onde giungere all’accampamento dei boxers, che era stato piantato ad oriente di Pechino, a Palikao, piccolo borgo già famoso per la sconfitta subita dai cinesi dall’armata anglo-francese

wikisource.org | 2018/1/3 18:23:54

Le stragi della China/15. La fuga print that page

15. La fuga Il signor Muscardo, a cui la rabbia ed il dolore avevano fatto girare il capo, udendo quelle parole aveva cessato di opporre resistenza. — Un capo della Croce gialla! — aveva esclamato. — L’uomo di cui mi aveva parlato la giovane cinese! Vedremo cosa saprà fare!

wikisource.org | 2018/1/5 18:43:45