Risultati 1 - 10 su circa 13 per  Wikisource / Micigliano borbona / Wikisource    (290833 articoli)

Zecche e monete degli Abruzzi/Aquila print that page

dal che si argomenta che ben lungi fosse anco allora dal suo compimento. Nel 1348 l’Aquila col suo territorio fu esposta alle incursioni degli ungheri, condotti dal loro re Lodovico a vendicare la morte del fratello Andrea, marito della regina di Napoli Giovanna I, che l’unghero teneva

wikisource.org | 2016/3/3 19:16:17

Pagina:Zecche e monete degli Abruzzi.djvu/39 print that page

e le celle . La prima menzione di bolognini in Abruzzo l’abbiamo nella cronaca di Nicolò di Borbona , quando parla della copiosa raccolta d’uve del 1368, onde si vendette il vino bolongni cinque la soma de tre varili 1 . Queste monetine, che si principiarono battere col tipo del busto

wikisource.org | 2018/6/7 12:29:36

Pagina:Zecche e monete degli Abruzzi.djvu/37 print that page

a 12, ma a 10 carlini, stante il costoro aumento di peso, leggiamo nella cronaca di Nicolò di Borbona una oncia che so’ sei ducati d’oro 5 ; e nel rescritto di Renato de’ 5 settembre 1438 agli aquilani: bonos ducatos auri vel carolenarum ad rationem de carolenis decem pro quolibet

wikisource.org | 2017/8/14 14:03:40

Nuova Cronica/Libro tredecimo print that page

I Incomincia il tredecimo libro, come il duca d’Atene occupò la signoria di Firenze, e quello ne seguì. Convienne cominciare il XIII libro, però che richiede lo stile del nostro trattato; perch’è nuova materia, e grandi mutazioni e diverse rivoluzioni avennero in questi tempi alla

wikisource.org | 2015/7/10 21:02:45

Categoria:Testi in cui è citato Niccolò da Borbona print that page

Questa categoria contiene un'unica pagina, indicata di seguito. Z Zecche e monete degli Abruzzi/Aquila Categoria : Testi per autore citato

wikisource.org | 2017/1/17 23:11:57

Pagina:Il piacere.djvu/79 print that page

sentiva dalla voce di lui prendere come in una rete e trarre fuor della vita che movevasi a torno. ― Sua Eccellenza la principessa di Micigliano ! ― annunziava il servo. ― Il signor conte di Gissi! ― Madame Chrysoloras! ― Il signor marchese e la signora marchesa Massa d’Albe

wikisource.org | 2016/11/28 14:04:46

Pagina:Il piacere.djvu/102 print that page

Tu lo conosci bene, quell’odore ― disse con malizia il Barbarisi. ― Perchè? ― La Micigliano .... Il giovine si compiacque manifestamente di sentir nominare una delle sue amanti. Non protestò, ma rise; poi volgendosi allo Sperelli: ― Che hai stasera? Ti cercava tua cugina

wikisource.org | 2016/11/28 15:16:57

Pagina:Il piacere.djvu/307 print that page

Quali delle impeccabili sono già a Roma? ― Quasi tutte: la Moceto, la Viti, le due Daddi, la Micigliano , la Miano, la Massa d’Albe, la Lúcoli.... ― La Lúcoli, l’ho veduta dianzi, dalla finestra. Guidava. Ho veduta anche tua cugina con la Viti. ― Mia cugina è qui fino a domani

wikisource.org | 2016/12/1 16:14:00

Il piacere/II print that page

II. Sotto il grigio diluvio democratico odierno, che molte belle cose e rare sommerge miseramente, va anche a poco a poco scomparendo quella special classe di antica nobiltà italica, in cui era tenuta viva di generazione in generazione una certa tradizion familiare d’eletta cultura,

wikisource.org | 2016/12/2 20:20:30

Il piacere/III print that page

III. Così ebbe principio l’avventura di Andrea Sperelli con Donna Elena Muti. Il giorno dopo, le sale delle vendite publiche, in via Sistina, erano piene di gente elegante, venuta per assistere all’annunziata contesa. Pioveva forte. In quelle stanze umide e basse entrava una luce

wikisource.org | 2016/12/2 20:34:16