-

Risultati 1 - 10 su circa 20 per  Wikipedia / Mohammed Dahlan / Wikipedia    (1834145 articoli)

Mohammed Dahlan print that pageTimeline of Mohammed Dahlan

Fatah_flag

È stato il leader del Fatah nella Striscia di Gaza ; nato nel campo profughi di Khan Yunis, a Gaza, da una famiglia di profughi provenienti da Hamama , nel 1981 aiutò a fondare il movimento giovanile del Fatah, Fath Shabiba (il Giovane Fatah); negli anni seguenti fu chiuso nelle prigioni

Mohammed Deif print that page

Fatah_flag

predilige la dizione Deif . ^ . Cnn [ modifica ] Collegamenti esterni Profile: Hamas commander Mohammed Deif Official: Hamas target survives Israeli attack Deif wounded in 2002 attack Most wanted Hamas man appears in TV documentary Israelis Kill 6 in Attack on Hamas Portale

Operazione Margine di protezione print that page

Iron_Dome_in_Operation_Protective_Edge

Civili: ≈1.617 (≈70%) Combattenti: ≈693 Totale: 2.310 Feriti: 11.100 [10] Comitato per i diritti umani della Nazioni Unite [11] Civili: 1.462 Combattenti: 789 Totale: 2.251 Ministero degli esteri israeliano [12] Civili: 761 Combattenti: 936 Imprecisato: 428 Totale: 2.125

Ghazi al-Jabali print that page

Fatah_flag

sicurezza, che vide anche il siluramento delcolonnello Jibril Rajoub e le dimissioni del colonnello Mohammed Dahlan . Contestualmente annunciò la sua intenzione di opporsi a Yasser Arafat come candidato alla presidenza dell'Autorità palestinese [4] . Nell'ottobre del 2003 venne nominato

Yahya Ayyash print that page

Fatah_flag

Nacque a Rafah, un piccolo villaggio della Cisgiordania vicino a Nablus , da una famiglia di modesti agricoltori. Primo di tre fratelli, da bambino si mostrò decisamente legato alla religione , ricevendo un premio dall' Islamic Trust . [2] per la sua bravura nella memorizzazione del Corano

Soluzione dei due stati print that page

Fatah_flag

La soluzione dei due stati al conflitto israelo-palestinese , è l'ipotesi di accordo che è attualmente in discussione da parte degli attori chiave del conflitto, discussa soprattutto durante la conferenza di Annapolis del novembre 2007 . Secondo tale ipotesi, la soluzione dell'ormai storica

Grande rivolta araba (1936-1939) print that page

Havlagah_bus_during_1936-1939_Arab_revolt-British_Mandate_of_Palestine

La Grande rivolta araba fu un'insurrezione degli arabi palestinesi che ebbe luogo tra il 1936 ed il 1939 – nel corso del mandato britannico della Palestina – e si espresse in senso ostile agli ebrei . Non deve essere quindi confusa con la Rivolta Araba del 1916-1918, anti-turca.

Assedio alla Basilica della Natività print that page

Bethlehem-cathchurch

L' assedio alla Basilica della Natività avvenne a Betlemme dal 2 aprile al 10 maggio 2002 durante la cosiddetta seconda intifada . Nell'ambito dell' Operazione Scudo difensivo , le Forze di Difesa Israeliane occuparono Betlemme e tentarono la cattura di alcuni militanti palestinesi

Dalal Al-Moghrabi print that page

Fatah_flag

Partecipò al dirottamento di un autobus nel 1978 , conclusosi con un pesante numero di vittime anche civili (35 morti, di cui 13 bambini, e 71 feriti). Al-Moghrabi trovò la morte nel corso dell'operazione. Nel 1978 , dopo che la resistenza palestinese aveva subito diversi attacchi da parte

Sabra e Shatila print that page

SabraShatilaMemorial

Vengono ricordati per il massacro di un numero di arabi palestinesi stimato tra diverse centinaia e 3500 [1] , perpetrato da milizie cristiane libanesi in un'area direttamente controllata dall'esercito israeliano, tra il 16 e 18 settembre del 1982 . Sono anche ricordati per successivi fatti