Risultati 1 - 10 su circa 24 per  Wikipedia / Siphiwe Tshabalala masilela sudafricana sibaya / Wikipedia    (10867 articoli)

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Angola-1 print that page

novembre iniziarono le partenze 'ufficiali' cubane dal porto de l'Havana per 'combattere l'aggressione sudafricana '. Ma nel frattempo le SADF, criticate dagli USA per l'attacco in Angola, erano tornate nei confini. Gli Americani erano colpiti dai postumi del Vietnam e Watergate, quindi non

wikibooks.org | 2018/3/30 19:40:35

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Sudafrica-2 print that page

SAS_Mendi_F148

Il Sudafrica è una realtà molto complessa e mai banale, e questo grande Paese non manca mai di stupire il suo visitatore. Specialmente se poi il governo storico di Thabo Mbeki, espressione tipica del 'post-Apartheid', cade e lascia un vuoto politico che sarebbe stato riempito poi dal nuovo

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Algeria print that page

Questa nazione africana è una delle più grandi ma non per questo ben note della sponda mediterranea. L'Algeria ha subito la terribile esperienza della Guerra civile (1954-62) contro la Francia, guerra talmente violenta che non solo causò migliaia di vittime, ma che mandò in crisi la declinante

wikibooks.org | 2018/9/8 15:42:38

Caccia tattici in azione/Hawker print that page

Hawker_Hurricane_USAF

L' Hawker Hurricane , uragano, a suo tempo non avrebbe potuto esprimere meglio nei fatti quello che era il suo nome. Nato come Fury Monoplane, si proponeva di continuare in versione monoplana il progetto del Fury, uno dei migliori e più raffinati tra i caccia della vecchia generazione. Creato

Armi avanzate della Seconda Guerra Mondiale/Appendice 2 print that page

Le mine sono un oggetto di distruzione poco compreso. Ma nella Seconda guerra mondiale la loro importanza divenne presto evidente e la loro capacità di interdizione (purtroppo spesso ben oltre le ostilità) del territorio è a tutt'oggi un problema in nazioni come l'Afghanistan e tante altre

wikibooks.org | 2017/4/28 17:27:12

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Cile print that page

Essendo uno stato di antica data di indipendenza, ci si potrebbe attendere che il Cile abbia sviluppato una salda democrazia, ma in pratica questo è stato lungamente ostacolato dalla presenza ingombrante dei militari. Il caso ultimo e più mediaticamente eclatante è stato il golpe di Pinochet

wikibooks.org | 2015/7/9 14:35:10

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/India-2 print that page

AB133_-_Vijayanta_MBT

tangenti. I sistemi d'artiglieria potrebbero anche vedere vincitore uno scafo Arjun e torretta sudafricana LIWT-6. Altri pezzi d'artiglieria erano previsti nei nuovi sistemi da 155/52 mm, possibilmente con il riequipaggiamento degli affusti M-46 da 130 mm. Quanto riguarda i carri T-72, bisogna

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Regno Unito-1 print that page

Meteor.kemble.750pix

Naturalmente, nei primi anni dopo la fine della guerra, la Gran Bretagna continuò ad usare macchine come i Tempest, Spitfire, Seafire, Lancaster, etc. Nonostante la superata formula ad elica e la velocità non straordinaria rispetto alle macchine americane, lo Spitfire continuò a militare

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Regno Unito-21 print that page

Chilean_frigate_Almirante_Lynch

Le navi inglesi nel dopoguerra erano tanto numerose da rendere la Royal Navy la seconda flotta mondiale, dopo gli Stati Uniti. Ma oramai il predominio britannico era passato. Gli USA, usciti trionfanti dalla guerra ora detenevano la supremazia dei mari e l'impoverita Gran Bretagna si ritrov

Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Regno Unito-22 print that page

Westland_Wyvern_S_Mk.4

Anzitutto gli aerei 'veterani': i caccia F4U Corsair e Seafire rimpiazzarono con rapidità i caccia Hellcat, un poco lenti (anche se per numerosi versi migliori degli altri: più autonomia e robustezza dei Seafire, più controllabilità dei Corsair, che tra l'altro, furono proprio gli inglesi