Calcio, Mondiali 2010: la Nuova Zelanda pareggia in extremis, vince il Brasile, pari del Portogallo

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto

Segui lo Speciale Mondiali 2010 su Wikinotizie!

Una fase di gioco di Brasile-Corea del Nord (da sinistra a destra, Pak Nam-Chol, Felipe Melo, Robinho e Ri Kwang-Chon)

martedì 15 giugno 2010
Anche nella giornata di martedì 15 giugno 2010 si sono come di consueto disputate tre partite, le quali hanno confermato l'estremo equilibrio in queste prime giornate della fase a gironi del Campionato mondiale di calcio 2010.

GIRONE F - Alle 13.30, allo stadio Royal Bafokeng di Rustenburg si gioca la seconda gara del gruppo F, girone dell'Italia. La Nuova Zelanda e la Slovacchia scendono in campo per cercare di approfittare del mezzo passo falso di Italia e Paraguay. Nessuna delle due squadre però esprime un calcio di grande qualità; la Slovacchia prende il pallino del gioco, in quanto squadra sulla carta favorita, ma nonostante un Mark Paston, portiere neozelandese, tutt'altro che impeccabile, non arrivano grosse occasioni da parte slovacca. Marek Hamšík, stella e capitano della formazione europea, non riesce ad incidere ed il primo tempo si conclude 0-0.

Nella ripresa, finalmente, vengono premiati gli sforzi della nazionale di Vladimír Weiss; al 50', in sospetto fuorigioco, Róbert Vittek segna di testa il gol del vantaggio slovacco. Dopo la rete dell'1-0, la Slovacchia non va alla ricerca del gol della sicurezza ed al 93' minuto, quando ormai tutto sembrava deciso, Winston Reid beffa il portiere Ján Mucha, trovando l'insperato pareggio. Per la Nuova Zelanda si tratta del primo punto in assoluto nel campionato mondiale, dopo le 3 sconfitte rimediate nell'unica altra partecipazione mondiale a Spagna '82.

GIRONE G - Alle 16.00, al Nelson Mandela Bay Stadium di Port Elizabeth aprono i giochi del Girone G due delle grandi del gruppo, Costa d'Avorio e Portogallo. La sfida è giocata a buon ritmo da entrambe le squadre, l'intensità di gioco è elevata, ma le vere occasioni da gol sono molto rare. La più interessante e pericolosa viene, come immaginabile, dal più carismatico e rappresentativo dei 22 giocatori in campo, il portoghese Cristiano Ronaldo, il quale nel primo tempo esplode un gran tiro da lontano che si stampa però sul palo. Per tutto il resto della gara, le due nazionali se la giocano alla pari, ma il risultato rimarrà inchiodato sullo 0-0 fino al triplice fischio finale. Da segnalare l'ingresso in campo negli ultimi minuti di gara di Didier Drogba dopo soli 10 giorni dal grave infortunio che ha rischiato di tagliarlo fuori dal mondiale. L'attaccante ivoriano ha giocato con un vistoso tutore al braccio, che ha suscitato qualche lieve protesta.

In serata, alle 20.30, all'Ellis Park Stadium di Johannesburg è stata poi la volta del Brasile, che ha affrontato in una gara dal pronostico chiuso la Corea del Nord, al ritorno nella massima competizione mondiale dopo la sorpresa del 1966. Chi si attendeva una sfida a senso unico ha dovuto ampiamente ricredersi. I nordcoreani, ben schierati, hanno dato non pochi grattacapi alla formazione sudamericana, poco brillante e inconcludente nel primo tempo, che si conclude a sorpresa 0-0. Nella ripresa la formazione asiatica continua nella sua opera di contenimento, ma nulla può fare il portiere, forse mal piazzato, sul potente tiro da posizione defilata di Maicon, che porta in vantaggio il Brasile. Passano pochi minuti ed un perfetto assist filtrante di Robinho libera Elano, che, solo davanti al portiere Ri Myong-Guk, non ha difficoltà a superarlo per il raddoppio della Seleção. Nonostante il doppio svantaggio, la Corea del Nord non ha perso la fiducia ed ha segnato il gol della bandiera all'89' minuto con Ji Yun-Nam, mettendo un minimo di apprensione ai verdeoro negli ultimi minuti. 2-1 il finale, ma che fatica per gli uomini di Dunga.

Tabellino di Nuova Zelanda-Slovacchia[modifica]

15 giugno 2010
ore 13:30
Nuova Zelanda 1 – 1 Slovacchia Royal Bafokeng Stadium, Rustenburg
Spettatori: 23,871
Arbitro: Jerome Damon (Sudafrica)
Referto


Nuova Zelanda
Slovacchia

Nuova Zelanda:
PT 1 Mark Paston
TD 4 Winston Reid 90+3'
DC 6 Ryan Nelsen (c)
DC 5 Ivan Vicelich 78'
TS 19 Tommy Smith
CD 11 Leo Bertos
CC 7 Simon Elliott
CS 3 Tony Lochhead 42'
AD 14 Rory Fallon
AS 10 Chris Killen 72'
AC 9 Shane Smeltz
Sostituzioni:
A 20 Chris Wood 72'
C 21 Jeremy Christie 78'
Commissario tecnico:
Ricki Herbert

Slovacchia:
PT 1 Ján Mucha
TD 5 Radoslav Zabavník
DC 16 Ján Ďurica
DC 3 Martin Škrtel
TS 4 Marek Čech
CA 6 Zdeno Štrba 55'
CD 7 Vladimír Weiss| 90+1'
CC 9 Stanislav Šesták 81'
CS 17 Marek Hamšík (c)
AC 11 Róbert Vittek 84'
AC 18 Erik Jendrišek
Sostituzioni:
A 13 Filip Hološko 81'
C 15 Miroslav Stoch 84'
C 19 Juraj Kucka 90+1'
Commissario tecnico:
Vladimír Weiss

Man of the Match:
Róbert Vittek (Slovacchia)

Guardalinee:
Celestin Ntagungira (Ruanda)
Enock Molefe (Sudafrica)
Quarto uomo:
Ravshan Irmatov (Uzbekistan)
Quinto uomo:
Rafael Ilyasov (Uzbekistan)

Classifiche[modifica]

Dopo la partita di oggi la situazione di classifica nel Gruppo F è la seguente:

Squadra P.ti G V P S GF GS DR
Italia 1 1 0 1 0 1 1 0
Paraguay 1 1 0 1 0 1 1 0
Slovacchia 1 1 0 1 0 1 1 0
Nuova Zelanda 1 1 0 1 0 1 1 0

Al termine della prima giornata la classifica nel Gruppo G è la seguente:

Squadra P.ti G V P S GF GS DR
Brasile 3 1 1 0 0 2 1 1
Portogallo 1 1 0 1 0 0 0 0
Costa d'Avorio 1 1 0 1 0 0 0 0
Corea del Nord 0 1 0 0 1 1 2 -1

Fonti[modifica]

Commons contiene immagini e file multimediali su Calcio, Mondiali 2010: la Nuova Zelanda pareggia in extremis, vince il Brasile, pari del Portogallo.