Il Governo Berlusconi IV ha ottenuto la fiducia al Senato

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto

giovedì 15 maggio 2008
Con la fiducia ottenuta al Senato della Repubblica, il governo Berlusconi IV diventa da oggi pienamente operativo.

La mozione, presentata dai senatori capigruppo della maggioranza Gasparri, Bricolo e Pistorio, ha ottenuto 173 voti favorevoli e 137 contrari; gli astenuti sono stati 2. A favore due senatori a vita: l'ex presidente Francesco Cossiga e Giulio Andreotti, assenti gli altri.

Dopo il voto il premier Silvio Berlusconi ha dichiarato che "la gioia più grande" «è stata quella di constatare che tutti - dico tutti - gli interventi dell'opposizione sono andati al contenuto, alla sostanza dei problemi. Nessuno, proprio nessuno, si è indirizzato con attacchi personalistici contro la maggioranza, i suoi esponenti e il suo leader. Questo dibattito mi ha fatto sentire come possibile la concretizzazione di un sogno a lungo inseguito: quello di una democrazia finalmente bipolare, con una destra definitivamente liberale, democratica, occidentale e una sinistra non più subalterna all'ideologia, all'estremismo, al giustizialismo»

Fonti[modifica]