XXIX Olimpiade: la squadra azzurra pronta per Pechino

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto

mercoledì 23 luglio 2008

Il presidente del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, Gianni Petrucci, ha oggi ufficializzato la squadra azzurra che partirà per partecipare ai Giochi olimpici estivi di Pechino. Sarà formata da 347 atleti totali, con 215 uomini e 132 donne che dovranno dare il meglio di sé, per continuare a mantenere il trend positivo raggiunto con le Olimpiadi del 2004 ad Atene, dove gli atleti italiani hanno conquistato 30 medaglie.

Raffaele Pagnozzi, segretario generale del CONI, ha così commentato un possibile bis di Atene 2004: «Siamo consapevoli che i Giochi di Pechino saranno più difficili di quelli di Atene. Per questo riuscire a conquistare oltre 30 medaglie sarebbe un caso straordinario. La squadra azzurra dal punto di vista della preparazione è più che dignitosa e positiva. Non raggiungeremo il record di presenze di quattro anni fa perché mancano tre squadre all'appello. Ma la rappresentanza individuale è aumentata. Sappiamo inoltre che le condizioni climatiche e atmosferiche a Pechino sono migliorate e anche dal punto di vista dello smog la situazione è accettabile. Quindi la squadra azzurra gode delle migliori condizioni, in linea con quanto prospettato».

Petrucci ha invece commentato: «Dobbiamo andare a Pechino per dimostrare che lo sport italiano è cresciuto, è maturato. Più che il numero di medaglie, l'importante è ottenere buoni risultati in quante più discipline possibili». Sul doping, al centro delle prime pagine sportive in questi giorni dopo lo scandalo di Riccardo Riccò, il presidente del CONI sottolinea: «A Pechino non saranno ammesse debolezze».

Intanto a Fiumicino è decollata la squadra italiana di nuoto, mentre nei prossimi giorni partiranno tutti gli atleti, i tecnici e i dirigenti coinvolti in questa olimpiade. Tra gli ultimi a partire spicca Stefano Baldini, colui che vinse l'ultimo evento olimpico di Atene 2004, la maratona, in 2:10:55.

Segui lo Speciale dedicato alla XXIX Olimpiade estiva.


Fonti[modifica]