Albatrellus pes-caprae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Albatrellus pes-caprae
Albatrellus pes-caprae
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Fungi
Divisione Basidiomycota
Classe Basidiomycetes
Ordine Russulales
Famiglia Albatrellaceae
Genere Albatrellus
Specie A. pes-caprae
Nomenclatura binomiale
Albatrellus pes-caprae
(Pers.:Fr.) Pouzar, 1966
Nomi comuni

Piede di capra

?
Caratteristiche morfologiche
Albatrellus pes-caprae

Cappello convesso

Imenio pori

Lamelle decorrenti

Sporata bianca

Velo nudo

Carne immutabile

Saprofita

Commestibile

Albatrellus pes-caprae (Pers.:Fr.) Pouzar, Folia geobot. phytotax. 1: 357 (1966).

L'Albatrellus pes-caprae è una delle Albatrellaceae commestibili, caratteristica per la sua forma a ventaglio, a piede di capra.

Descrizione della specie[modifica | modifica wikitesto]

Cappello[modifica | modifica wikitesto]

4–12 cm di diametro x 1,5–2 cm di spessore, irregolare, reniforme, subcircolare; cuticola colore bruno-scuro, densamente ricoperta da squame; margine sottile, intero, regolare.

Tubuli[modifica | modifica wikitesto]

Prima bianchi poi giallo-crema, lunghi circa 5 mm, decorrenti sul gambo.

Pori[modifica | modifica wikitesto]

Bianchi tendenti al giallo con l'invecchiamento, angolosi e poligonali, larghi 1–2 mm, con contorno spesso lacerato, si macchiano di giallo al tocco.

Gambo[modifica | modifica wikitesto]

3–5 cm x 1,5–3 cm, cilindrico o claviforme, robusto, spesso eccentrico, di colore da bianco-giallastro e giallo-rossiccio

Carne[modifica | modifica wikitesto]

Da bianca a giallina, compatta.

Microscopia[modifica | modifica wikitesto]

Spore
7,5-9 x 5-7 µm, ellissoidali, bianche, lisce, ialine, monoguttulate, provviste d'apicolo, non amiloidi.
Basidi
20-40 x 7,5-12 µm, claviformi, tetrasporici, con presenza di giunti a fibbia basali.
Cistidi
assenti.
Struttura ifale
monomitica.

Reazioni macrochimiche[modifica | modifica wikitesto]

Reagente di Melzer: ife della cuticola gialle.

Habitat[modifica | modifica wikitesto]

Saprofita, lignicolo, lo si trova in tarda estate-autunno soprattutto in boschi di latifoglie nelle zone umide

Disegno di A. pes-capreae
In evidenza la caratteristica forma a "orma di capra"

Commestibilità[modifica | modifica wikitesto]

Buona, si presta molto bene alla conservazione sott'olio.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Specie: dal latino pes-caprae = piede di capra, per la sua forma.

Specie simili[modifica | modifica wikitesto]

Nomi comuni[modifica | modifica wikitesto]

  • Lingua di brughiera.
  • Piede di capra.
  • Barbone. (Veneto)
  • Fungo di Pietra (Calabria)

Sinonimi e binomi obsoleti[modifica | modifica wikitesto]

  • Albatrellopsis pes-caprae (Pers.) Teixeira, Boletim da Chácara Botânica de Itu 1: 32 (1994)
  • Boletus pes-caprae (Pers.) Cordier, Guide de l'amateur des Champignons (1826)
  • Caloporus pes-caprae (Pers.) Pilát, Beihefte Bot. Centralbl. 48: 432 (1931)
  • Cerioporus inflexus Schulzer ex Quél., Fl. mycol. (Paris): 408 (1888)
  • Fomes oregonensis (Murrill) Sacc. & Traverso, Sylloge fungorum (Abellini) 19: 715 (1910)
  • Fungus sapatella Paulet, Traité Champ., Atlas 2: 123 (1793)
  • Fungus tuber Paulet, Traité Champ., Atlas 2: 122 (1793)
  • Polypilus pes-caprae (Pers.) Teixeira, Revista Brasileira de Botânica 15(2): 126 (1992)
  • Polyporus oregonensis (Murrill) Murrill, Mycologia 4 (1912)
  • Polyporus pes-caprae Pers., Traité sur les Champignons Comestibles (Paris): 241 (1818)
  • Polyporus retipes Underw., Bull. Torrey bot. Club 24: 85 (1897)
  • Scutiger oregonensis Murrill, Mycologia 4(2): 93 (1912)
  • Scutiger pes-caprae (Pers.) Bondartsev & Singer, Annales Mycologici 39: 47 (1941)
  • Scutiger retipes (Underw.) Murrill, Bull. Torrey bot. Club 30(8): 428 (1903)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Portale Micologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di micologia