Ballino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ballino
frazione
Localizzazione
Stato  Italia
Regione Trentino-Alto Adige
Provincia Trento
Comune Fiavè
Territorio
Coordinate 45°57′55.1″N 10°48′40.7″E / 45.965306°N 10.811306°E45.965306; 10.811306 (Ballino)Coordinate: 45°57′55.1″N 10°48′40.7″E / 45.965306°N 10.811306°E45.965306; 10.811306 (Ballino)
Altitudine 760 m s.l.m.
Abitanti 87[2] (2001)
Altre informazioni
Cod. postale 38075
Prefisso 0465
Fuso orario UTC+1
Targa TN
Cl. sismica zona 3 (sismicità bassa)
Nome abitanti balìni[1]
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Ballino

Ballino è una frazione del comune di Fiavè, in provincia di Trento.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Il paese di Ballino è situato in una piccola valle posta tra il Monte Cogorna (1850 m s.l.m.) ad ovest ed il Monte Misone (1803 m) ad est, che è attraversata dal rio Ruza e dal rio Secco (rì Sec), i quali terminano entrambi nel lago di Tenno, posto pochi chilometri a sud dell'abitato. Il borgo è situato a circa 5 km dal capoluogo comunale e a 40 km da Trento. Intorno al paese si sviluppano le borgate di Castìl, nota per la presenza della grotta Camerona; Sajant, per l'omonima cascata; e Laghisoi, dove sono situati gli omonimi laghi.[3] Il paese dà il nome all'intero valico alpino (Passo del Ballino) che unisce Ponte Arche a nord con Riva del Garda a sud.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il paese è noto sin dall'epoca medievale, come testimonia la presenza dell'antica chiesa trecentesca, e qui era posizionato il dazio per il controllo dei commerci. La prima Carta di Regola del paese risale al 1794. Da sempre, data la sua posizione, il luogo è stato frequentato da viandanti e viaggiatori e qui sorgeva una nota osteria - ancora visibile nel grosso edificio all'ingresso del paese a nord - nella quale lavorò, come famei dell'oste Marco Zanini, anche Andreas Hofer, patriota tirolese, tra il 1785 e il 1788, al quale nel 2009 è stata intitolata la piazza principale del paese.[3]

Monumento e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiesa di Santa Lucia, posta nella piazza principale del paese e risalente al XIV secolo, appare oggi sostanzialmente modificata da ristrutturazioni avvenute nel corso del XVI secolo; è tuttavia ancora riconducibile al periodo medievale buona parte del campanile che si erige sul lato sinistro della chiesa. All'interno, la navata unica presenta arcate a crociera e sono presenti alcune opere artistiche di pregio: un'acquasantiera e un fonte battesimale del XVII secolo, una settecentesca via Crucis, un affresco medievale raffigurante santa Lucia e la pala ad olio con la Madonna col Bambino tra i santi Lucia ed Antonio abate.[3][4]

Aree naturali[modifica | modifica wikitesto]

  • Cascata Sajant, suggestiva cascata di 35 metri posizionata a 1 000 metri di altitudine nell'omonima località ad ovest di Ballino, sul versante orientale del Monte Cogorna.[3]
  • Grotta Camerona, situata in località Castìl, poco distante da Ballino a 893 metri di altitudine sul lato occidentale del Monte Misone, si presenta come un grosso antro profondo circa 70 metri, con ingresso di 20 metri di larghezza e 12 metri di altezza. È una meta del territorio molto nota dagli escursionisti.[5]

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Il paese è attraversato dalla strada statale 421 dei Laghi di Molveno e Tenno, che ha origine a Vigo d'Anaunia, frazione di Ton, e termina a Riva del Garda innestandosi nella strada statale 45 bis Gardesana Occidentale.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Teresa Cappello, Carlo Tagliavini, Dizionario degli etnici e dei toponimi italiani, Bologna, Pàtron Editore, 1981, p. 39.
  2. ^ Dati del censimento ISTAT 2001
  3. ^ a b c d Inquadramento geografico, storico-culturale, Comune di Fiavè. URL consultato il 5 dicembre 2013 (archiviato il 29 novembre 2013).
  4. ^ Chiesa di Santa Lucia, Comune di Fiavè.
  5. ^ Grotta Camerona, Protezione Civile di Trento.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Portale Trentino-Alto Adige: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Trentino-Alto Adige