Campionato mondiale Superbike 2014

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Campionato mondiale Superbike 2014
Edizione n. 27 del campionato mondiale Superbike
Dati generali
Inizio23 febbraio
Termine2 novembre
Prove12
Titoli in palio
Titolo piloti Sylvain Guintoli
su Aprilia RSV4
Trofeo SBK EVO David Salom
su Kawasaki ZX-10R
Costruttori Aprilia
Altre edizioni
Precedente - Successiva
Edizione in corso

Il campionato mondiale Superbike 2014 è la ventisettesima edizione del campionato mondiale Superbike. Per il secondo anno consecutivo l'organizzazione è affidata alla Dorna, società che gestisce da decenni il motomondiale

Novità regolamentari[modifica | modifica wikitesto]

Numerose le novità regolamentari ed organizzative introdotte da questa stagione. Il numero di motori utilizzabili da ogni pilota per l'intero campionato viene limitato a 8 unità (a titolo esemplificativo, Max Biaggi nella stagione 2010 ha usato 42 differenti unità propulsive nella sua Aprilia), e anche le tipologie di rapporti del cambio sono limitate a due serie (sebbene non sia limitato il numero di ingranaggi di ricambio)[1]. Ridotto poi di circa la metà il costo del pacchetto freni/sospensioni e imposto un prezzo fisso alle case per il pacchetto completo moto/ricambi/assistenza, affinché sia maggiormente accessibile ai team privati il materiale "semi-ufficiale"[1].

Ma la novità più rilevante riguarda l'introduzione di una nuova categoria di moto che correranno insieme alle Superbike, tale classe di motociclette viene chiamata Superbike EVO. Le Superbike EVO rispettano i dettami tecnici delle motociclette Superstock per quel che concerne parte motoristica ed elettronica, mentre per la ciclistica esse rispettano lo stesso regolamento esistente per le Superbike[1]. L'istituzione di questa nuova categoria, ispirata dal campionato britannico (che l'ha introdotta per i privati nel 2010 ed estesa a tutti dal 2012), va nella direzione della riduzione dei costi, con le squadre che approfittano dei risparmi di circa l'80% sui costi dei motori per l'intera stagione legati all'uso di componenti più vicini alla produzione di serie[2][3].

Altra modifica regolamentare riguarda il sistema di qualifiche, che non si svolgerà con il sistema della Superpole (qualifiche divise in tre frazioni, andando via via eliminando i piloti più lenti) ma andando a mutuare quello che il sistema di qualificazione in vigore nel motomondiale[1].

Dal punto di vista organizzativo, la Dorna, dopo aver accuratamente evitato le concomitanze col Motomondiale, ha modificato anche gli orari di inizio della gare, con la prima che si svolgerà alle ore 10:30 e la seconda che comincerà alle 13:10, per non accavallare gli spazi televisivi della superbike con quelli della Formula 1 nei weekend di concomitanza delle gare[4].

Partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

fonte: sito ufficiale FIM

Aumenta il numero delle case costruttrici coinvolte a vario titolo nel mondiale. Confermata la presenza delle squadre ufficiali Aprilia, Kawasaki e Ducati, mentre Honda, Suzuki e MV Agusta si appoggiano a team esterni, con la BMW che invece, dopo il ritiro della squadra ufficiale, schiera solo una moto nella classe SBK e tre moto nella "EVO" coi team BMW Motorrad Italia e BMW Team Toth, categoria dove sono presenti anche varie Kawasaki e la Ducati del team Althea Racing.

Tra i nuovi arrivi annunciati ci sono la Erik Buell Racing e la Bimota (quest'ultima nella categoria Superbike EVO), con l'azienda statunitense che ha ottenuto in extremis l'omologazione della sua EBR 1190 RX[5], mentre la casa riminese, che in un primo momento non era ancora riuscita a produrre il numero di esemplari della sua BB3 motorizzata BMW richiesti dalla Federazione Motociclistica Internazionale[6], è stata in seguito ammessa "con riserva"[7][8].
Una modifica regolamentare successiva all'avvio della stagione, infatti, ha modificato il numero di esemplari da produrre per raggiungere l'omologazione e le relative scadenze, nell'ottica di favorire l'ingresso di nuovi costruttori[9], prevedendo (in una successiva modifica) anche l'ammissione "in deroga" per i modelli non ancora omologati, con relativa impossibilità di ottenere punti né per il costruttore né per i piloti fintanto che non si ottenga l'effettiva omologazione[7].

Tutte le motociclette in competizione sono equipaggiate con pneumatici forniti dalla Pirelli.

Pilota Squadra Motocicletta Classe
1 Tom Sykes Kawasaki Racing Kawasaki ZX-10R SBK
2 Christian Iddon Bimota Alstare Bimota BB3[8] SBK EVO
7 Chaz Davies Ducati Superbike Ducati 1199 Panigale R SBK
9 Fabien Foret MAHI Racing Team India Kawasaki ZX-10R SBK EVO
Team Pedercini
10 Imre Tóth BMW Team Toth BMW S1000 RR SBK
11 Jérémy Guarnoni MRS Kawasaki Kawasaki ZX-10R SBK EVO
12 Mathew Walters Team Pedercini Kawasaki ZX-10R SBK EVO
14 Glen Allerton BMW Motorrad Italia BMW S1000 RR SBK EVO
15 Matteo Baiocco Grandi Corse by A.P. Racing Ducati 1199 Panigale R SBK EVO
16 Gábor Rizmayer BMW Team Toth BMW S1000 RR SBK
SBK EVO
18 Chris Ulrich GEICO Motorcycle Road Rac. Honda CBR1000RR SBK
19 Leon Camier BMW Motorrad Italia BMW S1000 RR SBK EVO
MV Agusta Reparto Corse MV Agusta F4 RR SBK
20 Aaron Yates Hero EBR EBR 1190 RX SBK
21 Alessandro Andreozzi Team Pedercini Kawasaki ZX-10R SBK EVO
22 Alexander Thomas Lowes Voltcom Crescent Suzuki Suzuki GSX-R1000 SBK
23 Luca Scassa Team Pedercini Kawasaki ZX-10R SBK EVO
24 Toni Elías Red Devils Roma Aprilia RSV4 Factory SBK
27 Max Neukirchner 3C Racing Ducati 1199 Panigale R SBK
30 Michaël Savary Dream Team Company MV Agusta F4 RR SBK
32 Sheridan Morais IRON BRAIN Grillini Kawasaki Kawasaki ZX-10R SBK EVO
33 Marco Melandri Aprilia Racing Aprilia RSV4 Factory SBK
34 Davide Giugliano Ducati Superbike Ducati 1199 Panigale R SBK
44 David Salom Kawasaki Racing Kawasaki ZX-10R SBK EVO
48 Riccardo Russo Team Pedercini Kawasaki ZX-10R SBK EVO
50 Sylvain Guintoli Aprilia Racing Aprilia RSV4 Factory SBK
52 Sylvain Barrier BMW Motorrad Italia BMW S1000 RR SBK EVO
56 Péter Sebestyén BMW Team Toth BMW S1000 RR SBK EVO
57 Lorenzo Lanzi 3C Racing Ducati 1199 Panigale R SBK
58 Eugene Laverty Voltcom Crescent Suzuki Suzuki GSX-R1000 SBK
59 Niccolò Canepa Althea Racing Ducati 1199 Panigale R SBK EVO
65 Jonathan Rea PATA Honda Honda CBR1000RR SBK
67 Bryan Staring IRON BRAIN Grillini Kawasaki Kawasaki ZX-10R SBK EVO
71 Claudio Corti MV Agusta RC-Yakhnich M. MV Agusta F4 RR SBK
MV Agusta Reparto Corse
72 Larry Pegram Foremost Insurance EBR EBR 1190 RX SBK
74 Nicolas Salchaud Dream Team Company MV Agusta F4 RR SBK
76 Loris Baz Kawasaki Racing Kawasaki ZX-10R SBK
77 Kervin Bos Winteb Liquid Rubber Racing T. Honda CBR1000RR SBK EVO
84 Michel Fabrizio IRON BRAIN Grillini Kawasaki Kawasaki ZX-10R SBK EVO
86 Ayrton Badovini Bimota Alstare Bimota BB3[8] SBK EVO
91 Leon Haslam PATA Honda Honda CBR1000RR SBK
95 Alex Cudlin Team Pedercini Kawasaki ZX-10R SBK EVO
98 Romain Lanusse Team Pedercini Kawasaki ZX-10R SBK EVO
99 Geoff May Hero EBR EBR 1190 RX SBK
112 Ivan Goi Barni Racing Ducati 1199 Panigale R SBK EVO
212 Xavi Forés 3C Racing Ducati 1199 Panigale R SBK
Legenda
Pilota wildcard
Pilota sostitutivo

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

fonte: sito ufficiale FIM

Nel calendario del Campionato mondiale Superbike 2014 erano previste 14 tappe da due round, per un totale di 28 gare. Gli annullamenti del round russo e di quello sudafricano hanno portato il numero complessivo delle gare a 24. I nuovi tracciati ad ospitare il Campionato sono stati Sepang per la tappa in Malaysia e i ritorni dei circuiti di Misano e Losail rispettivamente per le trasferte di Italia e Qatar. Nonostante i diversi nuovi circuiti introdotti, sono stati più i circuiti eliminati dal calendario che quelli reintegrati. Il calendario infatti è rimasto orfano dei circuiti di:
Monza per il GP d'Italia. Lo storico circuito infatti è stato valutato non omologato per il campionato.
• Per accordi economici mancati, sono stati eliminati i circuiti di Silverstone, Nürburgring e Istanbul. In questo modo sono scomparsi rispettivamente uno dei due circuiti in Regno Unito, il neo arrivato round in Turchia, ma soprattutto la tappa in Germania, visto che il Nürburgring non è stato sostituito da un'altra pista tedesca.
• Ad aprile, poco prima del secondo round, a causa di complicazioni economiche è saltato il round in Russia al Moscow Raceway, inizialmente previsto nel calendario per settembre.
• Per ottobre era prevista una tappa anche in Sudafrica sul circuito di Welkom, ma a fine luglio è stata annunciata l'eliminazione del round, perché il circuito non ha compiuto in tempo i necessari lavori di messa in sicurezza.
• La stagione, iniziata con 14 round in programma, si è poi conclusa su un totale di 12.

Inoltre anche i circuiti di Laguna Seca e Portimão hanno avuto difficoltà ad essere ammessi a causa di complicazioni di tipo economico, ma questi due round sono stati regolarmente corsi.

Data Gran Premio Circuito Superpole Vincitore gara 1 Vincitore gara 2 Leader del Campionato Resoconto
1 23 febbraio  Australia Phillip Island Sylvain Guintoli[10] Eugene Laverty[11] Sylvain Guintoli[12] Sylvain Guintoli[13] Resoconto
2 13 aprile  Spagna Aragona Tom Sykes[14] Tom Sykes[15] Tom Sykes[16] Tom Sykes[17] Resoconto
3 27 aprile  Paesi Bassi Assen Loris Baz[18] Sylvain Guintoli[19] Jonathan Rea[20] Tom Sykes[21] Resoconto
4 11 maggio  Italia Imola Jonathan Rea[22] Jonathan Rea[23] Jonathan Rea[24] Jonathan Rea[25] Resoconto
5 25 maggio  Regno Unito Donington Davide Giugliano[26] Tom Sykes[27] Tom Sykes[28] Tom Sykes[29] Resoconto
6 8 giugno  Malaysia Sepang Sylvain Guintoli[30] Marco Melandri[31] Marco Melandri[32] Tom Sykes[33] Resoconto
7 22 giugno  Italia Misano Tom Sykes[34] Tom Sykes[35] Tom Sykes[36] Tom Sykes[37] Resoconto
8 6 luglio  Portogallo Portimão Tom Sykes[38] Tom Sykes[39] Jonathan Rea[40] Tom Sykes[41] Resoconto
9 13 luglio  Stati Uniti Laguna Seca Tom Sykes[42] Marco Melandri[43] Tom Sykes[44] Tom Sykes[45] Resoconto
10 7 settembre  Spagna Jerez Loris Baz[46] Marco Melandri[47] Marco Melandri[48] Tom Sykes[49] Resoconto
11 5 ottobre  Francia Magny Cours Tom Sykes[50] Sylvain Guintoli[51] Marco Melandri[52] Tom Sykes[53] Resoconto
12 2 novembre  Qatar Losail Davide Giugliano[54] Sylvain Guintoli[55] Sylvain Guintoli[56] Sylvain Guintoli[57] Resoconto

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica Piloti[modifica | modifica wikitesto]

Mondiale[modifica | modifica wikitesto]

Pos Pilota Moto P.ti
1 Sylvain Guintoli Aprilia 3 1 6 4 1 9 5 3 7 3 2 2 5 4 2 7 2 2 2 2 1 2 1 1 416
2 Tom Sykes Kawasaki 7 3 1 1 2 4 3 5 1 1 Rit 3 1 1 1 8 3 1 5 3 4 4 3 3 410
3 Jonathan Rea Honda 6 5 3 5 3 1 1 1 6 6 6 6 7 5 5 1 6 3 4 5 3 Rit 4 2 334
4 Marco Melandri Aprilia 2 8 11 3 6 6 6 11 4 17 1 1 3 3 4 Rit 1 Rit 1 1 2 1 8 4 333
5 Loris Baz Kawasaki 5 2 2 2 4 7 4 4 2 2 Rit 5 2 2 3 6 9 6 Rit 7 5 7 2 7 311
6 Chaz Davies Ducati 8 7 4 Rit 7 8 2 2 5 5 4 8 4 Rit Rit 3 Rit NP 3 4 Rit 9 7 5 215
7 Leon Haslam Honda Rit 6 9 8 8 5 10 8 8 7 7 11 10 12 11 5 7 7 7 8 6 3 11 10 187
8 Davide Giugliano Ducati 4 4 8 7 Rit 3 Rit 6 Rit 4 8 10 8 9 7 2 4 Rit Rit Rit 7 Rit 5 8 181
9 Toni Elías Aprilia Rit 9 7 9 5 Rit 9 7 9 8 5 4 6 6 Rit 10 5 5 8 10 Rit Rit 6 6 171
10 Eugene Laverty Suzuki 1 Rit 5 6 Rit Rit 7 9 Rit 13 3 7 9 7 8 9 Rit 4 6 6 19 Rit 9 Rit 161
11 Alex Lowes Suzuki Rit 13 10 Rit 9 2 8 10 3 9 Rit 9 Rit 8 6 4 8 NP Rit 9 Rit Rit 10 9 139
12 David Salom Kawasaki 9 10 13 10 12 15 12 13 10 10 9 13 11 10 9 17 10 8 9 Rit NP NP 13 11 103
13 Niccolò Canepa Ducati 10 11 Rit 11 10 10 Rit Rit 11 11 Rit 15 12 16 13 18 11 Rit 14 15 11 10 12 12 73
14 Jérémy Guarnoni Kawasaki 14 16 14 Rit 15 Rit 14 16 13 14 11 14 16 Rit 12 13 14 11 11 13 12 Rit 16 Rit 45
15 Sylvain Barrier BMW 15 11 10 11 12 Rit 10 11 10 Rit 14 Rit 40
16 Leon Camier BMW e MV Agusta 12 12 13 Rit 11 12 NP NP 10 12 15 10 NP NP 37
17 Claudio Corti MV Agusta 13 18 Rit Rit 14 Rit 18 Rit 15 12 Rit NP 13 17 NP NP 15 Rit 13 8 Rit 14 27
18 Sheridan Morais Kawasaki 15 14 15 13 16 13 17 Rit 19 16 Rit 17 Rit Rit Rit 12 20 13 13 12 17 Rit 24
19 Alessandro Andreozzi Kawasaki Rit 17 19 16 17 Rit 15 17 14 15 12 Rit Rit 15 15 16 16 9 12 Rit Rit NP Rit 15 22
20 Fabien Foret Kawasaki 12 12 Rit 15 Rit Rit 16 15 12 18 Rit Rit Rit NP Rit NP 15 11 20
21 Lorenzo Lanzi Ducati 8 5 19
22 Bryan Staring Kawasaki NP NP 13 16 18 18 19 14 13 12 Rit Rit 15 13 18
23 Max Neukirchner Ducati 9 6 17
24 Luca Scassa Kawasaki 16 14 11 12 13 14 16
25 Gábor Rizmayer BMW 17 19 17 15 16 14 Rit 12 Rit NP 7
26 Glenn Allerton BMW 11 15 6
27 Kervin Bos Honda 18 11 5
28 Imre Tóth BMW 16 19 18 17 20 16 20 19 18 20 14 18 NP NP 20 13 18 17 5
29 Ivan Goi Ducati Rit NP 14 13 5
30 Riccardo Russo Kawasaki 17 14 14 15 5
31 Larry Pegram EBR Rit 14 2
32 Michel Fabrizio Kawasaki Rit Rit Rit 14 Rit Rit 2
33 Romain Lanusse Kawasaki 16 19 15 Rit 1
NC Geoff May EBR NP NP Rit 20 19 NP NP 18 NP NP NQ NQ Rit Rit Rit Rit 18 16 17 Rit 18 Rit 17 16
Aaron Yates EBR 17 20 17 19 Rit NP Rit Rit 17 Rit 16 20 Rit NP 16 Rit Rit NP Rit 16 Rit Rit Rit Rit
Nicolas Salchaud MV Agusta 16 Rit
Chris Ulrich Honda 19 17
Alex Cudlin Kawasaki Rit 18
Péter Sebestyén BMW NQ NQ 20 18 Rit NP 19 Rit NQ NQ Rit 19 19 19 Rit NP Rit NP
Matteo Baiocco Ducati Rit NP
Michaël Savary MV Agusta NP NP
Matthew Walters Kawasaki NP NP
Ayrton Badovini Bimota NV NV NV NV NV NV NV NV NV NV NV NV NV NV NV NV
Christian Iddon Bimota NV NV NV NV NV NV NV NV NV NV NV NV NV NV NV NV
Pos Pilota Moto P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.

Trofeo Superbike EVO[modifica | modifica wikitesto]

Pos Pilota Moto P.ti
1 David Salom Kawasaki 9 10 13 10 12 15 12 13 10 10 9 13 11 10 9 17 10 8 9 Rit NP NP 13 11 103
2 Niccolò Canepa Ducati 10 11 Rit 11 10 10 Rit Rit 11 11 Rit 15 12 16 13 18 11 Rit 14 15 11 10 12 12 73
3 Jérémy Guarnoni Kawasaki 14 16 14 Rit 15 Rit 14 16 13 14 11 14 16 Rit 12 13 14 11 11 13 12 Rit 16 Rit 45
4 Sylvain Barrier BMW 15 11 10 11 12 Rit 10 11 10 Rit 14 Rit 40
5 Leon Camier BMW 12 12 13 Rit 11 12 NP NP 10 12 30
6 Sheridan Morais Kawasaki 15 14 15 13 16 13 17 Rit 19 16 Rit 17 Rit Rit Rit 12 20 13 13 12 17 Rit 24
7 Alessandro Andreozzi Kawasaki Rit 17 19 16 17 Rit 15 17 14 15 12 Rit Rit 15 15 16 16 9 12 Rit Rit NP Rit 15 22
8 Fabien Foret Kawasaki 12 12 Rit 15 Rit Rit 16 15 12 18 Rit Rit Rit NP Rit NP 15 11 20
9 Bryan Staring Kawasaki NP NP 13 16 18 18 19 14 13 12 Rit Rit 15 13 18
10 Luca Scassa Kawasaki 16 14 11 12 13 14 16
11 Glenn Allerton BMW 11 15 6
12 Gábor Rizmayer BMW 16 14 Rit 12 Rit NP 6
13 Kervin Bos Honda 18 11 5
14 Ivan Goi Ducati Rit NP 14 13 5
15 Riccardo Russo Kawasaki 17 14 14 15 5
16 Michel Fabrizio Kawasaki Rit Rit Rit 14 Rit Rit 2
17 Romain Lanusse Kawasaki 16 19 15 Rit 1
NC Alex Cudlin Kawasaki Rit 18
Péter Sebestyén BMW NQ NQ 20 18 Rit NP 19 Rit NQ NQ Rit 19 19 19 Rit NP Rit NP
Matteo Baiocco Ducati Rit NP
Matthew Walters Kawasaki NP NP
Ayrton Badovini Bimota NV NV NV NV NV NV NV NV NV NV NV NV NV NV NV NV
Christian Iddon Bimota NV NV NV NV NV NV NV NV NV NV NV NV NV NV NV NV
Pos Pilota Moto P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.

Sistema di punteggio e Legenda[modifica | modifica wikitesto]

Pos. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16
Punti 25 20 16 13 11 10 9 8 7 6 5 4 3 2 1 0

Classifica Costruttori[modifica | modifica wikitesto]

Pos Costruttore P.ti
1 Aprilia 2 1 6 3 1 6 5 3 4 3 1 1 3 3 2 7 1 2 1 1 1 1 1 1 468
2 Kawasaki 5 2 1 1 2 4 3 4 1 1 9 3 1 1 1 6 3 1 5 3 4 4 2 3 431
3 Honda 6 5 3 5 3 1 1 1 6 6 6 6 7 5 5 1 6 3 4 5 3 3 4 2 350
4 Ducati 4 4 4 7 7 3 2 2 5 4 4 8 4 9 7 2 4 Rit 3 4 7 5 5 5 291
5 Suzuki 1 13 5 6 9 2 7 9 3 9 3 7 9 7 6 4 8 4 6 6 19 Rit 9 9 234
6 BMW 11 15 12 12 13 16 11 12 18 20 10 12 15 11 10 11 12 15 10 11 10 12 14 Rit 81
7 MV Agusta 13 18 Rit Rit 14 Rit 18 Rit 15 12 Rit NP 13 17 NP NP 15 10 15 Rit 13 8 Rit 14 34
8 EBR 17 20 17 19 19 NP Rit 18 17 Rit 16 20 Rit Rit 16 Rit 18 14 17 16 18 Rit 17 16 2
NC Bimota NV NV NV NV NV NV NV NV NV NV NV NV NV NV NV NV 0

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Alex Dibisceglia, SBK Regolamento 2014: arrivano le SBK-EVO, addio Superpole, www.derapate.it, 15 novembre 2013. URL consultato il 16 febbraio 2014.
  2. ^ Edoardo Licciardello, Approfondimenti Superbike: SBK Evo, le quasi-stock che piacciono ai team, www.moto.it, 11 luglio 2013. URL consultato il 16 febbraio 2014.
  3. ^ Paolo Gozzi, SBK, la rivoluzione accelera: tutte Evo nel 2015, gazzetta.it, 5 ottobre 2013. URL consultato il 16 febbraio 2014.
  4. ^ Alex Dibisceglia, SBK orari 2014: Gara-1 alle 10:30, Gara-2 alle 13:10, cambiano anche le qualifiche, www.derapate.it, 19 dicembre 2013. URL consultato il 16 febbraio 2014.
  5. ^ Superbike: Erik Buell Racing correrà nel mondiale WSBK, www.moto.it, 13 febbraio 2014. URL consultato il 16 febbraio 2014.
  6. ^ Thomas Bressani, SBK: Bimota non parteciperà al via del mondiale Superbike, www.moto.it, 13 febbraio 2014. URL consultato il 16 febbraio 2014.
  7. ^ a b Alex Dibisceglia, SBK 2014: cambiano (ancora) i regolamenti, www.motociclismo.it, 9 aprile 2014. URL consultato il 10 aprile 2014.
  8. ^ a b c (EN) Bimota plant visited by FIM and Dorna, www.worldsbk.com, 10 aprile 2014. URL consultato il 10 aprile 2014.
  9. ^ Alex Dibisceglia, Regolamento SBK: rivisti requisiti di omologazione delle moto, www.motociclismo.it, 23 febbraio 2014. URL consultato il 10 aprile 2014.
  10. ^ Phillip Island, Superbike - Combined Results - dal sito ufficiale superbike[collegamento interrotto]
  11. ^ Phillip Island, Superbike - Results Race 1 - dal sito ufficiale superbike Archiviato il 3 marzo 2014 in Internet Archive.
  12. ^ Phillip Island, Superbike - Results Race 2 - dal sito ufficiale superbike Archiviato il 3 marzo 2014 in Internet Archive.
  13. ^ Phillip Island, Superbike - Championship Standings - dal sito ufficiale superbike Archiviato il 3 marzo 2014 in Internet Archive.
  14. ^ Aragon, Superbike - Combined Results - dal sito ufficiale superbike Archiviato il 14 luglio 2014 in Internet Archive.
  15. ^ Aragon, Superbike - Results Race 1 - dal sito ufficiale superbike Archiviato il 14 luglio 2014 in Internet Archive.
  16. ^ Aragon, Superbike - Results Race 2 - dal sito ufficiale superbike Archiviato il 14 luglio 2014 in Internet Archive.
  17. ^ Aragon, Superbike - Championship Standings - dal sito ufficiale superbike Archiviato il 14 luglio 2014 in Internet Archive.
  18. ^ Assen, Superbike - Combined Results - dal sito ufficiale superbike Archiviato il 14 luglio 2014 in Internet Archive.
  19. ^ Assen, Superbike - Results Race 1 - dal sito ufficiale superbike Archiviato il 14 luglio 2014 in Internet Archive.
  20. ^ Assen, Superbike - Results Race 2 - dal sito ufficiale superbike Archiviato il 14 luglio 2014 in Internet Archive.
  21. ^ Assen, Superbike - Championship Standings - dal sito ufficiale superbike Archiviato il 14 luglio 2014 in Internet Archive.
  22. ^ Imola, Superbike - Combined Results - dal sito ufficiale superbike Archiviato il 14 luglio 2014 in Internet Archive.
  23. ^ Imola, Superbike - Results Race 1 - dal sito ufficiale superbike Archiviato il 14 luglio 2014 in Internet Archive.
  24. ^ Imola, Superbike - Results Race 2 - dal sito ufficiale superbike Archiviato il 14 luglio 2014 in Internet Archive.
  25. ^ Imola, Superbike - Championship Standings - dal sito ufficiale superbike Archiviato il 14 luglio 2014 in Internet Archive.
  26. ^ Donington, Superbike - Combined Results - dal sito ufficiale superbike Archiviato il 14 luglio 2014 in Internet Archive.
  27. ^ Donington, Superbike - Results Race 1 - dal sito ufficiale superbike Archiviato il 14 luglio 2014 in Internet Archive.
  28. ^ Donington, Superbike - Results Race 2 - dal sito ufficiale superbike Archiviato il 14 luglio 2014 in Internet Archive.
  29. ^ Donington, Superbike - Championship Standings - dal sito ufficiale superbike Archiviato il 14 luglio 2014 in Internet Archive.
  30. ^ Sepang, Superbike - Combined Results - dal sito ufficiale superbike Archiviato il 14 luglio 2014 in Internet Archive.
  31. ^ Sepang, Superbike - Results Race 1 - dal sito ufficiale superbike Archiviato il 14 luglio 2014 in Internet Archive.
  32. ^ Sepang, Superbike - Results Race 2 - dal sito ufficiale superbike Archiviato il 14 luglio 2014 in Internet Archive.
  33. ^ Sepang, Superbike - Championship Standings - dal sito ufficiale superbike Archiviato il 14 luglio 2014 in Internet Archive.
  34. ^ Misano, Superbike - Combined Results - dal sito ufficiale superbike Archiviato il 14 luglio 2014 in Internet Archive.
  35. ^ Misano, Superbike - Results Race 1 - dal sito ufficiale superbike Archiviato il 14 luglio 2014 in Internet Archive.
  36. ^ Misano, Superbike - Results Race 2 - dal sito ufficiale superbike Archiviato il 14 luglio 2014 in Internet Archive.
  37. ^ Misano, Superbike - Championship Standings - dal sito ufficiale superbike Archiviato il 14 luglio 2014 in Internet Archive.
  38. ^ Portimão, Superbike - Combined Results - dal sito ufficiale superbike[collegamento interrotto]
  39. ^ Portimão, Superbike - Results Race 1 - dal sito ufficiale superbike Archiviato il 14 luglio 2014 in Internet Archive.
  40. ^ Portimão, Superbike - Results Race 2 - dal sito ufficiale superbike Archiviato il 14 luglio 2014 in Internet Archive.
  41. ^ Portimão, Superbike - Championship Standings - dal sito ufficiale superbike[collegamento interrotto]
  42. ^ Laguna Seca, Superbike - Combined Results - dal sito ufficiale superbike[collegamento interrotto]
  43. ^ Laguna Seca, Superbike - Results Race 1 - dal sito ufficiale superbike Archiviato il 14 luglio 2014 in Internet Archive.
  44. ^ Laguna Seca, Superbike - Results Race 2 - dal sito ufficiale superbike Archiviato il 14 luglio 2014 in Internet Archive.
  45. ^ Laguna Seca, Superbike - Championship Standings - dal sito ufficiale superbike[collegamento interrotto]
  46. ^ Jerez, Superbike - Combined Results - dal sito ufficiale superbike Archiviato il 6 ottobre 2014 in Internet Archive.
  47. ^ Jerez, Superbike - Results Race 1 - dal sito ufficiale superbike Archiviato il 6 ottobre 2014 in Internet Archive.
  48. ^ Jerez, Superbike - Results Race 2 - dal sito ufficiale superbike Archiviato il 6 ottobre 2014 in Internet Archive.
  49. ^ Jerez, Superbike - Championship Standings - dal sito ufficiale superbike Archiviato il 6 ottobre 2014 in Internet Archive.
  50. ^ Magny Cours, Superbike - Combined Results - dal sito ufficiale superbike Archiviato il 13 novembre 2014 in Internet Archive.
  51. ^ Magny Cours, Superbike - Results Race 1 - dal sito ufficiale superbike Archiviato il 13 novembre 2014 in Internet Archive.
  52. ^ Magny Cours, Superbike - Results Race 2 - dal sito ufficiale superbike Archiviato il 13 novembre 2014 in Internet Archive.
  53. ^ Magny Cours, Superbike - Championship Standings - dal sito ufficiale superbike Archiviato il 13 novembre 2014 in Internet Archive.
  54. ^ Losail, Superbike - Combined Results - dal sito ufficiale superbike Archiviato il 13 novembre 2014 in Internet Archive.
  55. ^ Losail, Superbike - Results Race 1 - dal sito ufficiale superbike Archiviato il 13 novembre 2014 in Internet Archive.
  56. ^ Losail, Superbike - Results Race 2 - dal sito ufficiale superbike Archiviato il 13 novembre 2014 in Internet Archive.
  57. ^ Losail, Superbike - Championship Standings - dal sito ufficiale superbike Archiviato il 13 novembre 2014 in Internet Archive.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Portale Moto
Portale Sport