Campionato mondiale piloti di Formula 1

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alcuni dei più celebri piloti di Formula 1 in un'installazione al Museo Nazionale dell'Automobile di Torino.

Il campionato mondiale piloti di Formula 1 (in inglese Formula One World Drivers' Championship, abbreviato WDC) viene attribuito ufficialmente dalla Federazione Internazionale dell'Automobile ed è determinato da un particolare sistema di punteggio, che nel corso degli anni è variato, basato sui risultati ottenuti in ogni Gran Premio.

Il primo campionato del mondo piloti venne vinto nel 1950 da Nino Farina su Alfa Romeo 158. Il primo pilota a vincere per due volte consecutive il titolo fu Alberto Ascari, nel 1952 e nel 1953, con la Ferrari.

La FIA proclama ufficialmente il Campione Piloti una volta terminata la stagione.

Sino al 1980 la dizione ufficiale era "World Championship for Drivers " (Campionato Mondiale Piloti) . L'attuale denominazione fu adottata, secondo quanto riportato nell'Annuario FIA 1981, in applicazione di quanto deciso nel congresso di Rio de Janeiro della FISA del 15 aprile 1980, in cui si sancì che "la FISA avrebbe organizzato il nuovo "Campionato mondiale FIA di Formula 1" dal 1 gennaio 1981. Di conseguenza il Campionato mondiale piloti è soppresso. Il nuovo campionato mondiale di formula 1 avrà due titoli uno per i piloti ed uno per i costruttori"[1]. Si tenga presente che piu volte furono previste nel campionato gare non riservate a vetture di Formula 1, in particolare le edizioni della 500 miglia di Indianapolis dal 1950 al 1960 e tutte le altre gare dei mondiali 1952 e 1953 riservate alle "Formula 2".

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

L'italiano Nino Farina, vincitore del primo campionato mondiale piloti a bordo di un'Alfa Romeo 158

Il campionato mondiale piloti è stato deciso nella gara finale 29 volte sulle 68 stagioni nelle quali è stato assegnato[2] . Il titolo iridato conquistato più velocemente fu quello ottenuto nel 2002 da Michael Schumacher, che se lo assicurò quando mancavano ancora sei gare da disputare.

In totale 33 piloti hanno vinto il campionato, con Schumacher che detiene il record di titoli vinti (7) oltre al record del maggior numero di mondiali vinti consecutivamente (5, tra il 2000 e il 2004). Il campione in carica della categoria è Lewis Hamilton.

Per stagione[modifica | modifica wikitesto]

Michael Schumacher è il primatista di mondiali piloti vinti con 7 titoli, detenendo inoltre i record per il numero di vittorie assoluto e per il maggior numero di successi consecutivi (ovvero i 5 con la Ferrari, maturati nel quinquennio 2000-2004)

Nella tabella seguente vengono indicati, oltre al pilota e alla scuderia alla quale appartiene il campione del mondo, anche i dati sulle pole position, le vittorie, i podi, i giri veloci, i punti, la gara in cui il campione ha avuto la certezza matematica del titolo, e il margine sul secondo classificato ottenuti nella stagione dove ha conquistato il titolo. In grassetto sono indicate quelle scuderie che hanno vinto anche il Campionato mondiale riservato ai costruttori (attribuito dal 1958).

Anno Pilota Squadra Pole Vitt. Podi G.V. Punti Conquista Margine Su
1950 Nino Farina Alfa Romeo 2 3 3 3 30 Gara 7 di 7 3 Juan Manuel Fangio
1951 Juan Manuel Fangio Alfa Romeo 4 3[3] 5 5 31 Gara 8 di 8 6 Alberto Ascari
1952 Alberto Ascari Ferrari 5 6 6 6 36 Gara 6 di 8 12 Nino Farina
1953 Alberto Ascari Ferrari 6 5 5 4 34,5 Gara 8 di 9 6,5 Juan Manuel Fangio
1954 Juan Manuel Fangio Maserati
Daimler Benz AG[4]
5 6 7 3 42 Gara 8 di 9 16,86 José Froilán González
1955 Juan Manuel Fangio Daimler Benz AG 3 4 5 3 40 Gara 6 di 7 17 Stirling Moss
1956 Juan Manuel Fangio Ferrari-Lancia 6 3[5] 5 [6] 4 30 Gara 8 di 8 3 Stirling Moss
1957 Juan Manuel Fangio Maserati 4 4 6 2 40 Gara 6 di 8 15 Stirling Moss
1958 Mike Hawthorn Ferrari 4 1 7 5 42 Gara 11 di 11 1 Stirling Moss
1959 Jack Brabham Cooper 1 2 5 1 31 Gara 9 di 9 4 Tony Brooks
1960 Jack Brabham Cooper 3 5 5 3 43 Gara 8 di 10 9 Bruce McLaren
1961 Phil Hill Ferrari 5 2 6 2 34 Gara 7[7] di 8 1 Wolfgang von Trips
1962 Graham Hill BRM 1 4 6 3 42 Gara 9 di 9 12 Jim Clark
1963 Jim Clark Lotus 7 7 9 6 54 Gara 7 di 10 25 Graham Hill,
Richie Ginther
1964 John Surtees[8] Ferrari 2 2 6 2 40 Gara 10 di 10 1[9] Graham Hill
1965 Jim Clark Lotus 6 6 6 6 54 Gara 7 di 10 14 Graham Hill
1966 Jack Brabham Brabham 3 4 5 1 42 Gara 7 di 9 14 John Surtees
1967 Denny Hulme Brabham 0 2 8 2 51 Gara 11 di 11 5 Jack Brabham
1968 Graham Hill Lotus 2 3 6 0 48 Gara 12 di 12 12 Jackie Stewart
1969 Jackie Stewart Matra 2 6 7 5 63 Gara 8 di 11 26 Jacky Ickx
1970 Jochen Rindt Lotus 3 5 5 1 45 Gara 12[10] di 13 5 Jacky Ickx
1971 Jackie Stewart Tyrrell 6 6 7 3 62 Gara 8 di 11 29 Ronnie Peterson
1972 Emerson Fittipaldi Lotus 3 5 8 0 61 Gara 10 di 12 16 Jackie Stewart
1973 Jackie Stewart Tyrrell 3 5 8 1 71 Gara 13 di 15 16 Emerson Fittipaldi
1974 Emerson Fittipaldi McLaren 2 3 7 0 55 Gara 15 di 15 3 Clay Regazzoni
1975 Niki Lauda Ferrari 9 5 8 2 64,5 Gara 13 di 14 19,5 Emerson Fittipaldi
1976 James Hunt McLaren 8 6 8 2 69 Gara 16 di 16 1 Niki Lauda
1977 Niki Lauda Ferrari 2 3 10 3 72 Gara 15 di 17 17 Jody Scheckter
1978 Mario Andretti Lotus 8 6 7 3 64 Gara 14[11] di 16 13 Ronnie Peterson
1979 Jody Scheckter Ferrari 1 3 6 0 51 Gara 13 di 15 4 Gilles Villeneuve
1980 Alan Jones Williams 3 5 10 5 67 Gara 13 di 14 13 Nelson Piquet
1981 Nelson Piquet Brabham 4 3 7 1 50 Gara 15 di 15 1 Carlos Reutemann
1982 Keke Rosberg Williams 1 1 6 0 44 Gara 16 di 16 5 Didier Pironi,
John Watson
1983 Nelson Piquet Brabham 1 3 8 4 59 Gara 15 di 15 2 Alain Prost
1984 Niki Lauda McLaren 0 5 9 5 72 Gara 16 di 16 0,5 Alain Prost
1985 Alain Prost McLaren 2 5 11 5 73 Gara 14 di 16 20 Michele Alboreto
1986 Alain Prost McLaren 1 4 11 2 72 Gara 16 di 16 2 Nigel Mansell
1987 Nelson Piquet Williams 4 3 11 4 73 Gara 15 di 16 12 Nigel Mansell
1988 Ayrton Senna McLaren 13 8 11 3 90 Gara 15 di 16 3[9] Alain Prost
1989 Alain Prost McLaren 2 4 11 5 76 Gara 15[12] di 16 16 Ayrton Senna
1990 Ayrton Senna McLaren 10 6 11 2 78 Gara 15 di 16 7 Alain Prost
1991 Ayrton Senna McLaren 8 7 12 2 96 Gara 15 di 16 24 Nigel Mansell
1992 Nigel Mansell Williams 14 9 12 8 108 Gara 11 di 16 52 Riccardo Patrese
1993 Alain Prost Williams 13 7 12 6 99 Gara 14 di 16 26 Ayrton Senna
1994 Michael Schumacher Benetton 6 8 10 8 92 Gara 16 di 16 1 Damon Hill
1995 Michael Schumacher Benetton 4 9 11 8 102 Gara 15 di 17 33 Damon Hill
1996 Damon Hill[13] Williams 9 8 10 5 97 Gara 16 di 16 19 Jacques Villeneuve
1997 Jacques Villeneuve Williams 10 7 8 3 81 Gara 17 di 17 39[14] Heinz-Harald Frentzen
1998 Mika Häkkinen McLaren 9 8 11 6 100 Gara 16 di 16 14 Michael Schumacher
1999 Mika Häkkinen McLaren 11 5 10 6 76 Gara 16 di 16 2 Eddie Irvine
2000 Michael Schumacher Ferrari 9 9 12 2 108 Gara 16 di 17 19 Mika Häkkinen
2001 Michael Schumacher Ferrari 11 9 14 3 123 Gara 13 di 17 58 David Coulthard
2002 Michael Schumacher Ferrari 7 11 17 7 144 Gara 11 di 17 67 Rubens Barrichello
2003 Michael Schumacher Ferrari 5 6 8 5 93 Gara 16 di 16 2 Kimi Räikkönen
2004 Michael Schumacher Ferrari 8 13 15 10 148 Gara 14 di 18 34 Rubens Barrichello
2005 Fernando Alonso Renault 6 7 15 2 133 Gara 17 di 19 21 Kimi Räikkönen
2006 Fernando Alonso Renault 6 7 14 5 134 Gara 18 di 18 13 Michael Schumacher
2007 Kimi Räikkönen Ferrari 3 6 12 6 110 Gara 17 di 17 1 Lewis Hamilton,
Fernando Alonso
2008 Lewis Hamilton McLaren 7 5 10 1 98 Gara 18 di 18 1 Felipe Massa
2009 Jenson Button Brawn 4 6 9 2 95 Gara 16 di 17 11 Sebastian Vettel
2010 Sebastian Vettel Red Bull 10 5 10 3 256 Gara 19 di 19 4 Fernando Alonso
2011 Sebastian Vettel Red Bull 15 11 17 3 392 Gara 15 di 19 122 Jenson Button
2012 Sebastian Vettel Red Bull 6 5 10 6 281 Gara 20 di 20 3 Fernando Alonso
2013 Sebastian Vettel Red Bull 9 13 16 7 397 Gara 16 di 19 155 Fernando Alonso
2014 Lewis Hamilton Mercedes 7 11 16 7 384 Gara 19 di 19 67 Nico Rosberg
2015 Lewis Hamilton Mercedes 11 10 17 8 381 Gara 16 di 19 59 Nico Rosberg
2016 Nico Rosberg Mercedes 8 9 16 6 385 Gara 21 di 21 5 Lewis Hamilton
2017 Lewis Hamilton Mercedes 11 9 13 7 363 Gara 18 di 20 46 Sebastian Vettel

Per pilota[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Totale Stagioni
Michael Schumacher 7 1994, 1995, 2000, 2001, 2002, 2003, 2004
Juan Manuel Fangio 5 1951, 1954, 1955, 1956, 1957
Alain Prost 4 1985, 1986, 1989, 1993
Sebastian Vettel 2010, 2011, 2012, 2013
Lewis Hamilton 2008, 2014, 2015, 2017
Jack Brabham 3 1959, 1960, 1966
Jackie Stewart 1969, 1971, 1973
Niki Lauda 1975, 1977, 1984
Nelson Piquet 1981, 1983, 1987
Ayrton Senna 1988, 1990, 1991
Alberto Ascari 2 1952, 1953
Jim Clark 1963, 1965
Graham Hill 1962, 1968
Emerson Fittipaldi 1972, 1974
Mika Häkkinen 1998, 1999
Fernando Alonso 2005, 2006
Nino Farina 1 1950
Mike Hawthorn 1958
Phil Hill 1961
John Surtees 1964
Denny Hulme 1967
Jochen Rindt 1970
James Hunt 1976
Mario Andretti 1978
Jody Scheckter 1979
Alan Jones 1980
Keke Rosberg 1982
Nigel Mansell 1992
Damon Hill 1996
Jacques Villeneuve 1997
Kimi Räikkönen 2007
Jenson Button 2009
Nico Rosberg 2016

Per nazionalità[modifica | modifica wikitesto]

Nazione Piloti Totale
 Regno Unito 10 17
 Germania 3 12
 Brasile 3 8
 Argentina 1 5
 Finlandia 3 4
 Australia 2 4
 Austria 2 4
 Francia 1 4
 Italia 2 3
 Spagna 1 2
 Stati Uniti 2 2
 Canada 1 1
 Nuova Zelanda 1 1
 Sudafrica 1 1

Record[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Statistiche di Formula 1.

Campioni del mondo più giovani (Top 15)[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Età Stagione
1 Sebastian Vettel 23 anni, 134 giorni 2010
2 Lewis Hamilton 23 anni, 299 giorni 2008
3 Fernando Alonso 24 anni, 58 giorni 2005
4 Emerson Fittipaldi 25 anni, 273 giorni 1972
5 Michael Schumacher 25 anni, 314 giorni 1994
6 Niki Lauda 26 anni, 197 giorni 1975
7 Jacques Villeneuve 26 anni, 200 giorni 1997
8 Jim Clark 27 anni, 188 giorni 1963
9 Kimi Räikkönen 28 anni, 4 giorni 2007
10 Jochen Rindt 28 anni, 140 giorni [15] 1970
11 Ayrton Senna 28 anni, 223 giorni 1988
12 James Hunt 29 anni, 56 giorni 1976
13 Nelson Piquet 29 anni, 190 giorni 1981
14 Mike Hawthorn 29 anni, 192 giorni 1958
15 Jenson Button 29 anni, 297 giorni 2009

Campioni del mondo più anziani[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Età Stagione
1 Juan Manuel Fangio 46 anni, 41 giorni 1957
2 Nino Farina 43 anni, 308 giorni 1950
3 Jack Brabham 40 anni, 155 giorni 1966
4 Graham Hill 39 anni, 262 giorni 1968
5 Nigel Mansell 39 anni, 8 giorni 1992
6 Alain Prost 38 anni, 214 giorni 1993
7 Mario Andretti 38 anni, 193 giorni 1978
8 Damon Hill 36 anni, 26 giorni 1996
9 Niki Lauda 35 anni, 242 giorni 1984
10 Michael Schumacher 35 anni, 239 giorni 2004
11 Alberto Ascari 35 anni, 89 giorni 1953
12 Phil Hill 34 anni, 143 giorni 1961
13 Jackie Stewart 34 anni, 90 giorni 1973

Campionati del Mondo vinti consecutivamente[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Totale Stagioni
1 Michael Schumacher 5 2000-2004
2 Juan Manuel Fangio 4 1954-1957
3 Sebastian Vettel 2010-2013
4 Alberto Ascari 2 1952-1953
5 Jack Brabham 1959-1960
6 Alain Prost 1985-1986
7 Ayrton Senna 1990-1991
8 Michael Schumacher 1994-1995
9 Mika Häkkinen 1998-1999
10 Fernando Alonso 2005-2006
11 Lewis Hamilton 2014-2015

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mattijs Diepraam, Poachers turned gamekeepers: how the FOCA became the new FIA Part 4: 1981 – long live the FIA F1 World Championship, in 8w.forix.com, 3 gennaio 2008. URL consultato il 19 Agosto 2017.
  2. ^ Simone Valtieri, La storia dei rush mondiali idirati:Hamilton ha una chance su tre, in Formulapassion.it, 24 novembre 2016. URL consultato il 27 novembre 2016.
  3. ^ Fangio condivise la vittoria nel Gran Premio di Francia del 1951 con Luigi Fagioli.
  4. ^ Fangio corse la stagione 1954 su due vetture: nei Gran Premi di Argentina e Belgio con la Maserati, completando l'annata a bordo della Mercedes.
  5. ^ Fangio condivise la vittoria nel Gran Premio d'Argentina del 1956 con Luigi Musso.
  6. ^ Fangio condivise il secondo posto nel Gran Premio di Monaco e d'Italia del 1956 con Peter Collins.
  7. ^ Hill vinse il campionato al Gran Premio d'Italia del 1961, quando il compagno di squadra Wolfgang von Trips morì dopo un incidente durante la corsa.
  8. ^ Surtees è il primo e finora unico pilota di F1 ad avere vinto anche titoli mondiali nel motociclismo: in precedenza si era aggiudicato sette titoli nelle classi 350 cm³ e 500 cm³.
  9. ^ a b I campionati del 1964 e del 1988 furono vinti da Surtees e Senna grazie alla regola degli scarti dei punti: i punti lordi vedevano in vantaggio rispettivamente Graham Hill (di un punto) e Alain Prost (di undici).
  10. ^ Rindt morì durante la fase di qualificazione del Gran Premio d'Italia nel 1970, ma la sua vittoria venne confermata soltanto due gare dopo, facendo di lui il primo (e fortunatamente unico) campione del mondo di Formula 1 alla memoria.
  11. ^ Andretti diventò campione dopo che il compagno di squadra Ronnie Peterson morì dopo un'operazione seguita a una collisione avvenuta poco dopo la partenza del Gran Premio d'Italia del 1978.
  12. ^ Ayrton Senna vinse il Gran Premio del Giappone del 1989, ma venne squalificato per aver tagliato la chicane finale del circuito di Suzuka dopo aver ricevuto una spinta da alcuni addetti alla pista. La McLaren sporse reclamo ma lo perse, consegnando ad Alain Prost il titolo mondiale.
  13. ^ Damon Hill è il figlio di Graham Hill, che vinse il titolo mondiale piloti nel 1962 e nel 1968, facendo di essi i primi padre-figlio ad essersi aggiudicati il titolo (ed eguagliati successivamente, nel 2016, dall'accoppiata Nico Rosberg-Keke Rosberg, quest'ultimo vincitore del titolo mondiale piloti nel 1982).
  14. ^ Michael Schumacher venne squalificato e tolto dalla classifica alla fine della stagione 1997 quando era classificato al secondo posto con 78 punti, dopo una collisione avvenuta con Jacques Villeneuve durante il Gran Premio d'Europa corso a Jerez de la Frontera.
  15. ^ (postumo)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Amara Solange, Davillerd Cyril, e altri, Formula One Yearbook 2004-05, Chronosports S.A., 2004, ISBN 2-84707-072-9.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1