Chiesa di San Giovanni di Sidis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai a: navigazione, cerca
La chiesa paleocristiana di San Giovanni di Sinis.

La chiesa di San Giovanni di Sinis presso Cabras, Oristano, è un edificio religioso cattolico che sorge nei pressi dell'attuale borgo di San Giovanni di Sinis, lungo la moderna strada che ricalca l'antico tracciato che, in epoca romana, collegava gli abitati di Tharros e di Cornus.

La chiesa, costruita su un'area anticamente adibita a necropoli punica e poi cristiana, fu edificata durante il periodo bizantino a metà del VI secolo: subì un ampliamento longitudinale tra l'IX e il X secolo e si presenta ancora oggi nella sua forma altomedievale che ne fa una delle più antiche della Sardegna.

Dedicata a san Giovanni Battista la piccola chiesa si presenta oggi con pianta rettangolare e abside sporgente rivolta ad Est e appare costruita in blocchi di spoglio in arenaria a vista presumibilmente provenienti dalle mura dell'antico abitato fenicio di Tharros che dista poche centinaia di metri dall'ediciio.

L'interno è organizzato in tre navate separate da tre archi in successione e coperte da volte a botte; l'illuminazione è assicurata da una finestra ottagonale in facciata e da tre bifore nell'abside che rimandano ad esempi diffusi nella aree lombarde e ravennate-

Alcuni particolari come le cornici romaniche del transetto fanno supporre un intervento dell'XI secolo, periodo in cui è documentata la presenza di popolazioni navarresi a Tharros, presumibilmente fra il 1050 e il 1070, anno del definitivo abbandono di quella città.

Sicuramente nel XI secolo la chiesa aveva struttura a pianta centrale bizantina a quattro bracci uguali e con la parte centrale sovrastata da una cupola sull'esempio della basilica di San Saturno a Cagliari che fu costruita nello stesso periodo. Solo nel IX-X secolo fu quindi ingrandita con l'aggiunta delle due navate laterali con volte a botte.

Recenti scavi hanno portato alla luce un edificio sacro precedente a quello attuale e con abside orientata semore ad Est e con sarcofagi e sepolture che indicano che la precedente cheisa dovesse essere adibita a basilica sepolcrale paleocristiana.

Altri progetti

Portale Architettura
Portale Cattolicesimo
Portale Sardegna
© Copyright Wikipedia authors - The articles gathered in this document are under the GFDL licence.
http://www.gnu.org/copyleft/fdl.html