Chiesa di San Zanobi (San Casciano in Val di Pesa)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chiesa di San Zanobi
Facciata della chiesa di San Vincenzo
Stato  Italia
Regione Toscana
LocalitàSan Casciano in Val di Pesa
ReligioneCattolica
Arcidiocesi Firenze
ConsacrazioneXII secolo
Stile architettonicoRomanico - Barocco

Coordinate: 43°40′37.85″N 11°10′28.52″E / 43.677181°N 11.174589°E43.677181; 11.174589

La chiesa di San Zanobi al Cigliano o di San Vincenzo è un edificio sacro, situato in località Cigliano, nel comune di San Casciano in Val di Pesa annesso al "Castello di Cigliano".

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa di San Zanobi è situata tra le località Cigliano di Sotto e Cigliano di Sopra.

Non compare in nessun documento erariale perché questa chiesa non è mai stata al centro di nessuna parrocchia ma era solamente un oratorio posto nel popolo della chiesa di Faltignano. In Carta del settembre 1059 si trova che il castello del Cigliano, con le pertinenze e la chiesa, venne donato all'episcopato fiorentino a tempo del vescovo Gherardo, poi papa Niccolò. Fra i ghibellini cacciati o confinati fuori di Firenze nel 1268, figurano Azzolino, Cardo e Amato del Cigliano. Nel 1315 la Parrocchia del fu Forense del Cigliano restituì al vescovo una casa o molinello posto nel piviere di Decimo.

La prima testimonianza si trova in un documento datato 19 febbraio 1371 in cui si decreta che Nicola di Pietro fu nominato rettore della chiesa dalla famiglia Bardi, patrona della chiesa e proprietaria del castello del Cigliano. Nel XVII secolo vi venne traslata la sede della parrocchia di santo Stefano a Petriolo. Nel 1770 ricevette una donazione per potervi svolgere delle messe di suffragio. Alla fine del XIX secolo la chiesa venne intitolata a san Vincenzo.

Architettura[modifica | modifica wikitesto]

La tribuna col portale riferibile alla chiesa di San Zanobi

La chiesa del Cigliano appare di aspetto settecentesco. Ha una aula rettangolare di proporzioni slanciate.

Sulla parte posteriore è posto il campanile a vela. Nella tribuna si nota un portale architravato di epoca romanica, a dimostrazione che l'orientamento della chiesa è stato invertito. Il portale è riferibile al XIII secolo. La muratura dell'edificio è stata realizzata con ciottoli di fiume disposti a filaretto.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Emanuele Repetti, Dizionario geografico, fisico, storico del Granducato di Toscana, Firenze, 1833-1846.
  • Luigi Santoni, Raccolta di notizie storiche riguardanti le chiese dell'Arci Diogesi di Firenze, Firenze, Tipografia Arcivescovile, 1847.
  • Emanuele Repetti, Dizionario corografico-universale dell'Italia sistematicamente suddiviso secondo l'attuale partizione politica d'ogni singolo stato italiano, Milano, Editore Civelli, 1855.
  • Guido Carocci, Il Comune di San Casciano Val di Pesa, Firenze, Tipografia Minori corrigendi, 1892.
  • Torquato Guarducci, Guida Illustrata della Valdipesa, San Casciano in Val di Pesa, Fratelli Stianti editori, 1904.
  • Carlo Celso Calzolai, La Chiesa Fiorentina, Firenze, Tipografia Commerciale Fiorentina, 1970.
  • Italo Moretti, Vieri Favini, Aldo Favini, San Casciano, Firenze, Loggia De' Lanzi, 1994, ISBN 978-88-8105-010-9.
  • Marco Frati, Chiesa romaniche della campagna fiorentina. Pievi, abbazie e chiese rurali tra l'Arno e il Chianti, Empoli, Editori dell'Acero, 1997, ISBN 88-86975-10-4.
Portale Architettura
Portale Cattolicesimo
Portale Toscana