Club Atlético de Madrid 2015-2016

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Voce principale: Club Atlético de Madrid.

Club Atlético de Madrid
La rosa dell'Atlético Madrid nella stagione 2015/2016
Stagione 2015-2016
Allenatore Diego Pablo Simeone
All. in seconda Germán Burgos
Presidente Enrique Cerezo
Primera División3º posto (in Champions League)
Coppa del ReQuarti di finale
Champions LeagueFinalista
Maggiori presenzeCampionato: Griezmann, Oblak (38)
Totale: Griezmann (54)
Miglior marcatoreCampionato: Griezmann (22)
Totale: Griezmann (32)
StadioVicente Calderón (54 907)[1]
Abbonati47 000[2]
Maggior numero di spettatori53 491 vs Barcellona
(12 settembre 2015)
Minor numero di spettatori23 114 vs Reus
(16 dicembre 2015)
Media spettatori43 485[3]¹
¹ considera le partite giocate in casa in campionato.

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti il Club Atlético de Madrid nelle competizioni ufficiali della stagione 2015-2016.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

La stagione 2015-2016 vede la 79ª partecipazione alla massima divisione spagnola e la 14ª di fila per l'Atlético Madrid, che conferma l'allenatore argentino Diego Simeone. La squadra di Madrid, dopo aver terminato al terzo posto il campionato precedente[4] si qualifica direttamente alla fase a gironi della Champions League. Il primo impegno ufficiale dei colchoneros è il 22 agosto, al Vicente Calderón, contro il neopromosso Las Palmas[5] che viene sconfitto per 1-0[6] con una rete di Griezmann.[7]

Il 27 agosto 2015 a Monte Carlo[8] vengono sorteggiati i gironi che compongono la UEFA Champions League 2015-2016. I colchoneros, inseriti nella seconda fascia,[9] pescano i campioni di Portogallo del Benfica, i campioni di Turchia del Galatasaray e l'Astana campione del Kazakistan.[10] Il 30 agosto a Siviglia i rojiblancos ottengono la prima vittoria esterna (3-0)[11] e i gol segnati vengono dedicati a Raúl García.[12]

Il 12 settembre l'Atlético perde la prima gara ufficiale[13] (1-2),[14] in casa contro il Barcellona.[15] L'esordio in Champions League è coronato subito con una vittoria in trasferta (2-0)[16] a Istanbul contro il Galatasaray.[17] Il 26 settembre arriva la prima sconfitta esterna, ad opera del Villarreal[18] con una rete del giocatore di proprietà dei colchoneros Léo Baptistão.[19] Con 211 partite consecutive sulla panchina dei rojiblancos, Diego Simeone supera il record di Luis Aragonés.[20]

Il 30 settembre arriva la prima sconfitta in Champions League, in casa per 2-1,[21] contro il Benfica.[22] L'ultima sconfitta interna risaliva al 2010, quando i colchoneros persero contro il Porto;[23] da allora sono stati imbattuti al Calderón per undici gare in Champions League.[24] Allo stesso tempo il Benfica non vinceva in Spagna dal 1982.[25] Il 4 ottobre si conclude in parità (1-1)[26] il derby di Madrid.[27]

Il 16 ottobre viene sorteggiato l'avversario dei sedicesimi di finale di Coppa del Re: i catalani del Reus Deportiu.[28] Il 25 novembre, grazie al 2-0[29] rifilato al Galatasaray, l'Atlético si assicura la qualificazione agli ottavi di finale di Champions League.[30] In occasione della vittoria per 1-0[31] ottenuta contro l'Espanyol, il centrocampista portoghese Tiago Mendes riporta la frattura della tibia destra,[32] che lo terrà fuori dai campi per quattro mesi.[33]

Nel mese di novembre, l'Atlético Madrid gioca un totale di cinque partite e in nessuna di esse incassa reti.[34] Questi risultati permettono ai rojiblancos di essere la difesa meno battuta in Europa[35] e a Diego Simeone di ricevere il premio come miglior allenatore del mese.[36] Con la vittoria per 2-1[37] sul Benfica, la squadra di Simeone si qualifica come testa di serie del girone in Champions League.[38]

Il 14 dicembre a Nyon[39] vengono sorteggiati gli accoppiamenti per la fase a eliminazione diretta di Champions League. Agli ottavi di finale l'Atlético di Madrid se la vedrà con gli olandesi del PSV, campioni di Eredivisie.[40] Con un risultato complessivo di 3-1, i colchoneros superano il Reus[41] in Coppa del Re e approdano agli ottavi[42] dove pescano i concittadini del Rayo Vallecano.[43] Il 2015 dell'Atlético Madrid si chiude con un totale di 32 vittorie su 55 incontri disputati e ben 81 punti, solo uno in meno del 2013, anno in cui la squadra si laureò campione.[44]

Il 2016 dei colchoneros si apre con la sofferta vittoria per 1-0[45] contro il Levante, e il momentaneo primato in solitaria in attesa del recupero del Barcellona.[46] Con la vittoria per 2-0[47] in casa del Celta Vigo, l'Atlético si laurea campione d'inverno per l'ottava volta nella sua storia.[48] Con una vittoria complessiva di 4-1[49] sul Rayo Vallecano, i colchoneros volano ai quarti di finale di Coppa del Re, dove affronteranno il Celta Vigo.[50][51]

Il 27 gennaio, con una sconfitta complessiva di 2-3,[52] l'Atlético Madrid dice addio alla Coppa del Re.[53] Il 6 febbraio, in occasione della vittoria per 3-1[54] sull'Eibar, Fernando Torres mette a segno il gol numero 100 con la maglia dell'Atlético.[55] Il 27 febbraio l'Atletico ha la meglio nel derby di Madrid, battendo 1-0[56] il Real al Santiago Bernabéu.[57]

Il 15 marzo, con la vittoria per 8-7 dopo i tiri di rigore[58] contro il PSV, l'Atlético raggiunge per il terzo anno consecutivo i quarti di finale di Champions League.[59] Tre giorni dopo, a Nyon, viene sorteggiato il Barcellona (campione in carica) come avversario ai quarti di finale,[60] ripetendo il derby di due anni fa.[61] Per la seconda volta in tre anni l'Atlético elimina il Barcellona ai quarti,[62] risultato complessivo di 3-2,[63] e in semifinale trova i campioni di Germania del Bayern Monaco.[64]

In occasione della vittoria per 1-0[65] sul campo dell'Athletic Bilbao, il portiere sloveno Jan Oblak mantiene la rete inviolata per la 21ª partita stagionale in Liga, superando il precedente record di Thibaut Courtois.[66] Il 3 maggio l'Atlético raggiunge la seconda finale di Champions League in tre anni,[67] superando il Bayern nel doppio confronto (2-2)[68] grazie alla regola del gol fuori casa.[69] Si è trattata della centesima partita di Champions nella storia dell'Atlético.[70]

La presidentessa della Comunità Autonoma di Madrid testimonial della finale a Milano

L'8 maggio i colchoneros perdono per due reti a una[71] contro il già retrocesso Levante e dicono addio alla Liga, scivolando al terzo posto.[72] L'ultima giornata di campionato si conclude con la vittoria casalinga per 2-0[73] sul Celta. È stata la 24ª partita terminata a porta imbattuta ed è valso il primo trofeo Zamora per Oblak, nonché il terzo in quattro anni vinto dai rojiblancos.[74] Inoltre rientra, insieme a Godín, Filipe Luís, Juanfran e Griezmann, nella squadra ideale della Liga secondo il sito dell'UEFA.[75][76]

Il 28 maggio l'Atlético Madrid perde in finale di Champions per 5-3 ai rigori, dopo che i tempi regolamentari si erano conclusi sull'1-1.[77] Per i colchoneros è stata la terza sconfitta su tre finali giocate; inoltre, non avendo mai vinto la coppa, stabilisce un nuovo record negativo nella storia della massima competizione europea.[78][79] Nonostante la sconfitta sono sei i calciatori dell'Atlético inseriti nella Squadra della stagione della UEFA Champions League: Oblak, Godín, Juanfran, Gabi, Koke e Griezmann.[80]

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Lo sponsor tecnico per la stagione 2015-2016 è per il 15º anno consecutivo Nike. A differenza dell'anno precedente, lo sponsor ufficiale non è più Ministero del Turismo dell'Azerbaigian, bensì Plus500.[81] Sulle maniche c'è invece il simbolo della società cinese Huawei.[82]

La prima maglia, rispetto alla stagione precedente, mantiene le tre strisce rosse ampie ma le maniche e la schiena sono completamente rosse. Il colletto non c'è più e le uniche parti blu sono il retro del girocollo e una striscia che corre lungo i fianchi. I pantaloncini sono completamente blu e i calzettoni tutti rossi.[83]

La seconda maglia, invece, varia completamente da quella della stagione 2014-2015. Essa presenta una livrea blu, con le maniche, il bordo del colletto e le spalle blu scuro. Il rosso è presente sotto le maniche, ai lati e sotto al colletto; quest'ultimo ha anche la chiusura coi bottoni.[84]

Casa
Casa alt.
Trasferta
Portiere 1
Portiere 2
Portiere 3

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Dal sito internet ufficiale della società[85][86].

Il presidente Enrique Cerezo, in carica dal 2003

Area direttiva

  • Presidente: Enrique Cerezo
  • Amministratore delegato: Miguel Ángel Gil Marín
  • Vicepresidente area sociale: Lázaro Albarracín Martínez
  • Vicepresidente area commerciale: Antonio Alonso Sanz
  • Consiglieri: Severiano Gil y Gil, Óscar Gil Marín, Clemente Villaverde Huelga, Zhang Lin
  • Segretario del consiglio: Pablo Jiménez de Parga
  • Assessori del consiglio amministrativo: Peter Kenyon, Ignacio Aguillo
  • Assessori legali: José Manuel Díaz, Despacho Jiménez de Parga

Area organizzativa

  • Direttore finanziario: Mario Aragón Santurde
  • Direttore esecutivo: Clemente Villaverde Huelga
  • Direttore sportivo: José Luis Pérez Caminero
  • Direttore tecnico: Andrea Berta

Area marketing

  • Direttore area marketing: Javier Martínez
  • Direttore commerciale: Guillermo Moraleda
  • Direttore delle risorse: Fernando Fariza Requejo
  • Direttrice marketing: Dolores Martelli

Area infrastrutturale

  • Direttore dei servizi generali e delle infrastrutture: Javier Prieto

Area controllo

  • Direttore di controllo: José Manuel Díaz Pérez
L'allenatore Diego Pablo Simeone alla quinta stagione sulla panchina

Area sviluppo giovanile e internazionale

  • Direttore del settore giovanile e dello sviluppo internazionale: Emilio Gutiérrez Boullosa
  • Direttore sportivo del settore giovanile: Carlos Aguilera
  • Direttore tecnico del settore giovanile: Miguel Ángel Ruiz

Area comunicazione

  • Direttore della comunicazione e area digitale: Rafael Alique

Area tecnica

  • Allenatore: Diego Simeone
  • Allenatore in seconda: Germán Burgos
  • Preparatori atletici: Óscar Ortega, Carlos Menéndez, Iván Rafael Díaz Infante
  • Preparatore dei portieri: Pablo Vercellone
  • Allenatore in terza: Juan Vizcaíno
  • Delegato: Pedro Pablo Matesanz

Area sanitaria

  • Responsabile: José María Villalón
  • Infermiere: Gorka de Abajo
  • Fisioterapisti: Esteban Arévalo, David Loras, Jesús Vázquez, Felipe Iglesias Arroyo
  • Massaggiatore: Daniel Castro

Area ausiliare

  • Direzione: Luiz Edmundo Pereira
  • Magazzinieri: Cristian Bautista, Dimcho Pilichev, Mario Serrano

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

La rosa e la numerazione sono tratte dal sito ufficiale dell'Atlético Madrid e sono aggiornate al 3 febbraio 2016.[85][87]

Stefan Savić (con la maglia della nazionale del Montenegro) è uno dei nuovi acquisti dei Colchoneros
N. Ruolo Giocatore
1 P Miguel Ángel Moyà
2 D Diego Godín
3 D Filipe Luís
4 D Guilherme Siqueira [88]
5 C Tiago
6 C Koke
7 A Antoine Griezmann
8 C Raúl García[89]
8 C Matías Kranevitter [90]
9 A Fernando Torres
10 C Óliver Torres
11 A Jackson Martínez [88]
12 C Augusto Fernández [90]
N. Ruolo Giocatore
13 P Jan Oblak
14 C Gabi (capitano)
15 D Stefan Savić
16 A Ángel Correa
17 C Saúl
18 D Jesús Gámez
19 D Lucas Hernández
20 D Juanfran
21 C Yannick Carrasco
22 C Thomas Teye Partey
23 A Luciano Vietto
24 D José Giménez

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Sessione estiva (dal 1º luglio al 1º settembre)[modifica | modifica wikitesto]

Durante il mercato estivo vengono ceduti in Italia, rispettivamente alla Juventus e all'Inter, l'attaccante croato Mario Mandžukić[91] e il difensore brasiliano Miranda.[92] Al Barcellona viene ceduto invece l'ala turca Arda Turan,[93] mentre al Tottenham si trasferisce il difensore belga Toby Alderweireld.[94]

Sul fronte acquisti la società madrilena si assicura le prestazioni dell'attaccante argentino Luciano Vietto[95] proveniente dal Villarreal, del bomber colombiano del Porto Jackson Martínez[96] e dell'ala belga Yannick Ferreira Carrasco[97] che l'anno scorso ha giocato nel Monaco.

Dopo cinque stagioni trascorse a Madrid parte il canterano Mario Suárez, che si accasa alla Fiorentina, nell'affare che porta il difensore montenegrino Stefan Savić in biancorosso.[98] Sempre in difesa c'è il ritorno di Filipe Luís, dopo un solo anno al Chelsea.[99] Anche l'esperienza dell'attaccante messicano Raúl Jiménez all'Atlético si conclude dopo appena un anno e viene ceduto ai campioni di Portogallo del Benfica.[100]

L'ultimo giorno di mercato lascia il club il primatista di presenze con l'Atlético Madrid nelle competizioni UEFA per club[101] Raúl García, per accasarsi coi baschi dell'Athletic Bilbao.[102]

Acquisti
R. Nome da Modalità
D Filipe Luís Chelsea definitivo[103] (16 milioni €)[104]
D Stefan Savić Fiorentina definitivo[105] (25 milioni €)[106]
C Yannick Ferreira Carrasco Monaco definitivo[107] (20 milioni €)[104]
A Jackson Martínez Porto definitivo[108] (34 milioni €)[104]
A Luciano Vietto Villarreal definitivo[109] (20 milioni €)[104]
Altre operazioni
R. Nome da Modalità
P Yassine Bounou Real Saragozza fine prestito[104]
D Toby Alderweireld Southampton fine prestito[104]
D Lucas Hernández Atlético Madrid B prelievo[104]
D Emiliano Insúa Rayo Vallecano fine prestito[104]
D Javier Manquillo Liverpool fine prestito[104]
D Emiliano Velázquez Getafe fine prestito[104]
C Kader Numancia fine prestito[104]
C Matías Kranevitter River Plate definitivo[110] (8 milioni €)[104]
C Bernard Mensah Vitória Guimarães definitivo[111] (10 milioni €)[104]
C Rubén Pérez Granada fine prestito[104]
C Thomas Teye Partey Almería fine prestito[104]
C Óliver Torres Porto fine prestito[104]
A Léo Baptistão Rayo Vallecano fine prestito[104]
A Borja González Real Saragozza fine prestito[104]
A Rafael Santos Borré Deportivo Cali definitivo[112] (5,5 milioni €)[104]
Cessioni
R. Nome a Modalità
D Toby Alderweireld Tottenham definitivo[113] (16 milioni €)[104]
D Cristian Ansaldi Zenit S. Pietroburgo fine prestito[104]
D Miranda Inter prestito oneroso biennale[114] (3 milioni € + riscatto 9 milioni € + bonus 2 milioni €)[104]
C Arda Turan Barcellona definitivo[115] (34 milioni €)[104]
C Raúl García Athletic Bilbao definitivo[116] (8 milioni €)[104]
C Cani Villarreal fine prestito[104]
C Mario Suárez Fiorentina definitivo[117] (15 milioni €)[106]
C Cristian Rodríguez Independiente gratuito[104][118]
A Raúl Jiménez Benfica definitivo[119] (9 milioni €)[104]
A Mario Mandžukić Juventus definitivo[120] (19 milioni €)[104]
Altre operazioni
R. Nome a Modalità
P Yassine Bounou Real Sociedad prestito[121]
D Emiliano Insúa Stoccarda gratuito[104][122]
D Javier Manquillo Marsiglia prestito[104][123]
D Sílvio Benfica rinnovo prestito[124]
D Emiliano Velázquez Getafe rinnovo prestito[104]
C Kader Club Africain gratuito[104][125][126]
C Matías Kranevitter River Plate prestito[104]
C Bernard Mensah Getafe prestito[111]
C Rubén Pérez Granada definitivo[104]
A Léo Baptistão Villarreal prestito[127]
A Borja González Eibar prestito[104][128]
A Rafael Santos Borré Deportivo Cali prestito[104]

Sessione invernale (dal 1º al 31 gennaio)[modifica | modifica wikitesto]

All'apertura del mercato invernale l'Atlético porta in biancorosso il centrocampista argentino del Celta Vigo Augusto Fernández[129] Sul fronte delle partenze, invece, Jackson Martínez lascia i colchoneros dopo soli sei mesi per trasferirsi in Cina al Guangzhou Evergrande,[130] e Guilherme Siqueira viene ceduto in prestito ai rivali del Valencia.[131]

Acquisti
R. Nome da Modalità
C Augusto Fernández Celta Vigo definitivo[132] (6,5 milioni €)[104]
C Matías Kranevitter River Plate fine prestito[133]
Altre operazioni
R. Nome da Modalità
C Alessio Cerci Milan fine prestito[104]
Cessioni
R. Nome a Modalità
D Guilherme Siqueira Valencia prestito[104][134]
A Jackson Martínez Guangzhou Ever. definitivo[135] (42 milioni €)[104]
Altre operazioni
R. Nome a Modalità
C Alessio Cerci Genoa prestito[104][136]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Primera División[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Primera División 2015-2016 (Spagna).

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Madrid
22 agosto 2015, ore 20:00 CEST
1ª giornata
Atlético Madrid 1 – 0
referto
Las Palmas Vicente Calderón (45 107 spett.)
Arbitro Prieto Iglesias

Siviglia
30 agosto 2015, ore 20:30 CEST
2ª giornata
Siviglia 0 – 3
referto
Atlético Madrid Ramón Sánchez-Pizjuán (38 976 spett.)
Arbitro Clos Gómez

Madrid
12 settembre 2015, ore 20:30 CEST
3ª giornata
Atlético Madrid 1 – 2
referto
Barcellona Vicente Calderón (53 491 spett.)
Arbitro Mateu Lahoz

Eibar
19 settembre 2015, ore 20:30 CEST
4ª giornata
Eibar 0 – 2
referto
Atlético Madrid Ipurúa (5 126 spett.)
Arbitro Hernández Hernández

Madrid
22 settembre 2015, ore 20:00 CEST
5ª giornata
Atlético Madrid 2 – 0
referto
Getafe Vicente Calderón (41 152 spett.)
Arbitro Álvarez Izquierdo

Vila-real
26 settembre 2015, ore 20:30 CEST
6ª giornata
Villarreal 1 – 0
referto
Atlético Madrid El Madrigal (20 087 spett.)
Arbitro Fernández Borbalán

Madrid
4 ottobre 2015, ore 20:30 CEST
7ª giornata
Atlético Madrid 1 – 1
referto
Real Madrid Vicente Calderón (53 079 spett.)
Arbitro Undiano Mallenco

San Sebastián
18 ottobre 2015, ore 16:00 CEST
8ª giornata
Real Sociedad 0 – 2
referto
Atlético Madrid Anoeta (25 644 spett.)
Arbitro Iglesias Villanueva

Madrid
25 ottobre 2015, ore 20:30 CET
9ª giornata
Atlético Madrid 2 – 1
referto
Valencia Vicente Calderón (51 097 spett.)
Arbitro Gil Manzano

La Coruña
30 ottobre 2015, ore 20:30 CET
10ª giornata
Deportivo 1 – 1
referto
Atlético Madrid Riazor (24 608 spett.)
Arbitro Pérez Montero

Madrid
8 novembre 2015, ore 18:15 CET
11ª giornata
Atlético Madrid 1 – 0
referto
Sporting Gijón Vicente Calderón (49 323 spett.)
Arbitro Estrada Fernández

Siviglia
22 novembre 2015, ore 20:30 CET
12ª giornata
Betis 0 – 1
referto
Atlético Madrid Benito Villamarín (39 714 spett.)
Arbitro Jaime Latre

Madrid
28 novembre 2015, ore 18:15 CET
13ª giornata
Atlético Madrid 1 – 0
referto
Espanyol Vicente Calderón (44 893 spett.)
Arbitro Vicandi Garrido

Granada
5 dicembre 2015, ore 18:15 CET
14ª giornata
Granada 0 – 2
referto
Atlético Madrid Los Cármenes (15 872 spett.)
Arbitro Prieto Iglesias

Madrid
13 dicembre 2015, ore 18:15 CET
15ª giornata
Atlético Madrid 2 – 1
referto
Athletic Bilbao Vicente Calderón (44 417 spett.)
Arbitro Martínez Munuera

Malaga
20 dicembre 2015, ore 20:30 CET
16ª giornata
Málaga 1 – 0
referto
Atlético Madrid La Rosaleda (19 086 spett.)
Arbitro Mateu Lahoz

Madrid
30 dicembre 2015, ore 18:15 CET
17ª giornata
Rayo Vallecano 0 – 2
referto
Atlético Madrid Teresa Rivero (12 315 spett.)
Arbitro Sánchez Martínez

Madrid
2 gennaio 2016, ore 20:30 CET
18ª giornata
Atlético Madrid 1 – 0
referto
Levante Vicente Calderón (43 417 spett.)
Arbitro Clos Gómez

Vigo
10 gennaio 2016, ore 20:30 CET
19ª giornata
Celta Vigo 0 – 2
referto
Atlético Madrid Balaídos (13 550 spett.)
Arbitro Burgos Bengoetxea

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Las Palmas
17 gennaio 2016, ore 17:15 WET
20ª giornata
Las Palmas 0 – 3
referto
Atlético Madrid Gran Canaria (28 515 spett.)
Arbitro Vicandi Garrido

Madrid
24 gennaio 2016, ore 16:00 CET
21ª giornata
Atlético Madrid 0 – 0
referto
Siviglia Vicente Calderón (52 793 spett.)
Arbitro Iglesias Villanueva

Barcellona
30 gennaio 2016, ore 16:00 CET
22ª giornata
Barcellona 2 – 1
referto
Atlético Madrid Camp Nou (93 011 spett.)
Arbitro Undiano Mallenco

Madrid
6 febbraio 2016, ore 16:00 CET
23ª giornata
Atlético Madrid 3 – 1
referto
Eibar Vicente Calderón (45 321 spett.)
Arbitro Fernández Borbalán

Getafe
14 febbraio 2016, ore 18:15 CET
24ª giornata
Getafe 0 – 1
referto
Atlético Madrid Alfonso Pérez (8 463 spett.)
Arbitro Mateu Lahoz

Madrid
21 febbraio 2016, ore 20:30 CET
25ª giornata
Atlético Madrid 0 – 0
referto
Villarreal Vicente Calderón (45 323 spett.)
Arbitro Prieto Iglesias

Madrid
27 febbraio 2016, ore 16:00 CET
26ª giornata
Real Madrid 0 – 1
referto
Atlético Madrid Santiago Bernabéu (79 436 spett.)
Arbitro Clos Gómez

Madrid
1º marzo 2016, ore 21:00 CET
27ª giornata
Atlético Madrid 3 – 0
referto
Real Sociedad Vicente Calderón (35 621 spett.)
Arbitro Hernández Hernández

Valencia
6 marzo 2016, ore 20:30 CET
28ª giornata
Valencia 1 – 3
referto
Atlético Madrid Mestalla (40 857 spett.)
Arbitro Álvarez Izquierdo

Madrid
12 marzo 2016, ore 20:30 CET
29ª giornata
Atlético Madrid 3 – 0
referto
Deportivo Vicente Calderón (44 122 spett.)
Arbitro Melero López

Gijón
19 marzo 2016, ore 16:00 CET
30ª giornata
Sporting Gijón 2 – 1
referto
Atlético Madrid El Molinón (24 622 spett.)
Arbitro Gil Manzano

Madrid
2 aprile 2016, ore 16:00 CEST
31ª giornata
Atlético Madrid 5 – 1
referto
Betis Vicente Calderón (50 121 spett.)
Arbitro González González

Barcellona
9 aprile 2016, ore 18:15 CEST
32ª giornata
Espanyol 1 – 3
referto
Atlético Madrid Cornellà-El Prat (26 338 spett.)
Arbitro Burgos Bengoetxea

Madrid
17 aprile 2016, ore 18:15 CEST
33ª giornata
Atlético Madrid 3 – 0
referto
Granada Vicente Calderón (47 656 spett.)
Arbitro Prieto Iglesias

Bilbao
20 aprile 2016, ore 20:45 CEST
34ª giornata
Athletic Bilbao 0 – 1
referto
Atlético Madrid San Mamés (44 474 spett.)
Arbitro Martínez Munuera

Madrid
23 aprile 2016, ore 18:15 CEST
35ª giornata
Atlético Madrid 1 – 0
referto
Málaga Vicente Calderón (47 621 spett.)
Arbitro Mateu Lahoz

Madrid
30 aprile 2016, ore 18:15 CEST
36ª giornata
Atlético Madrid 1 – 0
referto
Rayo Vallecano Vicente Calderón (49 263 spett.)
Arbitro Sánchez Martínez

Valencia
8 maggio 2016, ore 17:00 CEST
37ª giornata
Levante 2 – 1
referto
Atlético Madrid Ciutat de Valencia (11 806 spett.)
Arbitro González González

Madrid
14 maggio 2016, ore 19:30 CEST
38ª giornata
Atlético Madrid 2 – 0
referto
Celta Vigo Vicente Calderón (42 139 spett.)
Arbitro Fernández Borbalán

Coppa del Re[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa del Re 2015-2016.
Reus
1º dicembre 2015, ore 20:00 CET
Sedicesimi di finale – Andata
Reus 1 – 2
referto
Atlético Madrid Municipal de Reus (4 222 spett.)
Arbitro Fernández Borbalán

Madrid
17 dicembre 2015, ore 20:00 CET
Sedicesimi di finale – Ritorno
Atlético Madrid 1 – 0
referto
Reus Vicente Calderón (23 114 spett.)
Arbitro Undiano Mallenco

Madrid
6 gennaio 2016, ore 22:05 CET
Ottavi di finale – Andata
Rayo Vallecano 1 – 1
referto
Atlético Madrid Teresa Rivero (5 223 spett.)
Arbitro Jaime Latre

Madrid
14 gennaio 2016, ore 21:00 CET
Ottavi di finale – Ritorno
Atlético Madrid 3 – 0
referto
Rayo Vallecano Vicente Calderón (23 522 spett.)
Arbitro González González

Vigo
20 gennaio 2016, ore 20:30 CET
Quarti di finale – Andata
Celta Vigo 0 – 0
referto
Atlético Madrid Balaídos (17 428 spett.)
Arbitro Estrada Fernández

Madrid
27 gennaio 2016, ore 20:30 CET
Quarti di finale – Ritorno
Atlético Madrid 2 – 3
referto
Celta Vigo Vicente Calderón (36 852 spett.)
Arbitro Mateu Lahoz

UEFA Champions League[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: UEFA Champions League 2015-2016.

Fase a gironi[modifica | modifica wikitesto]

Istanbul
15 settembre 2015, ore 20:45 CEST
Gruppo C – 1ª giornata
Galatasaray 0 – 2
referto
Atlético Madrid Türk Telekom Arena (33 469[137] spett.)
Arbitro Marciniak

Madrid
30 settembre 2015, ore 20:45 CEST
Gruppo C – 2ª giornata
Atlético Madrid 1 – 2
referto
Benfica Vicente Calderón (40 938[138] spett.)
Arbitro Rocchi

Madrid
21 ottobre 2015, ore 20:45 CEST
Gruppo C – 3ª giornata
Atlético Madrid 4 – 0
referto
Astana Vicente Calderón (33 853[139] spett.)
Arbitro Kul'bakoŭ

Astana
3 novembre 2015, ore 16:00 CET
Gruppo C – 4ª giornata
Astana 0 – 0
referto
Atlético Madrid Astana Arena (29 231[140] spett.)
Arbitro Taylor

Madrid
25 novembre 2015, ore 20:45 CET
Gruppo C – 5ª giornata
Atlético Madrid 2 – 0
referto
Galatasaray Vicente Calderón (35 753[141] spett.)
Arbitro Rizzoli

Lisbona
8 dicembre 2015, ore 20:45 CET
Gruppo C – 6ª giornata
Benfica 1 – 2
referto
Atlético Madrid Estádio da Luz (47 630[142] spett.)
Arbitro Hațegan

Fase a eliminazione diretta[modifica | modifica wikitesto]

Eindhoven
24 febbraio 2016, ore 20:45 CET
Ottavi di finale – Andata
PSV 0 – 0
referto
Atlético Madrid Philips Stadion (34 948[143] spett.)
Arbitro Orsato

Madrid
15 marzo 2016, ore 20:45 CET
Ottavi di finale – Ritorno
Atlético Madrid 0 – 0
(d.t.s.)
referto
PSV Vicente Calderón (50 135[144] spett.)
Arbitro Clattenburg

Barcellona
5 aprile 2016, ore 20:45 CEST
Quarti di finale – Andata
Barcellona 2 – 1
referto
Atlético Madrid Camp Nou (88 534[145] spett.)
Arbitro Brych

Madrid
13 aprile 2016, ore 20:45 CEST
Quarti di finale – Ritorno
Atlético Madrid 2 – 0
referto
Barcellona Vicente Calderón (52 851[146] spett.)
Arbitro Rizzoli

Madrid
27 aprile 2016, ore 20:45 CEST
Semifinale – Andata
Atlético Madrid 1 – 0
referto
Bayern Monaco Vicente Calderón (52 127[147] spett.)
Arbitro Clattenburg

Monaco di Baviera
3 maggio 2016, ore 20:45 CEST
Semifinale – Ritorno
Bayern Monaco 2 – 1
referto
Atlético Madrid Allianz Arena (70 000[148] spett.)
Arbitro Çakır

Milano
28 maggio 2016, ore 20:45 CEST
Finale
Real Madrid 1 – 1
(d.t.s.)
referto
Atlético Madrid Giuseppe Meazza (71 942[149] spett.)
Arbitro Clattenburg

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Liga BBVA 88 19 15 3 1 33 7 19 13 1 5 30 11 38 28 4 6 63 18 +45
Coppa del Re - 3 2 0 1 6 3 3 1 2 0 3 2 6 3 2 1 9 5 +4
Champions League 13[150] 6 4 1 1 10 2 6 2 2 2 6 5 13 6 4 3 17 8 +9
Totale 101 28 21 4 3 49 12 28 16 5 7 39 18 57 37 10 10 89 31 +58

Andamento in campionato[modifica | modifica wikitesto]

Giornata 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38
Luogo C T C T C T C T C T C T C T C T T C T T C T C T C T C T C T C T C T C C T C
Risultato V V P V V P N V V N V V V V V P V V V V N P V V N V V V V P V V V V V V P V
Posizione 3 3 5 5 4 5 5 4 3 4 3 2 2 2 2 2 2 1 1 1 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 3 3

Fonte: CLASIFICACIÓN, atleticodemadrid.com.
Legenda:
Luogo: C = Casa; T = Trasferta. Risultato: V = Vittoria; N = Pareggio; P = Sconfitta.

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

In corsivo i calciatori che hanno lasciato il club a stagione in corso.

Giocatore Primera División Coppa di Spagna Champions League Totale
Augusto, Augusto[90] 130402000601021050
Carrasco, Y. Y. Carrasco 294505000910043550
Correa, Á. Á. Correa 265705200511036880
Gabi, Gabi 351111[151]400013030521141
Gámez, J. J. Gámez 100305000100016030
Giménez, J. M. J. M. Giménez 271802000801037190
Godín, D. D. Godín 31151[152]30001202046171
Griezmann, A. A. Griezmann 382250330013710543260
Juanfran, Juanfran 3516010001200048160
Koke, Koke 3554050001102051560
Kranevitter, M. M. Kranevitter[90] 80102000100011010
Lucas, Lucas 100002000401016010
Filipe Luís, Filipe Luís 321111301010010451131
Martínez, J. J. Martínez 152003000411022310
Moyà, M. M. Moyà 00006-50000006-500
Nacho[153] 1000000000001000
Oblak, J. J. Oblak 38-1800000013-81051-2610
Óliver, Óliver 210105000712033130
Raúl García, Raúl García 1000000000001000
Saúl, Saúl 3141042001332048930
Savić, S. S. Savić 120105000700024010
Siqueira, G. G. Siqueira 1010301030007020
Thomas, Thomas 132305120500023350
Tiago, Tiago 141400000500019140
Torres, F. F. Torres 301140201012111[154]441261
Vietto, L. L. Vietto 191304100510028330

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (ES) Estadio Vicente Calderon, atleticodemadrid.com. URL consultato il 19 agosto 2014.
  2. ^ (ES) Club Atlético de Madrid SAD, laliga.es. URL consultato il 3 gennaio 2016 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2016).
  3. ^ (EN) TABLES, su int.soccerway.com. URL consultato il 16 maggio 2016.
  4. ^ Liga, Atletico terzo e Valencia in Champions. Barça 2-2: Deportivo salvo, gazzetta.it, 23 maggio 2015.
  5. ^ (ES) Abriremos la Liga en el Calderón contra la Unión Deportiva Las Palmas, atleticodemadrid.com, 14 luglio 2015.
  6. ^ (ES) Las Palmas pierde por la mínima en el Calderón (1-0), udlaspalmas.es, 22 agosto 2015 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2015).
  7. ^ (FR) La Liga reprend: Griezmann lance l’Atletico, Valence cale, lavenir.net, 22 agosto 2015.
  8. ^ Champions, sorteggio a Montecarlo: ecco i grandi rischi per Juve e Roma, gazzetta.it, 26 agosto 2015.
  9. ^ (ES) El Atlético, en el bombo 2 del sorteo de Champions League, atleticodemadrid.com, 27 agosto 2015.
  10. ^ (ES) Benfica, Galatasaray y Astana, nuestros rivales en la Champions, atleticodemadrid.com, 27 agosto 2015.
  11. ^ (ES) VOLUNTAD, PERO POCO ACIERTO, sevillafc.es, 30 agosto 2015 (archiviato dall'url originale il 9 settembre 2015).
  12. ^ (ES) Koke y Gabi dedican goles a Raúl García ante su posible marcha al Athletic, efe.com, 30 agosto 2015.
  13. ^ Galatasaray – Atletico Madrid, streaming gratis Champions League 15 settembre 2015, notizie.it, 14 settembre 2015.
  14. ^ (CA) Atlètic Madrid – FC Barcelona: Remuntada de qualitat al Calderón (1-2), fcbarcelona.cat, 12 settembre 2015.
  15. ^ Il Barça espugna il Calderón: Atletico ko, tuttosport.com, 12 settembre 2015.
  16. ^ (TR) Şampiyonlar Ligi, galatasaray.org, 15 settembre 2015.
  17. ^ (EN) Antoine Griezmann double gives Atlético Madrid win at Galatasaray, theguardian.com, 15 settembre 2015.
  18. ^ (ES) Héroes amarillos (1-0), villarrealcf.es, 26 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 28 settembre 2015).
  19. ^ Liga, Villarreal capolista: Barcellona ok. Real, solo un pari, tuttosport.com, 26 settembre 2015.
  20. ^ (ES) Simeone supera el récord de Luis Aragonés, atleticodemadrid.com, 26 settembre 2015.
  21. ^ (PT) “Estamos a fazer o nosso caminho”, slbenfica.pt, 30 settembre 2015.
  22. ^ Psg ok, il Man Utd si rilancia. Real facile, cade l'Atletico, gazzetta.it, 30 settembre 2015.
  23. ^ (ES) InfoAtleti, twitter.com. URL consultato il 5 ottobre 2015.
  24. ^ (ES) Gaitán desmonta al Atlético, deportes.elpais.com, 1º ottobre 2015.
  25. ^ (PT) Vitória histórica do Benfica em Madrid, jn.pt. URL consultato il 1º ottobre 2015.
  26. ^ (ES) 1-1: Tablas en el primer derbi de la temporada, realmadrid.com, 4 ottobre 2015.
  27. ^ Scatto Real, ma l'Atletico c'è. Il derby di Madrid finisce 1-1., gazzetta.it, 4 ottobre 2015.
  28. ^ (ES) El Reus será nuestro primer rival en la Copa del Rey, atleticodemadrid.com, 16 ottobre 2015.
  29. ^ (TR) Şampiyonlar Ligi Atletico Madrid 2–0 Galatasaray, galatasaray.org, 25 novembre 2015.
  30. ^ Champions: Atletico Madrid e Benfica volano agli ottavi, mediaset.it, 25 novembre 2015.
  31. ^ (CA) 1-0: Lluita sense premi, rcdespanyol.com, 28 novembre 2015.
  32. ^ (ES) Tiago sufre una fractura no desplazada en el tercio medio en la tibia derecha, atleticodemadrid.com, 28 novembre 2015.
  33. ^ Atletico Madrid, Tiago operato. Fuori quattro mesi., corrieredellosport.it, 29 novembre 2015.
  34. ^ (ES) Despedimos noviembre sin encajar un gol, atleticodemadrid.com, 1º dicembre 2015.
  35. ^ (ES) Somos el equipo menos goleado en liga de Europa, atleticodemadrid.com, 5 dicembre 2015.
  36. ^ (ES) Simeone, mejor entrenador del mes de noviembre, atleticodemadrid.com, 8 dicembre 2015.
  37. ^ (PT) Encontrado o líder do Grupo C, slbenfica.pt, 8 dicembre 2015.
  38. ^ Benfica-Atletico Madrid 1-2: Simeone in vetta, corrieredellosport.it, 8 dicembre 2015.
  39. ^ Champions League, sorteggio ottavi, it.uefa.com, 14 dicembre 2015.
  40. ^ PSV elettrizzato per la sfida contro l'Atlético, it.uefa.com, 14 dicembre 2015.
  41. ^ (CA) Natxo González: “Els 180 minuts que hem viscut són per estar orgullosos d’aquest equip”, cfreusdeportiu.com, 18 dicembre 2015 (archiviato dall'url originale il 22 dicembre 2015).
  42. ^ Coppa del Re: Atletico Madrid senza problemi, è agli ottavi, sportmediaset.mediaset.it, 17 dicembre 2015.
  43. ^ (ES) Así queda los emparejamientos del sorteo de la Copa del Rey de hoy, lavanguardia.com, 18 dicembre 2015.
  44. ^ (ES) 2015 ha sido el segundo mejor año rojiblanco en Liga, atleticodemadrid.com, 1º gennaio 2016.
  45. ^ (ES) El fútbol vuelve a ser cruel con el Levante (1-0), levanteud.com, 2 gennaio 2016.
  46. ^ (ES) Thomas da el liderato, laliga.es, 2 gennaio 2016.
  47. ^ (GL) O Celta cae en Balaídos ante un Atlético moi sólido e efectivo, celtavigo.net, 10 gennaio 2016 (archiviato dall'url originale il 18 settembre 2016).
  48. ^ (ES) Radiografía de la primera vuelta rojiblanca en Liga, atleticodemadrid.com, 11 gennaio 2016.
  49. ^ (ES) ATLÉTICO 3 - RAYO 0 (vídeo resumen)[collegamento interrotto], rayovallecano.es, 14 gennaio 2016.
  50. ^ Coppa del Re, Atletico Madrid e Valencia completano i quarti, corrieredellosport.it, 14 gennaio 2016.
  51. ^ Coppa del Re, quarti di finale: sorteggio, date, partite, risultati, sportlive.it, 15 gennaio 2016.
  52. ^ (GL) Un Celta enorme, armado coa ilusión do celtismo, supera ao Atlético e alcanza a semifinal, celtavigo.net, 27 gennaio 2016 (archiviato dall'url originale il 16 febbraio 2016).
  53. ^ Coppa del Re: Atletico eliminato dal Celta, avanza il Barça, sport.sky.it, 27 gennaio 2016.
  54. ^ (ES) El Eibar sucumbe al juego aéreo del Atleti, sdeibar.com, 6 febbraio 2016.
  55. ^ (ES) Torres se asienta en Olimpo rojiblanco: ya es goleador centenario con el Atlético, fernando9torres.com, 6 febbraio 2016.
  56. ^ (ES) 0-1: El Atlético se lleva el derbi, realmadrid.com, 27 febbraio 2016.
  57. ^ Spagna: derby all'Atletico, il Real Madrid sprofonda. Primo ko per Zidane, repubblica.it, 27 febbraio 2016.
  58. ^ (NL) Strijdend PSV buigt het hoofd na penaltyserie, psv.nl, 15 marzo 2016.
  59. ^ Champions, Atletico – PSV ai rigori: Simeone conquista i quarti, Narsingh sbaglia dal dischetto, gazzetta.it, 15 marzo 2016.
  60. ^ (ES) El FC Barcelona, nuestro rival en los cuartos de la Champions, atleticodemadrid.com, 18 marzo 2016.
  61. ^ Dal sorteggio di Champions League spunta il derby spagnolo Barcellona - Atletico Madrid., lastampa.it, 18 marzo 2016.
  62. ^ Champions, l'Atletico Madrid elimina il Barcellona. In semifinale anche il Bayern, repubblica.it, 13 aprile 2016.
  63. ^ (CA) Atlètic de Madrid – FC Barcelona: Adéu a la Champions... Ara la Lliga i la Copa (2-0), fcbarcelona.cat, 14 aprile 2016.
  64. ^ Champions, sorteggio semifinali: Man City-Real Madrid e Atletico-Bayern, gazzetta.it, 15 aprile 2016.
  65. ^ (EU) ERAGINKORTASUNAK AGINDU DU, athletic-club.eus, 20 aprile 2016.
  66. ^ (ES) Oblak alcanza los 21 partidos imbatido esta temporada, atleticodemadrid.com, 21 aprile 2016.
  67. ^ Bayern-Atletico 2-1, Simeone in finale di Champions, Guardiola eliminato, gazzetta.it, 3 maggio 2016.
  68. ^ (DE) 'Unsere Mannschaft hat fantastisch gespielt', fcbayern.de, 3 maggio 2016.
  69. ^ (EN) Atletico Madrid reached their second Champions League final in three years by edging past Bayern Munich on away goals in a pulsating semi-final., bbc.com, 3 maggio 2016.
  70. ^ (ES) Centenario en el Allianz Arena, atleticodemadrid.com, 3 maggio 2016.
  71. ^ (CA) Una victòria d´orgull, levanteud.com, 8 maggio 2016.
  72. ^ Levante-Atletico Madrid 2-1, i Colchoneros dicono addio alla Liga, foxsports.it, 8 maggio 2016.
  73. ^ (ES) El Celta no puede cerrar con victoria su extraordinaria temporada, celtavigo.net, 14 maggio 2016 (archiviato dall'url originale l'8 agosto 2016).
  74. ^ (ES) Oblak, Zamora de La Liga 2015/2016, atleticodemadrid.com, 14 maggio 2016.
  75. ^ (ES) UEFA.com incluye a cinco rojiblancos en su 11 ideal de La Liga 15/16, atleticodemadrid.com, 16 maggio 2016.
  76. ^ (ES) El Atlético copa el once ideal de la Liga para la UEFA, marca.com, 16 maggio 2016.
  77. ^ Champions League, il Real Madrid vince all’ultimo rigore la finale di Milano, ilfattoquotidiano.it, 28 maggio 2016.
  78. ^ Finale di Champions, dieci cose da sapere su Real-Atletico, lastampa.it, 28 maggio 2016.
  79. ^ Maledizione Atletico Madrid: tre finali perse su tre in Champions League, su goal.com, 28 maggio 2016.
  80. ^ (EN) UEFA Champions League Squad of the Season, uefa.com, 30 maggio 2016. URL consultato il 30 maggio 2016.
  81. ^ L’accordo tra l’Atletico Madrid e Plus500, ilpost.it, 25 giugno 2015.
  82. ^ (ES) Huawei, nuevo partner global del Atlético de Madrid, atleticodemadrid.com, 18 settembre 2014.
  83. ^ (ES) La afición recibe a Vietto, atleticodemadrid.com, 9 luglio 2015.
  84. ^ (ES) SEGUNDA EQUIPACIÓN[collegamento interrotto], atleticodemadrid.com. URL consultato il 16 luglio 2015.
  85. ^ a b (ES) Primer Equipo, atleticodemadrid.com. URL consultato il 23 giugno 2015.
  86. ^ (ES) Organigrama, atleticodemadrid.com. URL consultato il 19 agosto 2014.
  87. ^ http://www.transfermarkt.it/atletico-madrid/startseite/verein/13/saison_id/2015
  88. ^ a b Ceduto durante la sessione invernale di calciomercato.
  89. ^ Ceduto durante la sessione estiva di calciomercato, ma a stagione in corso.
  90. ^ a b c d Arrivato a stagione in corso
  91. ^ (ES) Acuerdo con la Juventus para el traspaso de Mandzukic, atleticodemadrid.com, 22 giugno 2015.
  92. ^ (ES) #GraciasMiranda, atleticodemadrid.com, 1º luglio 2015.
  93. ^ (ES) #GraciasArda, atleticodemadrid.com, 6 luglio 2015.
  94. ^ (ES) Acuerdo con el Tottenham para el traspaso de Alderweireld, atleticodemadrid.com, 8 luglio 2015.
  95. ^ (ES) Acuerdo con el Villarreal para el traspaso de Vietto, atleticodemadrid.com, 15 luglio 2015.
  96. ^ (ES) Acuerdo con el Oporto para el traspaso de Jackson Martínez, atleticodemadrid.com, 15 luglio 2015.
  97. ^ (ES) Acuerdo con el Mónaco para el traspaso de Yannick Carrasco, atleticodemadrid.com, 10 luglio 2015.
  98. ^ Fiorentina-Suarez: ci siamo. Arriva dall'Atletico, gazzetta.it, 19 luglio 2015.
  99. ^ Calcio: Filipe Luis di nuovo ‘‘colchonero’‘, it.euronews.com, 29 luglio 2015.
  100. ^ (ES) Acuerdo con el Benfica para el traspaso de Raúl Jiménez, atleticodemadrid.com, 13 agosto 2015.
  101. ^ Atlético, su uefa.com. URL consultato il 16 gennaio 2015.
  102. ^ (ES) Acuerdo con el Athletic para el traspaso de Raúl García, atleticodemadrid.com, 31 agosto 2015.
  103. ^ (EN) Agreement with Chelsea for the transfer of Filipe Luis, atleticodemadrid.com, 28 luglio 2015.
  104. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z aa ab ac ad ae af ag ah ai aj ak al am an ao Atletico Madrid - Trasferimenti, su transfermarkt.it. URL consultato il 16 luglio 2015.
  105. ^ Savic all'Atletico Madrid, violachannel.tv, 21 luglio 2015.
  106. ^ a b Atletico Madrid, dopo Savic ecco il ritorno di Filipe Luis, overpress.it, 20 luglio 2015.
  107. ^ (FR) YFC rejoint l'Atlético Madrid, asmonaco.com, 10 luglio 2015.
  108. ^ (PT) ATLÉTICO DE MADRID VAI EXERCER CLÁUSULA DE RESCISÃO DE JACKSON, fcporto.pt, 30 giugno 2015.
  109. ^ (CA) Acord de traspàs per Luciano Vietto, villarrealcf.es, 7 luglio 2015 (archiviato dall'url originale il 17 luglio 2015).
  110. ^ (ES) Kranevitter firma por 5 temporadas, atleticodemadrid.com, 28 agosto 2015.
  111. ^ a b (ES) Acuerdo con el Vitoria Guimaraes para el fichaje de Bernard Mensah, atleticodemadrid.com, 22 luglio 2015.
  112. ^ (ES) Santos Borré firma por 6 años como rojiblanco, atleticodemadrid.com, 28 agosto 2015.
  113. ^ (EN) ALDERWEIRELD DEAL AGREED, tottenhamhotspur.com, 8 luglio 2015.
  114. ^ MIRANDA È CON NOI!, inter.it, 1º luglio 2015.
  115. ^ (CA) Des de molt jove he gaudit veient el Barça, fcbarcelona.cat. URL consultato il 16 luglio 2015 (archiviato dall'url originale il 16 luglio 2015).
  116. ^ (EU) RAUL GARCIAREN AURKEZPENA, athletic-club.eus, 31 agosto 2015.
  117. ^ (ES) #GraciasMario, atleticodemadrid.com. URL consultato il 23 luglio 2015.
  118. ^ (ES) Cristian Rodriguez, nuevo jugador de Independiente, clubaindependiente.com, 24 luglio 2015 (archiviato dall'url originale il 25 luglio 2015).
  119. ^ (PT) Avançado mexicano é reforço, slbenfica.pt, 13 agosto 2015.
  120. ^ Benvenuto, Mario!, juventus.com, 16 luglio 2015.
  121. ^ Atletico Madrid, UFFICIALE: accordo Bounou-Real Sociedad, calciomercato.it, 23 luglio 2015 (archiviato dall'url originale il 25 luglio 2015).
  122. ^ (DE) Emiliano Insua verstärkt den VfB, vfb.de, 11 luglio 2015.
  123. ^ (FR) Accord de principe pour Javier Manquillo, om.net, 24 luglio 2014.
  124. ^ (ES) Acuerdo con el Benfica para la cesión de Sìlvio, atleticodemadrid.com, 15 luglio 2015.
  125. ^ (ES) Kader se marcha a Túnez, vavel.com, 1º agosto 2015.
  126. ^ (FR) [Journal des transferts] Officiel : Kader Oueslati au CA !, tunisie-foot.com, 31 luglio 2015.
  127. ^ (CA) Castillejo i Baptistao estaran a Benicarló, villarrealcf.es, 13 luglio 2015 (archiviato dall'url originale il 16 luglio 2015).
  128. ^ (ES) Acuerdo con el Eibar para la cesion de Borja, atleticodemadrid.com, 31 luglio 2015.
  129. ^ (GL) O centrocampista Augusto Fernández xogará no Atlético de Madrid, celtavigo.net, 1º gennaio 2016 (archiviato dall'url originale il 22 febbraio 2016).
  130. ^ (ZH) 杰克逊-马丁内斯正式加盟广州队, gzevergrandefc.com, 3 febbraio 2016.
  131. ^ ( © Copyright Wikipedia authors - The articles gathered in this document are under the GFDL licence.
    http://www.gnu.org/copyleft/fdl.html