Discussioni template:UNESCO

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Che lingua usare per il nome del sito?[modifica wikitesto]

Nella descrizione del template si dice di usare il nome presente sul sito dell'UNESCO, che è disponibile in inglese e francese, non in italiano. Questa indicazione è stata derivata dalla traduzione del corrispondente template inglese, per cui sembrerebbe avere poco senso su it.wiki. Escludendo l'uso del termine francese, che non avrebbe senso, resta da decidere se usare il nome inglese, quello italiano o, come fatto nel template {{Area protetta}}, specificarli entrambi. Jalo 23:22, 23 lug 2007 (CEST)

Mi pare molto sensato specificarli entrambi (sicuramente il nome ufficiale ci vuole).--Trixt 00:53, 24 lug 2007 (CEST)
Dico la mia. L'UNESCO è un organismo con sede a Parigi e per questa ragione con due lingue ufficiali, francese e inglese. Quando si parla di nome ufficiale non bisogna dimenticare che tecnicamente ce ne sono due, per l'appunto uno in francese e uno in inglese. Si potrebbe rivedere il template (e le relative istruzioni) in modo che si inseriscano nome in italiano (evidente, in grassetto) e nome in inglese e/o francese (in piccolo, da qualche altra parte e richiamati da un asterisco). Se si dovovesse optare per un unica lingua straniera io sceglierei l'inglese, più internazionale. Per la stessa ragione, nella riga in cui si parla di linkare la scheda del sito dell'UNESCO potremmo mettere entrambi i link, in modo che l'informazione appaia più o meno così: a sinistra al posto di Scheda scriverei Scheda UNESCO, a destra metterei en e fr (ho scelto due link assolutamente casuali... :P ). Pareri? Fabius aka Tirinto 14:17, 25 lug 2007 (CEST)
Accettata la proposta di Fabius, passo alle modifiche: Nome italiano in evidenza, nome in inglese più in piccolo e doppia scheda dal sito ufficiale. Jalo 00:20, 31 lug 2007 (CEST)
Template aggiornato. Per un paio di giorni (finché non li avrò corretti tutti) i template conterranno link errati alle pagine ufficiali dell'UNESCO. In pratica adesso si deve inserire anche il nome in inglese (parametro nomeorig) ed il link della pagina non e' più l'indirizzo completo, ma semplicemente il codice numerico del patrimonio. Adesso parto con gli aggiornamenti delle voci. Se qualche anima pia vuole aiutarmi trova la lista delle voci da aggiornare in Utente:Jalo/Sandbox3 Jalo 00:43, 31 lug 2007 (CEST)
scusa Jalo non avevo ancora letto qui.Se volete tenerlo in inglese fate pure, anche se io sono sicuramente in totale disaccordo. Cosa significa che l'inglese e' piu' internazionale? Ma, per favore, non chiamatelo nome originale che di originale non ha niente, ma chiamatelo nome inglese. ciao Gabrio (msg) 17:39, 25 apr 2008 (CEST)
Copio qui la risposta che ho dato in talk.
Non so come funziona con le altre istituzioni dell'ONU, ma la sezione dell'UNESCO che si occupa di patrimoni dell'umanità ha solo due lingue ufficiali, francese ed inglese (come puoi vedere nel sito ufficiale, esistono solo le versioni inglese e francese). Avere una delle due versioni nel template è indispensabile per il fatto che la versione italiana è una traduzione "fai da te", proprio perché le uniche versioni ufficiali sono francese ed inglese.
E' anche impossibile inserire il nome nella lingua del paese in cui si trova per due motivi:
L'uso dell'inglese è stato l'unico compromesso possibile. Hai ragione dicendo che nomeOrig potrebbe essere frainteso, ma ora non riesco a passarmi tutte le voci per correggerlo. Appena trovo il tempo faccio girare il bot. Jalo 19:05, 25 apr 2008 (CEST)
Fatto Jalo 00:23, 26 apr 2008 (CEST)

Restyling[modifica wikitesto]

Ho modificato la grafica del template in modo da renderlo uniforme agli altri, e soprattutto aggiungendo loa possibilità di usarlo anche per gli altri beni protetti dall'UNESCO, le Riserve della biosfera. L'uso ed i parametri sono praticamente invariati, comunque la spiegazione sta nella pagina del template. Jalo 15:17, 1 nov 2007 (CET)

Sinceramente senza voler offendere... mi piaceva molto di più prima... comunque se così riesce ad essere più utile va bene... ma se si potesse magari ripristinare in parte la vecchia grafica non m dispiacerebbe--R1188 17:45, 1 nov 2007 (CET)
A me quello vecchio sembrava ingombrante, si buttava via molto spazio solo per il titolo del template. Adesso e' simila a quelli tipo il geobox, il {{città}}, l'{{area protetta}}, ecc. O forse ti riferisci a quello che viene dopo il titolo? Jalo 21:19, 1 nov 2007 (CET)
Con permesso, concordo anch'io con quanto detto da R1188, o meglio: Personalmente mi riferisco a quello che viene dopo il titolo, laddove prima trovavi sulla stessa riga le 2 parti del parametro. Scusate il poco tecnicismo, per intenderci: Mi riferisco al fatto di trovare sulla stessa riga (per esempio) Anno (la parte fissa) e 1980 (la parte variabile, da compilare). Grazie e buon lavoro.
Ok, ci sta. L'avevo fatto così perché all'inizio doveva servire anche per altro, poi si è evoluto ed è rimasta, a quanto pare, una cosa ibrida. Provo ad aggiustarlo e vediamo come viene. Jalo 22:27, 1 nov 2007 (CET)

Ho corretto la seconda parte. Alcuni esempi di utilizzo li trovate in Utente:Jalo/Sandbox. Jalo 23:04, 1 nov 2007 (CET)

Qualcosa non funziona ... vedi p.es. Parco nazionale di Manu, Calakmul, etc. --ESCULAPIO (scrivimi, se vuoi) 09:51, 9 nov 2007 (CET)

In che senso non funziona? Sono da completare, e' vero, ma mi sembra che funzioni bene Jalo 10:50, 9 nov 2007 (CET)
La parte destra delle caselle relative ai campi non compilati risulta mancante ed inoltre sia il nome che il nome originale appaiono non centrati --ESCULAPIO (scrivimi, se vuoi) 12:50, 9 nov 2007 (CET)
Quei parametri sono obbligatori, per cui restano visibili in modo da invogliare gli utenti a compilarlo. Riguardo all'impaginazione mi hanno fatto notare stamattina che e' un problema visibile solo con Internet Explorer. Appena ho tempo lo risolvo. Jalo 15:03, 9 nov 2007 (CET)
Corretto il problema. Adesso dovrebbe vedersi bene anche con Explorer. Jalo 23:55, 9 nov 2007 (CET)
io avevo riscontrato ilproblema con Firefox, ma adesso sembra tutto a posto. --ESCULAPIO (scrivimi, se vuoi) 18:49, 11 nov 2007 (CET)

Salve a tutti. Noto che nel template non c'è alcuna indicazione della nazione ove si trova il bene dell'Unesco in oggetto. Potrebbe sembrare una piccola cosa ma ho sfogliato alcune pagine e in nessuna di queste c'è alcuna indicazione della nazione che a mio modo di vedere, viceversa, sarebbe appropriato indicare nel template. Ritengo che sarebbe piuttosto macchinoso editare a mano tutte le pagine che usano questo template, per aggiungere nel corpo l'indicazione della nazione (se mancante). Nel caso poi di beni che sono sul territorio di più stati si possono sempre indicare entrambi. --Antonio (msg) 15:29, 2 apr 2011 (CEST)

Lo stato in cui si trova viene sempre riportato nella prima frase della voce, a differenza di altre caratteristiche del bene. Non so se sia il caso di riportarlo anche nel template Jalo 09:44, 4 apr 2011 (CEST)

Categorizzazione automatica[modifica wikitesto]

Non sono esperto nell'uso del template e quindi non so se quanto segue è vero, ma mi pare di capire che ogni voce in cui esso compare sia destinata ad essere categorizzata sotto Patrimoni dell'umanità in XXX, dove XXX è lo stato di appartenenza. Se così è, potremmo agilmente fare in modo che sia il template stesso a categorizzare automaticamente le voci in cui compare, tramite il parametro stato. No? ;-)

--WinstonSmith  ● 101 ●  11:16, 6 gen 2008 (CET)
Meglio di no. A volte il template viene usato non nelle voci che riguardano i patrimoni ma, ad esempio, nelle voci delle città in cui si trovano. Vedere la città categorizzata come patrimonio sarebbe sbagliato. Sono sempre contrario alle categorizzazioni automatiche, soprattutto in casi ambigui come questo. Jalo 21:41, 6 gen 2008 (CET)

Integrazione con altri template[modifica wikitesto]

Frequentemente il template compare in voci relative ad aree naturali protette in cui sono presenti sia il template {{Area protetta}} che il template {{Sovraimmagine}} (vedi per esempio Parco nazionale Vulcani delle Hawaii). L'effetto complessivo è decisamente sgradevole! Non ci sarebbe un modo di integrare i vari template? --ESCULAPIO @ 16:24, 17 mag 2008 (CEST)

Dovremmo creare un nuovo template che contenga tutti i parametri. Se trovo il tempo provo a buttare giù qualcosa io, ma non garantisco niente. Jalo 16:42, 17 mag 2008 (CEST)

Ho visto la tua bozza e mi pare che vada bene. Piuttosto che creare un nuovo template apporterei la modifica/integrazione direttamente sul template Area protetta. Ovviamente la sintassi condizionale dovrebbe evitare di far apparire i "campi UNESCO" quando non vengono utilizzati. Pensi si possa fare? --ESCULAPIO @ 19:55, 18 mag 2008 (CEST)

Aggiornato. Così potrebbe essere effettivamente sostituito al template dell'area Jalo 21:14, 18 mag 2008 (CEST)
mi sembra perfetto! Segnalo la novità al Progetto:Aree protette prima di procedere all'integrazione. --ESCULAPIO @ 14:42, 21 mag 2008 (CEST)
la modifica convince un po' tutti, procedi pure all'implementazione! --ESCULAPIO @ 16:57, 25 mag 2008 (CEST)
Ho aggiornato il template "Area protetta". Credo che le voci da aggiustare siano queste Jalo 02:19, 26 mag 2008 (CEST)
OK, procediamo all'integrazione --ESCULAPIO @ 13:02, 26 mag 2008 (CEST)

Criteri[modifica wikitesto]

Il modo con cui appaiono ora i criteri nel template è decisamente criptico. Servirebbe come minimo un tooltip che specifichi per intero il criterio. Per automatizzare la cosa si potrebbero creare tanti parametri quanti sono i criteri. Nella pagina in cui viene inserito il template si compilerebbero (ad esempio con una x) i parametri corrispondenti al criterio che si vuole applicare. Il template avrà lo stesso aspetto dell'attuale tranne che passando il puntatore del mouse su un criterio, apparirà la spiegazione. --Poweruser (msg) 02:17, 27 set 2008 (CEST)

I tooltip non si possono usare per una questione di WP:accessibilità. Già adesso la parola "criterio" è un wikilink a Patrimonio_dell'umanità#Criteri, che spiega tutto in modo completo. Jalo 14:08, 27 set 2008 (CEST)
Il tooltip servirebbe proprio per aumentare l'accessibilità. Verrebbe implementato con l'attributo title, non serve nessuna funzione che qualunque browser non implementi già. --Poweruser (msg) 16:35, 27 set 2008 (CEST)
A me sembra solo una complicazione del template Jalo 17:31, 27 set 2008 (CEST)
Dal punto di vista dell'usabilità e dell'accessibilità avere la scritta (i) o non essere in grado di vedere un'immagine mi sembrano equivalenti. In nessuno dei due casi osservandoli è possibile capire cosa significhino. Guardare in un'altra pagina non è una soluzione pratica. Un problema analogo c'era per il template {{composto chimico}} ed è stato risolto proprio con i tooltip. I parametri usati lì per ottenere l'effetto sono diversi da quelli che ho proposto qui, ma sicuramente possono essere usati anche in questo caso. Inoltre una soluzione simile permetterebbe di categorizzare automaticamente le voci in base al criterio.--Poweruser (msg) 19:03, 27 set 2008 (CEST)
Le voci non si possono categorizzare in base ai criteri. Questo significherebbe avere fino a 13 categorie nella stessa voce o, se vogliamo creare una categoria per ogni possibile combinazione, avere circa 13! categorie (6227020800). Sintetizzare un criterio in quattro parole, per farlo apparire in un tooltip, non permette comunque di capirlo. Jalo 11:32, 29 set 2008 (CEST)
E che problema ci sarebbe ad avere 13 categorie? Quante voci hanno rispecchiano più di 3-4 criteri? Che quattro parole siano più chiare di un numero romano messo tra parentesi mi pare palese.--Poweruser (msg) 14:35, 29 set 2008 (CEST)
Non c'e' solo un numero romano, c'e' anche un link alla spiegazione completa. Jalo 16:51, 29 set 2008 (CEST)
Un link è del tutto insufficiente. È come leggere una cartina senza la leggenda immediatamente visibile. Si perde il significato generale.--Poweruser (msg) 20:12, 29 set 2008 (CEST)
Il fatto che il link sia insufficiente è una tua idea. Tutto il web si basa sui collegamenti ipertestuali, e anche qui si dice: "Wikipedia ha proprio nei collegamenti ipertestuali uno dei suoi punti di forza rispetto ad una enciclopedia cartacea: i collegamenti permettono di passare con facilità da un argomento all'altro, aumentando considerevolmente la fruibilità dei contenuti". Secondo me complicare il template è inutile. Jalo 23:04, 29 set 2008 (CEST)
A discuterne in due non se ne cava nulla. Non hai intenzione di sentire ragioni. Lascio perdere. Tenetevi il template inusabile.--Poweruser (msg) 09:52, 30 set 2008 (CEST)
De gustibus ... Jalo 11:11, 30 set 2008 (CEST)

Immagine[modifica wikitesto]

Perché non portare l'immagine a 250 o 300px? --Markos90 01:32, 13 apr 2010 (CEST)

Tieni conto che alcune immagini sono verticali, per cui aumentare un po' la larghezza significa aumentare ancora di più l'altezza. Rischiamo di avere un template troppo alto Jalo 23:53, 14 apr 2010 (CEST)

bug o cosa?[modifica wikitesto]

Guardare qui per favore: http://it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Bar/Discussioni/Logo_Patrimonio_dell%27umanit%C3%A0 --Asdino (msg) 19:51, 21 giu 2010 (CEST)

Questione di tempo. Ora si vede bene Jalo 12:17, 22 giu 2010 (CEST)

Nuove categorie, nuovo problema[modifica wikitesto]

In seguito allo spostamento delle categorie contenute in Categoria:Patrimoni dell'umanità per continente, è venuto a mancare il link automatico che il template presentava in fondo allo stesso, che teneva conto della sola preposizione in. Ora, anche grazie ad Ariel, ci si è accorti del problema. Ho provveduto a disattivare temporaneamente suddetto link in attesa di aggiornamenti. Il problema ora è: come gestiamo le varie preposizioni?
Dando un'occhiata nella macro categoria, bisognerebbe vedere quale preposizione è la più usata (in questo post assumerò che sia il del, il più usato). Propongo dunque di creare una libreria in una sottopagina del tmp per lo #switch: che contenga i nomi di tutti i paesi a cui non non va anteposto il del, inserire il controllo sul link così che il template vada a controllare se il nome del paese a cui il tmp si riferisce è contenuto nella libreria: se è contenuto, restituisce la preposizione personalizzata al nome del paese altrimenti restituisce il del come preposizione standard.
E' un'idea pensata man mano che scrivevo, ma voi cosa ne pensate? --Gnumarcoo 13:11, 29 dic 2010 (CET)

Non ho capito bene qual'è il problema... E' solo la mappetta nella categoria principale? O c'era una categorizzazione automatica? O è un campo nei singoli template che non si vede più? Cmq la libreria è fattibilissima, "del" è la preposizione più usata poi ci sono di, d', della, dello, dell' e degli. --OPVS SAILCI 13:28, 29 dic 2010 (CET)
Credo anch'io che sia fattibile. ;-) In pratica, nel template:UNESCO, prima che fosse modificato temporaneamente da Gnumarcoo per ovviare al problema, c'era un link in basso generato da una categorizzazione automatica. Finché c'era la preposizone "in", veniva generato un link universalmente valido e mai rosso (prima), del tipo "Patrimoni dell'umanità in Bulgaria, Patrimoni dell'umanità in Iran e così via. Con la sostituzione della preposizione semplice "in" con la preposizione articolata "del/della/dell'" nelle singole categorie spostate, la categorizzazione automatica ha generato dei link tutti rossi perché funzionava ancora con "in". E purtroppo, appunto, non bastava sostituire "in" con "del" anche nel template per i motivi di cui sopra (Patrimoni dell'umanità della Bulgaria ma Patrimoni dell'umanità dell'Iran per esempio). ;) Vada per la libreria! --ARIEL 13:57, 29 dic 2010 (CET)
@Sailko: Come ti ha spiegato Ariel, si trattava di un link che puntava alla categoria dei beni corrispondenti allo stato a cui il template era stato posto. :) --Gnumarcoo 14:23, 29 dic 2010 (CET)

sì, ma anche prima con "in" venivano problemi, perchè non si può dire "Patrimoni dell'umanità in Malta" o "Patrimoni dell'umanità in Paesi Bassi". Quindi anzi, con queste modifiche forse abbiamo trovato un baco e lo si può risolvere. Segnalo che il Template:Stadio ha uno switch con il quale associare le preposizioni ai diversi paesi. --Superchilum(scrivimi) 19:47, 29 dic 2010 (CET)

Si ma lo {{Stadio}} deve gestire pochi paesi, nel nostro caso sono molti di più - motivo per cui non mi sono fiondato subito sullo switch anche se sembra esser l'unica via percorribile. Appena possibile mi metto a scrivere due righe di codice, se tutti siamo d'accordo. --Gnumarcoo 22:38, 29 dic 2010 (CET)
assolutamente no, il concetto è uguale: si usa la stessa preposizione per tutti tranne per quei casi per cui non vale. Come vedi dal link che hai messo, quella pagina vale solo per i casi particolari, che sono gli stessi per questo template. --Superchilum(scrivimi) 00:53, 30 dic 2010 (CET)
Hai ragione: al problema con la preposizione in non avevo pensato. E la questione non riguarda un unico template ma tutti i template (e i casi in generale) nei quali si verificano problemi simili. Non tutti i mali vengono per nuocere. Forse è la volta buona che troviamo - o abbiamo già trovato - una soluzione "universale". --ARIEL 13:10, 30 dic 2010 (CET)
@Superchilum: se tu programmi il template facendo in modo dire: controlla se il paese X è nello #switch, altrimenti dammi la preposizione Y (più frequente), è ovvio che devi mettergli, nella libreria, tutti i paesi che non vogliono la preposizione Y. Nel nostro caso, non sono così pochi come nel caso dello {{Stadio}} - è un dato di fatto. :) Cmq poco male: è l'unica soluzione dunque si fa e festa finita. :) --Gnumarcoo 20:15, 30 dic 2010 (CET)
e non si potrebbe creare un unico template switch che vada bene per Stadio, Unesco e altri template che potrebbero averne bisogno? --Superchilum(scrivimi) 17:02, 1 gen 2011 (CET)
Sarebbe da valutare la convenienza del lavoro in base alle vigenti policy. Sarebbe un interessante passo successivo. :) --Gnumarcoo 19:22, 1 gen 2011 (CET)
Fatto. --Gnumarcoo 20:34, 1 gen 2011 (CET)

Modifica del template[modifica wikitesto]

Salve. Credo sia giunto il momento di modificare il template, per renderlo più corretto e snello. Traendo ispirazione anche dall'omologo in lingua inglese: innanzitutto l'UNESCO non protegge i beni, in quanto non ha alcuna autorità su di essi (basti pensare al caso di Pompei). A mio parere - ma attendo il vostro - sarebbe opportuno inserire un riferimento diretto alla nazione di appartenenza (con la tanto caratteristica bandiera+nazione), sostituire la dicitura "Scheda UNESCO" con "Riferimento" (che è il codice numerico che si riferisce al sito), e magari specificare oltre all'anno d'inserimento anche la sessione in cui è stato inserito. Inoltre non sono molto convinto che vada lasciata la dicitura in lingua inglese, in quanto le lingue di lavoro dell'Organizzazione sono più d'una e non mi sembra il caso di trascriverle tutte: basta e avanza la dicitura italiana, che poi in molti casi è la semplice traduzione diretta della denominazione inglese/francese. Ma cosa assolutamente più importante sarebbe, a mio parere, stabilire che la scheda vada inserita solamente all'interno della voce di wikipedia che contempla il sito specifico (dunque, niente regioni, province, come qui ); anche perché se il sito è talmente importante da essere censito dall'UNESCO, dovrebbe avere una voce a sé stante. --ARCHEOLOGO 15:18, 7 apr 2011 (CEST)

In realtà li protegge, nel senso che controlla che vengano effettuati i necessari lavori di manutenzione. Non so se l'indicazione dello stato serva, è sempre scritto nella prima riga. "Scheda UNESCO" mi sembra più preciso di "Riferimento", col quale non si capisce bene a cosa ci si riferisca (il sito ufficiale del bene?). Viene effettuata una sola sessione l'anno, quindi indicare anno *e* sessione è secondo me ridondante. Le lingue dell'UNESCO sono due (francese e inglese); la versione italiana è una traduzione letterale non ufficiale, per cui è necessario lasciarne una ufficiale, e tra le due è meglio l'inglese.
L'inserimento solo nella voce specifica è già previsto adesso: "Si faccia attenzione ad applicarlo al bene e non all'articolo, ad esempio per Bellinzona applicarlo solo ai castelli e non a tutta la città". Puoi quindi toglierlo ovunque lo vedi usato in modo errato (anzi, ti ringrazio se lo fai) Jalo 15:26, 7 apr 2011 (CEST)
D'accordo con te per quanto riguarda l'applicazione di quanto già previsto. Per quanto riguarda le sessioni, vorrei ricordare che esistono non solo quelle ordinarie, ma anche quelle straordinarie, le assemblee generali e i bureau (qui c'è l'elenco). Mi resta qualche dubbio sull'impiego della dicitura nella sola lingua inglese (in fondo le lingue di lavoro sono inglese e francese, mentre quelle ufficiali sono altre ancora: guarda qui): ad esempio le wiki spagnola e portoghese traducono solo la dicitura e non ne aggiungono altre. La questione della "protezione" è più complessa: la convenzione UNESCO per i patrimoni dell'umanità non prevede alcun vincolo (in particolare gli articoli 5 e 11. Il massimo che può fare è inserirli all'interno di una lista di beni in pericolo, ma praticamente non ha alcun valore: basti pensare al caso dei Buddha di Bamiyan nel 2001. Anche l'ICCROM si occupa della protezione dei beni culturali, ma come le altre organizzazioni può solamente proporre e far ratificare convenzioni a discrezione dei singoli stati; considera inoltre che di paese in paese non sempre le convenzioni vengono ratificate o applicate (un caso per tutti: la convenzione UNESCO sul patrimonio subacqueo è stata approvata dal nostro Parlamento - sic! - otto anni dopo); la situazione ad oggi dell'Italia è qui. --ARCHEOLOGO 16:27, 7 apr 2011 (CEST)
Nome dell'assemblea
E' vero che ce ne sono tante, ma solo una volta l'anno si decide l'inserimento/rimozione/modifica dei beni. Ribadisco, inserire anno *e* assemblea è ridondante
Lingue
Ehi ehi ehi, non confondiamo l'UNESCO con il WHC. Nel sito del WHC, la primissima riga in cima, si vede che le lingue sono solo inglese e francese (inglese per l'internazionalità, francese perché la sede è a Strasburgo)
Protezione
Per essere inserito nella lista un bene deve essere salvaguardato (manutenzione e protezione) dallo stato che lo contiene, pena l'eliminazione dalla lista (il concetto di beni in pericolo è diverso). Vedi la differenza tra un sito in pericolo ed uno cancellato (causa costruzione di un ponte a 4 corsie). In questo senso li protegge, gli stati sono costretti a curarli per poterli mantenere nella lista. Per questo il WHC fa controlli periodici
non sempre le convenzioni vengono ratificate o applicate
Gli stati che non hanno ratificato la convenzione non possono avere beni inseriti nella lista. Gli stati che non mantengono le promesse si vedono cancellare dalla lista i beni
Jalo 16:48, 7 apr 2011 (CEST)

Area protetta[modifica wikitesto]

Segnalo Discussioni template:Area protetta#Integrazione(?) --Bultro (m) 17:24, 28 set 2011 (CEST)

Discorso analogo in Discussioni template:Sito archeologico#UNESCO --Bultro (m) 15:40, 18 ott 2011 (CEST)

Stante che entrambi i template {{Area protetta}} e {{UNESCO}} compaiono in molte pagine (vedi p.es Parco nazionale di Kaziranga o Parco nazionale del Serengeti) si potrebbe adottare una soluzione che armonizzi la larghezza degli stessi ? --ESCULAPIO @msg 14:44, 2 mag 2012 (CEST)

Patrimoni immateriali[modifica wikitesto]

E' giusto usare il template anche per Festa di Sant'Agata e Falconeria? Se si mi pare che si debba fare qualche modifica per gestirli, come minimo i link alle schede non funzionano --Bultro (m) 00:37, 10 mag 2012 (CEST)

No, questo template è stato creato per i patrimoni dell'umanità. Altre liste UNESCO richiedono parametri diversi, e piuttosto che creare un eco mostro è meglio creare un template nuovo Jalo 08:22, 10 mag 2012 (CEST)
beh, essendo comunque lo stesso argomento, IMHO una prova di template con parametri che vadano bene anche per quelli immateriali si potrebbe fare. --Superchilum(scrivimi) 10:03, 10 mag 2012 (CEST)
Non è lo stesso argomento, sono semplicemente due cose gestite entrambe dall'UNESCO. Se aggiungi i parametri per poterlo utilizzare anche per gli immateriali, allora devi aggiungere anche i parametri per tutte queste altre liste (e in realtà l'UNESCO ne gestisce altre ancora) Jalo 10:09, 10 mag 2012 (CEST)
Io volevo imbarcarmi nell'ardua impresa di creare un template.... ho creato questo:
  Patrimonio orale/immateriale dell'umanità
{{{nome}}}
Riconosciuto dal {{{anno}}}
Criterio {{{criterio}}}
Scheda UNESCO
 UNESCO 
Se ritenete che l'idea vada accantonata non proseguo... --Gambo7 (msg) 16:54, 8 feb 2013 (CET)
A parte la grafica da sistemare penso che si possa fare. Vedendo qui, pare che altri campi da riportare sono la nazione (anche più di una), la lista specifica e il dominio. Mettilo in una bozza... --Bultro (m) 17:58, 8 feb 2013 (CET)
Il paese c'è già, ma è nel campo #if:, quindi si vede solo se viene scritto nella stesura del template (ci sono anche i campi immagine e nome inglese). Volevo anche aggiungere una bandierina davanti al nome del paese ma purtroppo le mie capacità si fermano qua!! Se qualcuno più esperto potesse aiutarmi :-) --Gambo7 (msg) 18:24, 8 feb 2013 (CET)
PS: la wiki spagnola ha creato un template che unisce sia i beni materiali che immateriali ma non sono riuscito a raggiungerne il codice, altrimenti lo avrei semplicemente tradotto --Gambo7 (msg) 18:27, 8 feb 2013 (CET)
Suggerirei di mantenere lo stile di questo template anche per quello dei patrimoni immateriali Jalo 09:01, 11 feb 2013 (CET)
Lo stile "di questo" quale? In ogni caso con quello spagnolo mi riferivo all'idea di un codice che valesse per entrambi i patrimoni, non alla grafica --Gambo7 (msg) 14:03, 11 feb 2013 (CET)
Quello a cui è collegata questa talk :) Template:UNESCO. Sul fatto di farne uno che vale per entrambe sono d'accordo, ma purtroppo non ho tempo per aiutarti Jalo 14:46, 11 feb 2013 (CET)

Ho provato a creare Template:UNESCO immateriale, un esempio in Falconeria. Se pensate che può andare scrivo anche il manuale. A proposito (anche per il template UNESCO): ma perché il nome straniero dev'essere proprio quello in inglese? --Bultro (m) 23:03, 23 feb 2013 (CET)

Symbol support vote.svg Favorevole
Piuttosto nel lik alla scheda dovresti mettere quello in francese su una riga e quello in inglese su un'altra, e basta: quel ({AR}, {EN}, {ES}, {FR}) così insieme non ci sta a dir nulla. --Gambo7 (msg) 23:48, 23 feb 2013 (CET)
Perché non quello spagnolo allora (e anche arabo, a voler essere neutrali).
Altre cosette: di alcuni come Canto a tenore non sono indicati i criteri sul sito Unesco[1], non sono sempre obbligatori? e sono indicate due date (nell'esempio precedente, "iscritto" nel 2008 e "proclamato" nel 2005) --Bultro (m) 19:43, 24 feb 2013 (CET)
Il WHC ha 2 lingue ufficiali: l'inglese come lingua internazionale e il francese come lingua locale (ha sede a Strasburgo). Solo queste sono le lingue ufficiali, e dovendo scegliere si è ovviamente optato per l'inglese Jalo 09:29, 25 feb 2013 (CET)
Questo template si riferisce solo ai patrimoni materiali, non al canto a tenore. Infatti i criteri si riferiscono solo ai patrimoni materiali Jalo 09:32, 25 feb 2013 (CET)
Stiamo parlando del template per i patrimoni immateriali, e i criteri (ovviamente diversi) ci sono, solo che in alcuni casi il sito non li riporta. Se ho ben capito è perché li hanno introdotti solo da una certa data, quindi basta rendere opzionale il parametro --Bultro (m) 13:07, 25 feb 2013 (CET)
Ah si, ho sbagliato thread :P Jalo 14:13, 25 feb 2013 (CET)

Bene protetto?[modifica wikitesto]

Dico, siamo matti? (cit.) A parte gli scherzi, l'UNESCO non protegge assolutamente nessun bene, dato che la tutela è sempre e solo affidata allo Stato che ospita il monumento o il bene in generale. L'organizzazione al massimo ha compiti di controllo, limitati ad un paio di osservatori: l'unica azione che può compiere è eliminare il bene dalla lista. L'argomento è importante, perché esistono noiosissimi accordi e leggi sull'argomento, e ribadiscono in maniera ben precisa che l'UNESCO non può intervenire in alcun modo neanche sulla gestione dei monumenti. --ARCHEOLOGO 12:50, 6 giu 2012 (CEST)

Da quando si modifica un template molto usato senza discutere? Jalo 13:46, 6 giu 2012 (CEST)
Hai chiesto la stessa identica cosa 2 righe sopra, e ti ho risposto Jalo 13:48, 6 giu 2012 (CEST)
Assolutamente non li protegge. La funzione di tutela è affidata in via esclusiva allo Stato, tanto che - per dire - le regioni italiane svolgono solo la funzione di valorizzazione. E un'organizzazione internazionale non può avere questo potere: l'esempio dei Buddha di Bamiyan mi sembra eloquente in questo senso, o basterebbe pensare a Pompei. L'UNESCO svolge una funzione di certificatore: sceglie quali monumenti sono da inserire nella Lista, e nel caso vengano meno dei requisiti li esclude dalla stessa: tutto qui. L'errore è grave, perché è come se affermassimo che Napoletano viene protetto dalle guardie pontificie. La Convenzione sul Patrimonio dell'Umanità è molto chiara: l'UNESCO aiuta gli Stati a proteggere i beni (con soldi e tecnici), ma non potrebbe mai svolgere in maniera autonoma questa funzione. --ARCHEOLOGO 13:55, 6 giu 2012 (CEST)
"Proteggere" non significa "impedire che si rovini", altrimenti, converrai, neanche lo stato italiano sta proteggendo Pompei, così come l'Afghanistan non avrebbe protetto i Buddha di Bamiyan.
Cosa intendi tu con "proteggere"? L'UNESCO sceglie quali monumenti inserire e verifica che vengano correttamente conservati, e quindi li sta proteggendo. Tu stesso dici "l'UNESCO aiuta gli Stati a proteggere i beni", e allora li protegge.
La convenzione dell'UNESCO si chiama Convention Concerning the Protection of the World Cultural and Natural Heritage. Ed esplicitamente, nelle FAQ, dice "Its protection [la protezione del bene, ndT] and preservation becomes a concern of the international World Heritage community as a whole" Jalo 14:26, 6 giu 2012 (CEST)
Sono d'accordo: una volta che il bene diviene Patrimonio dell'Umanità, la comunità mondiale si pone il problema della sua tutela. Credo lo spieghi bene l'Ufficio Patrimonio Mondiale UNESCO: "La Convenzione rappresenta, quindi, un accordo, ratificato quasi universalmente, volto a garantire le risorse intellettuali e finanziarie (entro i limiti delle disponibilità) necessarie per la salvaguardia dei siti della Lista del Patrimonio Mondiale." (link). Nulla di più. Facendo un esempio pratico: un osservatore internazionale non può operare nessun intervento senza l'autorizzazione di soprintendenza o ministero. La legge italiana (di cui ultima: Legge 20 febbraio 2006, n. 77 "Misure speciali di tutela e fruizione dei siti italiani di interesse culturale, paesaggistico e ambientale, inseriti nella lista del patrimonio mondiale, posti sotto la tutela dell'UNESCO") non parla di protezione da parte dell'UNESCO, tanto che la convenzione, nella legge di conversione approvata dal Parlamento, traduce come "salvaguardia", appunto perché la tutela è una prerogativa dello Stato. Altrimenti l'UNESCO dovrebbe e potrebbe prendere decisioni che lo Stato italiano potrebbe non condividere, e (purtroppo aggiungo io) non è così. Sfortunatamente l'UNESCO non protegge una beneamata mazza: al massimo dà una mano quando richiesto. Nel caso di Pompei, ad esempio, i soldi non sono dell'UNESCO ma dell'UE perché l'Italia ha preferito questa scelta; nella prospettiva che proponi tu, l'UNESCO sarebbe dovuto necessariamente intervenire. --ARCHEOLOGO 15:04, 6 giu 2012 (CEST)
Le leggi italiane non contano nulla, visto che non possono cambiare quello che l'UNESCO è. E' poi scorretto tradurre "World Heritage" col generico termine di "Patrimonio Mondiale", visto che le maiuscole fanno ben capire che ci si sta riferendo all'UNESCO. Quindi è l'UNESCO che protegge, non un non meglio definito "patrimonio mondiale" Jalo 15:19, 6 giu 2012 (CEST)
E l'esempio di Pompei è proprio calzante, visto che "Sarà l'Unesco a occuparsi direttamente di Pompei" Jalo 15:24, 6 giu 2012 (CEST)
Le riduzioni giornalistiche possono andar bene per un titolo di telegiornale. Sinceramente, vorresti dirmi che i restauri adesso li paga l'UNESCO? Gli stipendi di custodi e bigliettai sono pagati dalla comunità internazionale? Le leggi italiane contano perché è il Parlamento a ratificare l'adesione all'UNESCO ed ogni convenzione che viene firmata (tanto che esistono convenzioni di questo stesso ente firmate da oltre 20 anni che, nonostante la piena partecipazione italiana all'UNESCO, non hanno valore in Italia perché non ancora ratificate). In sostanza, l'UNESCO redige una lista di monumenti fondamentali per cui ha un'occhio di riguardo: se gli stati non riescono a garantirne la tutela, l'ente si affianca allo stato con aiuti tecnici e finanziari. Per capirci ancora meglio: se le sedi ONU - anche l'UNESCO a Parigi - non ricadono nella legislazione della Stato che le ospita (come avviene per le ambasciate), i siti che sono Patrimonio dell'Umanità hanno la piena sovranità dello Stato, in questo caso l'Italia. Non capisco quindi perché associare all'UNESCO compiti che - sfortunatamente, ripeto - non ha. Otto mesi dopo il servizio del TG3, l'unico atto che l'UNESCO ha prodotto è una decisione della commissione, che ha valore puramente consultivo. --ARCHEOLOGO 17:21, 6 giu 2012 (CEST)
Vabbé, ho capito che abbiamo interpretazioni diverse del termine "proteggere", per cui chiedo altri pareri al bar Jalo 18:09, 6 giu 2012 (CEST)
L'Unesco sicuramente svolge un'opera protettiva a favore di alcuni beni considerati di particolare valore. L'interessamento dell'Unesco valorizza il bene, ne aumenta la visibilità, ne rende più difficile il vandalismo, la distruzione. Miracoli non ne può fare.--Servator (msg) 15:24, 7 giu 2012 (CEST)

Per chi arriva dal bar[modifica wikitesto]

Sintesi della discussione qui sopra.

L'UNESCO ha una sezione che riguarda i patrimoni dell'umanità. In pratica gestisce una lista di siti "degni di nota".

I siti, per poter essere nella lista, devono essere curati e conservati dallo stato in cui si trovano, pena l'inserimento nella lista dei "beni in pericolo" o addirittura l'eliminazione del bene dalla lista dei patrimoni dell'umanità.

Io questo comportamento dell'UNESCO lo definisco "proteggere" il bene, mentre per archeologo il termine "protezione" non è corretto ed andrebbe eliminato dal template. Pareri? Jalo 18:07, 6 giu 2012 (CEST)

Dunque, il documento chiave dovrebbe essere questo. L'ho letto rapidamente, però in generale la tutela spetta ai singoli stati membri che in alcuni casi possono chiedere l'aiuto di un comitato internazionale, che ha fondi propri. Dipende da quanto vogliamo intendere in senso lato il concetto di "protetto dall'UNESCO"; salvo casi eccezionali, il fatto che un bene sia nella lista obbliga lo stato a proteggerlo e l'UNESCO supervisiona. Posto che non protegge direttamente, si può dire che lo faccia indirettamente? E all'atto pratico, si può formulare meglio la testata del template? --Cruccone (msg) 18:39, 6 giu 2012 (CEST)
si potrebbe lasciare semplicemente "Bene UNESCO". --valepert 20:01, 6 giu 2012 (CEST)
Ringrazio Jalo per il riassunto e per aver coinvolto il bar (altrimenti penso ci saremmo avvitati inutilmente per altro tempo). La mia idea era di lasciare solo la dicitura "Patrimonio dell'Umanità" e sotto "UNESCO", niente più. --ARCHEOLOGO 20:41, 6 giu 2012 (CEST)
Io ho trovato questo che dovrebbe essere lo stesso documento di Cruccone ma tradotto in italiano. L'analisi e i dubbi sempre di Cruccone sono corretti a mio avviso. IMHO la chiave è capire cosa intende l'UNISCO per "proteggere". --Peppo (msg) 21:28, 6 giu 2012 (CEST)
Proteggere fa pensare a qualcosa di attivo, quindi megloio come dice archeologo. --Sailko 23:09, 6 giu 2012 (CEST)
in sostanza, non essendo esplicita o palese la "protezione", essendo solo un titolino di un template io lo toglierei come dicono Archeologo o, in subordine, valepert (o altre forme simili). --Superchilum(scrivimi) 09:04, 7 giu 2012 (CEST)
Premesso che pare chiaro che l'Unesco non invii caschi blu per proteggere siti archeologici né, più concretamente, spenda risorse finanziare per tutelarle, la forma di tutela è quella del rendere pubblica una lista mondiale di beni di rilevante importanza artistica. Il fatto di far parte di questa lista "è la tutela": per impatto mediatico e perchè fa nascere degli obblighi agli stati proprietari. Quanto capitato ai Buddha di Bamiyan e il successivo sdegno internazionale è dato proprio dall'inserimento in tale lista.[2] Se non vi fossero stati inseriti, dubito che se ne parli. Ergo non posso che essere d'accordo con Jalo. --Sd (msg) 11:31, 7 giu 2012 (CEST)
al massimo si può dire che lo sdegno è stato maggiore, ma dubito fortemente che sarebbe passato in sordina un'azione del genere anche se non fossero state messe nella lista. --Superchilum(scrivimi) 12:24, 7 giu 2012 (CEST)
Intendiamoci: parlarne in un trafiletto del nytimes una volta capitato il fatto è un conto, che se ne parli ancora e sia usato come "esempio" è un altro. Ma il succo non cambia, essere nella lista da maggiore visibilità. Poi superchilum sono sicuro che non vogliamo stare a parlare di numero di righe che citano il fatto e minuti di servizi nei telegiornali del mondo, vero?--Sd (msg) 12:47, 8 giu 2012 (CEST)
A latere: I Buddha di Bamiyan non erano nella Lista perché l'Afghanistan all'epoca non aveva firmato la convenzione... ci sono entrati "de facto" dopo la caduta del governo talebano. Di questo mi ricordo bene perché all'epoca avevo studiato la lista e l'afghanistan non c'era. Quindi l'osservazione di SD è errata, sorry. --Sailko 13:33, 7 giu 2012 (CEST)
A latere: non sono entrati "de facto", ma ufficialmente. Nel sito archeologico rientrano anche i buddha, anche per testimoniare il danno avuto nel 2001[3]. Ergo il discorso non cambia e l'osservazione di Saiko è oggettivamente errata, sorry.--Sd (msg) 12:47, 8 giu 2012 (CEST) P.S. strikko l'esempio in quanto mi rendo conto sia forviante
ecco bravo... --Sailko 13:27, 8 giu 2012 (CEST)

Sito archeologico/Unesco[modifica wikitesto]

Segnalo --Sailko 14:14, 8 giu 2012 (CEST)

Larghezza del template[modifica wikitesto]

Ho notato che in moltissimi casi questo template è posto subito sotto il template città (o altri template come {{catena montuosa}}): sarebbe possibile restringerlo di pochi px in modo che assuma le stesse dimensioni degli altri template sinottici? --Nicolabel 10:29, 17 ago 2014 (CEST)

Credo fosse colpa solo dell'immagine, un po' troppo larga. Il sinottico di per sé ha la larghezza di default --Bultro (m) 16:31, 17 ago 2014 (CEST)

Città creativa[modifica wikitesto]

Oltre a "patrimonio" e "riserva" si potrebbe aggiungere in tipo bene il Città creativa ?--151.67.222.159 (msg) 14:05, 17 ago 2014 (CEST)

[modifica wikitesto]

Buongiorno a tutti :) Dato che molti siti unesco hanno un logo, ritengo che inserire sopra l'immagine una casella, di dimensioni minori rispetto all'immagine, per non appesntire troppo?--Bruce The Deus (msg) 12:09, 19 giu 2015 (CEST)

Mmmm, non credo che si tratti di loghi ufficiali dell'UNESCO, per cui non credo che andrebbero messi Jalo 13:59, 19 giu 2015 (CEST)

Larghezza tmp[modifica wikitesto]

È possibile fare in modo che la larghezza di questo tmp sia uguale a quello inserito subito sopra (es. "Fortezza di San Nicolò", "Fortezza di Palmanova")? -- Gi87 (msg 14:52, 19 lug 2017 (CEST)

È {{Infobox struttura militare}} che ha una larghezza non standard (300px) rispetto agli altri :) Poi questo template diventerebbe più largo rispetto ad altri in pagine in cui ora la larghezza è omogenea (es. Cattedrale di Aquisgrana). --M.casanova (msg) 17:36, 19 lug 2017 (CEST)
Grazie [@ M.casanova. Ti chiederei allora se potresti standarizzare l'altro. -- Gi87 (msg) 20:33, 19 lug 2017 (CEST)
[@ Gi87 Forse è meglio chiedere prima nella discussione del template (coinvolgendo il progetto guerra e il progetto template) in modo da evitare problemi (magari c'è un motivo per cui il template è più largo). Se non ci sono opposizioni, dovrebbe bastare semplicemente eliminare la quarta riga (|StileTabella = width: 300px;) dal template e cambiare dim=280 in dim=260 nella riga |Immagine = .... --M.casanova (msg) 21:05, 19 lug 2017 (CEST)
Discussione spostata in Discussioni template:Infobox struttura militare#Larghezza tmp. -- Gi87 (msg) 22:03, 19 lug 2017 (CEST)

Due anni diversi per riconoscimento[modifica wikitesto]

Monte San Giorgio (Unesco) è stato riconosciuto nel 2003 per la parte svizzera e 2010 per quella italiana. Il presente template non supporta correttamente due date + annotazioni. Si può rimediare? Grazie --Bramfab Discorriamo 17:38, 9 lug 2018 (CEST)