Emilio Barbero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Emilio Barbero
Nazionalità  Italia
Calcio
Ruolo Attaccante
Carriera
Giovanili
Torino
Squadre di club1
1938-1939 Dop. Az. F.I.A.T. Torino ? (1)
1939-1940 Piacenza 23 (6)
1940-1942 Biellese 36 (10)
1942-1944 Casale 39 (9)
1945 Torino ? (2)
1945-1946 Casale 18 (7)
1946-1947 Novara 22 (1)
1947-1948 Vogherese 19 (3)
1948-1949 Cesena 34 (14)
1949-1950 Piombino 22 (7)
1950-1951 Cesena 31 (2)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Emilio Barbero (Castelnuovo Calcea, 10 giugno 1919[1]Pont Canavese, 20 dicembre 1996[1]) è stato un calciatore italiano, di ruolo attaccante.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nel Torino, nel 1938 passa in prestito al Dopolavoro FIAT, con cui partecipa al campionato di 1938-1939 senza poter evitare la retrocessione in Prima Divisione. L'anno successivo la società granata lo cede al Piacenza, nell'affare che porta Luigi Ganelli al Torino[2][3]; con la formazione emiliana, militante in Serie C, realizza 6 reti in 23 presenze[3].

A fine stagione viene posto in lista di trasferimento[4], e torna in Piemonte, nelle file della Biellese[5], con cui disputa due campionati di Serie C. Nel 1942 si trasferisce al Casale, e con la formazione nerostellata disputa anche il Campionato Alta Italia 1944 nel quale scende in campo 18 volte realizzando una rete. Nel 1944 torna temporaneamente nelle file del Torino, con cui partecipa al Trofeo Fiat, competizione cittadina vinta dalla Juventus[6].

Terminato il conflitto fa ritorno al Casale, ammesso al campionato di Serie B-C Alta Italia, nel quale realizza 7 reti. Nel 1946 passa al Novara, con cui esordisce in Serie B a 27 anni, e nel campionato successivo si trasferisce alla Vogherese[7], che si classifica al penultimo posto retrocedendo in Serie C: nella formazione pavese totalizza 19 presenze e 3 reti[8]. Nella stagione Serie C 1948-1949 è al Cesena, dove ormai trentenne vive la propria miglior stagione in termini realizzativi, con 14 reti realizzate. Chiude la carriera nella formazione romagnola due anni più tardi, dopo l'intermezzo di un'annata nel Piombino[9], sempre in Serie C.

Ha disputato 18 partite nel Campionato Alta Italia 1944, 18 partite nel campionato Serie B-C Alta Italia 1945-1946 (tutte con il Casale) e 41 partite in Serie B con Novara e Vogherese.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Dati comunicati dall'anagrafe di Castelnuovo Calcea. Secondo alcune fonti è nato il 10 giugno 1920.
  2. ^ Ganelli del Piacenza passa al Torino, Il Littoriale, 4 agosto 1939, pag.2
  3. ^ a b Rosa 1939-1940 Storiapiacenza1919.it
  4. ^ Elenco dei calciatori autorizzati a cambiare società nell'anno 1940-41, Il Littoriale, 27 agosto 1940, pag.4
  5. ^ Rosa 1940-1941 Storiapiacenza1919.it
  6. ^ Le competizioni del primo semestre dell'anno 1945 Archiviato il 30 settembre 2012 in Internet Archive. Archiviotoro.it
  7. ^ Almanacco Illustrato del calcio 1948, pag.169
  8. ^ Almanacco Illustrato del calcio 1949, pag.165
  9. ^ Almanacco Illustrato del calcio 1950, pag.209

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie