Finale della UEFA Champions League 2008-2009

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Finale della UEFA Champions League 2008-2009
Lo Stadio Olimpico, sede dell'atto finale della Champions del 2009 tra Barcellona e Manchester United
Dettagli evento
Competizione UEFA Champions League 2008-2009
Data 27 maggio 2009
Città Roma
Impianto di gioco Stadio Olimpico
Spettatori 62 467
Risultato
Barcellona
2
Manchester Utd
0
Arbitro Massimo Busacca
MVP Xavi
ed. successiva →     ← ed. precedente

La finale della 54ª edizione della Champions League fu disputata mercoledì 27 maggio 2009 allo Stadio Olimpico di Roma, tra la compagine spagnola del Barcellona e quella inglese del Manchester United. È stata l'ultima volta che una finale di Champions League venne disputata di mercoledì, infatti dall'edizione successiva le finali si disputarono di sabato.

Il cammino verso la finale[modifica | modifica wikitesto]

Il Barcellona di Josep Guardiola, subentrato in estate a Frank Rijkaard, iniziò il proprio cammino europeo dal terzo turno di qualificazione, ottenuto grazie al terzo posto nella Primera División 2007-2008, in cui sconfisse i polacchi del Wisła Cracovia con un aggregato di 4-1 (vittoria per 4-0 al Camp Nou e sconfitta per 1-0 a Cracovia). Successivamente i catalani vennero inseriti nel Gruppo C insieme ai portoghesi dello Sporting Lisbona, agli svizzeri del Basilea e agli ucraini dello Shakhtar Donetsk, dove passarono il turno classificandosi al primo posto del girone, totalizzando 13 punti, frutto di quattro vittorie, un pareggio (1-1 col Basilea) ed una sconfitta (2-3 contro lo Shakhtar al Camp Nou). Agli ottavi di finale gli spagnoli incontrarono i francesi dell'Olympique Lione che, dopo l'iniziale pareggio per 1-1 a Lione, vennero agevolmente sconfitti per 5-2 nel match di ritorno al Camp Nou. Ai quarti affrontarono i tedeschi del Bayern Monaco, che vennero battuti con un netto 4-0 nel match d'andata giocato a Barcellona, mentre la partita di ritorno terminò 1-1. In semifinale i blaugrana eliminarono gli inglesi del Chelsea, finalisti della precedente edizione, solamente grazie alla regola dei gol in trasferta, dopo i tempi supplementari del match di ritorno giocato a Stamford Bridge, conclusosi 1-1 (l'andata al Camp Nou finì 0-0), con un grandissimo gol allo scadere del secondo supplementare di Andrés Iniesta.

Il Manchester United di Alex Ferguson, campione d'Europa in carica, venne inserito nel Gruppo E insieme agli spagnoli del Villarreal, agli scozzesi del Celtic e ai danesi dell'Aalborg, dove passò il turno classificandosi al primo posto, totalizzando 10 punti, frutto di due sole vittorie (3-0 all'Aalborg e 3-0 al Celtic) e ben quattro pareggi. Agli ottavi di finale gli inglesi affrontarono gli italiani dell'Inter, pareggiando 0-0 al Meazza e vincendo 2-0 all'Old Trafford. Ai quarti eliminarono i lusitani del Porto con un aggregato di 3-2 (pareggio per 2-2 a Manchester e vittoria per 1-0 a Oporto). In semifinale i Red Devils affrontarono in un derby inglese i connazionali dell'Arsenal, vincendo entrambe le partite (1-0 all'Old Trafford e 3-1 all'Emirates Stadium), agguantando così la seconda finale europea consecutiva.

La partita[modifica | modifica wikitesto]

Lionel Messi e Michael Carrick durante uno spezzone della gara.

Nella finale di Roma il Barcellona partì fortissimo, trovando il gol dopo 9' dall'inizio della partita con Samuel Eto'o che raccolse il passaggio di Andrés Iniesta, fece fuori con un dribbling secco Nemanja Vidić e, per evitare l'intervento in scivolata di Michael Carrick, con un affrettato tiro di esterno riuscì a trafiggere Edwin van der Sar.

I blaugrana continuarono ad attaccare i campioni d'Europa in carica, anche perché i Red Devils stentarono a capitalizzare le proprie azioni offensive e le poche create, soprattutto da Cristiano Ronaldo, non riuscirono ad andare in rete.

Così, al 69', il Barcellona chiuse la partita sul 2-0 grazie all'imparabile colpo di testa di Lionel Messi, che convertì in rete un perfetto cross di Xavi e consegnò agli spagnoli la terza UEFA Champions League della loro storia.

Tabellino[modifica | modifica wikitesto]

Roma
27 maggio 2009, ore 20:45 CEST
Barcellona 2 – 0
referto
Manchester United Stadio Olimpico (62.467[1] spett.)
Arbitro Massimo Busacca[2]

Barcellona[3]
Manchester United[3]
BARCELLONA:[1][4]
P 1 Víctor Valdés
DD 5 Carles Puyol (c)
DC 24 Yaya Touré
DC 3 Gerard Piqué 16’
DS 16 Sylvinho
CA 28 Sergio Busquets
CC 6 Xavi
CC 8 Andrés Iniesta 90+2’
CD 10 Lionel Messi
CS 14 Thierry Henry 72’
AC 9 Samuel Eto'o
Panchina:
P 13 José Manuel Pinto
D 2 Martín Cáceres
D 46 Marc Muniesa
C 15 Seydou Keita 72’
A 7 Eiður Guðjohnsen
A 11 Bojan Krkić
A 27 Pedro Rodríguez 90+2’
Allenatore:
Josep Guardiola
MANCHESTER UNITED:[1][4]
P 1 Edwin van der Sar
DD 22 John O'Shea
DC 5 Rio Ferdinand
DC 15 Nemanja Vidić 90+3’
DS 3 Patrice Evra
CC 8 Anderson 46’
CC 16 Michael Carrick
CC 11 Ryan Giggs (c) 75’
CD 13 Park Ji-Sung 66’
CS 10 Wayne Rooney
AC 7 Cristiano Ronaldo 78’
Panchina:
P 29 Tomasz Kuszczak
D 21 Rafael
D 23 Jonny Evans
C 17 Nani
C 18 Paul Scholes 81’ 75’
A 9 Dimităr Berbatov 66’
A 32 Carlos Tévez 46’
Allenatore:
Alex Ferguson

Uomo-partita UEFA:
Xavi[5]
Fans' Man of the Match:
Lionel Messi[6]

Guardalinee:
Matthias Arnet[2]
Francesco Buragina[2]
Quarto uomo:
Claudio Chinetto[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Full Time Report (PDF), uefa.com, 27 maggio 2009.
  2. ^ a b c d (EN) Busacca to referee Rome final, uefa.com, 25 maggio 2009.
  3. ^ a b (EN) Kevin Ashby, Red Devils will be all white on the night, uefa.com, 27 maggio 2009.
  4. ^ a b (EN) Line-ups (PDF), uefa.com, 27 maggio 2009.
  5. ^ (EN) Andrew Haslam, Imperious Xavi runs the show in Rome, uefa.com, 28 maggio 2009. URL consultato il 29 agosto 2012.
  6. ^ Paolo Menicucci, Festa catalana a Roma, in uefa.com, 28 maggio 2009.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio