Giulio Roma

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giulio Roma
cardinale di Santa Romana Chiesa
Nato 1584
Consacrato vescovo 1621
Creato cardinale 11 gennaio 1621 da papa Paolo V
Deceduto 1652

Giulio Roma (Milano, 16 settembre 1584Roma, 16 settembre 1652) è stato un cardinale e vescovo cattolico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era figlio di Paolo Camillo Roma e di Caterina Coria.

Studiò alle università di Pavia e di Perugia. Divenne collaboratore del cardinale Federico Borromeo ma, recatosi a Roma nel 1607, vi si fermò su richiesta di papa Paolo V che lo nominò avvocato concistoriale ed in quella veste si occupò della canonizzazione di san Carlo Borromeo. Nel 1617 divenne governatore di Jesi e referendario presso il Tribunale della Segnatura Apostolica. Nel 1618 fu governatore di Orvieto, nel 1619 di Camerino e della città di Perugia, incarico quest'ultimo che mantenne fino al 1621, poco dopo la sua nomina a cardinale.

Nel gennaio di quell'anno papa Paolo V lo creò infatti cardinale, assegnandogli il titolo di cardinale presbitero di Santa Maria sopra Minerva.

Nel marzo dello stesso anno venne eletto vescovo di Recanati, carica che ricoprì fino al 1634, quando venne trasferito alla sede di Tivoli, della quale rimase vescovo fino alla morte.

Nel 1639 optò per il titolo di cardinale presbitero di Santa Prassede e nel 1644 divenne cardinale vescovo di Frascati, optando, l'anno successivo, per le sedi di Porto e Santa Rufina. Il 29 aprile 1652 divenne decano del Sacro Collegio ed optò per le sedi suburbicarie di Ostia e di Velletri, divenendo nel contempo Governatore di Velletri, ma mantenne queste ultime cariche per meno di cinque mesi, poiché il 16 settembre di quello stesso anno morì.

La sua salma venne inumata nella chiesa di San Carlo al Corso a Roma.

Conclavi[modifica | modifica wikitesto]

Durante il suo periodo di cardinalato Giulio Roma partecipò ai conclavi:

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Cardinale presbitero di Santa Maria sopra Minerva Successore
Ladislao d'Aquino
1616 - 1621
1621 - 1639 Giovanni Battista Altieri
1643 - 1654
Predecessore Vescovo di Recanati Successore
Agostino Galamini, O.P.
1613 - 1620
1621 - 1634 Amico Panici
1634 - 1661
Predecessore Vescovo di Tivoli Successore
Mario Orsini
1624 - 1634
1634 - 1652 Marcello Santacroce
1652 - 1674
Predecessore Cardinale presbitero di Santa Prassede Successore
Guido Bentivoglio
1635 - 1639
1639 - 1644 Ernest Adalbert von Harrach
1644 - 1667
Predecessore Cardinale vescovo di Frascati Successore
Giulio Savelli
1639 - 1644
1644 - 1645 Carlo de' Medici
1645 - 1652
Predecessore Cardinale vescovo di Porto e Santa Rufina Successore
Francesco Cennini de' Salamandri
6 marzo - 2 ottobre 1645
1645 - 1652 Carlo de' Medici
29 aprile - 23 settembre 1652
Predecessore Cardinale vescovo di Ostia Successore
Marcello Lante della Rovere
1641 - 1652
29 aprile - 16 settembre 1652 Carlo de' Medici
1652 - 1666
Predecessore Cardinale vescovo di Velletri Successore
Marcello Lante della Rovere
1641-1652
29 aprile - 16 settembre 1652 Carlo de' Medici
1652-1666
Predecessore Decano del Sacro Collegio Successore
Marcello Lante della Rovere
1641 - 1652
29 aprile - 16 settembre 1652 Carlo de' Medici
1652-1666
Predecessore Governatore di Velletri Successore
Marcello Lante della Rovere
1641 - 1652
29 aprile - 16 settembre 1652 Carlo de Medici
1652 - 1666
Controllo di autorità VIAF: (EN124232 · BNF: (FRcb12548729q (data)
Portale Biografie
Portale Cattolicesimo