Giuseppe Valentino (politico)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giuseppe Valentino

Sottosegretario di Stato del Ministero della Giustizia
Durata mandato 11 giugno 2001 –
17 maggio 2006
Presidente Silvio Berlusconi
Predecessore Giuseppe Ayala
Successore Luigi Manconi
Giuseppe Valentino

Senatore della Repubblica Italiana
Legislature XIII, XV, XVI
Gruppo
parlamentare
Alleanza Nazionale (XIII, XV)
Popolo della Libertà (XVI)
Circoscrizione Calabria (XV, XVI)
Collegio Lazio 13 (Civitavecchia) (XIII)
Incarichi parlamentari
Presidente - Commissione Contenziosa;
Componente - II Commissione (Giustizia);
Componente - Delegazione parlamentare italiana presso l'Assemblea del Consiglio d'Europa;
Componente - Delegazione parlamentare italiana presso l'Assemblea dell'Unione dell'Europa occidentale
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Alleanza Nazionale
Titolo di studio laurea in giurisprudenza
Professione avvocato
Giuseppe Valentino

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature XIV
Gruppo
parlamentare
Alleanza Nazionale
Circoscrizione Calabria
Collegio Reggio Calabria
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Alleanza Nazionale

Giuseppe Valentino (Reggio Calabria, 19 dicembre 1945) è un politico italiano.

Senatore e avvocato penalista patrocinante in Cassazione. Ha iniziato la sua attività politica nel 1996.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Il Sen. Valentino è sposato ed ha tre figli. Suo nonno era Giuseppe Valentino, deputato del Regno d'Italia e sindaco di Reggio Calabria, protagonista della ricostruzione della città a seguito del terremoto del 1908. È laureato in Giurisprudenza e, quale avvocato penalista, è stato impegnato in numerosi processi di risonanza nazionale.

Carriera Politica[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1996 alle elezioni per la XIII Legislatura, Giuseppe Valentino è stato eletto senatore nelle file di Alleanza Nazionale nel Collegio 13° della Regione Lazio, riportando il 47,7% dei voti. Nel corso della legislatura, è stato membro della Commissione Giustizia, del Comitato parlamentare per i procedimenti di accusa, della Giunta delle elezioni e delle immunità parlamentari e del Comitato parlamentare per i servizi di informazione e per il segreto di Stato.

Nel 2001 alle elezioni per la XIV Legislatura, Giuseppe Valentino è passato alla Camera dei deputati dopo essere stato eletto, sempre con Alleanza Nazionale, a Reggio Calabria nel Collegio 15° della Calabria, dove ha riportato il 53,1% dei voti. È stato quindi nominato Sottosegretario alla Giustizia nel secondo e nel terzo Governo Berlusconi.

Alle elezioni per la XV Legislatura tenutesi nel 2006, Giuseppe Valentino è tornato nuovamente in Senato dopo essere stato capolista di Alleanza Nazionale nella Regione Calabria. Giuseppe Valentino è stato quindi membro della Commissione Giustizia del Senato, nell'ambito della quale ha svolto la funzione di Segretario.

Alle elezioni politiche per la XVI legislatura, nel 2008, il Sen. Valentino è stato riconfermato al Senato, dopo essere stato candidato come n. 2 della lista del Popolo della Libertà nella Regione Calabria. In particolare, in Calabria, la coalizione composta da PdL e MpA ha riportato il 42,14% dei voti, ottenendo il premio di maggioranza regionale (con un margine dell'8% rispetto alla coalizione del Partito Democratico e dell'Italia dei Valori). È stato Presidente della Commissione Contenziosa del Senato (l'organo che decide sui ricorsi presentati avverso gli atti e i provvedimenti amministrativi adottati dal Senato) e membro della Commissione Giustizia del Senato.

Ha deciso di non candidarsi alle elezioni del 2013, ponendo fine alla propria attività politica.

Altri incarichi[modifica | modifica wikitesto]

Il 23 febbraio 2011, è stato nominato presidente del consiglio d'amministrazione de Il Secolo d'Italia.

Nel maggio 2009 è stato nominato coordinatore vicario della consulta tematica del PdL che si occupa di giustizia.

Nel 2006 e nel 2008 Giuseppe Valentino è stato eletto membro effettivo dell'Assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa, dove ha partecipato alla Commissione delle questioni giuridiche e dei diritti dell'Uomo, e dell'Assemblea dell'Unione dell'Europa Occidentale.

Il Sen. Valentino è stato membro dell'Esecutivo politico di Alleanza Nazionale e ha ricoperto l'incarico di Presidente di Alleanza Nazionale per la Provincia di Reggio Calabria.

Nel 1994 Giuseppe Valentino è stato Commissario Governativo dell'UNIRE (Unione Nazionale Incremento Razze Equine) designato Presidente sino alla data delle dimissioni nel 1995.

Nel passato, è stato Presidente dell'Associazione per la difesa gratuita dei poveri ed è stato Vice Presidente del CIDAF (Centro Italiano di Azione Forense).

Predecessore Sottosegretario di Stato del Ministero della Giustizia Successore
Giuseppe Ayala 11 giugno 2001-17 maggio 2006 Luigi Manconi
Predecessore Deputato del Collegio Uninominale Reggio di Calabria Sbarre Successore
Fortunato Aloi 2001 - 2006 nuova legge elettorale

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Portale Biografie
Portale Politica