Gran Premio di Gran Bretagna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Disambiguazione – Se stai cercando la competizione motociclistica, vedi Gran Premio motociclistico di Gran Bretagna.
Gran Premio di Gran Bretagna
Sport Automobilismo
CategoriaFormula 1
FederazioneFIA
Paese  Regno Unito
LuogoCircuito di Silverstone
CadenzaAnnuale
FormulaGran Premio di Formula 1
Storia
Fondazione1926; valevole per il mondiale dal GP 1950
Numero edizioni73 (di cui 69 valevoli per il mondiale di Formula 1)
Ultima edizioneGP 2018

Il Gran Premio di Gran Bretagna è una gara automobilistica di Formula 1 che si svolge a partire dal 1948 dopo due edizioni nel 1926 e 1927 nell'epoca dei Grand Prix svoltesi sul circuito di Brooklands. Insieme al Gran Premio d'Italia questa è la corsa sempre presente nel campionato mondiale di Formula 1.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I primi Gran Premi furono organizzati in Gran Bretagna da Henry Segrave all'autodromo di Brooklands dopo le sue vittorie nel Gran Premio di Francia del 1923 e l'anno seguente nel Gran Premio di Spagna che accrebbero l'interesse nello sport. La prima edizione del Gran Premio di Gran Bretagna fu vinta dal team francese di Louis Wagner e Robert Sénéchal alla guida di una Delage 155B. Durante gli anni trenta, la corsa era nota come Gran Premio di Donington in quanto si svolgeva sulla pista omonima.

È stata sempre presente nel calendario del Campionato Mondiale dal 1950, edizione che è stata la prima gara ufficialmente valida per il neonato Campionato e che si svolse sul circuito di Silverstone. Prese anche il nome di Gran premio di Europa, alla sua XI edizione, e per la prima volta organizzata dal Royal Automobile Club (RAC, Reale Automobile Club del Regno Unito). Nonostante Silverstone sia la sede storica e anche quella attuale (dopo molte modifiche al tracciato), il Gran Premio di Gran Bretagna si è svolto negli anni anche sul circuito di Aintree e sul circuito di Brands Hatch.

Prima delle pesanti modifiche apportate nel 1991, Silverstone era una delle piste più veloci presenti nel calendario di Formula 1. I piloti amavano la sfida rappresentata dalle curve veloci Copse, Stowe e Club. Il campione del mondo 1982 Keke Rosberg mantenne per 16 anni il giro di qualifica più veloce nella storia della Formula 1 ottenuto nel corso dell'edizione 1985 con la media di 258,983 km/h. Negli ultimi anni Silverstone è stata luogo di belle vittorie da parte di corridori britannici. In particolare John Watson (1981), Nigel Mansell (1987, 1991 e 1992), Damon Hill (1994), David Coulthard (1999 e 2000) e Lewis Hamilton (2008, 2014, 2015 e 2016).

Una disputa tra i proprietari del circuito di Silverstone, il British Racing Drivers' Club (BRDC), e le autorità della Formula 1 nel 2003 sui fondi necessari per i lavori alle strutture del circuito portò a dubbi relativi al futuro della gara.

Nell'ottobre 2004 il Gran Premio di Gran Bretagna fu lasciato fuori dal calendario preliminare per il 2005 a causa del rifiuto della BRDC di pagare la cifra richiesta da Ecclestone. Comunque, dopo mesi di negoziati tra la BRDC, Ecclestone e i costruttori di Formula 1, un accordo fu raggiunto per mantenere il Gran Premio di Gran Bretagna a Silverstone fino all'anno 2009. Dal 2010, il circus avrebbe dovuto tornare, per 10 anni, a Donington Park, anche se le difficoltà finanziarie del circuito fecero temere per il mantenimento della gara nel calendario,[1] il suo spostamento al 2011,[2] oppure un ritorno a Silverstone.[3]

Nel calendario per il 2010, presentato il 21 settembre 2009, venne confermato il suo spostamento a Donington Park.[4] A seguito della rinuncia degli organizzatori di Donington viene firmato un accordo tra Ecclestone e il circuito di Silverstone per far ospitare per 17 anni il gran premio del circuito sito vicino Northampton.[5]

Nonostante le controversie ed i problemi politici che hanno circondato il futuro della corsa negli ultimi anni, il Gran Premio di Gran Bretagna rimane uno degli eventi principali nel mondo delle corse automobilistiche.

Record[modifica | modifica wikitesto]

  • Il trofeo assegnato ogni anno, il Royal Automobile Club Trophy, è il più antico tra tutti quelli del campionato e fu realizzato nel 1871. Ai vincitori spetta una replica.[6]
  • La vittoria della Ferrari nell'edizione del 1951 è stata la prima vittoria nel campionato del mondo di Formula 1 per la squadra di Maranello.
  • L'edizione del 1975 è da ricordare per il violento nubifragio che pose fine di fatto alla gara quando 3 delle 4 macchine di testa andarono in aquaplaning ed uscirono di strada nella stessa curva. Alla fine rimasero in corsa solo 6 vetture. Il RAC dichiarò conclusa la gara al giro (55) in cui la maggior parte delle macchine erano ancora in pista.
  • L'edizione del 1976 è stata l'unica gara del mondiale di Formula 1 a vedere l'iscrizione di due donne pilota: Lella Lombardi e Divina Galica. Nessuna delle due riuscì a qualificarsi per la gara.
  • L'edizione del 1977 vide la prima apparizione del pilota canadese Gilles Villeneuve in Formula 1.
  • La vittoria del 1979 è stata la prima per la Williams in un Gran Premio.
  • L'edizione del 1983 è stato l'ultimo Gran Premio di Gran Bretagna svoltosi di sabato.
  • Nell'edizione del 1998 Michael Schumacher tagliò il traguardo dalla pitlane mentre scontava una penalità di stop and go di 10 secondi.
  • L'edizione del 2003 viene ricordata anche per l'invasione di pista da parte di Neil Horan sull'Hangar Straight che causò l'ingresso della Safety car.

Albo d'oro[modifica | modifica wikitesto]

Validi per il Campionato Mondiale[modifica | modifica wikitesto]

data circuito ordine di arrivo: Pos. - Pilota - Nazionalità - Auto
8 luglio 2018 Silverstone
1 Sebastian Vettel (  Germania) Ferrari
2 Lewis Hamilton (  Regno Unito) Mercedes
3 Kimi Räikkönen (  Finlandia) Ferrari
16 luglio 2017 Silverstone
1 Lewis Hamilton (  Regno Unito) Mercedes
2 Valtteri Bottas (  Finlandia) Mercedes
3 Kimi Räikkönen (  Finlandia) Ferrari
10 luglio 2016 Silverstone
1 Lewis Hamilton (  Regno Unito) Mercedes
2 Max Verstappen (  Paesi Bassi) Red Bull-Tag Heuer
3 Nico Rosberg (  Germania) Mercedes
5 luglio 2015 Silverstone
1 Lewis Hamilton (  Regno Unito) Mercedes
2 Nico Rosberg (  Germania) Mercedes
3 Sebastian Vettel (  Germania) Ferrari
6 luglio 2014 Silverstone
1 Lewis Hamilton (  Regno Unito) Mercedes
2 Valtteri Bottas (  Finlandia) Williams-Mercedes
3 Daniel Ricciardo (  Australia) Red Bull-Renault
30 giugno 2013 Silverstone
1 Nico Rosberg (  Germania) Mercedes
2 Mark Webber (  Australia) Red Bull-Renault
3 Fernando Alonso (  Spagna) Ferrari
8 luglio 2012 Silverstone
1 Mark Webber (  Australia) Red Bull-Renault
2 Fernando Alonso (  Spagna) Ferrari
3 Sebastian Vettel (  Germania) Red Bull-Renault
10 luglio 2011 Silverstone
1 Fernando Alonso (  Spagna) Ferrari
2 Sebastian Vettel (  Germania) Red Bull-Renault
3 Mark Webber (  Australia) Red Bull-Renault
11 luglio 2010 Silverstone
1 Mark Webber (  Australia) Red Bull-Renault
2 Lewis Hamilton (  Regno Unito) McLaren
3 Nico Rosberg (  Germania) Mercedes
21 giugno 2009 Silverstone
1 Sebastian Vettel (  Germania) Red Bull-Renault
2 Mark Webber (  Australia) Red Bull-Renault
3 Rubens Barrichello (  Brasile) Brawn-Mercedes
6 luglio 2008 Silverstone
1 Lewis Hamilton (  Regno Unito) McLaren-Mercedes
2 Nick Heidfeld (  Germania) BMW Sauber
3 Rubens Barrichello (  Brasile) Honda
8 luglio 2007 Silverstone
1 Kimi Räikkönen (  Finlandia) Ferrari
2 Fernando Alonso (  Spagna) McLaren-Mercedes
3 Lewis Hamilton (  Regno Unito) McLaren-Mercedes
11 luglio 2006 Silverstone
1 Fernando Alonso (  Spagna) Renault
2 Michael Schumacher (  Germania) Ferrari
3 Kimi Räikkönen (  Finlandia) McLaren-Mercedes
10 luglio 2005 Silverstone
1 Juan Pablo Montoya (  Colombia) McLaren-Mercedes
2 Fernando Alonso (  Spagna) Renault
3 Kimi Räikkönen (  Finlandia) McLaren-Mercedes
11 luglio 2004 Silverstone
1 Michael Schumacher (  Germania) Ferrari
2 Kimi Räikkönen (  Finlandia) McLaren-Mercedes
3 Rubens Barrichello (  Brasile) Ferrari
20 luglio 2003 Silverstone
1 Rubens Barrichello (  Brasile) Ferrari
2 Juan Pablo Montoya (  Colombia) Williams-BMW
3 Kimi Räikkönen (  Finlandia) McLaren-Mercedes
7 luglio 2002 Silverstone
1 Michael Schumacher (  Germania) Ferrari
2 Rubens Barrichello (  Brasile) Ferrari
3 Juan Pablo Montoya (  Colombia) Williams-BMW
15 luglio 2001 Silverstone
1 Mika Häkkinen (  Finlandia) McLaren-Mercedes
2 Michael Schumacher (  Germania) Ferrari
3 Rubens Barrichello (  Brasile) Ferrari
23 aprile 2000 Silverstone
1 David Coulthard (  Regno Unito) McLaren-Mercedes
2 Mika Häkkinen (  Finlandia) McLaren-Mercedes
3 Michael Schumacher (  Germania) Ferrari
11 luglio 1999 Silverstone
1 David Coulthard (  Regno Unito) McLaren-Mercedes
2 Eddie Irvine (  Regno Unito) Ferrari
3 Ralf Schumacher (  Germania) Williams-Supertec
12 luglio 1998 Silverstone
1 Michael Schumacher (  Germania) Ferrari
2 Mika Häkkinen (  Finlandia) McLaren-Mercedes
3 Eddie Irvine (  Regno Unito) Ferrari
13 luglio 1997 Silverstone
1 Jacques Villeneuve (  Canada) Williams-Renault
2 Jean Alesi (  Francia) Benetton-Renault
3 Alexander Wurz (  Austria) Benetton-Renault
14 luglio 1996 Silverstone
1 Jacques Villeneuve (  Canada) Williams-Renault
2 Gerhard Berger (  Austria) Benetton-Renault
3 Mika Häkkinen (  Finlandia) McLaren-Mercedes
16 luglio 1995 Silverstone
1 Johnny Herbert (  Regno Unito) Benetton-Renault
2 Jean Alesi (  Francia) Ferrari
3 David Coulthard (  Regno Unito) Williams-Renault
10 luglio 1994 Silverstone
1 Damon Hill (  Regno Unito) Williams-Renault
2 Jean Alesi (  Francia) Ferrari
3 Mika Häkkinen (  Finlandia) McLaren-Peugeot
11 luglio 1993 Silverstone
1 Alain Prost (  Francia) Williams-Renault
2 Michael Schumacher (  Germania) Benetton-Ford
3 Riccardo Patrese (  Italia) Benetton-Ford
14 luglio 1992 Silverstone
1 Nigel Mansell (  Regno Unito) Williams-Renault
2 Riccardo Patrese (  Italia) Williams-Renault
3 Martin Brundle (  Regno Unito) Benetton-Ford
14 luglio 1991 Silverstone
1 Nigel Mansell (  Regno Unito) Williams-Renault
2 Gerhard Berger (  Austria) McLaren-Honda
3 Alain Prost (  Francia) Ferrari
15 luglio 1990 Silverstone
1 Alain Prost (  Francia) Ferrari
2 Thierry Boutsen (  Belgio) Williams-Renault
3 Ayrton Senna (  Brasile) McLaren-Honda
16 luglio 1989 Silverstone
1 Alain Prost (  Francia) McLaren-Honda
2 Nigel Mansell (  Regno Unito) Ferrari
3 Alessandro Nannini (  Italia) Benetton-Ford
10 luglio 1988 Silverstone
1 Ayrton Senna (  Brasile) McLaren-Honda
2 Nigel Mansell (  Regno Unito) Williams-Judd
3 Alessandro Nannini (  Italia) Benetton-Ford
12 luglio 1987 Silverstone
1 Nigel Mansell (  Regno Unito) Williams-Honda
2 Nelson Piquet (  Brasile) Williams-Honda
3 Ayrton Senna (  Brasile) Lotus-Honda
13 luglio 1986 Brands Hatch
1 Nigel Mansell (  Regno Unito) Williams-Honda
2 Nelson Piquet (  Brasile) Williams-Honda
3 Alain Prost (  Francia) McLaren-TAG
21 luglio 1985 Silverstone
1 Alain Prost (  Francia) McLaren-TAG
2 Michele Alboreto (  Italia) Ferrari
3 Jacques Laffite (  Francia) Ligier-Renault
22 luglio 1984 Brands Hatch
1 Niki Lauda (  Austria) McLaren-TAG
2 Derek Warwick (  Regno Unito) Renault
3 Ayrton Senna (  Brasile) Toleman-Hart
16 luglio 1983 Silverstone
1 Alain Prost (  Francia) Renault
2 Nelson Piquet (  Brasile) Brabham-BMW
3 Patrick Tambay (  Francia) Ferrari
18 luglio 1982 Brands Hatch
1 Niki Lauda (  Austria) McLaren-Ford
2 Didier Pironi (  Francia) Ferrari
3 Patrick Tambay (  Francia) Ferrari
18 luglio 1981 Silverstone
1 John Watson (  Regno Unito) McLaren-Ford
2 Carlos Reutemann (  Argentina) Williams-Ford
3 Jacques Laffite (  Francia) Ligier-Matra
13 luglio 1980 Brands Hatch
1 Alan Jones (  Australia) Williams-Ford
2 Nelson Piquet (  Brasile) Brabham-Ford
3 Carlos Reutemann (  Argentina) Williams-Ford
14 luglio 1979 Silverstone
1 Clay Regazzoni (  Svizzera) Williams-Ford
2 René Arnoux (  Francia) Renault
3 Jean-Pierre Jarier (  Francia) Tyrrell-Ford
16 luglio 1978 Brands Hatch
1 Carlos Reutemann (  Argentina) Ferrari
2 Niki Lauda (  Austria) Brabham-Alfa Romeo
3 John Watson (  Regno Unito) Brabham-Alfa Romeo
18 luglio 1977 Silverstone
1 James Hunt (  Regno Unito) McLaren-Ford
2 Niki Lauda (  Austria) Ferrari
3 Gunnar Nilsson (  Svezia) Lotus-Ford
18 luglio 1976 Brands Hatch

James Hunt squalificato per un'irregolarità tecnica della sua McLaren M23.

SQ. James Hunt (  Regno Unito) McLaren-Ford
1 Niki Lauda (  Austria) Ferrari
2 Jody Scheckter (  Sudafrica) Tyrrell-Ford
3 John Watson (  Regno Unito) Penske-Ford
19 luglio 1975 Silverstone
1 Emerson Fittipaldi (  Brasile) McLaren-Ford
2 Carlos Pace (  Brasile) Brabham-Ford
3 Jody Scheckter (  Sudafrica) Tyrrell-Ford
20 luglio 1974 Brands Hatch
1 Jody Scheckter (  Sudafrica) Tyrrell-Ford
2 Emerson Fittipaldi (  Brasile) McLaren-Ford
3 Jacky Ickx (  Belgio) Lotus-Ford
14 luglio 1973 Silverstone
1 Peter Revson (  Stati Uniti) McLaren-Ford
2 Ronnie Peterson (  Svezia) Lotus-Ford
3 Denny Hulme (  Nuova Zelanda) McLaren-Ford
17 luglio 1972 Brands Hatch
1 Emerson Fittipaldi (  Brasile) Lotus-Ford
2 Jackie Stewart (  Regno Unito) Tyrrell-Ford
3 Peter Revson (  Stati Uniti) McLaren-Ford
17 luglio 1971 Silverstone
1 Jackie Stewart (  Regno Unito) Tyrrell-Ford
2 Ronnie Peterson (  Svezia) March-Ford
3 Emerson Fittipaldi (  Brasile) Lotus-Ford
18 luglio 1970 Brands Hatch
1 Jochen Rindt (  Austria) Lotus-Ford
2 Jack Brabham (  Australia) Brabham-Ford
3 Denny Hulme (  Nuova Zelanda) McLaren-Ford
20 luglio 1969 Silverstone
1 Jackie Stewart (  Regno Unito) Matra-Ford
2 Jacky Ickx (  Belgio) Brabham-Ford
3 Bruce McLaren (  Nuova Zelanda) McLaren-Ford
20 luglio 1968 Brands Hatch
1 Jo Siffert (  Svizzera) Lotus-Ford
2 Chris Amon (  Nuova Zelanda) Ferrari
3 Jacky Ickx (  Belgio) Ferrari
15 luglio 1967 Silverstone
1 Jim Clark (  Regno Unito) Lotus-Ford
2 Denny Hulme (  Nuova Zelanda) Brabham-Repco
3 Chris Amon (  Nuova Zelanda) Ferrari
16 luglio 1966 Brands Hatch
1 Jack Brabham (  Australia) Brabham-Repco
2 Denny Hulme (  Nuova Zelanda) Brabham-Repco
3 Graham Hill (  Regno Unito) BRM
10 luglio 1965 Silverstone
1 Jim Clark (  Regno Unito) Lotus-Climax
2 Graham Hill (  Regno Unito) BRM
3 John Surtees (  Regno Unito) Ferrari
11 luglio 1964 Brands Hatch
1 Jim Clark (  Regno Unito) Lotus-Climax
2 Graham Hill (  Regno Unito) BRM
3 John Surtees (  Regno Unito) Ferrari
20 luglio 1963 Silverstone
1 Jim Clark (  Regno Unito) Lotus-Climax
2 John Surtees (  Regno Unito) Ferrari
3 Graham Hill (  Regno Unito) BRM
21 luglio 1962 Aintree
1 Jim Clark (  Regno Unito) Lotus-Climax
2 John Surtees (  Regno Unito) Lola-Climax
3 Bruce McLaren (  Nuova Zelanda) Cooper-Climax
15 luglio 1961 Aintree
1 Wolfgang von Trips (  Germania) Ferrari
2 Phil Hill (  Stati Uniti) Ferrari
3 Richie Ginther (  Stati Uniti) Ferrari
16 luglio 1960 Silverstone
1 Jack Brabham (  Australia) Cooper-Climax
2 John Surtees (  Regno Unito) Lotus-Climax
3 Innes Ireland (  Regno Unito) Lotus-Climax
18 luglio 1959 Aintree
1 Jack Brabham (  Australia) Cooper-Climax
2 Stirling Moss (  Regno Unito) BRM
3 Bruce McLaren (  Nuova Zelanda) Cooper-Climax
19 luglio 1958 Silverstone
1 Peter Collins (  Regno Unito) Ferrari
2 Mike Hawthorn (  Regno Unito) Ferrari
3 Roy Salvadori (  Regno Unito) Cooper-Climax
20 luglio 1957 Aintree
1 Tony Brooks
Stirling Moss
(  Regno Unito)
(  Regno Unito)
Vanwall
2 Luigi Musso (  Italia) Ferrari
3 Mike Hawthorn (  Regno Unito) Ferrari
14 luglio 1956 Silverstone
1 Juan Manuel Fangio (  Argentina) Ferrari
2 Alfonso de Portago
Peter Collins
(  Spagna)
(  Regno Unito)
Ferrari
3 Jean Behra (  Francia) Maserati
16 luglio 1955 Aintree
1 Stirling Moss (  Regno Unito) Mercedes-Benz
2 Juan Manuel Fangio (  Argentina) Mercedes-Benz
3 Karl Kling (  Germania) Mercedes-Benz
17 luglio 1954 Silverstone
1 José Froilán González (  Argentina) Ferrari
2 Mike Hawthorn (  Regno Unito) Ferrari
3 Onofre Marimon (  Argentina) Maserati
18 luglio 1953 Silverstone
1 Alberto Ascari (  Italia) Ferrari
2 Juan Manuel Fangio (  Argentina) Maserati
3 Nino Farina (  Italia) Ferrari
19 luglio 1952 Silverstone
1 Alberto Ascari (  Italia) Ferrari
2 Piero Taruffi (  Italia) Ferrari
3 Mike Hawthorn (  Regno Unito) Cooper-Bristol
14 luglio 1951 Silverstone
1 José José Froilán González (  Argentina) Ferrari
2 Juan Manuel Fangio (  Argentina) Alfa Romeo
3 Luigi Villoresi (  Italia) Ferrari
13 maggio 1950 Silverstone
1 Giuseppe Nino Farina (  Italia) Alfa Romeo
2 Luigi Fagioli (  Italia) Alfa Romeo
3 Reg Parnell (  Regno Unito) Alfa Romeo

Prima del Campionato Mondiale[modifica | modifica wikitesto]

anno circuito pilota vettura
1926 Brooklands Senechal e Wagner Delage
1927 Brooklands Robert Benoist Delage
1928
-
1947
Non disputatosi
1948 Silverstone Luigi Villoresi Maserati
1949 Silverstone Emmanuel de Graffenried Maserati

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Le statistiche si riferiscono alle sole edizioni valide per il campionato del mondo di Formula 1 e sono aggiornate al Gran Premio di Gran Bretagna 2018.

Vittorie per costruttore[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Costruttore Vittorie
1 Ferrari 17
2 McLaren 14
3 Williams 10
4 Lotus 8
5 Mercedes 6
6 Red Bull 3
7 Cooper 2
= Tyrrell 2
= Renault 2
10 Alfa Romeo 1
= Vanwall 1
= Brabham 1
= Matra 1
= Benetton 1

Vittorie per motore[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Motore Vittorie
1 Ferrari 17
2 Ford-Cosworth 14
3 Renault 12
4 Mercedes 11
5 Climax 6
6 Honda 4
7 TAG Porsche 2
8 Alfa Romeo 1
= Vanwall 1
= Repco 1

Pole position per pilota[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Pole[8]
1 Lewis Hamilton 6
2 Jim Clark 5
3 Stirling Moss 4
4 Jack Brabham 3
= Nelson Piquet 3
= Nigel Mansell 3
= Damon Hill 3
= Fernando Alonso 3
9 Giuseppe Farina 2
= Jochen Rindt 2
= Ronnie Peterson 2
= Niki Lauda 2
= René Arnoux 2
= Keke Rosberg 2
= Mika Häkkinen 2
= Rubens Barrichello 2
= Sebastian Vettel 2

Pole position per costruttore[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Costruttore Pole
1 Ferrari 16
2 Williams 13
3 Lotus 10
4 Mercedes 8
5 McLaren 7
6 Renault 3
= Red Bull 3
8 Vanwall 2
= Cooper 2
= Brabham 2
11 Alfa Romeo 1
= Maserati 1
= Shadow 1
= Ligier 1

Pole position per motore[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Motore Pole
1 Ferrari 15
2 Renault 13
= Mercedes 13
4 Ford-Cosworth 11
5 Climax 6
6 Honda 4
7 Vanwall 2
= BMW 2
9 Alfa Romeo 1
= Maserati 1
= Repco 1

Giri veloci per costruttore[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Costruttore GPV
1 Ferrari 20
2 Williams 10
3 McLaren 7
4 Mercedes 6
5 BRM 4
= Lotus 4
= Brabham 4
8 Maserati 3
= Tyrrell 3
= Renault 3
11 Alfa Romeo 2
= Red Bull 2
13 Gordini 1
= Vanwall 1
= Cooper 1
= Matra 1
= March 1
= Ligier 1

Giri veloci per motore[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Motore GPV
1 Ferrari 20
2 Renault 12
3 Mercedes 10
= Ford-Cosworth 10
5 Climax 4
6 Alfa Romeo 3
= Maserati 3
= BRM 3
9 Repco 2
= TAG Porsche 2
= Honda 2
12 Gordini 1
= Vanwall 1
= Judd 1

Podi per costruttore[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Costruttore Podi
1 Ferrari 55
2 McLaren 33
3 Williams 22
4 Lotus 15
5 Mercedes 13
6 Brabham 10
= Red Bull 10
8 Benetton 9
9 Cooper 6
= Tyrrell 6
11 BRM 5
= Renault 5
13 Alfa Romeo 4
14 Maserati 3
15 Ligier 2
16 Vanwall 1
= Lola 1
= Matra 1
= March 1
= Penske 1
= Toleman 1
= Honda 1
= BMW Sauber 1
= Brawn GP 1

Podi per motore[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Motore Podi
1 Ferrari 55
2 Ford-Cosworth 40
3 Mercedes 30
4 Renault 28
5 Climax 12
6 Honda 10
7 Alfa Romeo 6
8 BRM 5
9 BMW 4
10 Maserati 3
= Repco 3
= TAG Porsche 3
13 Bristol 1
= Vanwall 1
= Matra 1
= Hart 1
= Judd 1
= Peugeot 1
= Supertec 1
= Tag Heuer 1

Punti per pilota[modifica | modifica wikitesto]

Pos.[11] Pilota Punti
1 Lewis Hamilton 180
2 Kimi Räikkönen 108
3 Sebastian Vettel 107
4 Fernando Alonso 100
5 Mark Webber 92
6 Nico Rosberg 85
7 Michael Schumacher 75
8 Valtteri Bottas 58
9 Alain Prost 56
= Rubens Barrichello 56
= Felipe Massa 56

Punti per costruttore[modifica | modifica wikitesto]

Pos.[11] Costruttore Punti
1 Ferrari 548,8
2 McLaren 340
3 Mercedes 276,1
4 Red Bull 235
5 Williams 231
6 Lotus 166
7 Renault 81
8 Brabham 80
9 Benetton 61
10 Tyrrell 55

Punti per motore[modifica | modifica wikitesto]

Pos.[11] Motore Punti
1 Ferrari 575,8
2 Mercedes 568,1
3 Renault 411
4 Ford-Cosworth 343
5 Climax 107,5
6 Honda 97
7 Tag Heuer 62
8 BMW 53
9 BRM 44,5
10 Alfa Romeo 41

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Formula 1: Ecclestone minaccia l'addio alla Gran Bretagna, gazzetta.it, 24 aprile 2009. URL consultato il 24 aprile 2009 (archiviato dall'url originale il 15 giugno 2009).
  2. ^ Ecclestone: Donington could be postponed to 2011, f1.gpupdate.net, 12 maggio 2009. URL consultato il 12 maggio 2009.
  3. ^ Formula 1: Ecclestone ammetterebbe un ritorno di Silverstone, f1grandprix.it, 27 aprile 2009. URL consultato il 28 aprile 2009 (archiviato dall'url originale il 15 giugno 2009).
  4. ^ Svelato il calendario 2010, f1.gpupdate.net, 21 settembre 2009. URL consultato il 22 settembre 2009.
  5. ^ Il Gp d'Inghilterra a Silverston per 17 anni, f1.gpupdate.net, 7 dicembre 2009. URL consultato il 7 dicembre 2009.
  6. ^ La coppa di Silverstone, la più prestigiosa e antica della storia, F1WEB.it, 17 luglio 2011. URL consultato il 17 luglio 2011.
  7. ^ Minimo 2 vittorie
  8. ^ Minimo 2 pole
  9. ^ Minimo 2 giri veloci
  10. ^ Minimo 4 podi.
  11. ^ a b c Prime 10 posizioni.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1