John Grün

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
John Grün

John Grün, noto anche come Herkul Grün (Mondorf-les-Bains, 27 agosto 1868Ettelbruck, 3 novembre 1912), è stato un circense lussemburghese, ritenuto l'uomo più forte del mondo tra la fine del XIX e l'inizio del XX secolo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

John Grün nacque in Lussemburgo da una famiglia di artigiani e viaggiatori yenish che da tempo si erano stabiliti nella città. Suo padre era un fabbro ferraio e emigrò negli Stati Uniti nel 1889. Mentre lavorava in un birrificio di St. Louis, Grün entrò in contatto con Aloysius Marx, un atleta professionista, che notò con quanta facilità Grün muoveva i barilotti di birra. Lo convinse così a entrare a far parte di una partnership tra uomini forti chiamata "The Marx Brothers" o "The Two Marks", attirando folle di appassionati ovunque si presentassero. Quando Grün tornò in Lussemburgo nel 1892, il suo status di uomo più forte del mondo non era più in dubbio. Dopo questa sua prima importante associazione con Marx, poi con l'atleta belga Miss Fanny e infine da solo, Grün appariva in tutti i circhi, sale da musica e teatri di varietà dell'America e dell'Europa con sempre maggiore successo. Conosciuto come l'Ercole del Lussemburgo, i suoi atti includevano lacerare mazzi di carte e scarpe da cavallo, rompere un blocco di pietra sul suo petto con un martello o fermare una macchina in movimento. Tali prestazioni, a quel tempo ovviamente, non potevano essere misurate ufficialmente. Alla sua morte, nessuno è stato in grado di sollevare blocchi di ferro con la stessa facilità di Grün. Nel 1909, dopo un grave infortunio, abbandonò la carriera professionale e lasciò l'America per Londra dove divenne proprietario di una casa pubblica. Colpito da una grave malattia, tornò in Lussemburgo nel 1912 e morì a Ettelbruck il 3 novembre 1912. Fu il primo di molti sportivi lussemburghesi a dimostrare le sue capacità all'estero.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

In riconoscimento alle sue imprese, i suoi colleghi artisti eressero un monumento alla sua memoria nel nativo Mondorf-les-Bains.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]