Khalid Boulahrouz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Khalid Boulahrouz
Nazionalità  Paesi Bassi
Altezza 183 cm
Calcio
Ruolo Difensore
Ritirato 11 febbraio 2016
Carriera
Squadre di club1
2001-2004 RKC Waalwijk 64 (4)
2004-2006 Amburgo 52 (1)
2006-2007 Chelsea 13 (0)
2007-2008 Siviglia 6 (0)
2008-2012 Stoccarda 64 (2)
2012-2013 Sporting Lisbona 11 (0)
2013-2014 Brøndby 13 (0)
2014-2015 Feyenoord 12 (0)
Nazionale
2002-2003  Paesi Bassi U-21 5 (0)
2004-2012  Paesi Bassi 35 (0)
Palmarès
 Mondiali di calcio
Argento Sudafrica 2010
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 7 agosto 2015

Khalid Boulahrouz (Maassluis, 28 dicembre 1981) è un ex calciatore olandese, originario del Rif, di ruolo difensore.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Inizi[modifica | modifica wikitesto]

Nella sua giovinezza Boulahrouz gioca per le giovanili di varie squadre olandesi: Excelsior Maassluis, DSOV, Ajax, AZ Alkmaar e Haarlem.

Passato al RKC Waalwijk, sotto la guida tecnica di Martin Jol debutta in Eredivisie il 9 marzo 2002 nella partita contro l'Heerenveen.

Amburgo[modifica | modifica wikitesto]

Dopo due stagioni a Waalwijk si trasferisce all'Amburgo all'inizio della stagione 2004-2005. Nella stagione 2005-06 fa parte della difesa dell'Amburgo che subisce 30 gol in 34 partite[1]. In due stagioni ha anche ricevuto sedici cartellini gialli e tre rossi.

Chelsea[modifica | modifica wikitesto]

Boulahrouz con la divisa del Chelsea

Il 18 agosto 2006 passa al Chelsea per £ 8.500.000 (€ 12.000.000)[2].

Il 21 agosto 2006 vengono completate tutte le paratiche per il suo approdo al Chelsea e sei giorni dopo debutta in Premier League nella partita contro il Blackburn, prendendo il numero 9 precedentemente indossato da Hernán Crespo, il 9 è un numero non convenzionale per un difensore, essendo tradizionalmente associato agli attaccanti, ma che è stato dato a Boulahrouz solo perché al momento della firma era uno dei numeri non assegnati. Boulahrouz comincia la stagione da titolare con grandi prestazioni come quelle contro il Liverpool e contro il Barcellona nella quale domina Ronaldinho. Tuttavia Boulahrouz perde il posto da titolare in seguito ad un infortunio al ginocchio e ad uno alla spalla. Ritorna in campo in una partita di FA Cup contro il Norwich City.

Boulahrouz diventa la riserva della coppia centrale composta da John Terry e Ricardo Carvalho, ma anche dopo l'infortunio di quest'ultimo, Mourinho schiera in difesa, insieme a Terry, il centrocampista ghanese Michael Essien lasciando Boulahrouz ancora in panchina.

Siviglia e Stoccarda[modifica | modifica wikitesto]

Boulahrouz viene ceduto in prestito al Siviglia per la stagione 2007-2008[3]. Tuttavia con il Siviglia gioca solo sei partite in tutta la stagione.

Il 21 luglio 2008 si trasferisce allo Stoccarda per circa € 5.000.000[4][5] Nel maggio 2012 il suo contratto non viene rinnovato, svincolandosi quindi dalla squadra tedesca.

Sporting Lisbona, Brondby e Feyenoord[modifica | modifica wikitesto]

Il 18 luglio 2012 firma un contratto di due anni con lo Sporting Lisbona.[6] Dopo aver totalizzato 11 presenze in campionato con il club portoghese, il 3 settembre 2013 rescinde consensualmente il suo contratto con la società.[7]

Il 7 ottobre 2013 viene ingaggiato a parametro zero dalla squadra danese del Brøndby IF.[8]

A fine stagione torna in Olanda al Feyenoord Rotterdam dove gioca 18 partite tra campionato e coppe.

L'11 febbraio 2016 ha annunciato il suo ritiro dal calcio giocato.[9]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Boulahrouz con l'ex allenatore della nazionale olandese Marco van Basten

Boulahrouz ha fatto il suo debutto con la nazionale olandese il 3 settembre 2004 in una partita vinta 3-0 contro il Liechtenstein, venendo convocato dal ct Marco van Basten per i mondiali del 2006. Ai mondiali è stato espulso nella partita degli ottavi di finale contro il Portogallo per una gomitata a Luís Figo, in quella partita l'arbitro Valentin Ivanov diede 16 cartellini gialli e 4 rossi, un record per i mondiali di calcio.

Dopo non essere stato inizialmente convocato per gli europei del 2008 è stato integrato nella rosa pochi giorni prima dell'inizio della competizione a seguito dell'infortunio di Ryan Babel[10].

Il 19 giugno 2008, durante gli Europei, a causa della morte di sua figlia (nata prematura), interruppe l'allenamento per recarsi in ospedale, dove la moglie era stata ricoverata dopo alcune complicazioni legate alla gravidanza;[11] due giorni dopo, la Nazionale olandese scese in campo nel quarto di finale contro la Russia con il lutto al braccio.[12]

Boulahrouz è stato incluso nella squadra preliminare per i mondiali del 2010 disputatisi in Sudafrica[13]. Il 27 maggio 2010 il ct olandese Bert van Marwijk ha annunciato l'inclusione di Boulahrouz nei 23 convocati per il mondiale[14]. Boulahrouz ha giocato la partita vinta 2-1 contro il Camerun[15] da titolare ed è entrato in campo nella semifinale vinta 3-2 contro l'Uruguay al posto di Gregory van der Wiel.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Chelsea: 2006-2007
Chelsea: 2006-2007
Siviglia: 2007

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Amburgo: 2005

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bundesliga 2005/2006, AP, 19 giugno 2008. URL consultato il 20 giugno 2008.
  2. ^ Boulahrouz completes Chelsea move, BBC News, 22 agosto 2006. URL consultato il 20 giugno 2008.
  3. ^ Sevilla take Boulahrouz on loan, BBC Sport, 12 luglio 2007. URL consultato il 12 luglio 2007.
  4. ^ Boulahrouz Moves, Chelsea. URL consultato il 21 luglio 2008 (archiviato dall'url originale il 22 luglio 2008).
  5. ^ Fünf Millionen für Boulahrouz, Kicker.de. URL consultato il 22 luglio 2008.
  6. ^ (EN) Boulahrouz signs in at Alvalade, sporting.pt, 18 luglio 2012. URL consultato il 7 ottobre 2013 (archiviato dall'url originale il 22 luglio 2012).
  7. ^ (NL) Boulahrouz en Sporting Lissabon uit elkaar, RTV Rijnmond, 3 settembre 2013. URL consultato il 7 ottobre 2013.
  8. ^ (DA) Boulahrouz: Jeg kan ikke vente med at komme på græs, brondby.com, 7 ottobre 2013. URL consultato il 7 ottobre 2013.
  9. ^ (NL) Boulahrouz stopt definitief met voetballen, NOS, 11 febbraio 2016. URL consultato il 2 luglio 2016.
  10. ^ Olanda, convocato Boulahrouz al posto di Babel, TuttoMercatoWeb, 1º giugno 2008. URL consultato il 10 agosto 2012.
  11. ^ (EN) Boulahrouz leaves Holland camp after family tragedy, The Guardian, 19 giugno 2008. URL consultato il 2 luglio 2016.
  12. ^ (EN) Dutch to wear black armbands in QF match, The Indian Express, 21 giugno 2008. URL consultato il 2 luglio 2016.
  13. ^ Van Marwijk trims Dutch squad to 27, AFP, 15 maggio 2010. URL consultato il 15 maggio 2010.
  14. ^ Holland coach Bert van Marwijk finalises World Cup squad, su Press Association, The Guardian, 27 maggio 2010. URL consultato il 27 maggio 2010.
  15. ^ Chris Bevan, Cameroon 1–2 Netherlands, BBC Sport. URL consultato il 25 giugno 2010.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Portale Biografie
Portale Calcio