Maarten Stekelenburg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Maarten Stekelenburg
Nazionalità  Paesi Bassi
Altezza 197 cm
Peso 84 kg
Calcio
Ruolo Portiere
Squadra Everton
Carriera
Giovanili
Zandvoort '75
VV Schoten
Squadre di club1
2001-2011Ajax191 (-193)[1]
2011-2013Roma48 (-70)
2013-2014Fulham19 (-43)
2014-2015Monaco1 (-1)
2015-2016Southampton17 (-25)
2016-Everton16 (-20)
Nazionale
2002-2003  Paesi Bassi U-21 4 (-3)
2004-  Paesi Bassi 58 (-44)
Palmarès
 Mondiali di calcio
Argento Sudafrica 2010
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 15 agosto 2015

Maarten Stekelenburg (Haarlem, 22 settembre 1982) è un calciatore olandese, portiere dell'Everton e della nazionale olandese, con cui si è laureato vicecampione del mondo nel 2010.

Considerato per molti anni uno dei migliori portieri d'Europa, ha occupato la 33ª posizione nella classifica IFFHS dei migliori portieri del decennio 2001-2010.[2] Nella classifica di IFFHS del 2010 è risultato il quinto portiere più forte del mondo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È divorziato da Kim Kallenbach, con cui ha avuto due figli: Sem (nato il 24 gennaio 2010) e Naud (nato il 10 agosto 2012). Maarten è sordo all'orecchio destro.[3]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Ajax[modifica | modifica wikitesto]

Stekelenburg (secondo da sinistra) festeggia insieme ai compagni dell'Ajax la vittoria della Coppa d'Olanda nella stagione 2005-2006.
Stekelenburg con la maglia dell'Ajax nel 2010.

Cresciuto nel VV Schoten, a 15 anni passa all'Ajax. Con lo Jong Ajax riesce ad arrivare sino alle semifinali della Coppa d'Olanda venendo eliminati ai rigori dall'Utrecht. Fa il suo debutto ufficiale nel club di Amsterdam allenato da Ronald Koeman l'11 agosto 2002 nella Johan Cruijff Schaal vinta per 3-1 contro il PSV Eindhoven, sostituendo i colleghi di reparto Joey Didulica e Bogdan Lobonț. La settimana dopo, il 18 agosto, debutta anche in campionato contro l'Utrecht. Alla sua prima stagione colleziona 9 presenze come terzo portiere.

Al secondo anno colleziona 10 presenze, vincendo il campionato. Durante il ritiro estivo del 2004 l'allenatore Ronald Koeman lo nomina portiere titolare ma già a settembre Bogdan Lobonț è costretto a subentrargli per un infortunio. In totale in quest'annata Stekelenburg è presente per 11 volte.

L'anno seguente torna titolare con Danny Blind ma un ulteriore infortunio rimediato nell'amichevole contro il Boca Juniors lo tiene lontano dai campi fino al 15 ottobre, quando torna a giocare contro l'Heracles Almelo. Il 26 gennaio rinnova il contratto, in scadenza nel 2008, fino al 2010. Il 7 maggio 2006 vince la Coppa d'Olanda per 2-1 contro il PSV.

Dal 2006 al 2008 è titolare con gli allenatori Henk ten Cate e Adrie Koster; l'anno dopo, a causa di un nuovo infortunio, gli subentra Kenneth Vermeer per quasi tutta la stagione sotto la guida di Marco van Basten. Torna nuovamente titolare di nuovo con Martin Jol nel 2009-2010, rinnovando il suo contratto fino al 2012, e poi anche con Frank de Boer nel 2011. Il 12 marzo 2011 si è fratturato il pollice della mano sinistra durante un allenamento, mentre il 15 maggio 2011 festeggia la vittoria del suo secondo campionato con l'Ajax.

Roma[modifica | modifica wikitesto]

Il 1º agosto 2011 la Roma ufficializza l'acquisto di Stekelenburg, versando nelle casse dell'Ajax circa sette milioni di euro. Il portiere diventa il primo olandese della storia a vestire la maglia della Roma.[4] Fa il suo esordio con i giallorossi il 18 agosto seguente, nella partita di andata dei preliminari di Europa League persa per 0-1 sul campo dello Slovan Bratislava.[5] L'11 settembre gioca la prima partita di campionato, nella sconfitta contro il Cagliari per 1-2 all'Olimpico. Il 17 settembre, nella sfida a San Siro contro l'Inter, esce in barella dopo uno scontro con il difensore nerazzurro Lucio. Torna in campo il 16 ottobre, in occasione del Derby di Roma perso dai giallorossi per 1-2. Termina la sua prima annata in Italia collezionando 33 presenze tra campionato e coppe, subendo 45 gol.

Nella stagione 2012-2013, che vede l'arrivo di Zdeněk Zeman sulla panchina della Roma, Stekelenburg viene relegato al ruolo di riserva, alle spalle del nuovo acquisto Mauro Goicoechea. Nel mese di gennaio l'olandese viene messo sul mercato e trova un accordo con il Fulham, ma la trattativa tra la Roma e il club inglese salta all'ultimo momento. Dopo l'esonero di Zeman e numerosi errori di Goicoechea, Stekelenburg si riprende il posto da titolare. Torna a giocare il 16 febbraio, in occasione della partita persa sul campo della Sampdoria per 1-3.

Fulham[modifica | modifica wikitesto]

Il 5 giugno 2013 firma un contratto quadriennale con il Fulham, che lo acquista dalla Roma per circa sei milioni di euro. Il 17 agosto seguente fa il suo esordio con la nuova maglia, nella partita vinta per 1-0 contro il Sunderland, ma è costretto ad uscire dal campo al 76º minuto di gioco a causa di un infortunio alla spalla. Torna a giocare il 21 ottobre, nella vittoria per 4-1 sul campo del Crystal Palace. A fine stagione il Fulham retrocede in Football League Championship.

Prestiti a Monaco e Southampton[modifica | modifica wikitesto]

Il 9 agosto 2014 si trasferisce ai francesi del Monaco con la formula del prestito con diritto di riscatto.[6] Con la squadra del Principato disputa solamente una partita di campionato, il 22 marzo 2015 contro il Reims (3-1), mentre è titolare in Coupe de France e Coupe de la Ligue. A fine stagione il Monaco decide di non riscattarlo ed il giocatore fa quindi ritorno al Fulham.

Il 22 giugno 2015 passa in prestito al Southampton.[7] Qui ritrova Ronald Koeman, suo allenatore all'Ajax tra il 2001 e il 2005. In totale disputa 20 partite tra campionato e coppe, subendo 26 gol.

Everton[modifica | modifica wikitesto]

Il 1º luglio 2016 viene acquistato dall'Everton, con cui firma un contratto triennale; anche in questa occasione segue Ronald Koeman, nominato nel frattempo allenatore del club di Liverpool.[8] Il 13 agosto debutta con la nuova maglia, nella partita pareggiata per 1-1 contro il Tottenham a Goodison Park.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Stekelenburg subisce un gol dal danese Krohn-Dehli nella partita d'esordio dell'Olanda a Euro 2012.

Il 3 settembre 2004 fa il suo debutto internazionale con la maglia della Nazionale olandese nella partita contro il Liechtenstein, terminato 3-0. È stato convocato dal CT Marco van Basten nella rosa degli orange che ha disputato i Mondiali 2006 in Germania, senza scendere mai in campo durante la competizione.

È stato poi nuovamente tra i 23 convocati della Nazionale olandese di Marco van Basten, questa volta per Euro 2008 e successivamente, dopo il ritiro internazionale di Edwin van der Sar è diventato il portiere titolare. È stato titolare anche nel Mondiale 2010 in Sudafrica, durante il quale la squadra raggiunge la finale e si classifica al secondo posto.

Viene convocato ad Euro 2012, dove gioca le prime tre gare con la sua nazionale che viene eliminata nella fase a gironi. Non selezionato dal ct van Gaal, per il Mondiale 2014 in Brasile, Stekelenburg torna in nazionale il 7 ottobre 2016, nella gara vinta per 4-1 ai danni della Bielorussia valida per le qualificazioni ai Mondiali 2018, giocando poi altre gare nei successivi mesi.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 20 agosto 2015.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2001-2002 Ajax ED 0 -0 CO 0 -0 UCL+CU 0 -0 - - - 0 -0
2002-2003 ED 9 -13 CO 0 -0 UCL 3 -2 SO 1 -1 13 -16
2003-2004 ED 10 -9 CO 0 -0 UCL 1 -1 - - - 11 -10
2004-2005 ED 11 -11 CO 1 -0 UCL+CU 2+2 -3 + -3 SO 1 -4 17 -21
2005-2006 ED 27+4[9] -30 + -3[9] CO 4 -3 UCL 6 -6 SO 0 -0 41 -42
2006-2007 E 32+4[9] -32 + -3[9] CO 4 -2 UCL+CU 2[10]+7 -3[10] + -8 SO 1 -1 50 -48
2007-2008 ED 31+4[9] -41 + -3[9] CO 1 -4 UCL+CU 2[10]+2 -3[10] + -3 SO 1 -0 41 -54
2008-2009 ED 12 -15 CO 1 -0 CU 2 -1 - - - 15 -16
2009-2010 ED 33 -20 CO 7 -6 UEL 10[11] -9[12] - - - 50 -35
2010-2011 ED 26 -22 CO 4 -1 UCL+UEL 10[13]+3 -16[14] + -1 SO 1 -1 44 -41
Totale Ajax 191+12 -193 + -9 22 -16 52 -59 5 -6 282 -283
2011-2012 Roma A 29 -40 CI 2 -3 UEL 2[15] -2[15] - - - 33 -45
2012-2013 A 19 -30 CI 3 -3 - - - - - - 22 -33
Totale Roma 48 -70 5 -6 2 -2 - - 55 -78
2013-2014 Fulham PL 19 -43 FACup+CdL 1+1 -0 + -4 - - - - - - 21 -47
2014-2015 Monaco L1 1 -1 CF+CdL 4+3 -3 + -1 UCL 0 -0 - - - 8 -5
2015-2016 Southampton PL 17 -25 FACup+CdL 0+0 -0 + -0 UEL 3 -1 - - - 20 -26
2016-2017 Everton PL 16 -20 FACup+CdL 0+2 -2 - - - - - - 18 -22
Totale carriera 292+12 -352+ -9 38 -32 57 -62 5 -6 404 -461

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Paesi Bassi
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
3-9-2004 Utrecht Paesi Bassi 3 – 0  Liechtenstein Amichevole -
1-6-2006 Eindhoven Paesi Bassi 2 – 1  Messico Amichevole - 46’
15-11-2006 Amsterdam Paesi Bassi 1 – 1  Inghilterra Amichevole - 46’
7-2-2007 Amsterdam Paesi Bassi 4 – 1  Russia Amichevole -1
24-3-2007 Rotterdam Paesi Bassi 0 – 0  Romania Qual. Euro 2008 -
2-6-2007 Seul Corea del Sud 0 – 2  Paesi Bassi Amichevole -
21-8-2007 Ginevra Svizzera 2 – 1  Paesi Bassi Amichevole -2
13-10-2007 Costanza Romania 1 – 0  Paesi Bassi Qual. Euro 2008 -1
17-10-2007 Rotterdam Paesi Bassi 2 – 0  Slovenia Qual. Euro 2008 -
21-11-2007 Minsk Bielorussia 2 – 1  Paesi Bassi Qual. Euro 2008 -2
24-05-2008 Rotterdam Paesi Bassi 3 – 0  Ucraina Amichevole -
17-6-2008 Berna Paesi Bassi 2 – 0  Romania Euro 2008 - 1º turno -
20-8-2008 Mosca Russia 1 – 1  Paesi Bassi Qual. Mondiali 2010 -1
06-09-2008 Eindhoven Paesi Bassi 1 – 2  Australia Amichevole -
10-9-2008 Skopje Macedonia 1 – 2  Paesi Bassi Qual. Mondiali 2010 -1
11-2-2009 Radès Tunisia 1 – 1  Paesi Bassi Amichevole -1
28-3-2009 Amsterdam Paesi Bassi 3 – 0  Scozia Qual. Mondiali 2010 -
1-4-2009 Amsterdam Paesi Bassi 4 – 0  Macedonia Qual. Mondiali 2010 -
6-6-2009 Reykjavík Islanda 1 – 2  Paesi Bassi Qual. Mondiali 2010 -1
10-6-2009 Rotterdam Paesi Bassi 2 – 0  Norvegia Qual. Mondiali 2010 -
12-8-2009 Amsterdam Paesi Bassi 2 – 2  Inghilterra Amichevole -2
10-10-2009 Sydney Australia 0 – 0  Paesi Bassi Amichevole -
14-11-2009 Pescara Italia 0 – 0  Paesi Bassi Amichevole -
18-11-2009 Heerenveen Paesi Bassi 0 – 0  Paraguay Amichevole -
3-3-2010 Amsterdam Paesi Bassi 2 – 1  Stati Uniti Amichevole -1
26-05-2010 Friburgo in Brisgovia Paesi Bassi 2 – 1  Messico Amichevole -1
5-6-2010 Amsterdam Paesi Bassi 6 – 1  Ungheria Amichevole -1
14-6-2010 Johannesburg Paesi Bassi 2 – 0  Danimarca Mondiali 2010 - 1º Turno -
19-6-2010 Durban Paesi Bassi 1 – 0  Giappone Mondiali 2010 - 1º Turno -
24-6-2010 Città del Capo Camerun 1 – 2  Paesi Bassi Mondiali 2010 - 1º Turno -1
28-6-2010 Durban Paesi Bassi 2 – 1  Slovacchia Mondiali 2010 - Ottavi di finale -1 90’
2-7-2010 Port Elizabeth Paesi Bassi 2 – 1  Brasile Mondiali 2010 - Quarti di finale -1
6-7-2010 Città del Capo Uruguay 2 – 3  Paesi Bassi Mondiali 2010 - Semifinale -2
11-7-2010 Johannesburg Paesi Bassi 0 – 1 dts  Spagna Mondiali 2010 - Finale -1
3-9-2010 Serravalle San Marino 0 – 5  Paesi Bassi Qual. Euro 2012 -
7-9-2010 Rotterdam Paesi Bassi 2 – 1  Finlandia Qual. Euro 2012 -1
8-10-2010 Chișinău Moldavia 0 – 1  Paesi Bassi Qual. Euro 2012 -
12-10-2010 Amsterdam Paesi Bassi 4 – 1  Svezia Qual. Euro 2012 -1
17-11-2010 Amsterdam Paesi Bassi 1 – 0  Turchia Amichevole -
9-2-2011 Eindhoven Paesi Bassi 3 – 1  Austria Amichevole -1
2-9-2011 Eindhoven Paesi Bassi 11 – 0  San Marino Qual. Euro 2012 -
6-9-2011 Helsinki Finlandia 0 – 2  Paesi Bassi Qual. Euro 2012 -
11-11-2011 Amsterdam Paesi Bassi 0 – 0  Svizzera Amichevole -
15-11-2011 Amburgo Germania 3 – 0  Paesi Bassi Amichevole -3
29-2-2012 Londra Inghilterra 2 – 3  Paesi Bassi Amichevole -2
30-5-2012 Rotterdam Paesi Bassi 2 – 0  Slovacchia Amichevole -
2-6-2012 Amsterdam Paesi Bassi 6 – 0  Irlanda del Nord Amichevole -
9-6-2012 Charkiv Paesi Bassi 0 – 1  Danimarca Euro 2012 - 1º turno -1
13-6-2012 Charkiv Paesi Bassi 1 – 4  Germania Euro 2012 - 1º turno -2
17-6-2012 Charkiv Portogallo 2 – 1  Paesi Bassi Euro 2012 - 1º turno -2
15-8-2012 Bruxelles Belgio 4 – 2  Paesi Bassi Amichevole -4
11-9-2012 Budapest Ungheria 1 – 4  Paesi Bassi Qual. Mondiali 2014 -1
12-10-2012 Rotterdam Paesi Bassi 3 – 0  Andorra Qual. Mondiali 2014 -
16-10-2012 Bucarest Romania 1 – 4  Paesi Bassi Qual. Mondiali 2014 -1
7-10-2016 Rotterdam Paesi Bassi 4 – 1  Bielorussia Qual. Mondiali 2018 -1
10-10-2016 Amsterdam Paesi Bassi 0 – 1  Francia Qual. Mondiali 2018 -1
9-11-2016 Amsterdam Paesi Bassi 1 – 1  Belgio Amichevole -1
13-11-2016 Lussemburgo Lussemburgo 1 – 3  Paesi Bassi Qual. Mondiali 2018 -1
Totale Presenze 58 Reti -44

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Ajax: 2001-2002, 2003-2004, 2010-2011
Ajax: 2001-2002, 2005-2006, 2006-2007, 2009-2010
Ajax: 2002, 2005, 2006, 2007

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 203 (-202) se si comprendono i play-off.
  2. ^ (EN) The World‘s best Goalkeeper of the 1st Decade (2001-2010), Iffhs.de. URL consultato il 1º aprile 2012.
  3. ^ Stekelenburg, la Roma para tutto col gigante «sordo», corriere.it. URL consultato il 7 febbraio 2013 (archiviato dall'url originale il 10 marzo 2012).
  4. ^ Stekelenburg è il primo olandese della storia della Roma
  5. ^ La Roma resta a secco, lo Slovan la beffa, su repubblica.it. URL consultato il 24 agosto 2011.
  6. ^ (FR) Maarten Stekelenburg prêté pour une saison, in Asm-fc.com, 9 agosto 2014 (archiviato dall'url originale il 10 agosto 2014).
  7. ^ UFFICIALE: Southampton, per la porta ecco Stekelenburg, in tuttomercatoweb.com, 22 giugno 2015.
  8. ^ Blues Sign Stekelenburg evertonfc.com
  9. ^ a b c d e f Play-off.
  10. ^ a b c d Terzo turno preliminare.
  11. ^ 2 presenze nei play-off.
  12. ^ 1 rete subita nei play-off.
  13. ^ 4 presenze nei preliminari.
  14. ^ 6 reti subite nei preliminari.
  15. ^ a b Nei play-off.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Portale Biografie
Portale Calcio