Magistrato delle Contrade

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai a: navigazione, cerca

Il Magistrato delle Contrade del Palio di Siena è l'organo che sovrintende l'attività delle Contrade di Siena. Si compone di tutti i Priori[1] delle diciassette Contrade, ed è presieduto da un Priore eletto annualmente che assume la caria di Rettore.

Indice

Storia

La storia del Magistrato delle Contrade è ormai più che centenaria. Le prime informali assemblee dei Priori delle Contrade si tennero durante gli ultimi decenni dell'Ottocento; il primo Comitato dei Priori nacque nel 1887, e nel 1894 si iniziò a discutere una proposta relativa ad una rappresentanza permanente di tutte le diciassette Contrade, che portò appunto alla nascita del Magistrato nel 1905. L'organo si riunì per la prima volta presso la Chiesa di San Cristoforo, nel territorio della Contrada Priora della Civetta, la quale assunse il titolo di Priora grazie al fatto di aver ospitato la prima riunione del Magistrato delle Contrade[2]

Finalità

Gli scopi e le finalità principali del Magistrato delle Contrade, indicati nel proprio statuto[3], sono i seguenti:

È inoltre il Regolamento del Palio a riconoscere la funzione ed il ruolo di interlocutore principale tra Amministrazione Comunale e Contrade, con il fine di concorrere sinergicamente all'organizzazione del Palio stesso.

Struttura

Il Magistrato delle Contrade si compone di un Rettore, e del suo vice (Prorettore). Vi sono inoltre i deputati consiglieri, il cancelliere, il camerlengo, il vice cancelliere archivista, l'economo ed il bilanciere.

Per approfondire, vedi la voce Glossario del Palio di Siena.

Note

  1. ^ Priore di una Contrada è colui che regge la stessa per tutto l'anno, controllandone e coordinandone le attività e le manifestazioni.
  2. ^ Scheda sulla Contrada Priora della Civetta. ilpalio.siena.it. URL consultato in data 26-04-2010.
  3. ^ Costituzione del Magistrato delle Contrade. ilpalio.siena.it. URL consultato in data 26-04-2010.

Bibliografia

© Copyright Wikipedia authors - The articles gathered in this document are under the GFDL licence.
http://www.gnu.org/copyleft/fdl.html