Olympia 68 Basketball 2013-2014

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Voce principale: Olympia 68 Basketball.

A.S.D. Olympia 68 Basketball
La formazione dopo la gara-2 di play-off
Stagione 2013-2014
Allenatore Enzo Porchi
All. in seconda Gabriele Giorgianni
Presidente Pasquale Melissari
Serie A24º posto
Poule Promozione3º posto - semifinalista play-off
Maggiori presenzeCampionato: 22 Buzzanca e Březinová
Miglior marcatoreCampionato: 406 Březinová
StadioPalaCatania (4 000)
Maggior numero di spettatori200 contro Viterbo (12 ottobre 2013)
Minor numero di spettatori50 contro Battipaglia (9 novembre 2013)
Media spettatori109

La stagione 2013-2014 dell'A.S.D. Olympia 68 Basketball è stata la seconda consecutiva in cui ha preso parte alla Serie A2 del campionato italiano di pallacanestro femminile, la prima e ultima dopo il trasferimento della squadra da Reggio Calabria a Catania.

Il risultato conseguito nella prima fase, quarto posto nel Girone D (su sette squadre), è stato il migliore per una squadra del capoluogo etneo sin dalla stagione 1998-1999, quando la Basket Costa Catania giunse terza (su quattordici) nel Girone C[1]. La qualificazione ai successivi play-off, inoltre, ha un solo precedente a Catania, risalente alla Libertas che disputò gli spareggi per la massima serie nel 1956-1957, partendo dalla Promozione[2].

Anche per l'Olympia come società si è trattata della migliore stagione di sempre: nelle cinque stagioni precedenti tra A2 e A2 d'Eccellenza, è retrocessa tre volte[3][4][5], si è salvata per il blocco delle retrocessioni una[6] e ai play-out nella stagione precedente[7]. È stato infine l'ultimo campionato disputato dalla società, che nell'estate seguente non si è iscritta al torneo[8].

Verdetti stagionali[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali
  • Serie A2:
stagione regolare: 4º posto su 7 squadre (6-6);
Poule Promozione: 3º posto su 8 squadre (9-5);
play-off: eliminata in semifinale da Vigarano (0-2).

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Precampionato[modifica | modifica wikitesto]

Salto a due di Catania-Viterbo (12 ottobre 2013).

La prima stagione della nuova Olympia in Serie A2 si era conclusa ai play-out da appena due mesi, con la vittoria netta in gara-2 contro il College Italia[9], quando si iniziò a parlare del trasferimento della società da Reggio Calabria a Catania: le dirigenze erano pronte per un «affratellamento», secondo quanto affermava il presidente della Rainbow Fabio Ferlito[10]. Erano varie le motivazioni che portarono il presidente reggino Pasquale Melissari a trasferire il titolo sportivo dalla Calabria alla Sicilia, tra cui la necessità di disputare almeno tre campionati giovanili (garantiti dalla società etnea), e la possibilità di partecipare la Serie A2 malgrado la società etnea, da sola, non avesse la forza economica per farlo[11]. L'ufficializzazione arrivò il 21 giugno, quando Ferlito presentò alla società e alla stampa l'accordo, che coinvolgeva anche il SRB Roma[12].

Il roster affidato all'allenatore Enzo Porchi (che aveva già guidato l'Olympia fino al novembre 2012[13]) fu ufficializzato solo a fine agosto[14]. Le cestiste si radunarono mercoledì 4 settembre 2013 in sede: cinque erano nuove, sei confermate dalla stagione precedente[15]. Il programma delle amichevoli precampionato incluse un doppio confronto con la Passalacqua Ragusa[16][17], uno con il San Matteo Messina[18] e la partecipazione al Trofeo Mass a Battipaglia, in cui la formazione etnea giunse terza[19]. Non si organizzarono invece le partite previste contro Priolo e Palermo[16]. Durante tutto il precampionato, l'allenatore Enzo Porchi non si espose in alcun obiettivo di classifica, ma dichiarò solo di voler «giocare alla pari contro tutti»[18].

La stagione regolare[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il periodo di allenamenti al PalaArcidiacono, l'Olympia 68 utilizzò il parquet del PalaCatania, dove oltre quindici anni prima si era giocata l'ultima partita della Nazionale italiana maschile in città[20]. All'esordio facile contro l'Ants Basket Viterbo[21] seguì la prima sconfitta contro la Saces Napoli, al termine di una prestazione comunque positiva[22]. Al ritorno in casa, le etnee riscattarono la pesante sconfitta nel precampionato contro Ariano Irpino con una vittoria ottenuta a 27 secondi dal termine, grazie a una tripla di Enrica Pavia. «Ancora dobbiamo lavorare tantissimo, ma stiamo incominciando a dare le risposte», dichiarò l'esterna marsalese nel post-partita[23]. Intanto, però, il successivo risultato positivo a Salerno permise all'Olympia di salire al primo posto in classifica, a pari merito con la formazione avellinese[24]; la vetta durò lo spazio di una settimana, finché Battipaglia non sancì la prima sconfitta casalinga delle rossazzurre, malgrado la prestazione del "magico triangolo" Buzzanca-Březinová-Pavia, come fu definito dalla stampa[25]. Il girone d'andata si concluse con l'innesto della lunga Tania Seino[26] e la terza vittoria al PalaCatania, per 72-62, contro un'altra formazione favorita per l'accesso alla fase promozione, Brindisi[27].

Tania Seino (a destra).

«Gli obiettivi sono sicuramente più ambiziosi - spiegò Enzo Porchi dopo la partita -. Non si prende Seino per giocare la poule retrocessione, si spera di giocare la poule promozione[28]». «Ci credo e penso che possiamo arrivare lontano», disse l'ex giocatrice della Trogylos Priolo alla stampa[29]. Alla prima uscita del girone di ritorno, tuttavia, arrivò uno stop imprevisto a Viterbo deciso da un tiro libero di Lascala a pochi secondi dalla sirena finale[30]. Il percorso verso la Poule Promozione non fu però pregiudicato: le successive vittorie ottenute in casa contro la rivale diretta Napoli[31] e contro Salerno (dopo un cambio di campo all'ultimo minuto per la pioggia caduta sul parquet del PalaCatania)[32] permisero di rimanere nel gruppo delle migliori; non incrinò la situazione nemmeno la sconfitta ad Ariano Irpino[33]. La squadra che poteva puntare all'ultimo posto disponibile per la Poule Promozione, Brindisi, perse infatti tre punti per una penalizzazione a causa di mancati pagamenti alle atlete: questo ritardo risultò decisivo per la qualificazione[34] e non bastò nemmeno la vittoria delle pugliesi nello scontro diretto per recuperarlo[35]. La qualificazione matematica alla Poule Promozione arrivò solo all'ultima giornata, sosta forzata per le catanesi, grazie al risultato di Minibasket Battipaglia-Futura Brindisi, 69-61[36].

Poule Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Secondo la capitana Mara Buzzanca, in vista della seconda fase bisognava migliorare solo l'intensità difensiva[37]. Si rimandò l'esordio nella seconda fase contro Ancona per problemi logistici[38] e ciò permise di recuperare le cestiste infortunate. Enzo Porchi presentò la doppia trasferta contro Vigarano e Broni affermando che «le ragazze sono pronte, vogliono divertirsi e accrescere in campo l'autostima. Non abbiamo niente da perdere[39]». La sconfitta in Emilia (con le ospiti in vantaggio di quattro punti a dieci minuti dalla fine[40]) e la vittoria nell'Oltrepò Pavese (dopo due overtime[41]) prepararono al netto successo casalingo contro Bologna, prova di forza del gruppo[42], e a quello più complesso contro Ancona nel recupero della prima giornata[43].

Dopo la convocazione in Nazionale 3vs3 di Enrica Pavia per lo streetball challenge di Rimini[44], l'Olympia andò a vincere ad Ancona e agganciò il quarto posto in classifica, ultimo valido per i play-off[45]. Il seguente doppio turno casalingo consolidò la posizione in classifica, permettendo anche di ambire al secondo posto: ad essere sconfitte al PalaCatania furono la Vassalli Vigarano, che cedette di 29 punti[46], e l'OMC Broni, rimontato di 22 punti a pochi secondi dalla fine[47].

Enzo Porchi.

«Ci siamo ripromessi - spiegò il coach Enzo Porchi dopo la partita contro le emiliane - di provare ad arrivare fino alla fine facendo un percorso netto. Ci stiamo battendo al limite delle nostre possibilità, ciò che arriverà sarà guadagnato. Come diceva un mio amico giocatore di poker, i conti si fanno nelle scale[46]!» La qualificazione matematica giunse con la vittoria di Bologna a Napoli. «Sono molto soddisfatto - commentò il presidente Pasquale Melissari -, la squadra è migliorata tanto e ancora ha un grande margine di crescita[48]»; l'ultima partita si risolse nella settima vittoria consecutiva, a Bologna, che sancì il terzo posto finale[49].

Play-off e post season[modifica | modifica wikitesto]

L'Olympia si qualificò alla semifinale play-off perdendo per infortunio la stessa Enrica Pavia che aveva costituito, insieme a Buzzanca e Březinová, il triangolo magico necessario per raggiungere l'obiettivo stagionale[50]. Il turno al meglio delle tre gare si risolse quindi in una doppia vittoria della formazione di Raffaele Ravagni, che si salvò in gara-1 da una rimonta possibile delle etnee (dal 54-31 al 55-52[51]), e condusse senza particolari pericoli l'incontro in trasferta[52]. Proprio l'infortunio occorso a Pavia segnò fortemente la serie[53].

In una lunga intervista a caldo, il presidente Melissari mise da subito alcuni punti interrogativi sul futuro della formazione dopo l'eliminazione. «Stiamo riflettendo. Siamo diventati i Globetrotters d'Italia: l'anno scorso a Reggio, quest'anno a Catania, l'anno prossimo non lo sappiamo. Bisogna capire se questa squadra a Catania può avere un futuro perché la città l'accoglie e l'apprezza»[54]. Il presidente della Rainbow, Fabio Ferlito, spiegò invece in un'altra intervista che «l'esperienza della Serie A2 è stata preziosa, seppur faticosa a livello di investimenti. Ci aspettavamo di più dal pubblico catanese»[55]. La rinuncia alla Serie A2 fu confermata al momento della chiusura delle iscrizioni[8].

Maglie[modifica | modifica wikitesto]

Casa
Trasferta

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Dal sito internet della Lega[56].

Area dirigenziale
  • Presidente: Pasquale Melissari
  • Segretario: Lidia Melissari
  • Dirigente accompagnatore: Giovanni Dattola
  • Dirigente responsabile: Antonio Viola
  • Addetto stampa: Maria Luisa Lanzerotti
  • Responsabile settore giovanile: Gabriella Di Piazza
Area tecnica
  • Allenatore: Enzo Porchi
  • Vice allenatore: Gabriele Giorgianni
  • Addetto statistiche: Mario Salomone
  • Preparatore atletico: Giovanni Giustino
  • Medico sociale: Paolo Massimino
  • Addetto agli arbitri: Domenico Nucera

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Dal sito internet della LegA Basket Femminile[56].

Giocatrici
Naz. Ruolo Sportivo Anno Alt.
4 P Daniela Servillo 1989 170
5 G Mara Buzzanca 1976 170
7 A Marzia Ferlito 1983 175
8 G Enrica Pavia 1989 176
14 C Renata Březinová 1990 190
15 G Giulia Melissari 1993 176
19 C Sara Antonelli 1989 198
Giocatrici acquisite a stagione in corso
Naz. Ruolo Sportivo Anno Alt.
11 AG Tania Seino (dal 15 nov.) 1973 186
Giocatrici in doppio tesseramento con la Rainbow
Naz. Ruolo Sportivo Anno Alt.
9 A Giuliana La Manna 1993 182
10 A Valeria Imeneo 1994 178
12 C Mariam Anechoum 1994 185
6 P Giorgia Guerri 1994 167

Mercato[modifica | modifica wikitesto]

Il roster dell'Olympia 68, dopo il trasferimento da Reggio Calabria e Catania, è costruito quasi interamente alla fine di agosto. Fino a luglio si parla solo della conferma di Giulia Melissari[57] e sugli innesti dalla Rainbow Catania di Marzia Ferlito, Giuliana La Manna e Christina Grima, oltre al ritorno di Enzo Porchi come allenatore (preferito ad Andrea Bianca) e Gabriele Giorgianni come vice[58].

Tra il 25 e il 26 agosto vengono annunciate tutte le conferme e i nuovi acquisti: Enrica Pavia[59], Mara Buzzanca e Renata Březinová sono i nomi presentati con maggiore enfasi; le conferme di Antonelli, Servillo, Melissari, Imeneo e Anechoum e la "promozione" di Ferlito e La Manna completano il roster[14]. Sono provenienti entrambe da Priolo le ultime due nuove arrivate: Giorgia Guerri, annunciata a raduno avvenuto[15], e Tania Seino[26].

Acquisti
R. Nome da Modalità
G Mara Buzzanca Salerno Basket 92 definitiva
P Giorgia Guerri Rainbow Catania doppio tesseramento
GA Marzia Ferlito Rainbow Catania definitiva
G Enrica Pavia Pall. Pozzuoli definitiva
AC Giuliana La Manna Rainbow Catania doppio tesseramento
C Renata Březinová BLK Praga definitiva
AC Tania Seino Trogylos Priolo definitiva (dal 15 nov.)
Cessioni
R. Nome a Modalità
G Ilenia Certomà San Matteo ME[60] definitiva
P Fabiana Amodeo svincolata
PG Loredana Costantino Salerno Basket 92 definitiva
A Elisabetta Linguaglossa Virtus Cagliari definitiva
C Selma Delibašić Vigarano definitiva
A Tania Bertan Salerno Basket 92 definitiva
P Giada Ballardini N. P. Sorrento definitiva
AC Maria Clara Catrini svincolata

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Amichevoli precampionato[modifica | modifica wikitesto]

Catania
13 settembre 2013, ore 17:30
Olympia 68 Basketball 68 – 92
(30-50)
referto
Virtus Eirene Ragusa PalaArcidiacono

Ragusa
20 settembre 2013, ore 17:30
Virtus Eirene Ragusa 88 – 57
referto
Olympia 68 Basketball PalaMinardi

Messina
24 settembre 2013, ore 20:00
San Matteo Messina  – 
(vittoria Olympia)
referto
Olympia 68 Basketball PalaRussello

Battipaglia
5 ottobre 2013, ore 18:00
Semifinale Torneo Mass
Basket Ariano Irpino 81 – 56
(16-33; 29-51; 43-66)
referto
Olympia 68 Basketball PalaZauli

Battipaglia
6 ottobre 2013, ore 18:00
Finale 3º/4º posto Torneo Mass
Olympia 68 Basketball 77 – 76
referto
Salerno Basket 92 PalaZauli

Serie A2[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A2 femminile FIP 2013-2014.

Girone d'andata[modifica | modifica wikitesto]

Catania
12 ottobre 2013, ore 15:45
1ª giornata
Olympia 68 Catania 69 – 49
(17-15, 33-23, 49-35)
referto
Defensor Viterbo PalaCatania (200 spett.)
Arbitro Scarfò e Nocera

Napoli
20 ottobre 2013, ore 18:00
2ª giornata
Saces Dike Napoli 62 – 54
(18-9, 34-28, 46-40)
referto
Olympia 68 Catania PalaVesuvio
Arbitro Bernassola e Picchi

Catania
26 ottobre 2013, ore 18:00
3ª giornata
Olympia 68 Catania 70 – 67
(19-11, 39-30, 51-47)
referto
Gruppo LPA Ariano Irpino PalaCatania (150 spett.)
Arbitro Nicosia e Tarascio

Salerno
2 novembre 2013, ore 19:30
4ª giornata
Carpedil Salerno '92 52 – 62
(9-27, 29-34, 41-52)
referto
Olympia 68 Catania Palasport Francesco Silvestri
Arbitro Calella e Padovano

Catania
9 novembre 2013, ore 18:00
5ª giornata
Olympia 68 Catania 67 – 76
(21-20, 44-39, 54-61)
referto
Minibasket Battipaglia PalaCatania (50 spett.)
Arbitro Scarfò e Guida

Catania
16 novembre 2013, ore 18:00
6ª giornata
Olympia 68 Catania 72 – 62
(21-22, 40-36, 56-48)
referto
Futura Basket Brindisi PalaCatania (100 spett.)
Arbitro Giacalone e Lombardo

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Viterbo
30 novembre 2013, ore 16:00
8ª giornata
Defensor Viterbo 67 – 66
(17-16, 29-37, 54-52)
referto
Olympia 68 Catania PalaMalè
Arbitro Picchi e Posti

Catania
7 dicembre 2013, ore 18:00
9ª giornata
Olympia 68 Catania 66 – 63
(16-17, 33-40, 54-49)
referto
Saces Dike Napoli PalaCatania (100 spett.)
Arbitro Nicosia e Perrone

Ariano Irpino
15 dicembre 2013, ore 18:00
10ª giornata
Gruppo LPA Ariano Irpino 67 – 55
(18-10, 33-20; 45-33)
referto
Olympia 68 Catania Palasport di Ariano Irpino
Arbitro Raimondo e Bellamio

Catania
21 dicembre 2013, ore 19:30
11ª giornata
Olympia 68 Catania 59 – 55
(26-8, 39-18; 48-41)
referto
Carpedil Salerno '92 Palestra Cus (70 spett.)
Arbitro Patti e Tarascio

Battipaglia
12 gennaio 2014, ore 18:00
12ª giornata
Minibasket Battipaglia 79 – 72
(23-21, 40-42, 60-54)
referto
Olympia 68 Catania PalaZauli
Arbitro Cannoletta e Santoro

Brindisi
18 gennaio 2014, ore 18:00
13ª giornata
Futura Basket Brindisi 75 – 61
(15-12, 44-23, 55-39)
referto
Olympia 68 Catania PalaZumbo
Arbitro Lucarella e Calella

Poule Promozione - andata[modifica | modifica wikitesto]

Vigarano Mainarda
8 febbraio 2014, ore 21:00
2ª giornata
Vassalli 2G Vigarano 86 – 68
(18-14, 38-35, 57-61)
referto
Olympia 68 Catania PalaVigarano
Arbitro Papini e Bandinelli

Broni
16 febbraio 2014, ore 18:00
3ª giornata
Pallacanestro Broni 93 95 – 98
(d.2t.s.)
(13-16, 27-29, 54-44, 74-74, 81-81)
referto
Olympia 68 Catania PalaVerde Gianni Brera
Arbitro Bellucci e Piram

Catania
22 febbraio 2014, ore 18:00
4ª giornata
Olympia 68 Catania 96 – 53
(25-10, 53-23, 68-36, 96-53)
referto
Meccanica Nova Bologna PalaCatania (70 spett.)
Arbitro Tarascio e Lombardo

Catania
1º marzo 2014, ore 18:30
1ª giornata
Olympia 68 Catania 67 – 62
(14-22, 36-29, 57-50)
referto
Vesta Droptek Ancona PalaCatania (70 spett.)
Arbitro Scarfò e Giacalone

Poule Promozione - ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Ancona
8 marzo 2014, ore 18:30
5ª giornata
Vesta Droptek Ancona 59 – 64
(12-24, 25-37, 49-49)
referto
Olympia 68 Catania PalaRossini
Arbitro Vittori e Santilli

Catania
15 marzo 2014, ore 18:00
6ª giornata
Olympia 68 Catania 83 – 54
(15-9, 37-24, 55-40)
referto
Vassalli 2G Vigarano PalaCatania (70 spett.)
Arbitro Guida e Nicosia

Catania
22 marzo 2014, ore 18:00
7ª giornata
Olympia 68 Catania 74 – 73
(20-25, 35-53, 56-62)
referto
Pallacanestro Broni 93 PalaCatania (170 spett.)
Arbitro Spinelli e Bernassola

San Pietro in Casale
5 aprile 2014, ore 21:00
8ª giornata
Meccanica Nova Bologna 49 – 72
(11-17, 21-44, 35-56)
referto
Olympia 68 Catania Palasport di San Pietro in Casale
Arbitro Meloni e Bonetti

Play-off[modifica | modifica wikitesto]

Vigarano Mainarda
12 aprile 2014, ore 21:00
Gara-1 semifinale
Vassalli 2G Vigarano 78 – 57
(21-16, 49-31, 61-52)
referto
Olympia 68 Catania PalaVigarano
Arbitro Liberali e Martellosio

Catania
17 aprile 2014, ore 19:00
Gara-2 semifinale
Olympia 68 Catania 75 – 85
(21-24, 42-45, 61-63)
referto
Vassalli 2G Vigarano PalaCatania (170 spett.)
Arbitro Andretta e Balducci

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Andamento in campionato[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Punti In casa In trasferta Totale
G V P Ptf Pts G V P Ptf Pts G V P Ptf Pts
Serie A2[61] 12 6 5 1 397 335 6 1 5 370 402 12 6 6 773 774
Poule Promozione[62] 14 4 4 0 320 242 4 3 1 302 289 8 7 1 622 531
Play-off[63] 0 1 0 1 75 85 1 0 1 57 78 2 0 2 132 163
Totale 26 11 9 2 792 662 11 4 7 729 769 22 13 9 1.527 1.469

Statistiche delle giocatrici[modifica | modifica wikitesto]

Giocatrice Partite Pun Min. Falli Tiri da 2 Tiri da 3 Tiri Liberi Rimbalzi Stopp. Palle Ass Val. A+dP
Pr PG SF C S R T % R T % R T % O D T D S P R Lega OER
Brezinova Renata 22 22 21 406 767 58 109 133 249 53,4 16 49 32,7 92 117 78,6 64 186 250 10 7 63 38 18 529 0,96 -7
Buzzanca Maria Tindara 22 22 21 364 716 37 85 100 202 49,5 26 86 30,2 84 99 84,8 15 27 42 1 8 65 27 31 263 0,87 -7
Pavia Enrica 20 20 18 239 656 61 81 51 118 43,2 29 82 35,4 50 67 74,6 11 82 93 1 5 80 38 19 188 0,74 -23
Melissari Giulia 22 21 17 183 597 50 19 31 72 43,1 38 104 36,5 7 16 43,7 18 34 52 3 5 37 24 17 90 0,82 4
Seino Tania 17 17 7 146 487 52 43 45 104 43,3 8 29 27,6 32 43 74,4 32 92 124 1 6 58 44 20 171 0,67 6
Servillo Maria Daniela 20 19 6 57 482 52 50 17 42 40,5 1 15 6,7 20 25 80,0 4 35 39 2 45 38 19 60 0,38 12
Anechoum Mariam 22 21 10 46 312 36 10 22 36 61,1 2 5 40,0 13 22 35 1 24 16 4 35 0,48 -4
La Manna Giuliana 20 14 4 44 137 19 20 15 29 51,7 1 2 50,0 11 24 45,8 17 12 29 14 4 36 0,42 -10
Guerri Giorgia 22 20 30 189 23 10 7 17 41,2 4 13 30,8 4 10 40,0 3 8 11 2 12 10 1 0,49 -1
Ferlito Marzia 19 13 1 6 59 9 3 1 7 14,3 1 6 16,7 1 2 50,0 2 3 5 1 5 4 1 -8 0,13
Antonelli Sara 10 9 6 47 7 1 2 6 33,3 2 2 100,0 4 5 9 2 3 0,50 -2
Imeneo Valeria 4 1 1 0,00
Squadra 22 1 22 40 62 20 142 187
Totale Squadra[64] 1527 4450 405 431 424 882 48,1 124 386 32,1 305 410 74,4 205 546 751 17 36 425 385 130 1554 0,59 90

Giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Le giovanili dell'Olympia 68 Basketball sono state curate, per la stagione 2013-2014, dalla società satellite[65] Ass. Pol. Dil. Rainbow Catania, che ha partecipato alla Serie B[66], al campionato Under-19/17[67], Under-15[68], Under-14[69] e Under-13[70].

La Rainbow si qualificò ai play-off di Serie B dopo il quarto posto, malgrado avesse guidato la classifica del girone a lungo[71] e due sue giocatrici abbiano concluso al primo e secondo posto nella classifica marcatrici (Villarruel e Grima)[72]; nella post-season uscì subito contro il San Matteo Messina[73]. Così come la prima squadra, anche la formazione Under-17 era allenata da Gabriella Di Piazza e concluse al terzo posto nel girone di prima fase[74]; quella Under-15, fu eliminata allo spareggio per le finali interzona da Pescara[75]; la Under-14, allenata da Fabio Laudani, conquistò il titolo regionale contro le parigrado di Ragusa[76]; la Under-13, infine, chiuse seconda nel girone interprovinciale[75].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Roberto Quartarone, L’Olympia esulta: è alla Poule Promozione, in basketcatanese.it, 28 gennaio 2014. URL consultato il 15 marzo 2014.
  2. ^ Roberto Quartarone, Gli spareggi per la Serie A, sessant’anni fa. La storia della Libertas di Caponnetto, in basketcatanese.it, 13 marzo 2014. URL consultato il 29 aprile 2014.
  3. ^ Serie A2, in Gazzetta del Sud, 9 marzo 1987.
  4. ^ Serie A2 femm. Eccellenza, in La Sicilia, 5 maggio 1997.
  5. ^ 1998-1999: Kronos-Costa Catania 3° in Serie A2, su sito.basketcatanese.it. URL consultato il 10 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 1º febbraio 2014).
  6. ^ A2 eccellenza femminile, in Gazzetta del Mezzogiorno, 11 maggio 1998.
  7. ^ Carlo Vetere, A2: Olympia, una prova tutto cuore e tutta orgoglio [collegamento interrotto], in LBF, 14 aprile 2013. URL consultato il 5 maggio 2013.
  8. ^ a b Roberto Quartarone, Priolo e Catania ammainano la bandiera, in storia.basketcatanese.it, 10 luglio 2014. URL consultato il 10 luglio 2014.
  9. ^ Carlo Vetere, L'Olympia "Ri"conquista la Serie A, in reggioacanestro.com, 16 aprile 2013. URL consultato il 9 febbraio 2014.
  10. ^ Roberto Quartarone, La Rainbow non farà l’A3, Ferlito detta la linea, in basketcatanese.it, 6 giugno 2013. URL consultato il 9 febbraio 2014.
  11. ^ Chiara Borzì, Catania a un passo dall’A2 femminile, in basketcatanese.it, 20 giugno 2013. URL consultato il 9 febbraio 2014.
  12. ^ Roberto Quartarone, Olympia a Catania, «è cosa fatta». L’annuncio alla festa del ringraziamento, in basketcatanese.it, 22 giugno 2013. URL consultato il 9 febbraio 2014.
  13. ^ Coach Enzo Porchi si è dimesso in diretta, in reggioacanestro.com, 15 novembre 2012. URL consultato il 9 febbraio 2014.
  14. ^ a b Roberto Quartarone, Mercato A2/F - Olympia quasi completa dopo il colpo-Buzzanca [collegamento interrotto], in realbasketsicilia.it, 26 agosto 2013. URL consultato il 10 novembre 2013.
  15. ^ a b Maria Luisa Lanzerotti, Inizia l’avventura dell’Olympia 68, in basketcatanese.it, 6 settembre 2013. URL consultato il 9 febbraio 2014.
  16. ^ a b R.B.C., Prima uscita per l’Olympia contro Ragusa, in basketcatanese.it, 14 settembre 2013. URL consultato il 9 febbraio 2014.
  17. ^ R.B.C., Olympia, altra sconfitta contro Ragusa, in basketcatanese.it, 21 settembre 2013. URL consultato il 9 febbraio 2014.
  18. ^ a b Maria Luisa Lanzerotti, Porchi: «Vogliamo giocare alla pari con tutti», in basketcatanese.it, 27 settembre 2013. URL consultato il 9 febbraio 2014.
  19. ^ Maria Luisa Lanzerotti, Torneo Mass, Catania chiude terza, in basketcatanese.it, 7 ottobre 2013. URL consultato il 9 febbraio 2014.
  20. ^ Roberto Quartarone, L’A2 femminile torna al PalaCatania, in basketcatanese.it, 11 ottobre 2013. URL consultato il 9 febbraio 2014.
  21. ^ Roberto Quartarone, Un ventello olympionico per gradire. La squadra di Porchi inizia bene con Viterbo, in basketcatanese.it, 12 ottobre 2013. URL consultato il 9 febbraio 2014.
  22. ^ Maria Luisa Lanzerotti, Una buona Olympia sconfitta a Napoli, in basketcatanese.it, 21 ottobre 2013. URL consultato il 9 febbraio 2014.
  23. ^ Roberto Quartarone, Vittoria all’ultimo respiro dell’Olympia su Ariano, in basketcatanese.it, 27 ottobre 2013. URL consultato il 12 marzo 2014.
  24. ^ Maria Luisa Lanzerotti, SuperOlympia vittoriosa a Salerno, in basketcatanese.it, 4 novembre 2013. URL consultato il 12 marzo 2014.
  25. ^ Maria Luisa Lanzerotti, Primo stop casalingo per l’Olympia, in basketcatanese.it, 10 novembre 2013. URL consultato il 12 marzo 2014.
  26. ^ a b Maria Luisa Lanzerotti, Tania Seino a Catania, che rinforzo!, in basketcatanese.it, 15 novembre 2013. URL consultato il 12 marzo 2014.
  27. ^ Roberto Quartarone, L’Olympia fa suo il big match contro Brindisi, in basketcatanese.it, 16 novembre 2013. URL consultato il 12 marzo 2014.
  28. ^ Chiara Borzì, A2 - Olympia Catania - Futura Brindisi nel post partita, in pianetabasket.com, 16 novembre 2013. URL consultato il 12 marzo 2014.
  29. ^ Maria Luisa Lanzerotti, Seino: «Con pazienza arriveremo lontani», in basketcatanese.it, 20 novembre 2013. URL consultato il 12 marzo 2014.
  30. ^ Maria Luisa Lanzerotti, Passo falso dell'Olympia a Viterbo, in basketcatanese.it, 1º dicembre 2013. URL consultato il 12 marzo 2014.
  31. ^ Roberto Quartarone, Catania s’aggiudica lo ‘spareggio’ contro Napoli, in basketcatanese.it, 8 dicembre 2013. URL consultato il 14 marzo 2014.
  32. ^ Roberto Quartarone, Il tour de force della vittoriosa Olympia, in basketcatanese.it, 22 dicembre 2013. URL consultato il 14 marzo 2014.
  33. ^ Maria Luisa Lanzerotti, Catania fermata ad Ariano Irpino, in basketcatanese.it, 16 dicembre 2013. URL consultato il 14 marzo 2014.
  34. ^ Antonio Magrì, Futura Basket Brindisi penalizzata di 3 punti. Stasera difficile match contro Ariano Irpino, in mismatchbrindisi.it, 21 dicembre 2013. URL consultato il 14 marzo 2014 (archiviato dall'url originale il 27 gennaio 2014).
  35. ^ Maria Luisa Lanzerotti, L’Olympia sconfitta ora tifa Battipaglia, in basketcatanese.it, 19 gennaio 2014. URL consultato il 15 marzo 2014.
  36. ^ La Futura Basket ci prova, ma alla fine è poule salvezza, in Futura Basket Brindisi, 27 gennaio 2014. URL consultato il 15 marzo 2014 (archiviato dall'url originale il 27 febbraio 2014).
  37. ^ Davide Caltabiano, A2 donne: Mara Buzzanca lancia l'Olympia, in La Sicilia, 3 febbraio 2014.
  38. ^ Maria Luisa Lanzerotti, Olympia, esordio contro Ancona rimandato, in basketcatanese.it, 31 gennaio 2014. URL consultato il 18 maggio 2014.
  39. ^ Maria Luisa Lanzerotti, Olympia a Vigarano: domani in campo, in basketcatanese.it, 7 febbraio 2014. URL consultato il 18 maggio 2014.
  40. ^ Maria Luisa Lanzerotti, Olympia, l’impresa a un passo, ma…, in basketcatanese.it, 10 febbraio 2014. URL consultato il 18 maggio 2014.
  41. ^ Maria Luisa Lanzerotti, Impresa olympica: vittoria a Broni, in basketcatanese.it, 18 febbraio 2014. URL consultato il 18 maggio 2014.
  42. ^ Roberto Quartarone, L’Olympia travolge le giovani bolognesi, in basketcatanese.it, 23 febbraio 2014. URL consultato il 18 maggio 2014.
  43. ^ Roberto Quartarone, L’Olympia soffre ma vince su Ancona, in basketcatanese.it, 2 marzo 2014. URL consultato il 18 maggio 2014.
  44. ^ Roberto Quartarone, Grande basket a Rimini con tanti catanesi, in basketcatanese.it, 3 marzo 2014. URL consultato il 18 maggio 2014.
  45. ^ Maria Luisa Lanzerotti, L’Olympia si concede il bis ad Ancona, in basketcatanese.it, 9 marzo 2014. URL consultato il 18 maggio 2014.
  46. ^ a b Roberto Quartarone, Ecco l’invincibile armata olympionica, in basketcatanese.it, 16 marzo 2014. URL consultato il 18 maggio 2014.
  47. ^ Roberto Quartarone, Dal -22 al +1: l’Olympia esulta e sogna, in basketcatanese.it, 23 marzo 2014. URL consultato il 18 maggio 2014.
  48. ^ Maria Luisa Lanzerotti, L’Olympia ai play-off, centrato l’obiettivo, in basketcatanese.it, 26 marzo 2014. URL consultato il 18 maggio 2014.
  49. ^ Maria Luisa Lanzerotti, L’Olympia è terza e aspetta Vigarano, in basketcatanese.it, 7 aprile 2014. URL consultato il 18 maggio 2014.
  50. ^ Roberto Quartarone, Pavia ko: «Cedo a un destino amaro», in basketcatanese.it, 9 aprile 2014. URL consultato il 18 maggio 2014.
  51. ^ Maria Luisa Lanzerotti, Vigarano fa sua gara-1 contro l’Olympia, in basketcatanese.it, 15 aprile 2014. URL consultato il 18 maggio 2014.
  52. ^ Roberto Quartarone, La sognatrice Olympia finisce la corsa, in basketcatanese.it, 18 aprile 2014. URL consultato il 18 maggio 2014.
  53. ^ Davide Caltabiano, Olympia perde gara-2 sfuma il grande sogno della finale per la A1, in La Sicilia, 18 aprile 2014.
  54. ^ Roberto Quartarone, Pasquale Melissari e il futuro dell’Olympia che passa dalla Lega del Mediterraneo, in basketcatanese.it, 19 aprile 2014. URL consultato il 18 maggio 2014.
  55. ^ Davide Caltabiano, La Rainbow Under 14 rosa conquista il titolo regionale, in La Sicilia, 26 maggio 2014.
  56. ^ a b Olympia 68 Catania - Stagione 2013/2014, in LegA Basket Femminile. URL consultato il 30 novembre 2013 (archiviato dall'url originale il 16 ottobre 2013).
  57. ^ Chiara Borzì, A2/F - La nuova Catania parte da Melissari e Grima, in realbasketsicilia.it, 12 luglio 2013. URL consultato il 10 novembre 2013 (archiviato dall'url originale il 15 luglio 2013).
  58. ^ Chiara Borzì, A2/F - L'Olimpia sceglie il vice, roster in assemblamento [collegamento interrotto], in realbasketsicilia.it, 29 luglio 2013. URL consultato il 10 novembre 2013.
  59. ^ Chiara Borzì, A2/F e A3/F - Pavia e Chimenz nuovi colpi di mercato [collegamento interrotto], in realbasketsicilia.it, 25 agosto 2013. URL consultato il 10 novembre 2013.
  60. ^ B/F - San Matteo, buon esordio contro Castellammare, in realbasketsicilia.it, 12 novembre 2013. URL consultato il 30 novembre 2013 (archiviato dall'url originale il 3 dicembre 2013).
  61. ^ Classifiche - 2013/2014 - A2 Conference Centro-Sud, in LBF. URL consultato il 28 gennaio 2014 (archiviato dall'url originale il 2 maggio 2014).
  62. ^ Classifiche - 2013/2014 - A2 Poule Promozione Gir. B, in LBF. URL consultato il 29 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 2 maggio 2014).
  63. ^ Calendario - 2013/2014 - A2 Play Off Gir. B, in LBF. URL consultato il 29 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 2 maggio 2014).
  64. ^ Statistiche di squadra - Olympia 68 Catania [collegamento interrotto], in LBF. URL consultato il 29 aprile 2014.
  65. ^ Valeria Imeneo: il futuro, in Olympia 68 Basketball. URL consultato l'8 febbraio 2014.
  66. ^ Comunicato ufficiale n. 15 del 23/09/2013 (PDF), in FIP. URL consultato l'8 febbraio 2014.
  67. ^ Comunicato ufficiale n. 70 del 14/11/2013 (PDF), in FIP. URL consultato l'8 febbraio 2014.
  68. ^ Comunicato ufficiale n. 128 del 05/12/2013 (PDF), in FIP. URL consultato l'8 febbraio 2014.
  69. ^ Comunicato ufficiale n. 205 del 09/01/2014 (PDF), in FIP. URL consultato l'8 febbraio 2014.
  70. ^ Comunicato ufficiale n. 206 del 09/01/2014 (PDF), in FIP. URL consultato l'8 febbraio 2014.
  71. ^ Roberto Quartarone, Serie B e C/F, una coda già scontata?, su basketcatanese.it, 15 marzo 2014. URL consultato il 15 giugno 2014.
  72. ^ Roberto Quartarone, B/F - Villarruel campionessa, ecco la top-30 del campionato [collegamento interrotto], su realbasketsicilia.it, 10 marzo 2014. URL consultato il 15 giugno 2014.
  73. ^ Maria Luisa Lanzerotti, La Rainbow lotta ma in finale va San Matteo, su basketcatanese.it, 20 marzo 2014. URL consultato il 15 giugno 2014.
  74. ^ Maria Luisa Lanzerotti, Rainbow, festa di chiusura al PalaCatania, su basketcatanese.it, 24 maggio 2014. URL consultato il 15 giugno 2014.
  75. ^ a b Maria Luisa Lanzerotti, Rainbow U14 a Ragusa per il titolo regionale, su basketcatanese.it, 19 maggio 2014. URL consultato il 15 giugno 2014.
  76. ^ Maria Luisa Lanzerotti, La Rainbow U14 è campionessa di Sicilia, su basketcatanese.it, 22 maggio 2014. URL consultato il 15 giugno 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Portale Pallacanestro
Portale Sicilia