Pedro Calomino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pedro Calomino
Pedro "Calomino" con la maglia del Boca Juniors
Nazionalità  Argentina
Calcio
Ruolo Attaccante
Ritirato 1924
Carriera
Squadre di club1
1911-1912[1]Boca Juniors 13 (3)[2]
1912-1913[3]Argentino de Quilmes ? (?)
1913[4]Boca Juniors 15 (7)[2]
1914Argentino de Quilmes ? (?)
1915-1924Boca Juniors 162 (69)[2]
Nazionale
1912-1924  Argentina 38 (5)[5][6]
Palmarès
 Campeonato Sudamericano de Football
Argento Uruguay 1917
Bronzo Brasile 1919
Argento Cile 1920
Oro Argentina 1921
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Pedro Bleo Fournol, noto come Pedro Calomino (Buenos Aires, 13 marzo 1892Buenos Aires, 12 gennaio 1950), è stato un calciatore argentino, di ruolo attaccante.[7]

Considerato una delle migliori ali della storia del calcio argentino,[8] è stato il primo idolo della tifoseria del Boca Juniors,[7] con cui vinse quattro campionati. Con la nazionale argentina vinse il Campeonato Sudamericano de Football nel 1921.

A Calomino è attribuita l'invenzione della manovra detta "bicicleta".[9]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque da Julio (Jules) Fournol e Luisa Alejandrina (Louise Alexandrine) Le Frane, entrambi francesi.[10] Venne battezzato il 7 novembre 1892.[10]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Attaccante maschio[7] e astuto,[8] era impiegato come ala destra.[7]

Aveva spesso la meglio sui difensori praticando un gioco che combinava duri colpi,[7] finte,[8] frenate e scivolate eseguite in rapidità.[7] Confondeva gli avversari con giocate improvvise.[8] Era anche soprannominato "Loco"[8] ("pazzo"), termine usato per definire la capacità con la quale era in grado di esaltare il pubblico con una grande giocata e, allo stesso tempo, umiliare gli avversari.[8]

La bicicleta[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Bicicleta.

È considerato l'inventore della bicicleta,[7][8][9] un colpo paragonabile ad una pedalata[7] che, eseguita in velocità, rubava il tempo ai marcatori, non dando loro la possibilità di intervenire.

La manovra consisteva nel farsi passare, in rapida successione e talvolta anche ripetutamente, prima l'una e poi l'altra gamba davanti la palla, senza toccarla, disorientando l'avversario[9] ed impedendogli di capire in quale direzione avrebbe continuato l'azione. Così Calomino si creava spazio per continuare la corsa verso la linea di fondo.[9] Veniva eseguita con agilità e precisione, e il pubblico la richiedeva durante le partite.[9]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi al Boca e all'Argentino de Quilmes e i continui trasferimenti[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto a calle Corrientes, Buenos Aires, decise di mantenere, al posto del suo vero cognome, il soprannome "Calomino" che i familiari gli diedero sin dai tempi in cui giocava a livello amatoriale nel Catedral del Norte.[7] Fu Oreste Abat che lo vide e lo portò ad un provino con il Boca Juniors.[7]
Salendo dalle categorie inferiori, Calomino cominciò a fare parlare di sé quando, il 4 giugno del 1911, esordì nel Boca. Partì da titolare nella terza gara di División Intermedia[7][11] Boca Juniors-Independiente (terminata 2-1), siglando la prima rete al 20'.[12]

Nel settembre 1912 si trasferì all'Argentino de Quilmes, dove rimase per pochi mesi. Infatti, nell'aprile 1913, rincasò al Boca,[7] per terminare la stagione in corso.[2]

Erano tempi duri per la dirigenza del Boca, che vedeva nel ruolo di presidente Emilio Melinke, affiancato da Ludovico Dollenz come vice. I due non trasmettevano fiducia e il club ne risentì, attraversando un periodo molto precario a livello economico. Questa situazione si tramutò in debiti societari: Calomino decise di ritirarsi dalla squadra e cambiare aria.[13]

Nel 1914, quindi, ritornò nell'Argentino de Quilmes, questa volta per giocare tutto l'anno.[7]

Una formazione del Boca nel 1919. In piedi (da sinistra): Ortega, Busso, Elli, López, Tesoriere, Cortella. Seduti (da sinistra): Calomino, Bosso, Garasini, Martín e Miranda.

Nel frattempo, ci furono dei cambiamenti ai vertici dirigenziali del Boca: Juan R. Brichetto (con già due mandati da presidente alle spalle) fu nominato vice presidente all'unanimità[13] e sostituì Dollenz. Il primo compito, del quale si occuparono i due, fu quello di trovare una soluzione al caso Calomino, cercando di far ritornare la stella al Boca. Incontrarono il giocatore manifestandogli tutte le loro buone intenzioni; si giunse ad un accordo economico e così Calomino rivestì la maglia del Boca,[13] che poi mantenne fino alla fine della carriera.

L'affermazione e i successi al Boca[modifica | modifica wikitesto]

Con il Boca giocò complessivamente 228 partite e realizzò 96 reti,[2] di cui 79 in campionato. Il suo palmarès vanta la vittoria di quattro Cope Campeonato (1919, 1920, 1923 e 1924), due Cope Ibarguren, una Tie Cup, una Copa de Competencia Jockey Club e una Copa de Honor Cousenier.

Era molto apprezzato anche per la sua ferocia in campo. Prima di una partita il difensore basco Mariano Arrate arrivò a dirgli: «O vai indietro o vai avanti, però gioca con lealtà!». Poco dopo, dagli spalti si sentirono diverse urla «Dáguele forte, Calumín», in dialetto genovese,[7] molto parlato tra i sostenitori dell'epoca, in buona parte immigrati italiani.[8]

Il 27 luglio 1924 scese in campo per l'ultima volta della sua carriera nella partita Argentinos Juniors-Boca Juniors (2-0).[2]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Fece il suo debutto nella Nazionale argentina nel 1912.[14] In totale disputò 38 gare, andando in rete cinque volte.[5]

Prese parte a quattro edizioni del Campeonato Sudamericano de Football (1917, 1919, 1920 e 1921),[15] vincendo in quest'ultima occasione, in cui partecipò anche nella veste di allenatore della squadra.[16]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia presenze e reti nei club[2][17][18][modifica | modifica wikitesto]

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1911 Boca Juniors DI 2 1 - - - - - - - - - 2 1
1912 DI 11 2 CB 1 0 - - - - - - 12 2
1912 Argentino de Quilmes PD ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?
1913 PD ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?
1913 Boca Juniors CC 15 7 COM 2 1 CH 3 3 - - - 20 11
1914 Argentino de Quilmes PD ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?
1915 Boca Juniors CC 16 9 - - - - - - - - - 16 9
1916 CC 19 10 COM 1 0 CH 3 1 - - - 23 11
1917 CC 19 9 COM 3 1 CH 2 1 - - - 24 11
1918 CC 17 9 COM 3 0 CH 2 0 - - - 22 9
1919 CC 11[19] 5 COM+CI 5[20]+1[21] 2+0 - - - - - - 17[22] 7
1920 CC 20 7 - - - CH[23]+CRA+TC 4+1+1 5+0+0 - - - 26 12
1921 CC 12 2 CI+COM 2[24]+2[25] 1+1 CRA 1 1 - - - 17 5
1922 CC 14 8 - - - - - - - - - 14 8
1923 CC[26] 24+4[27] 8+0 - - - CH[28] 1 0 - - - 29 8
1924 CC 6 2 CI 1 0 - - - - - - 7 2
Totale Boca Juniors 190[29] 79 21[30] 6 17 11 228[31] 96
Totale carriera 190+ 79+ 21+ 6+ 17+ 11+ 228+ 96+

CB: Copa Bullrich
CC: Copa Campeonato
CI: Copa Ibarguren
CH: Copa de Honor Cousenier
COM: Copa de Competencia Jockey Club
CRA: Copa Ricardo Aldao, conosciuta anche come Campeonato Rioplatense
DI: División Intermedia[32]
TC: Tie Cup

Cronologia presenze e reti in Nazionale[33][modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Argentina
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
22-9-1912 Buenos Aires Argentina 0 – 1  Uruguay Copa Premio Honor Argentino -
30-8-1914 Montevideo Uruguay 3 – 2  Argentina Copa Premio Honor Uruguayo -
15-8-1917 Avellaneda Argentina 1 – 0  Uruguay Copa Lipton -
2-9-1917 Montevideo Uruguay 1 – 0  Argentina Copa Newton -
3-10-1917 Montevideo Argentina 4 – 2  Brasile Campeonato Sudamericano de Football -
14-10-1917 Montevideo Uruguay 1 – 0  Argentina Campeonato Sudamericano de Football -
22-10-1917 Avellaneda Argentina 1 – 1  Cile Amichevole -
18-7-1918 Montevideo Uruguay 1 – 1  Argentina Copa Premio Honor Uruguayo -
28-7-1918 Montevideo Uruguay 3 – 1  Argentina Copa Premio Honor Uruguayo -
15-8-1918 Buenos Aires Argentina 0 – 0  Uruguay Copa Premio Honor Argentino -
25-8-1918 Buenos Aires Argentina 2 – 1  Uruguay Copa Premio Honor Argentino -
20-9-1918 Montevideo Uruguay 1 – 1  Argentina Copa Lipton -
29-9-1918 Buenos Aires Argentina 2 – 0  Uruguay Copa Newton -
13-5-1919 Rio de Janeiro Argentina 2 – 3  Uruguay Campeonato Sudamericano de Football -
18-5-1919 Rio de Janeiro Brasile 3 – 1  Argentina Campeonato Sudamericano de Football -
22-5-1919 Rio de Janeiro Argentina 4 – 1  Cile Campeonato Sudamericano de Football -
1-6-1919 Rio de Janeiro Brasile 3 – 3  Argentina Copa Roberto Cherry -
24-8-1919 Montevideo Uruguay 2 – 1  Argentina Copa Newton -
7-9-1919 Buenos Aires Argentina 1 – 2  Uruguay Copa Lipton -
19-10-1919 Buenos Aires Argentina 6 – 1  Uruguay Copa Premio Honor Argentino -
7-12-1919 Montevideo Uruguay 4 – 2  Argentina Trofeo Circular -
18-7-1920 Montevideo Uruguay 2 – 0  Argentina Copa Premio Honor Uruguayo -
25-7-1920 Buenos Aires Argentina 1 – 3  Uruguay Copa Newton -
8-8-1920 Buenos Aires Argentina 1 – 0  Uruguay Copa Premio Honor Argentino -
12-9-1920 Viña del Mar Argentina 1 – 1  Uruguay Campeonato Sudamericano de Football -
20-9-1920 Viña del Mar Cile 1 – 1  Argentina Campeonato Sudamericano de Football -
25-9-1920 Viña del Mar Argentina 2 – 0  Brasile Campeonato Sudamericano de Football -
7-4-1921 Asunción Paraguay 3 – 1  Argentina Amichevole -
14-4-1921 Asunción Paraguay 2 – 2  Argentina Amichevole -
2-10-1921 Buenos Aires Argentina 1 – 0  Brasile Campeonato Sudamericano de Football -
16-10-1921 Buenos Aires Argentina 3 – 0  Paraguay Campeonato Sudamericano de Football -
30-10-1921 Buenos Aires Argentina 1 – 0  Uruguay Campeonato Sudamericano de Football -
22-10-1922 Buenos Aires Argentina 1 – 0  Cile Amichevole -
12-11-1922 Montevideo Uruguay 1 – 0  Argentina Copa Lipton -
17-12-1922 Buenos Aires Argentina 2 – 2  Uruguay Copa Newton -
24-6-1923 Buenos Aires Argentina 0 – 0  Uruguay Copa Lipton -
2-12-1923 Buenos Aires Argentina 0 – 2  Brasile Copa Confraternidad -
25-5-1924 Buenos Aires Argentina 4 – 0  Uruguay Copa Newton -
Totale Presenze 38 Reti 5[5]
Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale (partite non ufficiali) ― Argentina
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
15-9-1912 Rio de Janeiro Brasile Rio XI 0 – 5  Argentina
25-9-1921 Viña del Mar Cile 1 – 4  Argentina
2-10-1921 Santiago Cile 1 – 1  Argentina
Totale Presenze 3 Reti ?

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

La formazione del Boca nel 1919 con i quattro trofei vinti.

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[7][modifica | modifica wikitesto]

Boca Juniors: 1919, 1920, 1923, 1924
Boca Juniors: 1919
Boca Juniors: 1919, 1923

Competizioni internazionali[7][modifica | modifica wikitesto]

Boca Juniors: 1919
Boca Juniors: 1920[28]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Argentina 1921

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fino ad agosto 1912.
  2. ^ a b c d e f g (ES) Calomino, Bleo Pedro Fournol - Trayectoria y Biografia de Jugadores - Historia de Boca Juniors, su historiadeboca.com.ar. URL consultato il 21 novembre 2010.
  3. ^ La prima parentesi all'Argentino de Quilmes durò da settembre 1912 a marzo 1913.
  4. ^ Dal mese di aprile.
  5. ^ a b c (EN) Roberto Mamrud, Argentina - Record International Players, su rsssf.com, 6 aprile 2011. URL consultato il 9 maggio 2011.
  6. ^ Le presenze sono 41 se si considerano anche le partite non ufficiali.
  7. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p (ES) Calomino, Bleo Pedro Fournol - Historia de Boca Juniors, su historiadeboca.com.ar. URL consultato il 21 novembre 2010.
  8. ^ a b c d e f g h (ES) Pedro Calomino, su informexeneize.com.ar. URL consultato il 21 novembre 2010.
  9. ^ a b c d e (ES) El origin de un duelo interminable [collegamento interrotto], su elpais.com, 16 luglio 2007. URL consultato il 21 novembre 2010.
  10. ^ a b (ES) 7 de Noviembre, Libro de Bautismos de la Parroquia de la Merced, 1892.
  11. ^ La División Intermedia era all'epoca il secondo livello del campionato argentino nell'era amatoriale. Nel 1911 Boca ed Independiente non facevano parte della Primera División.
  12. ^ (ES) Boca Juniors 2 - Independiente 1 - División Intermedia 1911 - Historia de Boca Juniors, su historiadeboca.com.ar. URL consultato il 21 novembre 2010..
  13. ^ a b c (ES) Historia de Boca Juniors, su informexeneize.com.ar. URL consultato il 21 novembre 2010..
  14. ^ (EN) National Football Teams - Pedro Fournol Calomino, su national-football-teams.com. URL consultato il 21 novembre 2010..
  15. ^ (EN) Argentine Squads in the Copa Américas, su rsssf.com. URL consultato il 21 novembre 2010.
  16. ^ (EN) Southamerican Championship 1921, su rsssf.com. URL consultato il 22 novembre 2010..
  17. ^ (EN) Osvaldo José Gorgazzi, Final Tables Argentina 1921-1930, su rsssf.com, 7 luglio 2004. URL consultato il 5 maggio 2011.
  18. ^ (EN) Osvaldo José Gorgazzi, Argentina - Second Level Champions, su rsssf.com, 26 novembre 2010. URL consultato il 7 maggio 2011.
  19. ^ Tra le 11 presenze di Calomino ci sono 3 partite di Copa Campeonato che furono annullate. Se non si considerano queste 3 partite le statistiche sono 8 (5) anziché 11 (5).
  20. ^ Tra le 5 presenze di Calomino c'è 1 partita di Copa Competencia che fu annullata. Se non si considera questa partita le statistiche sono 4 (2) anziché 5 (2).
  21. ^ Questa presenza della Copa Ibarguren 1919 risale all'8 febbraio 1920.
  22. ^ Non conteggiando le 4 presenze di Calomino in partite annullate le statistiche sono 13 (7) anziché 17 (7).
  23. ^ 2 delle 4 presenze di Calomino risalgono al gennaio 1921.
  24. ^ Una presenza risale al febbraio 1922.
  25. ^ Una presenza risale al gennaio 1922.
  26. ^ Gli spareggi per l'assegnazione della Copa Campeonato 1923 si disputarono a marzo ed aprile 1924.
  27. ^ 24 gare di campionato e 4 spareggi per l'assegnazione del titolo giocati contro l'Huracán.
  28. ^ a b Trattasi della Copa de Honor Cousenier 1920, disputatasi in finale unica il 20 settembre 1923 a Montevideo.
  29. ^ Non conteggiando le 3 partite della Copa Campeonato 1919 annullate le statistiche sono 187 (79) anziché 190 (79).
  30. ^ Non conteggiando la partita di Copa Competencia 1919 annullata le statistiche sono 20 (6) anziché 21 (6).
  31. ^ Non conteggiando le 4 partite annullate nella stagione 1919 le statistiche sono 224 (96) anziché 228 (96).
  32. ^ La División Intermedia venne introdotta proprio nel 1911 come nuovo campionato di secondo livello. La Segunda División continuò ad esistere, ma diventò il terzo livello del campionato argentino.
  33. ^ Statistiche su www.11v11.com

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Portale Biografie
Portale Calcio
Questa è una voce di qualità.
È stata riconosciuta come tale il giorno 19 maggio 2011 — vai alla segnalazione.
Naturalmente sono ben accetti altri suggerimenti e modifiche che migliorino ulteriormente il lavoro svolto.

Segnalazioni  ·  Criteri di ammissione  ·  Voci di qualità in altre lingue