Riana Nainggolan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Riana Nainggolan
Nazionalità  Belgio
Calcio
Ruolo Attaccante
Carriera
Squadre di club1
200?-2011 Kontich? (?)
2011-2013Beerschot21 (7)*
2013-2014Anversa9 (0)
2014-2016Res Roma22 (3)
Nazionale
2015-  Belgio
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Calcio a 5
Ruolo Laterale
Squadra Porto San Giorgio
Carriera
Squadre di club
2015Sinnai
2016-2017Queens Tivoli
2017-Porto San Giorgio
Statistiche aggiornate al 21 maggio 2016
*statistiche della sola stagione 2012-2013

Riana Nainggolan (Anversa, 4 maggio 1988) è una calciatrice e giocatrice di calcio a 5 belga. È la sorella gemella di Radja, centrocampista dell'Inter.[1][2]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Riana Nainggolan nasce ad Anversa, il 4 maggio del 1988, figlia di Lizy Bogaerts, una belga cattolica di etnia fiamminga,[3][4] e di Marianus Nainggolan, un indonesiano protestante di etnia Batak, popolo dell'Indonesia occidentale a maggioranza cristiana stanziato per lo più nella Sumatra settentrionale.[5][6] Suo padre abbandonò lei, la madre e Radja lasciandoli in condizioni precarie quando Riana era ancora una bambina.[7][8] Crebbe come credente e praticante cattolica, cresciuta dalla madre, che morì nel 2010.[9]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Riana Nainggolan gioca la prima parte della sua carriera nel Kontich, divisione femminile del club dell'omonima cittadina belga della Provincia di Anversa, nelle Fiandre, giocando in Division II (o Tweede Klasse in olandese), l'allora secondo livello del campionato belga di calcio femminile. Con il Kontich riesce a scalare la classifica fino alla promozione, raggiunta al termine della stagione 2006-2007. Nainggolan e la sua squadra alla loro prima esperienza in Division I (Eerste Klasse) non riuscirono però a raggiungere la salvezza terminando quattordicesime e ultime con 16 punti su 26 partite.

Nainggolan rimane con le rosso-ambra per altre due stagioni raggiungendo nuovamente il vertice della Division II. Dopo una fusione societaria con il Germinal Beerschot Antwerpen, la squadra si iscrive alla stagione 2010-2011 come GBA-Kontick e Nainggolan contribuisce a disputare un campionato di buon livello terminando all'ottavo posto, e a quella successiva come Beerschot Antwerpen Dames, che adotterà la casacca color malva, terminando decima.

Con l'istituzione della BeNe League, divenuto il primo livello sia per il campionato belga che per quello olandese, Nainggolan rimane in rosa nella squadra che decide di iscriversi al torneo, affrontando con molta difficoltà i due campionati seguenti, sempre giunta all'ultimo posto.

Nell'estate 2014 coglie l'opportunità di trasferirsi all'estero firmando un contratto con l'italiana Res Roma che disputa la sua seconda stagione in Serie A, massimo livello del campionato italiano di calcio femminile. Inserita in rosa fa il suo esordio in campionato come titolare alla 2ª giornata di andata, nella partita giocata fuori casa con la Torres l'11 ottobre 2014. Alla sua prima presenza in Italia rimedia un cartellino giallo e sul parziale di 0-0 viene sostituita da Francesca Pittaccio; l'incontro terminerà 0-1 sulle sassaresi con la rete siglata al 77' da Vanessa Nagni. Al termine del girone di andata colleziona 11 presenze su 13 incontri e 2 reti segnate, la prima alla 9ª giornata contro la Riviera di Romagna e la seconda all'11ª giornata, l'unica rete siglata in quell'occasione contro il Cuneo.[10]

Durante il calciomercato estivo Nainggolan decide di lasciare il calcio a 11 sottoscrivendo un accordo con il Sinnai C5, società di calcio a 5 femminile con sede nell'omonimo comune nella città metropolitana di Cagliari, per disputare la Serie A del campionato italiano di categoria[11].

Nel dicembre 2015 ha lasciato il calcio a 5 ed è tornata a vestire la maglia della Res Roma[12].

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2015 viene convocata nella Nazionale belga per rappresentare il proprio paese all'edizione 2015 della Cyprus Cup.[13][14]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Riana Nainggolan, le gemella col vizio del gol, in Sport Mediaset, 4 settembre 2013. URL consultato il 5 settembre 2013.
  2. ^ Calciomercato, Riana Nainggolan alla Roma: è la sorella gemella di Radja, in Gazzetta.it, 21 luglio 2014. URL consultato il 21 luglio 2014.
  3. ^ (ID) Tottenham Incar Radja Nainggolan, www.tempo.co. URL consultato l'11 gennaio 2014.
  4. ^ (ID) Radja Nainggolan Diincar Klub Besar Eropa, ganlob.com. URL consultato l'11 gennaio 2014.
  5. ^ (ID) Radja Nainggolan Bangga Bermarga Batak, mahasiswabatak.com. URL consultato l'11 gennaio 2014 (archiviato dall'url originale l'8 gennaio 2014).
  6. ^ «Ho sbagliato un gol fatto, col Palermo ci riproverò», in La Nuova Sardegna. URL consultato l'8 dicembre 2012.
  7. ^ Nainggolan: "Mio padre ci lasciò nei guai" - Salvato dalla madre e dal calcio, in La Gazzetta dello Sport, 29 dicembre 2013. URL consultato il 27 marzo 2014.
  8. ^ La GdS racconta Nainggolan: cresciuto senza padre, salvato dalla madre, in La Gazzetta dello Sport. URL consultato l'11 gennaio 2014 (archiviato dall'url originale l'8 gennaio 2014).
  9. ^ Grave lutto per Nainggolan, Tuttocagliari.net. URL consultato l'11 gennaio 2014.
  10. ^ Soccerway
  11. ^ Manuela Guaime, Arriva dalle Fiandre il nuovo acquisto del Sinnai Calcio a 5: ecco Riana Nainggolan!, su Sinnai C5, 14 settembre 2015. URL consultato il 29 settembre 2015.
  12. ^ Res Roma Move Up: il ritorno della ninja Nainggolan, su www.romafemminile.it.
  13. ^ Riana Nainggolan convocata nella nazionale belga, su Res Roma. URL consultato il 30 luglio 2015.
  14. ^ (NL) Nainggolan en Van Wynendaele bij Red Flames [collegamento interrotto], su BeNeLeague, 19 febbraio 2015. URL consultato il 30 luglio 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Portale Biografie
Portale Calcio