Romelu Lukaku

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Romelu Lukaku
Lukaku con il Belgio nel 2018
Nazionalità  Belgio
Altezza 190[1] cm
Peso 96[1] kg
Calcio
Ruolo Attaccante
Squadra Manchester Utd
Carriera
Giovanili
2004-2006Lierse
2006-2009Anderlecht
Squadre di club1
2009-2011Anderlecht56 (29)[2]
2011-2012Chelsea8 (0)
2012-2013West Bromwich35 (17)
2013Chelsea2 (0)
2013-2017Everton141 (68)
2017-Manchester Utd34 (16)
Nazionale
2008  Belgio U-154 (1)
2011  Belgio U-181 (0)
2009  Belgio U-215 (1)
2010-  Belgio75 (40)
Palmarès
 Mondiali di calcio
Bronzo Russia 2018
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 14 luglio 2018

Romelu Menama Lukaku Bolingoli (Anversa, 13 maggio 1993) è un calciatore belga di origini congolesi, attaccante del Manchester United e della nazionale belga.

Con 40 reti realizzate è il migliore marcatore nella storia della nazionale belga.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Lukaku nasce ad Anversa, città nel nord del Belgio. Proviene da una famiglia di calciatori, infatti il padre Roger Lukaku fu un calciatore della nazionale dello Zaire, ma si trasferì in Belgio nel corso della sua carriera. Anche suo fratello minore, Jordan, e il cugino Boli Bolingoli-Mbombo hanno intrapreso la stessa carriera.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Anderlecht[modifica | modifica wikitesto]

Nato in Belgio da una famiglia congolese, nelle divisioni giovanili ha segnato 116 reti in 70 partite con il Lierse e poi 41 gol in 98 incontri con la maglia dell'Anderlecht.[3][4]

Appena compiuti 16 anni, nel maggio 2009, firma il suo primo contratto da professionista con l'Anderlecht fino al 2012 per 2,5 milioni. Il 24 maggio 2009 debutta in massima divisione belga, poi alcune settimane dopo segna la sua prima rete tra i professionisti (contro lo Zulte Waregem), divenendo il più giovane marcatore di sempre della Jupiler League.[3]

Nella stagione 2009-2010 entra stabilmente nella prima squadra dell'Anderlecht, dove scende in campo nei preliminari di Champions League (persi contro il Lione) e poi debutta in Europa League il 17 settembre 2009 (contro la Dinamo Zagabria, fornendo l'assist del definitivo 2-0). Il 17 dicembre 2009 realizza 2 gol nella sfida di Europa League contro l'Ajax.[5] Il 29 gennaio 2010 segna la sua prima doppietta in campionato durante la trasferta vinta per 5-0 contro il Germinal Beerschot. Il 25 febbraio successivo apre le marcature in Anderlecht-Athletic Bilbao (4-0)[6] che consente ai belgi di accedere agli ottavi di finale di Europa League. Al termine della Division 1 belga 2009-2010 vince la classifica dei marcatori con 15 reti. A fine maggio prolunga il suo contratto con l'Anderlecht fino al 2015.

Nel ritorno del primo turno dei preliminari di Champions League giocata il 3 agosto realizza 2 gol contro il The New Saints FC. Il 10 settembre segna 2 gol contro il Sint-Truidense VV partita vinta dall'Anderlecht 2-0. Una settimana dopo segna ancora nella vittoria 3-0 sul KV Kortrijk. Il 5 dicembre segna ancora contro il Zulte-Waregem partita 2-0 per l'Anderlecht. In occasione della partita del 19 dicembre segna contro il Club Brugge. In questa partita viene anche ammonito. Il 12 marzo 2011 segna il primo gol dell'anno contro il KAS Eupen, gol utile perché la partita finirà 1-1. L'11 maggio realizza un'altra doppietta, la terza in stagione contro il Gent partita finita 4-1 in favore dell'Anderlecht.

Chelsea e prestito al West Bromwich[modifica | modifica wikitesto]

Lukaku al Chelsea nel 2013.

Il 6 agosto 2011 passa al Chelsea per poco più di 22 milioni di euro, firmando un contratto di cinque anni. Sceglie la maglia numero 18, appartenuta in precedenza a Jurij Žirkov. Fa il suo esordio nella vittoria casalinga per 3-1 ai danni del Norwich City, sostituendo Fernando Torres verso la fine del secondo tempo. Per il poco spazio in squadra, viene poi aggregato alla squadra delle riserve con cui segna 7 gol in sole 9 partite. Il 13 maggio 2012 disputa la sua prima partita da titolare contro il Blackburn Rovers, venendo eletto Man of the Match e realizzando un assist per il gol di John Terry. Il 19 maggio vince la sua prima UEFA Champions League, ma il calciatore rifiuta di tenere il trofeo in quanto non ritiene di averla vinta, non avendo mai giocato. Con i blues, nella prima stagione, disputa solo 12 partite senza mai andare a rete.

L'11 agosto 2012 viene mandato in prestito gratuito stagionale al West Bromwich, dove sigla subito il primo gol stagionale contro il Liverpool alla prima di campionato conclusasi con il risultato di 3 a 0. Il 12 gennaio 2013 realizza la sua prima doppietta in campionato, nella partita persa 3-2 contro il Reading. L'11 febbraio timbra il decimo centro stagionale nella gara di ritorno contro il Liverpool (partita terminata 2-0 per il WBA) e il 23 febbraio realizza la sua seconda doppietta stagionale, questa volta ai danni del Sunderland (2-1). Il 19 maggio 2013 realizza una tripletta contro il Manchester United (peraltro giocando solo il secondo tempo), diventando il terzo giocatore di sempre ad essere riuscito in quest'impresa[7], decidendo inoltre il clamoroso 5-5 finale.[8]

Nell'estate del 2013 rientra al Chelsea. Il 30 agosto, nella Supercoppa Europea giocata a Praga e decisasi ai tiri di rigore, fallisce il penalty decisivo, neutralizzato dal portiere del Bayern Monaco Manuel Neuer.[9]

Everton[modifica | modifica wikitesto]

Lukaku con la maglia dell'Everton nel 2015.

Il 2 settembre 2013 viene ceduto all'Everton con la formula del prestito annuale. Conclude la stagione con 16 gol totali in 33 presenze. Il 30 luglio 2014 viene ufficializzato il suo trasferimento a titolo definitivo all'Everton sulla base di 35 milioni di euro, che fa di lui l'acquisto più costoso della storia del club. Il giocatore ha firmato un contratto quinquennale ed ha scelto di indossare la maglia numero 10.[10] Al termine della sua prima stagione in maglia Blues risulterà il capocannoniere dell'Europa League, con 8 reti realizzate.

Il 21 novembre 2015, grazie alla doppietta nella vittoria 4-0 sull'Aston Villa, diventa il giocatore più giovane a raggiungere e superare la soglia di 50 gol in Premier League.[11]

Manchester United[modifica | modifica wikitesto]

Lukaku con il Manchester United nel 2017.

L'8 luglio 2017 il Manchester United comunica di aver raggiunto un accordo per il suo trasferimento[12], che viene formalizzato due giorni dopo; il giocatore belga firma un contratto quinquennale con opzione per un ulteriore anno.[13] Secondo alcune fonti, l'accordo tra i due club prevederebbe il versamento di un corrispettivo fisso del valore di 75 milioni di sterline (pari a circa 85 milioni di euro) più altri bonus legati al rendimento del calciatore e quantificabili in 15 milioni di sterline. In totale il costo del trasferimento potrebbe raggiungere quindi i 90 milioni di sterline, facendone il nuovo record nella storia del calcio. Verrà superato qualche giorno dopo dall'acquisto di Neymar dal Barcellona al Paris Saint Germain per 222 milioni di euro.[14][15]

L'8 agosto inizia la nuova stagione giocando a Skopje la Supercoppa UEFA 2017 contro il Real Madrid e realizzando la rete del 2-1 finale, che non sarà sufficiente a vincere il trofeo. Il 13 agosto fa il suo esordio in Premier League con i Red Devils nella vittoria casalinga per 4-0 contro il West Ham Utd realizzando la sua prima doppietta con la nuova maglia.

Il 30 dicembre, dopo un violento scontro di gioco con Wesley Hoedt, nel corso della partita pareggiata per 0-0 contro il Southampton, è costretto a lasciare il campo in barella con la maschera dell'ossigeno, dovendo così saltare le successive due partite della sua squadra.[16]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Lukaku al Mondiale 2018

Ha fatto parte della Nazionale di calcio del Belgio Under-21, con la quale ha segnato la sua prima rete l'8 settembre 2009 contro i pari età sloveni.

Il 24 febbraio, a 16 anni e 287 giorni, viene convocato dalla Nazionale maggiore di Dick Advocaat per giocare l'amichevole contro la Croazia con cui esordisce (da titolare) il 3 marzo 2010 venendo sostituito al 77'.[17] Il 17 novembre 2010 segna i suoi primi due gol con la maglia dei diavoli rossi nell'amichevole giocata e vinta 2-0 contro la Russia. Convocato con la Nazionale belga al Mondiale 2014 in Brasile, Lukaku mette a segno il suo primo gol nella competizione agli ottavi di finale, giocati contro gli Stati Uniti e vinti 2-1, segnando il secondo gol belga nel corso dei tempi supplementari.[18]

Convocato per gli Europei 2016 in Francia,[19] nella competizione mette a segno due gol, entrambi nella partita vinta il 18 giugno 2016 per 3-0 contro l'Irlanda. Il cammino del Belgio in Francia si interrompe ai quarti di finali con la vittoria per 3-1 del Galles sui Red Devils.

Il 31 agosto 2017 realizza la sua prima tripletta in Nazionale nella storica vittoria in goleada vinta 9-0 contro Gibilterra. Il 10 novembre dello stesso anno, in occasione dell'amichevole casalinga di Bruxelles pareggiata 3-3 contro il Messico, diventa a soli 24 anni il capocannoniere assoluto della Nazionale belga con 29 reti.

Il 18 giugno 2018 realizza una prima doppietta contro il Panama, ai mondiali di Russia 2018, e una seconda il 23 giugno contro la Tunisia, raggiungendo Wilmots con cinque reti nella classifica dei giocatori belgi ad aver segnato più gol ai Mondiali.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Tra club, nazionale maggiore e nazionali giovanili, Lukaku ha totalizzato globalmente 468 presenze segnando 214 reti, alla media di 0,45 gol a partita.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2008-2009 Anderlecht D1 1 0 CB 0 0 UCL 0 0 SB 0 0 1 0
2009-2010 D1 25+8[20] 15 CB 1 0 UCL+UEL 1[21]+10 0+4 - - - 45 19
2010-2011 D1 28+9[20] 12+4[20] CB 2 0 UCL+UEL 3[21]+8 3[21]+1 SB 0 0 50 20
ago. 2011 D1 2 2 CB 0 0 UEL 0 0 - - - 2 2
Totale Anderlecht 56+17 33 3 0 22 8 0 0 98 41
2011-2012 Chelsea PL 8 0 FACup+CdL 1+3 0 UCL 0 0 - - - 12 0
2012-2013 West Bromwich PL 35 17 FACup+CdL 2+1 0 - - - - - - 38 17
ago. 2013 Chelsea PL 2 0 FACup+CdL 0+0 0 UCL 0 0 SU 1 0 3 0
Totale Chelsea 10 0 4 0 0 0 1 0 15 0
2013-2014 Everton PL 31 15 FACup+CdL 1+1 1+0 - - - - - 33 16
2014-2015 PL 36 10 FACup+CdL 2+1 2+0 UEL 9 8 - - - 48 20
2015-2016 PL 37 18 FACup+CdL 3+6 3+4 - - - - - - 46 25
2016-2017 PL 37 25 FACup+CdL 1+1 1+0 - - - - - - 39 26
Totale Everton 141 68 16 11 9 8 - - 166 87
2017-2018 Manchester United PL 34 16 FACup+CdL 6+2 5+0 UCL 8 5 SU 1 1 51 27
2018-2019 PL 3 1 FACup+CdL 0+0 0+0 UCL 0 0 - - - 3 1
Totale Carriera 296 135 33 16 38 21 2 1 369 173

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Belgio
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
3-3-2010 Bruxelles Belgio 0 – 1  Croazia Amichevole - 77’
19-5-2010 Bruxelles Belgio 2 – 1  Bulgaria Amichevole - 65’
11-8-2010 Turku Finlandia 1 – 0  Belgio Amichevole - 66’
3-9-2010 Bruxelles Belgio 0 – 1  Germania Qual. Euro 2012 - 73’
7-9-2010 Istanbul Turchia 3 – 2  Belgio Qual. Euro 2012 - 76’
8-10-2010 Astana Kazakistan 0 – 2  Belgio Qual. Euro 2012 - 46’
12-10-2010 Bruxelles Belgio 4 – 4  Austria Qual. Euro 2012 - 73’
17-11-2010 Voronež Russia 0 – 2  Belgio Amichevole 2 75’
9-2-2011 Gand Belgio 1 – 1  Finlandia Amichevole - 82’
10-8-2011 Lubiana Slovenia 0 – 0  Belgio Amichevole - 58’
2-9-2011 Baku Azerbaigian 1 – 1  Belgio Qual. Euro 2012 - 61’
6-9-2011 Bruxelles Belgio 1 – 0  Stati Uniti Amichevole - 63’
11-10-2011 Düsseldorf Germania 3 – 1  Belgio Qual. Euro 2012 - 46’
29-2-2012 Candia Grecia 1 – 1  Belgio Amichevole - 46’
2-6-2012 Londra Inghilterra 1 – 0  Belgio Amichevole - 72’
15-8-2012 Bruxelles Belgio 4 – 2  Paesi Bassi Amichevole 1 63’
7-9-2012 Cardiff Galles 0 – 2  Belgio Qual. Mondiali 2014 - 46’
14-11-2012 Bucarest Romania 2 – 1  Belgio Amichevole - 57’
6-2-2013 Bruges Belgio 2 – 1  Slovacchia Amichevole - 46’
29-5-2013 Cleveland Stati Uniti 2 – 4  Belgio Amichevole - 84’
7-6-2013 Bruxelles Belgio 2 – 1  Serbia Qual. Mondiali 2014 - 82’
14-8-2013 Bruxelles Belgio 0 – 0  Francia Amichevole - 60’
11-10-2013 Zagabria Croazia 1 – 2  Belgio Qual. Mondiali 2014 2 69’
15-10-2013 Bruxelles Belgio 1 – 1  Galles Qual. Mondiali 2014 -
14-11-2013 Bruxelles Belgio 0 – 2  Colombia Amichevole - 58’
19-11-2013 Bruxelles Belgio 2 – 3  Giappone Amichevole - 76’
5-3-2014 Bruxelles Belgio 2 – 2  Costa d'Avorio Amichevole - 73’
26-5-2014 Genk Belgio 5 – 1  Lussemburgo Amichevole 3 61’
1-6-2014 Solna Svezia 0 – 2  Belgio Amichevole 1 74’
7-6-2014 Bruxelles Belgio 1 – 0  Tunisia Amichevole - 62’ 90+2’
17-6-2014 Belo Horizonte Algeria 1 – 2  Belgio Mondiali 2014 - 1º turno - 58’
22-6-2014 Rio de Janeiro Belgio 1 – 0  Russia Mondiali 2014 - 1º turno - 57’
1-7-2014 Salvador Stati Uniti 1 – 2 dts  Belgio Mondiali 2014 - Ottavi di finale 1 90+1’
5-7-2014 Brasilia Argentina 1 – 0  Belgio Mondiali 2014 - Quarti di finale - 59’
10-10-2014 Bruxelles Belgio 6 – 0  Andorra Qual. Euro 2016 - 66’
13-10-2014 Zenica Bosnia ed Erzegovina 1 – 1  Belgio Qual. Euro 2016 - 57’
12-11-2014 Bruxelles Belgio 3 – 1  Islanda Amichevole 1 46’
7-6-2015 Saint-Denis Francia 3 – 4  Belgio Amichevole - 59’
12-6-2015 Cardiff Galles 1 – 0  Belgio Qual. Euro 2016 - 46’
3-9-2015 Bruxelles Belgio 3 – 1  Bosnia ed Erzegovina Qual. Euro 2016 - 82’
13-10-2015 Bruxelles Belgio 3 – 1  Israele Qual. Euro 2016 - 65’
13-11-2015 Bruxelles Belgio 3 – 1  Italia Amichevole - 63’
29-3-2016 Leiria Portogallo 2 – 1  Belgio Amichevole 1
28-5-2016 Ginevra Svizzera 1 – 2  Belgio Amichevole 1 58’
1-6-2016 Bruxelles Belgio 1 – 1  Finlandia Amichevole 1 79’
5-6-2016 Bruxelles Belgio 3 – 2  Norvegia Amichevole 1
13-6-2016 Lione Belgio 0 – 2  Italia Euro 2016 - 1º turno - 73’
18-6-2016 Bordeaux Belgio 3 – 0  Irlanda Euro 2016 - 1º turno 2 83’
22-6-2016 Nizza Svezia 0 – 1  Belgio Euro 2016 - 1º turno - 87’
26-6-2016 Tolosa Ungheria 0 – 4  Belgio Euro 2016 - Ottavi di finale - 76’
1-7-2016 Lilla Galles 3 – 1  Belgio Euro 2016 - Quarti di finale - 83’
1-9-2016 Bruxelles Belgio 0 – 2  Spagna Amichevole - 67’
6-9-2016 Nicosia Cipro 0 – 3  Belgio Qual. Mondiali 2018 2 73’
7-10-2016 Bruxelles Belgio 4 – 0  Bosnia ed Erzegovina Qual. Mondiali 2018 1 82’
9-11-2016 Amsterdam Paesi Bassi 1 – 1  Belgio Amichevole - 64’
13-11-2016 Bruxelles Belgio 8 – 1  Estonia Qual. Mondiali 2018 2
25-3-2017 Bruxelles Belgio 1 – 1  Grecia Qual. Mondiali 2018 1 90+5’
28-3-2017 Soči Russia 3 – 3  Belgio Amichevole - 77’
5-6-2017 Bruxelles Belgio 2 – 1  Rep. Ceca Amichevole - 46’
9-6-2017 Tallinn Estonia 0 – 2  Belgio Qual. Mondiali 2018 -
31-8-2017 Bruxelles Belgio 9 – 0  Gibilterra Qual. Mondiali 2018 3
3-9-2017 Atene Grecia 1 – 2  Belgio Qual. Mondiali 2018 1
10-10-2017 Bruxelles Belgio 4 – 0  Cipro Qual. Mondiali 2018 1
10-11-2017 Bruxelles Belgio 3 – 3  Messico Amichevole 2 88’
14-11-2017 Bruges Belgio 1 – 0  Giappone Amichevole 1 74’
27-3-2018 Bruxelles Belgio 4 – 0  Arabia Saudita Amichevole 2
2-6-2018 Bruxelles Belgio 0 – 0  Portogallo Amichevole - 46’
6-6-2018 Bruxelles Belgio 3 – 0  Egitto Amichevole 1 46’
11-6-2018 Bruxelles Belgio 4 – 1  Costa Rica Amichevole 2
18-6-2018 Soči Belgio 3 – 0  Panama Mondiali 2018 - 1º turno 2
23-6-2018 Mosca Belgio 5 – 2  Tunisia Mondiali 2018 - 1º turno 2 59’
2-7-2018 Rostov sul Don Belgio 3 – 2  Giappone Mondiali 2018 - Ottavi di finale -
6-7-2018 Kazan' Brasile 1 – 2  Belgio Mondiali 2018 - Quarti di finale - 87’
10-7-2018 San Pietroburgo Francia 1 – 0  Belgio Mondiali 2018 - Semifinale -
14-7-2018 San Pietroburgo Belgio 2 – 0  Inghilterra Mondiali 2018 - Finale 3º posto - 61’
Totale Presenze 75 Reti (1º posto) 40

Record[modifica | modifica wikitesto]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Anderlecht: 2009-2010
Anderlecht: 2010
Chelsea: 2011-2012

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Chelsea: 2011-2012

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

2009-2010 (15 gol)
2014-2015 (8 gol, a pari merito con Alan)
  • Scarpa di bronzo del campionato mondiale: 1
Russia 2018

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Romelu Lukaku: Overview, su premierleague.com, Premier League. URL consultato il 10 aprile 2018.
  2. ^ 73 (33) se si comprendono le presenze nei play-off.
  3. ^ a b Lukaku, il bomber dei record, su sportmediaset.mediaset.it.
  4. ^ (EN) Meet Romelu Lukaku: The Chelsea-bound Belgian starlet who idolises Didier Drogba, su goal.com, 17 gennaio 2011.
  5. ^ Ajax 1-3 Anderlecht, su it.soccerway.com, 17 dicembre 2009. URL consultato il 2 luglio 2014.
  6. ^ Anderlecht-Athletic Bilbao 4-0, su it.eurosport.yahoo.com, 25 febbraio 2010.
  7. ^ Ferguson chiude col brivido la sua era allo United, il WBA rimonta 3 goal ai Red Devils, su goal.com, 19 maggio 2013. URL consultato l'8 luglio 2013.
  8. ^ (EN) West Bromwich Albion 5 Manchester United 5: match report, su telegraph.co.uk, 19 maggio 2013. URL consultato l'8 luglio 2013.
  9. ^ Supercoppa Europea: vince il Bayern, battuto il Chelsea ai rigori, su sportmediaset.mediaset.it, 30 agosto 2013. URL consultato il 19 dicembre 2017.
  10. ^ (EN) Lukaku Becomes Club Record Signing, su evertonfc.com, 30 luglio 2014.
  11. ^ Premier: il Leicester di Ranieri è in vetta, riscatto Mourinho, cade Wenger, su gazzetta.it, 21 novembre 2015. URL consultato il 21 novembre 2015.
  12. ^ (EN) United agree fee with Everton for Lukaku, su manutd.com, 8 luglio 2017. URL consultato l'8 luglio 2017.
  13. ^ (EN) United sign Romelu Lukaku, su manutd.com, 10 luglio 2017. URL consultato il 10 luglio 2017.
  14. ^ (EN) Romelu Lukaku: Man Utd sign Everton striker for initial £75m on five year deal, in BBC.com, 10 luglio 2017.
  15. ^ (EN) Romelu Lukaku completes Manchester United move in deal that could reach world record £90m, in The Daily Telegraph, 10 luglio 2017.
  16. ^ Lukaku fuori in barella con la maschera d'ossigeno gazzetta.it
  17. ^ Il Bazar del Pallone - Tempo di esordi, non solo Bonucci e Cossu, su it.eurosport.yahoo.com, 3 marzo 2010.
  18. ^ Mondiali, Belgio-Usa 2-1: decidono De Bruyne e Lukaku ai supplementari, Green accorcia, su gazzetta.it, 2 luglio 2014. URL consultato il 2 luglio 2014.
  19. ^ (NL) Selectie Rode Duivels, su belgianfootball.be, 31 maggio 2016. URL consultato il 31 maggio 2016.
  20. ^ a b c Nei Play-off Scudetto.
  21. ^ a b c Nei turni preliminari.
  22. ^ https://www.thesun.co.uk/sport/football/4892254/romelu-lukaku-makes-belgium-history-scoring-with-bad-first-touch/

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Portale Biografie
Portale Calcio