Siti patrimonio dell'umanità in Uzbekistan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura (UNESCO) Siti Patrimonio dell'Umanità sono luoghi di importanza per il patrimonio culturale o naturale, come descritto nella Convenzione del Patrimonio dell'UNESCO, fondata nel 1972. Di seguito è riportato l'elenco e la lista dei tentativi di riconoscimento dei siti in Uzbekistan; per i criteri vedi la voce Patrimonio dell'umanità.[1]

Name Date of Inscription Criteria Province Image
Centro Storico di Bukhara 1993 II,IV,VI Regione di Bukhara
Centro Storico di Shakhrisyabz 2000 III,IV Regione di Kashkadarya
Itchan Kala (Khiva) 1990 III,IV,V Regione di Khorezm
Samarkand – Crocevia di Culture 2001 I,II,IV Regione di Samarkand

Elenco dei tentativi di riconoscimento UNESCO[modifica | modifica wikitesto]

I luoghi sottoposti nella Tentative List sono i seguenti. (Le date indicate tra parentesi sono date di presentazione)[2]

  • Sheikh Mukhtar-Vali Complex (mausoleo) (1996)
  • Khanbandi (dam) (1996)
  • Ak Astana-Baba (mausoleo) (1996)
  • Mountagne Occidentali di Tian Shan (Nomina transfrontaliera di Uzbekistan, Kirghizistan, Kazakistan) "Chatkal Sate Riserva della Biosfera"(2008)
  • Kanka (2008)
  • Shahruhiya (2008)
  • Abdulkhan Bandi Dam (2008)
  • Zaamin Mountains (2008)
  • Arab-Ata Mausoleum (2008)
  • Centro storico di Qoqon (2008)
  • Shokhimardon (2008)
  • Ahsiket (2008)
  • Ancient Pap (2008)
  • Gissar Mountains (2008)
  • Andijon (2008)
  • Siypantosh Rock Paintings (2008)
  • Ancient Termiz (2008)
  • Zarautsoy Rock Paintings (2008)
  • Boysun (2008)
  • Poykent (2008)
  • Varakhsha (2008) a Bukhara
  • Mausoleo Chashma-Ayub (2008) a Bukhara
  • Chor-Bakr (2008) a Bukhara
  • Bahoutdin Architectural Complex (2008)
  • Sarmishsay (2008)
  • Rabati Malik Caravanserai (2008)
  • Mir-Sayid Bakhrom Mausoleum (2008)
  • Khazarasp (2008)
  • Castelli nel deserto dell'antica Khorezm (2008)
  • Minareto di Vobkent (2008)
  • Siti della via della seta in Uzbekistan (2010)

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Portale Uzbekistan: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Uzbekistan