Strada statale 154 della Valle del Sangro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Strada statale 154
della Valle del Sangro
Localizzazione
Stato  Italia
Regioni  Abruzzo
Dati
Classificazione Strada statale
Inizio SS 16 presso Torino di Sangro Marina
Fine SS 84 presso Selva d'Altino
Lunghezza 22,370 km
Provvedimento di istituzione D.P.R. 27 maggio 1953, n. 782[1]
Gestore Tratte ANAS: nessuna (dal 1985 la gestione è passata alla Provincia di Chieti)

La ex strada statale 154 della Valle del Sangro (SS 154), ora parte della strada provinciale 119 Sangritana (SP 119)[2] da Torino di Sangro Marina a Piane d'Archi e strada provinciale 113 Selva d'Altino-Piane d'Archi (SP 113)[2] da Piane d'Archi a Selva d'Altino, è una strada provinciale che percorre parte della valle scavata dal fiume Sangro.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La strada statale 154 venne istituita nel 1953 con il seguente percorso: "Innesto con la SS. n. 84 presso la Selva di Altino - Innesto con la SS. n. 16 presso il ponte sul fiume Sangro."[1]

In seguito alla costruzione della strada statale 652 di Fondo Valle Sangro, nel 1985 si decise di declassificarla a strada provinciale[3]; dopo qualche anno la gestione è quindi passata dall'ANAS alla Provincia di Chieti.

Percorso[modifica | modifica wikitesto]

Inizia nel comune di Torino di Sangro in località Borgata Marina, dalla strada statale 16 Adriatica e, prima della costruzione della strada statale 652 di Fondo Valle Sangro, era l'arteria principale della valle omonima. Attraversa i territori comunali di Paglieta e di Perano, prima di giungere a Piane d'Archi dove incrocia la ex strada statale 558 Sangritana seconda. La strada devia quindi verso ovest, superando il fiume Sangro ed innesandosi sulla strada statale 84 Frentana in località Selva d'Altino.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Decreto del presidente della Repubblica 27 maggio 1953, n. 782, articolo 1, in materia di "Classificazione nella rete statale di strade del Mezzogiorno per la lunghezza di circa 3000 chilometri."
  2. ^ a b Regolamento tariffe e canoni, Provincia di Chieti, p. 49.
  3. ^ D.G.R. 921 del 25/03/1985, Regione Molise.
Portale Abruzzo
Portale Trasporti