Strada statale 16 ter Adriatica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Strada statale 16 ter
Adriatica
Localizzazione
Stato  Italia
Regioni  Molise
 Puglia
Province  Campobasso
 Foggia
Dati
Classificazione Strada statale
Inizio Innesto SS 16 presso Campomarino
Fine Innesto SS 16 presso San Severo
Lunghezza 48,985[1] km
Provvedimento di istituzione D.M. 13/09/1976 - G.U. 258 del 28/09/1976[1]
Gestore ANAS

La strada statale 16 ter Adriatica (SS 16 ter) era una strada statale italiana.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La strada statale 16 ter Adriatica venne istituita nel 1976 con i seguenti capisaldi di itinerario: "Innesto SS 16 presso Campomarino - Serracapriola - Innesto SS 16 presso San Severo" e una lunghezza di 48,985 chilometri[1].

Nel 1999 il decreto legislativo n. 461 non inserì la strada nella rete di interesse nazionale[2] e pertanto, secondo quanto prescritto dal decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112 essa venne trasferita al demanio delle regioni interessate[3], ovvero Molise e Puglia. La declassificazione venne confermata da un successivo decreto del 2001[4].

Al 2015, il tratto molisano della strada risulta classificato come strada provinciale 161 Adriatica, nella provincia di Campobasso[5].

Percorso[modifica | modifica wikitesto]

La strada aveva origine dalla SS 16 nel territorio comunale di Campomarino, poco prima del ponte sul Biferno. Subito abbandonava la costa, iniziando l'ascesa fino al centro abitato e dirigendosi poi verso sud-est in un paesaggio collinare.

Dopo l'attraversamento del torrente Saccione, che segna il confine con la Puglia, il tracciato diventava più tortuoso e accidentato, con continue salite fino a Serracapriola, dove si aveva l'innesto della SS 376; seguiva poi un tratto in discesa fino al fiume Fortore, seguito da un'ulteriore ascesa fino a San Paolo di Civitate. Da qui un lungo rettilineo conduceva a San Severo, dove la strada terminava innestandosi nuovamente sulla SS 16.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Decreto Ministeriale 13/09/1976
  2. ^ Decreto legislativo 29 ottobre 1999, n. 461, articolo 1, in materia di "Individuazione della rete autostradale e stradale nazionale, a norma dell'articolo 98, comma 2, del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112."
  3. ^ Decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112, articolo 101, in materia di "Conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle regioni ed agli enti locali, in attuazione del capo I della legge 15 marzo 1997, n. 59."
  4. ^ Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 21 settembre 2001, in materia di "Modifiche al decreto legislativo 29 ottobre 1999, n. 461, che individua la rete autostradale e stradale nazionale, in attuazione dell'art. 20 della legge 24 novembre 2000, n. 340."
  5. ^ Provincia di Campobasso - Strade provinciali

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Portale Molise
Portale Puglia
Portale Trasporti