Strada statale 269 del Faito

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Strada statale 269
del Faito
Localizzazione
Stato  Italia
Regioni  Campania
Province  Napoli
Dati
Classificazione Strada statale
Inizio Vico Equense
Fine Monte Faito
Lunghezza 15,838[1] km
Provvedimento di istituzione D.M. 16/11/1959 - G.U. 41 del 18/02/1960[2]
Gestore Città metropolitana di Napoli

La ex strada statale 269 del Faito (SS 269), ora strada provinciale ex SS 269 del Faito (SP ex SS 269)[3], è una strada provinciale italiana della città metropolitana di Napoli che collega la costa tirrenica con la località turistica del monte Faito.

Percorso[modifica | modifica wikitesto]

Il tracciato ha inizio nel centro abitato di Vico Equense dove si distacca dal tratto ormai dismesso della strada statale 145 Sorrentina. La strada si spinge nell'entroterra per risalire i monti Lattari, passando per le frazioni di Massaquano e Moiano. Il suo percorso si arresta nei pressi del monte Faito dove sono presenti delle strutture ricettive. La strada si trova tutta nel territorio comunale di Vico Equense

In seguito al decreto legislativo n. 112 del 1998, dal 17 ottobre 2001 la gestione è passata dall'ANAS alla Regione Campania, che nella stessa data ha ulteriormente devoluto le competenze alla ex Provincia di Napoli, dismessa nel 2015[4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Individuazione delle rete stradale di interesse regionale - Regione Campania (PDF), gazzette.comune.jesi.an.it.
  2. ^ Decreto ministeriale del 16/11/1959
  3. ^ Relazione previsionale e programmatica 2010-2012 (PDF), Provincia di Napoli, p. 3.
  4. ^ D.G.R. 2149 del 30/12/2005 (PDF), Regione Campania - B.U. 9 del 20/02/2006.
Portale Campania
Portale Trasporti