Strada statale 647 Fondo Valle del Biferno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Strada statale 647
Fondo Valle del Biferno
Denominazioni precedentiStrada provinciale a scorrimento veloce Fondo Valle del Biferno
Localizzazione
Stato  Italia
Regioni Molise
Dati
ClassificazioneStrada statale
InizioSS 17 presso Boiano
FineSS 87 presso la Stazione di Guglionesi
Lunghezza75,250[1] km
Provvedimento di istituzioneD.M. 665 del 01/12/1989 - G.U. 2 del 03/01/1990[2]
GestoreANAS (1990-)

La strada statale 647 Fondo Valle del Biferno (SS 647), chiamata anche Bifernina, è una delle strade statali principali del Molise. Si presenta a una corsia per senso di marcia e priva di gallerie ed intersezioni a raso ad eccezione di qualche tratto in cui attraversa delle frazioni sorte proprio ai bordi della strada stessa. Proprio per questo presenta diversi accessi privati che causano abbassamenti dei limiti di velocità.

È lunga 75,250 km e collega la strada statale 17 dell'Appennino Abruzzese e Appulo Sannitico all'altezza di Bojano con la strada statale 87 Sannitica all'altezza della zona industriale di Termoli (ma nell'agro del comune di Portocannone).

Il tratto più affascinante di questa strada è rappresentato dalla diga del Liscione, costruita sul fiume Biferno nel 1972 al fine di creare un bacino artificiale che prende il nome di lago di Guardialfiera o di Liscione; si tratta di un invaso che si sviluppa essenzialmente lungo l'asse SO-NE. La strada lo sovrasta nel tratto iniziale e finale mediante due viadotti di 3,6 e 4,9 chilometri, e lo costeggia invece nel tratto centrale.

Il limite di velocità, nella maggior parte del suo percorso, è di 90 km/h, eccetto che nei pressi degli accessi privati, dove il limite si abbassa.

Percorso[modifica | modifica wikitesto]


Fondo Valle del Biferno
Tipologia Indicazione km Provincia
dell'Appennino Abruzzese e Appulo Sannitico - Bojano
Isernia - Campitello Matese - Campobasso
0,0 CB
Colle d'Anchise 3,6
Fondo Valle del Biferno
Campobasso - Benevento
4,2[3]
Baranello 8,4
Busso 10,8
Frosolone
SP 42 - Z.I. Fresilia - Duronia - Molise
12,4
Casalciprano
Roccaspromonte
15,2
ex Molesana - Castropignano
SP 41 - Campobasso - Oratino
18,2
- Campobasso 18,7
Area di servizio 20,1[4]
- Fossalto
Z.I. P.I.P. Cerreto - Pietracupa - Salcito
22,6
Fondo Valle del Biferno - Campobasso
Foggia
27,2
Limosano - Montagano 27,3
Limosano - Montagano
San Biase - Sant'Angelo Limosano
-[5]
Area di servizio 34,2
della Valle del Biferno - Lucito
Petrella Tifernina - Castellino del Biferno - Castelmauro
37,9
Area di servizio 40,8
Castelbottaccio 40,9[6]
- Morrone del Sannio
Ripabottoni
43,1
Area di servizio 47,0[6]
- Lupara - Casacalenda
Bonefro - Sant'Elia a Pianisi - Colletorto
47,6
SP 73 dir/2 - Guardialfiera 52,6
Lago di Guardialfiera 53,8
- Palata
Mafalda - San Felice del Molise - Acquaviva Collecroce
55,7
Diga del Liscione 60,8
- Montenero di Bisaccia - Larino
SP150 - Montecilfone - Acquaviva Collecroce
62,8
Larino 66,4
Larino 68,5
- San Martino in Pensilis
Ururi
71,3
- Guglionesi
Montecilfone
72,0
Area di servizio 73,0
Zona industriale 74,1
Sannitica - Termoli
BO-TA - Adriatica - Campomarino
75,3

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Costruita dalla Cassa del Mezzogiorno, con il decreto del Ministro dei lavori pubblici n. 665 del 1º dicembre 1989 venne classificata come strada statale mutuando parte del percorso dalla strada a scorrimento veloce Fondo Valle del Biferno con i seguenti capisaldi di itinerario: "Innesto strada statale n. 17 allo svincolo di Boiano - svincolo per Castropignano - svincolo per Lucito - svincolo per Larino - Innesto strada statale n. 87 presso la Stazione F.S. di Guglionesi"[2].

Nel 1996, all'altezza del chilometro 26, essa è stata segnata da un'alluvione che ha distrutto 2 ponti, i quali sono stati poi ricostruiti in 7 anni. In precedenza, al chilometro 43, un incidente danneggiò in maniera grave un ponte, chiuso dal 1991 al 1997.

Diramazioni della SS 647[modifica | modifica wikitesto]

Strada statale 647 dir/A Fondo Valle del Biferno[modifica | modifica wikitesto]

Strada statale 647 dir/A
Fondo Valle del Biferno
Denominazioni precedentiStrada provinciale a scorrimento veloce Fondo Valle del Biferno
Localizzazione
Stato  Italia
Regioni Molise
Dati
ClassificazioneStrada statale
InizioSS 17 presso Santa Maria delle Macchie
FineSS 647 presso Campo Aperto
Lunghezza3,900[1] km
Provvedimento di istituzioneD.M. 665 del 01/12/1989 - G.U. 2 del 03/01/1990[2]
GestoreANAS (1990-)

La strada statale 647 dir/A Fondo Valle del Biferno (SS 647 dir/A) è una strada statale italiana che collega il tratto in comune della strada statale 17 dell'Appennino Abruzzese e Appulo Sannitico e della strada statale 87 Sannitica nei pressi di Vinchiaturo con la SS 647 stessa nella località di Campo Aperto, nel comune di Colle d'Anchise.

Costruita dalla Cassa del Mezzogiorno, con il decreto del Ministro dei lavori pubblici n. 665 del 1º dicembre 1989 venne classificata come strada statale mutuando parte del percorso dalla strada a scorrimento veloce Fondo Valle del Biferno con i seguenti capisaldi di itinerario: "Svincolo strada statale n. 17 presso S. Maria delle Macchie - svincolo strada statale n. 647 presso Campo Aperto"[2].

Strada statale 647 dir/B Fondo Valle del Biferno[modifica | modifica wikitesto]

Strada statale 647 dir/B
Fondo Valle del Biferno
Denominazioni precedentiStrada provinciale a scorrimento veloce Fondo Valle del Biferno
Localizzazione
Stato  Italia
Regioni Molise
Dati
ClassificazioneStrada statale
InizioSS 647 presso Montagano
FineSS 87 presso stazione di Ripalimosani
Lunghezza8,150[1] km
Provvedimento di istituzioneD.M. 665 del 01/12/1989 - G.U. 2 del 03/01/1990[2]
GestoreANAS (1990-)

La strada statale 647 dir/B Fondo Valle del Biferno (SS 647 dir/B), anche nota come diramazione Ingotte, è una strada statale italiana che collega Campobasso, e più precisamente la strada statale 87 Sannitica nella zona industriale del capoluogo molisano, con la stessa SS 647 nei pressi di Vicenna, nel comune di Montagano.

Costruita dalla Cassa del Mezzogiorno, con il decreto del Ministro dei lavori pubblici n. 665 del 1º dicembre 1989 venne classificata come strada statale mutuando parte del percorso dalla strada a scorrimento veloce Fondo Valle del Biferno (strada Ingotte) con i seguenti capisaldi di itinerario: "Innesto strada statale n. 647 allo svincolo di Montagano - Innesto strada statale n. 87 presso la Stazione F.S. di Ripalimosani"[2].

La diramazione è stata segnata dell'abbattimento di un ponte, fatto esplodere nel 1998 per motivi di sicurezza, e poi ricostruito e aperto al traffico nel 2012.

La progressiva chilometrica attualmente presente sull'arteria va dal km 12,300 al km 4,150, in direzione opposta a quella dei capisaldi attuali; i primi 4,150 km sono ormai stati declassati e fanno parte del centro abitato.

Percorso[modifica | modifica wikitesto]


Fondo Valle del Biferno
Tipologia Indicazione km Provincia
Sannitica - Campobasso
Larino - Ripalimosani
4,1 CB
SC Taverna del Colle 4,6[4]
SC Colle Infante
Z.I. Pesco Farnese
4,6[6]
Sannitica - Campobasso
Benevento - Foggia
5,1
SC Santa Lucia
Ripalimosani
7,0
SC C.da Palumbo 7,1[6]
SC C.da Ingotte 9,1[6]
SC C.da Covatta 11,4[6]
Fondo Valle del Biferno - Bojano - Termoli
Isernia - BO-TA
12,3

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Scheda sul sito dell'ANAS (selezionare la strada interessata), ANAS.
  2. ^ a b c d e f Provvedimenti concernenti la classificazione di strade statali e provinciali, Gazzetta Ufficiale n. 2 del 3 gennaio 1990.
  3. ^ Solo ingresso.
  4. ^ a b Dir. Nord
  5. ^ Solo uscita.
  6. ^ a b c d e f Dir. Sud

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti