Strada statale 7 ter Salentina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Strada statale 7 ter
Salentina
Localizzazione
Stato  Italia
RegioniPuglia
Dati
ClassificazioneStrada statale
InizioSvincolo con la SS 7 a Taranto (presso la fermata ferroviaria di Nasisi)
Fineinnesto con la SS 16 presso la stazione di Surbo
Lunghezza78,400 km
Provvedimento di istituzioneR.D. 28/01/1937 n. 172[1]
GestoreANAS

La strada statale 7 ter Salentina (SS 7 ter) è una strada statale che collega i capoluoghi salentini Taranto e Lecce. D'estate, nel periodo delle ferie, è molto frequentata per i traffici di turisti che, dalla autostrada A14 fino a Taranto, passano di lì per recarsi nel Salento.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La strada statale 7 ter "Salentina" venne istituita nel 1937 con i seguenti capisaldi d'itinerario: "Innesto S.S. n. 16 presso Surbo - S. Giorgio Jonico"[1].

In seguito[Quando?] la strada venne prolungata da San Giorgio Jonico fino a raggiungere il nuovo tracciato della SS 7[2] in prossimità della stazione di Nasisi.[3]

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

La SS 7 ter si presenta ad una sola carreggiata, tranne nel tratto iniziale (km 0 - 6) e in gran parte del tratto tra Manduria e San Pancrazio Salentino (km 41+800-54+080), che nel corso degli anni 1990 è stata ammodernata a strada extraurbana secondaria a due carreggiate con due corsie per ogni senso di marcia, con il limite di velocità di 90 chilometri orari.

Percorso[modifica | modifica wikitesto]

La SS 7 ter inizia dallo svincolo con la superstrada Taranto-Brindisi presso la stazione di Nasisi. Il primo tratto attraversa il Mar Piccolo con un ponte lungo Punta della Penna. Da lì si dirama poi in direzione del comune di San Giorgio Ionico, dove assorbe la ex Strada statale 603 di San Giorgio Jonico, per poi servire i comuni di Monteparano, Fragagnano, Sava, Manduria, Avetrana, Erchie, San Pancrazio Salentino, Guagnano, Salice Salentino, Campi Salentina, Novoli e Trepuzzi e sfociare nel percorso della Strada statale 16 Adriatica presso la stazione di Surbo, quindi a pochi chilometri da Lecce.

Tracciato[modifica | modifica wikitesto]

Svincolo SS 7-Taranto[modifica | modifica wikitesto]

Salentina
tratto svincolo - Taranto Solito-Corvisea
Tipo Indicazione km Note Provincia Strada Europea
Taranto Paolo VI
Martina Franca
Locorotondo
Alberobello
Fasano
Valle d'Itria
Selva di Fasano
Zoosafari
-1,2 Tratto senza denominazione ufficiale TA -
Taranto Tamburi
Taranto Tamburi
Matera
Bari
Reggio Calabria
Bologna-Taranto
Porto di Taranto
0,0
Brindisi
Grottaglie
Montemesola
Monteiasi
Buffoluto
Cantieri Navali
0,5
Area di Servizio 1,3 Solo in direzione SS 7
Taranto Centro 4,0 Solo in direzione Taranto
Taranto Solito-Corvisea 5,5
Lecce
San Giorgio Jonico
Gallipoli

Manduria-San Pancrazio Salentino[modifica | modifica wikitesto]

Salentina
tratto Manduria - San Pancrazio Salentino
Tipo Indicazione km Note Provincia Strada Europea
Salentina
Manduria
Taranto
41,8 BR -
Avetrana 44,7
Strada Vicinale "Cicirelle" 46,1
Erchie
Strada Consorziale "Argentoni"
46,7
Strada Vicinale "Greci II" 49,1
San Pancrazio Salentino
Punta Prosciutto
51,7
San Pancrazio Salentino
Salentina
Lecce
Torre Lapillo
54,0

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Regio Decreto del 28/01/1937 n. 172 - Gazzetta Ufficiale del Regno d'Italia n. 53 del 4/03/1937
  2. ^ ss7ter (ponte Aldo Moro) Ponte Punta Penna Pizzone | Polizia Municipale del Comune di Taranto, su poliziamunicipale.comune.taranto.it. URL consultato l'11 luglio 2016.
  3. ^ fondazioneterradotranto, Taranto, Ponte Punta Penna Pizzone. Realtà o fantasia?, su Fondazione Terra D'Otranto, 20 settembre 2011. URL consultato l'11 luglio 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Portale Italia
Portale Trasporti