Terremoto dell'Irpinia del 1910

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Terremoto dell'Irpinia
Data 7 giugno 1910
Magnitudo Richter 5,7[1]
Distretto sismico Irpinia
Epicentro Calitri
40°51′00″N 15°16′47″E / 40.85°N 15.279722°E40.85; 15.279722Coordinate: 40°51′00″N 15°16′47″E / 40.85°N 15.279722°E40.85; 15.279722
Nazioni colpite  Italia
Maremoto no
Vittime 40/50 circa[2]
Mappa di localizzazione: Italia
Posizione dell'epicentro

Il terremoto dell'Irpinia del 1910 (o terremoto dell'Irpinia e Basilicata) è il sisma che si verificò il 7 giugno 1910 e che colpì la Campania orientale e la Basilicata centro-settentrionale. Caratterizzato da una magnitudo del momento sismico di circa 5,9 con epicentro a Calitri, causò circa 50 morti.

Zone interessate[modifica | modifica wikitesto]

Le zone interessate furono la Campania e la Basilicata con 53 comuni colpiti, 41 in provincia di Avellino e 12 in provincia di Potenza.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Portale Basilicata
Portale Catastrofi
Portale Provincia di Avellino
Portale Scienze della Terra