Zach Sobiech

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Zachary David Sobiech
Nazionalità  Stati Uniti
GenereFolk rock
Periodo di attività musicale2012 – 2013
StrumentoVoce, chitarra, pianoforte

Zachary David "Zach" Sobiech (Saint Paul, 3 maggio 1995Lakeland, 20 maggio 2013) è stato un cantautore statunitense, membro della band A Firm Handshake. Il suo singolo Clouds guadagnò una grande attenzione mediatica su YouTube, prima della sua morte nel maggio 2013, all'età di soli 18 anni.[1][2] La canzone si classificò nella Billboard Hot 100, fino a diventare una hit anche in Gran Bretagna, Canada e Francia.

Vita e carriera[modifica | modifica wikitesto]

All'età di 14 anni gli fu diagnosticato un osteosarcoma, un cancro alle ossa che colpisce particolarmente i bambini.[3] CBS riportò che durante le sue cure, affrontò 10 interventi chirurgici e 20 cicli di chemioterapia.[4] Zach cominciò a scrivere musica dopo la diagnosi.[5]

Nel maggio 2012 i dottori gli comunicarono che gli sarebbe rimasto solo un anno da vivere.[6] Sobiech registrò dunque la canzone Clouds"sulla sua battaglia contro il cancro,[7] e la caricò su YouTube nel dicembre 2012. Il video diventò virale, sorpassando le tre milioni di visualizzazioni al momento della sua morte. Ne ha attualmente più di 10 milioni, in crescendo.[8]

A Firm Handshake[modifica | modifica wikitesto]

Prima della sua morte, Zach Sobiech aveva formato la band A Firm Handshake con gli amici Samantha "Sammy" Brown e Reed Redmond.[1] Il loro primo album, Fix Me Up, fu diffuso digitalmente all'inizio del 2013,[9] scalando le classifiche di USA, Regno Unito e Canada. Il singolo di debutto dei A Firm Handshake fu "How to Go to Confession".

Morte[modifica | modifica wikitesto]

Sobiech morì il 20 maggio 2013 per le complicazioni del cancro, nella sua casa a Lakeland, un sobborgo ad est di Saint Paul (Minnesota).[8][10] Il funerale si tenne nella Chiesa Cattolica di San Michele ed il suo corpo fu tumulato nel St. Michael's Cemetery.[11]

Tributi[modifica | modifica wikitesto]

"SoulPancake", il canale YouTube di Rainn Wilson, diffuse un documentario su Sobiech, diretto da Justin Baldoni, come parte della sua serie online My Last Days.[5][12] L'episodio di 22 minuti di My Last Days: Meet Zach Sobiech ha superato le 14 milioni di visualizzazioni.[13] Un ulteriore episodio intitolato My Last Days: Zach Sobiech, One Year Later è stato girato seguendo la vita della famiglia e degli amici di Zach dopo la sua morte.[14]

Vari artisti hanno commemorato Sobiech, anche attraverso cover della sua canzone "Clouds". In particolare, grande successo ottenne la versione diffusa da SoulPancake,[15] realizzata da Rainn Wilson, Bryan Cranston, Ashley Tisdale, Jason Mraz, Sara Bareilles,[2] Colbie Caillat, Phillip Phillips, Passenger, The Lumineers e tanti altri.[16] Il video ha infatti superato le 4.7 milioni di visualizzazioni su YouTube.[17]

Il 5 dicembre 2013, un coro di 5,000 persone ha cantato la canzone di Sobiech "Clouds" al Mall of America. L'evento è stato organizzato dal KS95 Kids Radiothon in collaborazione con il Children's Cancer Research Fund ed il Gillette Children's Specialty Healthcare.[18]

La madre di Zach, Laura Sobiech, ha scritto una memoria della vita del figlio, Fly a Little Higher: How God Answered a Mom's Small Prayer in a Big Way ("Vola un po' più in alto: come Dio rispose ad una piccola preghiera di una mamma in un grande modo").[19] All'inizio del 2016, è stato annunciato che la Warner Bros. realizzerà un film basato sul libro di Laura Sobiech. Justin Baldoni è stato designato a dirigerlo ed il film sarà intitolato "Clouds", come la canzone di Zach.[20]

Eredità[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia Sobiech ha istituito il fondo The Zach Sobiech Osteosarcoma Fund presso il Children's Cancer Research Fund. Nel settembre 2015, il fondo intitolato a Zach ha raggiunto un milione di dollari e continua a crescere.[21]

Discografia di Zach Sobiech[modifica | modifica wikitesto]

Singolo[modifica | modifica wikitesto]

Singolo Anno Posizioni di picco in classifica Album
US

[22]

US
Rock

[22]

BEL
(Wa)

[23]

CAN

[22]

FR

[24]

SWI
UK

[25]

UK
Indie

[26]

"Clouds" 2013 26 3 29 14 26 73 50 8 Dall'album dei A Firm Handshake

Fix Me Up

Discografia dei A Firm Handshake[modifica | modifica wikitesto]

EP[modifica | modifica wikitesto]

Titolo Dettagli album Posizioni di picco in classifica
US

[27]

US

Dig.
[27]

US
Heat.

[27]

US
Indie

[27]

US

Rock
[27]

CAN

[27]

UK

[25]

UK
Indie

[28]

Fix Me Up
  • Pubblicato: 15 febbraio 2013
  • Etichetta: Rock the Cause
  • Formato: digitale
20 9 27 4 6 22 121 24

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Zach Sobiech: Finding peace through music, childrenscancer.org.
  2. ^ a b Zach Sobiech's 'Clouds' Headed For Hot 100 Debut, Billboard.com, 23 maggio 2013. URL consultato il 24 maggio 2013.
  3. ^ Kristin Boehm, Zach Sobiech Dies at 18, Teen with Cancer Who Sang Viral Hit "Clouds", in People, 20 maggio 2013. URL consultato il 21 maggio 2013.
  4. ^ MN Teen Whose Song Touched The World Dies Of Cancer, in CBS, 20 maggio 2013. URL consultato il 21 maggio 2013.
  5. ^ a b Viral Video Sensation Zach Sobiech Dies, Fox2Now, 23 maggio 2013. URL consultato il 24 maggio 2013.
  6. ^ Scott Stump, Teen behind viral hit 'Clouds' dies of bone cancer weeks after celeb-filled tribute video, in Today, 20 maggio 2013. URL consultato il 21 maggio 2013.
  7. ^ Zach Sobiech, Terminally Ill Singer Who Channeled His Story Into 'Clouds', Dies at 18, Billboard.com, 21 maggio 2013. URL consultato il 24 maggio 2013.
  8. ^ a b Amanda Enayati, Teen featured in viral video dies, in CNN, 20 maggio 2013. URL consultato il 21 maggio 2013.
  9. ^ Lakeland teenager with rare cancer saying goodbye through song, Twin Cities, 20 maggio 2013. URL consultato il 23 maggio 2013.
  10. ^ Zach Sobiech dies after his farewell song became a YouTube sensation, Christian Science Monitor, 23 maggio 2013. URL consultato il 23 maggio 2013.
  11. ^ http://www.twincities.com/localnews/ci_23284467/zach-sobiechs-funeral-arrangements-set
  12. ^ Renni Dyball, Stars Serenade Zach Sobiech in Appreciation of His Brave Cancer Fight.
  13. ^ Filmato audio SoulPancake My Last Days series - Episode on Zach Sobiech, su YouTube.
  14. ^ https://www.youtube.com/watch?v=5iTImZGOtc4
  15. ^ Deborah Hastings, Zach Sobiech, teen who wrote viral YouTube hit ‘Clouds’ about cancer, dies from it at 18, in Daily News, 20 maggio 2013. URL consultato il 21 maggio 2013.
  16. ^ Full credits include, SoulPancake presents, in collaboration with Wayfarer Entertainment / Director/Producer: Justin Baldoni / Producer: Ahmed Kolacek / Associate Producer: Fouad Elgohari / Editor: Nick Pezzillo / with appearances by Brian Cranston, Sarah Silverman, Ashley Tisdale, Colbie Caillat, Chris Pratt, Anna Faris, Jason Mraz, Sara Bareilles, Andy Grammer, Jenna Fischer, Angela Kinsey, Jenna Elfman, Jack McBrayer, Lumineers, Jason Derulo, Kelly Oxford, The Mowglis, Rachel Bilson, Kina Grannis, Passenger, Creed Bratton, Tyler Hilton, Mark Duplass, Josh Gad, Jason Wade, Paul McDonald, Ed Helms, Phillip Phillips, Justin Young, Alyssa Shouse
  17. ^ https://www.youtube.com/watch?v=7zxXAtmmLLc
  18. ^ Mary Divine, 5,000 sing Zach Sobiech's 'Clouds' in his memory at Mall of America, su TwinCities.com, Pioneer Press. URL consultato il 23 gennaio 2014.
  19. ^ New book will tell the story of Zach Sobiech, who wrote the song "Clouds"
  20. ^ http://variety.com/2016/film/news/warner-bros-fly-a-little-higher-movie-1201694182/
  21. ^ http://minnesota.cbslocal.com/2015/09/15/zach-sobiechs-research-fund-reaches-1-million-in-donations/
  22. ^ a b c Macklemore & Ryan Lewis Still Atop Hot 100, Zach Sobiech Debuts
  23. ^ Ultratop.be/fr/ Zach Sobiech discography
  24. ^ Lescharts.com Zach Sobiech discography
  25. ^ a b Zywietz, Tobias, Chart Log UK – 01/06/2013 (TXT), su zobbel.de, Tobias Zywietz. URL consultato il 1º agosto 2013.
  26. ^ 2013-06-01 Top 40 Independent Singles Archive, Official Charts Company. URL consultato il 1º agosto 2013.
  27. ^ a b c d e f A Firm Handshake Charts & Awards Billboard Singles, AllMusic. Rovi Corporation. URL consultato il 1º agosto 2013.
  28. ^ 2013-06-01 Top 40 Independent Albums Archive, Official Charts Company. URL consultato il 1º agosto 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN309854741 · LCCN (ENno2014099599