L'ora di religione

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

L'ora di religione

Titolo originale

L'ora di religione

Lingua originale italiano
Paese Italia
Anno 2002
Genere drammatico
Regia Marco Bellocchio
Soggetto Marco Bellocchio
Sceneggiatura Marco Bellocchio
Produttore Marco Bellocchio
Interpreti e personaggi
  • Sergio Castellitto: Ernesto Picciafuoco
  • Jacqueline Lustig: Irene Picciafuoco
  • Chiara Conti: Diana Sereni
  • Gigio Alberti: Ettore Picciafuoco
  • Alberto Mondini: Leonardo Picciafuoco
  • Gianfelice Imparato: Erminio Picciafuoco
  • Gianni Schicchi: Filippo Argenti
  • Maurizio Donadoni: Cardinal Piumini
  • Donato Placido: Egidio Picciafuoco
  • Renzo Rossi: Baldracchi
  • Pietro De Silva: Curzio Sandali
  • Bruno Cariello: Don Pugni
  • Piera Degli Esposti: Zia Maria
  • Toni Bertorelli: Ludovico Bulla
  • Maria Luisa Bellocchio
Note
  • Festival di Cannes 2002: menzione speciale della giuria ecumenica
  • 4 Nastri d'argento 2002: regista del miglior film, miglior soggetto, migliore attore protagonista (Sergio Castellitto) e migliore sonoro in presa diretta
  • David di Donatello 2003: migliore attrice non protagonista (Piera Degli Esposti)
  • European Film Awards 2002: miglior attore (Sergio Castellitto)
  • Ciak d'oro 2002: miglior film

L'ora di religione, noto anche come L'ora di religione – Il sorriso di mia madre, film italiano del 2002, scritto e diretto da Marco Bellocchio.

Dialoghi[modifica]

  • Il figlio di Irene: Vattene, ti ho detto di andartene! Vattene, via! Non devi stare qui!
    Irene: Con chi stai parlando?
    Il figlio di Irene: Con Dio, gli dicevo di lasciarmi in pace. Se è dappertutto non sono più libero neanche un secondo.
    Irene: Libero cosa?
    Il figlio di Irene: Sì, libero, libero di stare per conto mio, di pensare da solo, lui deve saperlo.

Altri progetti[modifica]