Pagina:Grew - Lo sviluppo di un pianeta, 1914.djvu/407

Da Wikisource.


Il regno animale 383 miferi, e durante il quale avviene una grande estin¬ zione naturale delle primitive forme in tutte le parti del mondo. Olocene. — Tempo recente, caratterizzato dalla distruzione mondiale e dalla eliminazione di mam¬ miferi. Deve esser rammentato che in questo grande pe¬ riodo di tempo, stimato di 3 c00.cc» di anni, i cam¬ biamenti sulla faccia della Terra furono assai grandi. Dei continenti furono disgiunti, furono congiunti, furono nuovamente separati. Le Montagne Rocciose avevano cominciato l’innalzamento loro alla fine del¬ l’Epoca dei Rettili. Ma al principio del tempo dell’Eocene le grandi montagne dei Pirenei, le Alpi e gli Imalaja non erano ancora nate ; esse erano superfici pianeg¬ gianti bagnate dal mare. Non peranco la fine dell’Oli¬ gocene aveva fatto iniziare il sollevamento del potente sistema delle Alpi Svizzere, e l’Asia Centrale era per¬ sino allora pianura ed altipiano. Solamente durante il Miocene gli Imalaja, cioè le più grandi catene di mon¬ tagne esistenti, cominciarono ad elevarsi alla « loro amicizia con il cielo ». In questa vasta estensione di eventi vi era il tempo di variare per la storia della vita di un continente; per la vita di un continente v’era tutto il tempo di cominciare a fondersi in un’altra. La storia della vita dei Mammiferi essendo cominciata, e la sua continua¬ zione essendo stata favorita dalle condizioni generali del globo, essa si alterò secondo certi leggi evidenti. La prima di esse è la « legge di irradiazione di adat¬ tamento » (1). Secondo questa legge ciascuna regione isolata, se grande e sufficientemente variata nella sua t opografia, suolo, clima, vegetazione, darà origine ad (1) Osborn, Amer. Naturalisti», Voi. XXXIV, 1902. pp. 353-363.