Relazione "sullo stato di attuazione del programma e sull'attività svolta nonché su fatti particolarmente rilevanti"

Da Wikisource.
Marco Zambuto

2008 R Relazione “sullo stato di attuazione del programma e sull’attività svolta nonchè su fatti particolarmente rilevanti”
prevista dall’art. 17 della legge regionale 7/1992 (come modificato dall’art. 127, comma 22, della legge regionale 17/2004) Intestazione 11 giugno 2008 50% Generale

Relazione “sullo stato di attuazione del programma e sull’attività svolta nonchè su fatti particolarmente rilevanti”
prevista dall’art. 17 della legge regionale 7/1992 (come modificato dall’art. 127, comma 22, della legge regionale 17/2004)
Marco Zambuto
2008

In osservanza della specifica previsione normativa, ma, ancor di più, per un sentito, oltre che doveroso, senso di rispetto nei confronti dei consiglieri comunali, per la convinzione della necessità di informare su quanto svolto un organo democraticamente eletto dai cittadini e per mantenere corretti rapporti istituzionali, do sinteticamente conto dello stato di attuazione del programma e dell’attività espletata, soffermandomi, preliminarmente, su alcuni fatti di particolare rilievo.

  1. Intendo, prioritariamente, sottolineare in modo particolare come in questo primo anno di amministrazione ho perseguito, in ogni momento, un metodo di dialogo, di confronto e di collaborazione con il consiglio comunale, quale organo, al pari di quello monocratico, diretta espressione della comunità amministrata, e con i singoli consiglieri, in un sereno e proficuo clima di collaborazione che ha consentito il raggiungimento di quegli obiettivi cui di seguito si farà cenno. Senza di ciò, così come senza un confronto costruttivo con i singoli cittadini, con ogni forma di associazionismo presente sul territorio, con le forze sociali, imprenditoriali, sindacali e politiche, questa Amministrazione non avrebbe potuto lavorare quotidianamente con quel grande consenso di cui gode e che le permette di essere veramente il punto di riferimento dell’intera città.
  2. Al centro dell’azione amministrativa è stato l’impegno per risollevare la situazione economico-finanziaria dell’ente. La strada più facile, e quasi naturalmente imposta dalla situazione trovata, sarebbe stata quella di avviare le procedure per la pronunzia del dissesto finanziario. Si è scelto, tuttavia, pur nella chiara consapevolezza delle responsabilità della precedente Amministrazione, di tentare di avviare il più difficile percorso del risanamento volontario. Da qui, intanto e prioritariamente, la scelta di amministrare con parsimonia, di ridurre del 30% l’importo dell’indennità mensile di carica del Sindaco e degli Assessori (destinandone una parte a beneficio dei cittadini che intendono accedere gratuitamente nella “nostra” Valle), di non nominare alcun esperto, di non pagare consulenze esterne, di non aprire la maglia delle collaborazioni onerose, di spostarsi senza auto di rappresentanza, di ridurre ogni spesa superflua, di evitare esborsi di immagine, di non finanziare manifestazioni effimere, di non offrire patrocini onerosi, di non alimentare feste e festicciole inutili. Un clima di austerità che la città ha compreso perché fortemente sostenuto da coerenti scelte anche personali.
    Ma, oltre a questo, determinante è stata, fin dalle prime settimane, la positiva conclusione della vertenza con la Regione in ordine al pagamento delle spese connesse con il funzionamento del dissalatore di Porto Empedocle. E’ stato prospettato con grande decisione che, per un ovvio principio di parità di trattamento tra tutta la popolazione dell’Isola, la nostra città non poteva sostenere costi diversi e maggiori per il medesimo approvvigionamento idrico. Purtroppo lo stesso positivo risultato non si può registrare nell’interlocuzione, mai pienamente sviluppata, con il Governo nazionale. Nonostante richieste di incontri, predisposizione di testi normativi, sollecitazioni varie, né la legge finanziaria né altri canali hanno permesso a questa Città di sentire concretamente vicino lo Stato.
    Questo stile austero nell’amministrazione finanziaria ha consentito tuttavia di procedere ad un’integrazione dell’orario di lavoro dei dipendenti con contratto a tempo determinato, valorizzando i servizi con un più diretto collegamento con le risorse in entrata, ma assicurando comunque a tutti il medesimo trattamento. A partire da tale aspetto si è sviluppato un positivo rapporto con tutto il personale dipendente, riconoscendo nel fattore umano lo snodo decisivo per assicurare efficienza ed efficacia nei servizi da rendere alla cittadinanza.
  3. Il futuro di Agrigento si costruisce in maniera ordinata con l’approntamento degli strumenti di pianificazione.
    Abbiamo già avuto approvato definitivamente il piano particolareggiato del centro storico. E siamo fortemente impegnati per ottenere il rifinanziamento della legge speciale del 1976.
    Si è concluso l’iter dell’invio della documentazione integrativa propedeutica all’approvazione del Piano regolatore generale che, prima della fine dell’estate, dovrebbe diventare pienamente esecutivo.
    È stato già presentato il Piano strategico, dalla cui approvazione discende, per la gran parte, la possibilità di partecipare ai bandi europei di finanziamento dei progetti in esso previsti.
  4. Il proficuo e costante lavoro svolto sul tema dell’igiene ambientale e, in particolare, sull’emergenza relativa alla raccolta dei rifiuti solidi urbani e sul pagamento delle annualità della tariffa relativa.
    Fin dai primi giorni si è fatto fronte, con decisione, allo sciopero proclamato dai lavoratori del settore, assumendo un ruolo di guida anche dei sindaci degli altri comuni dell’ambito territoriale, e riuscendo, nelle sede istituzionali e politiche, a sbloccare la situazione fino a consentire alla società d’ambito di accedere al fondo regionale di rotazione per far fronte ai pagamenti dovuti alle imprese che svolgono il relativo servizio.
    Questo lavoro ci ha contraddistinto anche rispetto alla situazione di molte altre società d’ambito della nostra Regione che fanno subire alle rispettive comunità quei disagi che Agrigento non ha più conosciuto.
    Con la stessa società si è raggiunto anche un accordo circa la restituzione delle somme già anticipate dal Comune e si è riusciti, salvaguardandone prioritariamente l’occupazione dei relativi addetti, a compiere anche il “passaggio” dei lavoratori impegnati nella pulizia straordinaria della Città.
    I dipendenti comunali non transitati nei servizi di igiene ambientale hanno poi consentito all’Amministrazione comunale di realizzare un organico programma di pulizia e di decespugliamento che da tanti anni gli agrigentini non conoscevano più.
    Grande impulso, tessendo rapporti di dialogo con le forze sociali, sindacali, imprenditoriali, con la Prefettura, con gli altri comuni interessati, è stato dato poi all’aspetto della ricerca dell’evasione che determinante incidenza assume sull’entità dell’annuale tariffa d’igiene ambientale dovuta dai cittadini.
    Ecco, pur presi dalle continue emergenze, dai problemi di quotidiana amministrazione, non perdiamo di vista queste scelte di ampio respiro.

Veniamo ora alla mia attività amministrativa in senso stretto, in merito all’adozione di atti amministrativi formali, che può così riassumersi.

Il potere di ordinanza è stato esercitato 390 (di cui 203 nel 2007) volte. 190 (104 nel 2007) sono le ordinanze in materia di circolazione stradale; 65 (49 nel 2007) quelle relative alla riserva di spazi per disabili, di essi 19 (di cui 8 nel 2007) sono provvedimenti di revoca; 84 (di cui 12 nel 2007) le ordinanze in materia sanitaria, 18 (di cui 17 nel 2007) concernono il patrimonio, 17 (di cui 10 nel 2007) riguardano aspetti di protezione civile o, comunque, di materia tecnica, 13 (di cui 9 nel 2007) il commercio e 3 (di cui 2 nel 2007) i servizi demografici. Le determinazioni adottate sono 300 (di cui 209 nel 2007). Di esse: 168 (di cui 128 nel 2007) riguardano costituzioni in giudizio del Comune, 50 (di cui 36 nel 2007) concernono persone (nomine, incarichi, deleghe, etc.), 23 (di cui 15 nel 2007) sono deroghe all’applicazione delle tariffe nell’utilizzo del monastero di S. Spirito (13, di cui 7 nel 2007) o del teatro (10, di cui 8 nel 2007), 17 (di cui 2 nel 2007) hanno ad oggetto le tariffe, 3 (di cui 1 nel 2007) il conferimento di cittadinanze onorarie, 5 (di cui 1 nel 2007) l’attribuzione di toponimi, le rimanenti 34 (di cui 26 nel 2007) riguardano argomenti vari.

Le deliberazioni della Giunta sono state complessivamente 104 (di cui 59 nel 2007). Di esse: 20 (di cui 8 nel 2007) concernono incarichi legali, 16 (di cui 12 nel 2007) vertono su temi economico-finanziari, 14 (di cui 10 nel 2007) hanno per oggetto amministratori o personale, 13 in materia elettorale, 12 (di cui 9 nel 2007) riguardano opere pubbliche, 8 (di cui 5 nel 2007) si riferiscono a convenzioni o protocolli d’intesa, 21 (di cui 15 nel 2007), infine, sono su vari altri temi. Per quanto concerne l’Ufficio di supporto alle mie dirette dipendenze, che ha assolto anche le funzioni concernenti i rapporti con la città, attraverso gli organi di informazione, sono da segnalare i seguenti dati.

Tra la corrispondenza quotidianamente aperta sono state riscontrate 7.230 (di cui 4.028 nel 2007) raccomandate, sono stati registrati 1.133 (di cui 584 nel 2007) atti giudiziari, mentre l’Ufficio ha protocollato 1.458 (di cui 829 nel 2007) unità in “entrata” o in “uscita”. Conseguentemente è stata curata la tenuta dell’archivio di detta corrispondenza e di quella altrimenti pervenuta secondo la materia trattata. Tra la corrispondenza trattata un cenno merita l’aspetto delle interrogazioni poste dai consiglieri comunali. Esse sono state 52 (di cui 40 nel 2007) e di esse 42 (di cui 39 nel 2007) hanno già ricevuto risposta.

Un particolare impegno ha richiesto il mantenimento di rapporti con la città in tema di estensione della rete di metanizzazione che, tra l’altro, ha comportato l’invio di corrispondenza a 835 cittadini, che sono stati destinatari di apposite note di informazione.

Non meno rilevante l’attività di accoglienza delle autorità o delle personalità varie e l’organizzazione o la partecipazione alle cerimonie ufficiali (festa delle Forze armate, della Liberazione, della Repubblica, commemorazione dei defunti, etc.)

La comunicazione pubblica, anche per mezzo degli organi di informazione, ha portato all’elaborazione e diffusione di 537 (di cui 324 nel 2007) testi informativi. Costante è stato l’impegno di aggiornamento del sito ufficiale internet. E’ ormai quasi pronta, anche grazie ad una collaborazione gratuita, la sua nuova versione nel rispetto della più recente normativa di settore.

In detto sito, oltre i comunicati cui si è fatto appena cenno, sono stati pubblicati: la nuova struttura comunale, con i nuovi dirigenti preposti ai singoli settori, gli avvisi relativi alle nuove gare o ai concorsi in numero di 24 (di cui 10 nel 2007), gli esiti delle relative procedure in numero di 46 (35 nel 2007), e, con istituzione dallo scorso marzo nell’apposita rubrica “Oggi ad Agrigento”, 54 eventi. Sul medesimo sito sono stati anche pubblicati: la composizione del consiglio comunale e delle sue articolazioni interne, le convocazioni delle singole sue sedute, con i relativi ordini del giorno, ed i resoconti stenografici di 44 (di cui 24 nel 2007) sedute d’aula.

Di seguito viene adesso compiuta una breve carrellata, quasi in termini di mera elencazione, delle principali attività svolte dai settori comunali come risultano dall’attuale struttura.

Affari generali e servizi demografici
  • predisposizione dei regolamenti comunali per la disciplina dei referendum consultivi, per la disciplina dei contratti di sponsorizzazione e degli accordi di collaborazione, per l’acquisizione di beni e servizi in economia
  • progettazione e realizzazione, a seguito di protocollo d’intesa, di attività finalizzate all’integrazione socio-lavorativa delle persone sottoposte a misure penali limitative della libertà. Ciò ha consentito a due detenuti di prestare attività lavorativa in servizi socialmente utili in favore del Comune, su autorizzazione del giudice di sorveglianza per alcune ore al giorno
  • progetto-iniziativa di volontariato in città “Adotta uno spazio verde”
  • protocollo d’intesa stipulato, nell’ambito del progetto “Icaro”, per una collaborazione finalizzata alla formazione di 5 giovani ospiti della comunità “Casa amica”, a cui è stata affidato lo spazio verde degradato di via Artemide. In pochissimo tempo lo spazio verde è stato restituito alla città nella veste di un’ordinata villetta comunale. Questa iniziativa, unica in Sicilia, è divenuto un esempio per altre amministrazioni
  • implementazione dell’informatizzazione con dotazione di beni informatici in favore di molti uffici comunali (protocollo, messi, contratti, ufficio del segretario generale, ufficio di presidenza del Consiglio, ufficio della segreteria generale, servizi demografici)
  • miglioramento della funzionalità degli uffici con dotazione di beni mobili e strumentali per gli uffici di presidenza del Consiglio, della segreteria generale, messi, contratti, delibere e demografici
  • installazione del sistema di allarme presso i servizi demografici per la sicurezza dell’ufficio carte di identità
  • riorganizzazione dei servizi informatici, della rete civica e del sito internet con la creazione di un apposito gruppo di lavoro costituito da dipendenti comunali con professionalità specifica
  • rilevazione delle procedure informatiche in uso negli uffici per la razionalizzazione della spesa e l’omogeneizzazione delle procedure.

Nel settore esistono professionalità qualificate e competenti che svolgono un servizio efficiente, malgrado qualche inadeguatezza e qualche strumentazione non sempre efficace, e dipendenti che si muovono con passi lenti a fronte di richieste di velocizzazione di servizi.

È stato avviato un processo di innovazione che, in qualche modo, ha consentito il passaggio da una gestione classica per mansioni a quella basata sulle competenze e sulle conoscenze, ma è necessaria un’azione sinergica e di forte coordinamento perché la nostra amministrazione uscire dalla propria autoreferenzialità e puntare sulla centralità del cittadino, ottimizzando il sistema d’informatizzazione per offrire servizi di qualità all’insegna dell’efficienza, dell’efficacia, dell’economicità e della trasparenza.

Al fine di garantire ai cittadini l’esercizio dei diritti d’informazione, di accesso, di partecipazione, di conoscenza e di fruizione dei servizi è stato attivato uno sportello di ascolto, gestito dall’assessore delegato, aperto ai cittadini, per una verifica dei servizi erogati, percepiti e attesi, come accoglienza di richieste e di bisogni da soddisfare con un miglior funzionamento dei servizi.

A tal fine è stato anche avviato un monitoraggio sulla qualità dei servizi offerti, proponendo un questionario, del tutto volontario e anonimo, che consentirà di attenzionare il cittadino/utente e di acquisire informazioni della qualità dei servizi resi e proposte di miglioramento.

Per consentire l’autoformazione in servizio, con lo scambio continuo dell’esperienza, si è provveduto ad attuare, negli uffici demografici, un piano di rotazione ciclica delle unità assegnate aventi stesse qualifiche e mansioni. L’Ufficio per le relazioni con il pubblico, funzionante in piazzale Moro anche con ruolo di informazioni turistiche (nei primi cinque mesi del 2008 ha fornito 1547 informazioni a cittadini italiani per circa il 30%, francesi per circa il 15%, inglesi per oltre l’11%, tedeschi per oltre il 10% e spagnoli per circa il 7%), costituisce il punto d’incontro fra istituzione e cittadino-utente. E’ la sede ove si coniuga il diritto-dovere dei cittadini di conoscere, partecipare e fruire dei servizi con l’analogo diritto-dovere dell’ente pubblico di amministrare, erogare, uniformare e comunicare. E’ la carta di presentazione del Comune, un forte strumento di marketing che richiede però spazi più accoglienti ed arredi che facilitino il contatto diretto tra l’operatore e l’utente. E’ un servizio per aiutare a vivere meglio il territorio e per sviluppare il senso di appartenenza, un luogo dove poter chiedere ed ottenere informazioni sulle molteplici attività del Comune e su quanto avviene in ambito territoriale. Attraverso di esso il cittadino può contribuire, con idee e suggerimenti, al miglioramento del proprio territorio divenendo così un protagonista attivo della propria realtà. E’ necessario a tal fine garantire la collaborazione tra il personale dei diversi settori per assicurare l’efficacia del ruolo dell’ufficio inteso come motore dei flussi di comunicazione interna verso l’esterno.

Affari legali
  • predisposizione delle proposte relative a 168 determinazioni sindacali, 20 deliberazioni della Giunta e 3 del Consiglio con conseguente attività amministrativa e legale dei corrispondenti giudizi in cui il Comune si è costituito
  • aggiornamento delle pratiche sospese con richiesta notizie ai legali interessati
  • conclusione della transazione con la ditta SAISEB su un contenzioso per il rifacimento delle reti idrica e fognante del centro storico
  • avvio di altre transazioni nell’interesse del Comune
  • avvio di un riscontro incrociato tra i dati dell’archivio del servizio legale e quello delle espropriazioni al fine di verificare eventuali duplicazioni di contenziosi e procedure espropriative.
Servizi socio-assistenziali
  • servizi alla persona, alla famiglia, alle categorie vulnerabili ed all’intera comunità
  • assistenza economica in favore dei soggetti e dei nuclei familiari in stato di disagio economico e psico-sociale, con particolare attenzione alle famiglie con minori, agli ex detenuti, ai tossicodipendenti ed ai portatori di handicap
  • collaborazione con l’azienda sanitaria locale nelle attività del distretto socio-sanitario e per la realizzazione del “centro affidi”
  • formalizzazione della rete antiviolenza insieme alle più importanti istituzioni locali ed ai principali “attori” del privato sociale
  • realizzazione, d’intesa con lo IAL CISL, del registro pubblico delle badanti, a garanzia dei cittadini più anziani
  • approvazione del progetto “Alpha” in favore delle famiglie con disabili, minori ed anziani, per la conciliazione tra tempi di vita e del lavoro
  • interventi di assistenza domiciliare agli anziani ed aiuto domestico a favore di famiglie con soggetti con handicap grave
  • avvio della consulta dei disabili
  • erogazione del bonus bebè in favore delle famiglie con tre figli minori
  • erogazione del contributo regionale per il pagamento del canone di locazione
  • promozione di progetti in favore degli immigrati, richiedenti asilo e rifugiati, attraverso due soggetti attuatori del privato sociale
  • redazione del progetto “Il carrubo” per l’inserimento e l’integrazione dei cittadini stranieri, finanziato dal Ministero della solidarietà sociale per l’importo di 1.344.000 euro
  • redazione del progetto per minori stranieri non accompagnati
  • partecipazione alla riunione del Consiglio d’Europa in Marocco per la realizzazione di attività culturali per l’integrazione sociale con finanziamento regionale di 100.000 euro
  • presentazione di due progetti per la prevenzione della violenza di genere e sugli immigrati
  • contributi agli istituti religiosi che svolgono un ruolo di assistenza sociale.
Attività culturali, spettacolari e turistiche
  • realizzazione della stagione teatrale 2007-2008 con 8 spettacoli per un totale di 34 repliche
  • realizzazione di una rassegna teatrale di compagnie locali con 8 spettacoli
  • tre repliche dell’opera teatrale “Maddalena”
  • ospitalità al teatro Pirandello di manifestazioni varie (26 spettacoli: “scuole in scena”, musical “La notte di san Michele”, “L’esclusa”, musical “Cleopatra”, serata del premio “Modello Pirandello”, corso per maestri d’orchestra con spettacolo finale, spettacolo promosso dal locale polo universitario, proiezione di una prima di un film, congresso dell’Ordine degli ingegneri, Festa della Repubblica, meeting imprenditori)
  • mostra “Dal Gattopardo ai Vicerè” nel foyer del teatro
  • mostra di progetti urbanistici nell’atrio del teatro
  • celebrazioni di 18 (di cui 8 nel 2007) matrimoni civili nel foyer del teatro
  • 14 (di cui 11 nel 2007) servizi fotografici realizzati all’interno del teatro
  • scolaresche in visita al teatro con oltre 200 alunni
  • 142 biglietti venduti per visita al teatro
  • convegno, nell’atrio del teatro, per l’anniversario della frana del 1966
  • realizzazione della stagione concertistica presso il Museo archeologico regionale
  • mostra di scultura di Rosa Tirrito presso il medesimo sito
  • manifestazioni culturali e di spettacolo, nell’estate, presso il complesso monumentale S. Spirito
  • manifestazioni estive di intrattenimento musicale, in via Atenea e nel centro storico
  • manifestazioni di cultura e spettacolo in estate, in compartecipazione con la Provincia ed il Parco archeologico
  • Notte bianca 2007
  • incontri culturali al circolo Empedocleo
  • ricognizione dei patrimonio culturale di proprietà comunale, con riscontro di ammanchi, dispersioni e frazionamenti
  • mostre di pittura al complesso monumentale S. Spirito
  • contributi ad associazioni per iniziative culturali varie: Accademia di studi mediterranei, Centro per la ricerca sulla narrativa ed il cinema per il premio Efebo d’oro, Centro nazionale studi pirandelliani per l’annuale convegno internazionale, associazione Evangelium vitae per il convegno internazionale di bioetica, Centro di programmazione ed azione sociale per il premio Telamone, organizzatori del premio Persefone
  • altri contributi ad associazioni culturali e di spettacolo
  • interventi di ripristino della mostra Lo Iacono e rilancio della pinacoteca comunale
  • disponibilità degli ambienti del complesso monumentale S. Spirito per attività concertistiche, convegni, mostre, presentazione di libri, etc.
  • acquisto copie di opere di storia, poesia e saggistica per la promozione dei rispettivi autori
  • manifestazioni collaterali alla Sagra del mandorlo in fiore con utilizzo del teatro Pirandello
  • promozione della città, della Valle e del centro storico su riviste specializzate, tv e periodici informatici
  • pagamento dei biglietti di ingresso nella zona archeologica per i residenti ad Agrigento
  • iniziative di tradizioni popolari, durante il Natale, nel centro, nelle frazioni e nelle “case di sofferenze”
  • sostegno alle tradizionali manifestazioni della Settimana santa, anche in alcune frazioni, e ad altre manifestazioni religiose
  • patrocinio di corsi di lingua araba
  • riapertura della biblioteca comunale, con i suoi circa 100.000 libri, capofila provinciale per la catalogazione informatica del materiale di documentazione, dotata di nuovo regolamento, con alcuni nuovi scaffali ed apparecchiature, un incremento, nell’ultimo anno, di circa 1.600 unità bibliografiche, e che assicura servizi di orientamento ed informazione, ricerca, consultazione, catalogazione, fornitura e prestito di documenti, promozione della lettura, anche con l’utilizzo di sussidi telematici e multimediali, e con la presenza di quattro sezioni decentrate sul territorio
  • prossima risistemazione, per la fruizione, del patrimonio dell’archivio storico comunale.

L’istituzione, lo scorso ottobre, di un assessorato alle tradizioni popolari ed al centro storico ha voluto essere il segnale di una nuova attenzione dell’Amministrazione verso le problematiche del nucleo più antico ed essenziale della nostra Città, perché col termine “tradizioni popolari” si è voluta indicare una sorta di sintesi dei valori originari che devono costituire il collante che ancor oggi mantiene in funzione i valori dei comportamenti comuni, nel centro e nelle periferie, specie nei nuovi insediamenti decentrati. Perché, al di là dello sviluppo urbanistico, solo la cultura e le comuni tradizioni possono sostituirsi agli antichi valori per fare degli agrigentini una comunità.

In particolare, poi, l’Assessorato al centro storico ha mantenuto buoni rapporti con la locale Soprintendenza per i beni culturali, ha favorito una maggiore organicità negli interventi di restauro, per l’unificazione degli intonaci, per la regolamentazione delle targhe commerciali, per l’unificazione a regime dei corpi illuminanti.

A tal proposito va ricordata l’attivazione del nuovo impianto di illuminazione in via Atenea, con la preliminare soluzione di una serie di problemi con i proprietari degli immobili sui cui prospetti sono stati collocate le mensole dei lampioni.

Comunque l’approvazione definitiva del piano particolareggiato del centro storico apre adesso la prospettiva di una serie di interventi, a cominciare da quelli possibili da parte dell’Istituto Autonomo per le case popolari nella zona compresa tra la via Atenea e la via Empedocle. Né va sottaciuto l’intervento per una nuova illuminazione della via Duomo e per una sua ripavimentazione artistica, la regolamentazione degli spazi riservati alla sosta ed il ripristino del servizio di trasporto pubblico nella medesima via.

Non si è riusciti a portare a termine la programmazione di un cartellone estivo unitario con gli altri enti presenti sul territorio per la non disponibilità della somma da parte del Comune e per la mancanza di tempo al fine di operare una più approfondita analisi delle procedure e delle designazioni individuate.

Per la prima volta, inoltre, è stata avviata un’indagine sul campo intorno ai drammatici temi collegati al turismo locale che ha portato all’individuazione di una strategia di sviluppo, che sarà oggetto di ulteriore confronto con altri enti e soggetti interessati, e che si inserisce all’interno del piano strategico recentemente adottato.

Sport e giovani
  • approvazione delle nuove tariffe per l’uso degli impianti sportivi comunali
  • progettazione per il recupero degli impianti sportivi del Villaggio Peruzzo
  • a seguito dell’approvazione del regolamento sulle sponsorizzazioni e gli accordi di collaborazione, presentazione di progetti per la gestione di alcuni impianti sportivi
  • sblocco della procedura relativa all’affidamento della gestione degli impianti sportivi di San Leone con operatività a seguito del completamento del ripristino degli impianti di illuminazione
  • procedura in corso per la realizzazione degli spogliatoi per disabili all’interno della piscina comunale
  • acquisto materiale tecnico per garantire la manutenzione della piscina
  • nel palazzetto dello sport: realizzazione dei servizi igienici per i disabili, ripristino dell’illuminazione esterna, adeguamento del campo di gioco alla nuova normativa
  • patrocinio a varie manifestazioni sportive
  • contributi vari ad associazioni sportive
  • contributi agli oratori parrocchiali
  • modifiche al regolamento comunale sulla consulta giovanile
  • iniziative di sensibilizzazione sul fenomeno del bullismo
  • sostegno delle attività estive promosse dagli oratori parrocchiali, anche con l’utilizzo dello scuolabus.
Pubblica istruzione
  • incontri con i dirigenti delle 12 scuole dell’obbligo, con i presidenti dei consigli di circolo e d’istituto, con rappresentanze delle famiglie, delle associazioni e dei sindacati, per l’individuazione degli obiettivi prioritari
  • interventi di riparazione nei 40 plessi scolastici, con particolare attenzione agli aspetti della sicurezza ed igienico-sanitari, ma non escludendo opere di tinteggiatura, di muratura e di falegnameria, manutenzione delle palestre, coibentazione, manutenzione degli impianti di illuminazione, idrici, fognari, di riscaldamento, etc.
  • servizi di mensa scolastica per 900 alunni, con erogazione complessiva di 111.341 pasti in 14 centri di refezione, trasporto urbano per 918 alunni ed interurbano per 106 alunni con abbonamenti mensili, scuolabus per alunni nomadi e visite scolastiche, fornitura di 2.053 buoni libro, 1.801 buoni libro integrativi, 1.226 borse di studio agli alunni della scuola primaria e 858 per quelli della secondaria
  • proposta di modifica del regolamento per l’assegnazione di contributi alle scuole per interventi di piccola manutenzione
  • funzionamento delle due sezioni della scuola d’infanzia paritaria comunale
  • attività integrative e progetti laboratoriali delle 10 insegnanti comunali distaccate nelle scuole primarie statali, culminate nel progetto finale Scuola e territorio in collaborazione con l’Osservatorio sulla dispersione scolastica
  • aggiornamento dell’anagrafe scolastica
  • fornitura di arredi scolastici ed ausili speciali ad alunni diversamente abili per i quali sono stati destinati spazi di sosta davanti gli edifici scolastici
  • patrocinio di progetti speciali sulla legalità, sull’ambiente, sull’archeologia, sul risparmio energetico, sull’integrazione scolastica degli alunni extracomunitari, sulla solidarietà con gli anziani, di educazione musicale, sul recupero del materiale bibliografico
  • attività amministrativa connessa: adozione di 194 (di cui 95 nel 2007) determinazioni dirigenziali e registrazione di corrispondenza per 1.912 (di cui 1.077 nel 2007) unità.
Pari opportunità
  • settore inteso in riferimento al genere, alle etnie, ai soggetti diversamente abili da quanti sono in situazione di svantaggio culturale
  • conclusione dei progetti Bac Bac e Vivere Villaseta per l’accoglienza e l’integrazione scolastica, il recupero della marginalità sociale e la promozione del senso di appartenenza al territorio, la prevenzione del disagio e per garantire il successo scolastico che hanno coinvolto fino a 150 ragazzi
  • realizzazione dei progetti Mille colori rivolto ai minori extracomunitari, Cometa rivolto ai diversamente abili, Difendiamo Peter Pan sulla violenza ai minori, di educazione multiculturale con corso di attività manipolative artigianali
  • partecipazione, l’8 marzo, alla giornata regionale organizzata dall’ente nazionale sordi
  • incontri con associazioni di soggetti disabili
  • partecipazione al programma regionale Il mese del Mediterraneo.
Attività produttive
  • relativamente al commercio a posto fisso ed ai pubblici esercizi si registrano: 306 comunicazioni di esercizi di vicinato con relativi controlli, 40 comunicazioni di cessazione di attività, 16 autorizzazioni di esercizi commerciali di media struttura, 3.134 atti acquisiti di integrazioni e comunicazioni varie, 108 acquisizioni di dichiarazione inizio attività per l’aspetto sanitario, 36 nuove autorizzazioni di somministrazione di alimenti e bevande, 25 variazioni per subingressi, 25 cessazioni di attività, 7 ordinanze di sospensione di attività, 19 ordinanze di chiusura di esercizi abusivi
  • nel campo del servizio fiere, mercati e concessioni di suolo pubblico va segnalata la seguente situazione delle autorizzazioni: 51 per il commercio itinerante, 14 subingressi, 16 cessazioni, 130 concessioni di suolo pubblico per manifestazioni varie, 8 nulla osta, 1 duplicato, 7 cambi di domicilio, vari rinnovi annuali di autorizzazioni itineranti e nel settore agricolo, istruttoria di circa 1.200 pratiche per l’assegnazione di 340 posti per le fiere in occasione della Sagra del mandorlo in fiore e dei festeggiamenti di san Calogero
  • attenzione alle aree attigue al mercato ortofrutticolo (ripetuta bonifica, rifacimento segnaletica verticale ed orizzontale) e regolamentazione orari di apertura dello stesso
  • più efficiente disciplina degli ambulanti del mercato settimanale di piazza Ugo La Malfa
  • svolgimento della Fiera di Natale nella stessa piazza
  • nel settore artigianale sono state avviate 163 procedure di inizio di attività artigianale e rilascio di relativa certificazione e rilasciate 7 autorizzazioni a barbieri e parrucchieri
  • nel campo dell’agricoltura e della caccia vanno evidenziati i seguenti dati: rilascio di 338 tesserini venatori con relativi rapporti con la ripartizione regionale faunistica, emissione di 650 bolle di accompagnamento di prodotti vinicoli e conseguenti procedure amministrative
  • incontri con gli agricoltori di alcune frazioni
  • svolgimento della Sagra dell’olio d’oliva a Giardina Gallotti
  • partecipazione alle iniziative a favore dei prodotti biologici
  • incontri per la realizzazione del progetto Mercati contadini
  • pagamento dei compensi spettanti alla TUA per il servizio di trasporto pubblico urbano ed avvio della procedura per la modifica del contratto vigente con detto concessionario
  • istruttoria, da parte dello sportello unico per le attività produttive, di 9 progetti relativi a richieste di varianti urbanistiche per attività produttive o servizi
  • incontri con i rappresentanti delle associazioni dei consumatori e dei panificatori
  • partecipazione al progetto dell’Unione italiana consumatori.
Urbanistica ed edilizia
  • definizione delle procedure per il completamento della documentazione integrativa, richiesta dal competente Assessorato, e continua interlocuzione con lo stesso per seguire l’iter di approvazione del Piano regolatore generale
  • 171 concessioni edilizie
  • 349 autorizzazioni edilizie
  • 91 dichiarazioni di inizio attività ricevute, di cui 71 verificate
  • 37 relazioni asseverate verificate
  • 51 certificati di abitabilità
  • 601 concessioni edilizie in sanatoria
  • 637 certificazioni di destinazione urbanistica
  • 110 certificati di abitabilità d’immobili oggetto di concessioni edilizie in sanatoria
  • 105 attestazioni di congruità dell’oblazione
  • 196 fascicoli di abusivismo trattati
  • 84 ordinanze di sospensione lavori
  • 43 ordinanze di demolizione
  • 82 ordinanze e determinazioni di pagamento di sanzioni pecuniarie
  • 9 diffide a regolarizzazioni
  • 15 ordinanze-ingiunzioni per pagamento di oneri concessori non eseguiti
  • 4 attestazioni di conformità di opere pubbliche allo strumento urbanistico
  • 5 istruttorie di deliberazioni per il Consiglio comunale relative a pareri o varianti urbanistiche.
  • 15 attestazioni di verifica al piano dell’assetto idrogeologico e cave
  • inizio dell’attività del nodo del servizio informativo territoriale regionale
  • istruttoria del ristudio del piano particolareggiato del villaggio Mosè
  • istruttoria del piano di utilizzo del demanio marittimo
  • completamento delle operazioni della gara relativa alla gestione del verde pubblico e conseguente consegna.
  • l’attività della commissione urbanistica ed edilizia fa registrare, nell’ultimo trimestre, la seguente situazione: 68 pratiche esaminate, di cui 13 ancora sospese, 2 ritirate dall’ufficio, 16 rinviate all’ufficio, 2 respinte e le rimanenti esitate favorevolmente, di cui 25 con l’apposizione di condizioni
  • la medesima commissione ha deciso che non esaminerà pratiche già bocciate che pervengano senza nuova esauriente relazione istruttoria e che, più in generale, la citata relazione istruttoria debba sempre pronunciarsi anche sull’esistenza, nel caso trattato, di vincoli di qualsiasi natura.
Opere pubbliche
  • 30 (di cui 17 nel 2007) gare espletate con il sistema della trattativa privata (10, di cui 6 nel 2007), dell’asta pubblica (18, di cui 11 nel 2007) o del cottimo-appalto
  • approvazione del programma triennale delle opere pubbliche con contestuale avvio delle procedure per la predisposizione di un adeguato parco progetti per attingere alle opportunità di finanziamento previste dal Por 2008-2013 di prossima pubblicazione, attingendo ai fondi della Cassa depositi e prestiti ed attraverso la concreta attivazione del Piano strategico in corso di approvazione
  • approvazione del regolamento per l’affidamento dei lavori, mediante cottimo-appalto, procedure negoziate e di pronto intervento, inferiori a 150.000 euro
  • approvazione dell’albo delle imprese di fiducia dell’Amministrazione
  • approvazione del progetto per il contratto aperto di manutenzione degli immobili comunali
  • completamento dei lavori dell’ex Archivio notarile, con correlata definizione degli adempimenti connessi con l’effettiva apertura della Biblioteca comunale (rilascio del certificato di agibilità e denuncia di inizio di attività per il certificato di prevenzione incendi) e del Collegio dei Filippini e relativi collaudi
  • acquisizione del finanziamento per i lavori di salvaguardia del costone del Seminario vescovile e della Cattedrale
  • approvazione del progetto per il finanziamento dei lavori di riqualificazione del circolo Empedocleo
  • approvazione della perizia di variante relativa all’illuminazione artistica della via Atenea
  • attivazione delle procedure per il finanziamento di completamento e ripresa dei lavori del primo stralcio dell’impianto sportivo di via La Malfa
  • affidamento del servizio di manutenzione e gestione del dissalatore di Porto Empedocle
  • incarichi di direzione lavori di ispezione e manutenzione straordinaria delle condotte e della centralina di pompaggio liquami a mare
  • definizione dei lavori di manutenzione del depuratore di contrada S. Anna
  • procedure relative al finanziamento del progetto di qualificazione del contratto di quartiere Fontanelle di euro 6.500.000, a seguito dell’accordo di programma Comune-Stato-Regione
  • ultimazione dei lavori della strada di accesso alla chiesa S. Cuore
  • sblocco della situazione relativa al completamento dei lavori di piazza Marconi che ha permesso la restituzione alla città di tale importante e strategico sito
  • riapertura dei sottopassaggi della stessa piazza Marconi
  • determinazione relativa alla contrazione del mutuo destinato al completamento del cimitero di Piano Gatta
  • nomina del responsabile del procedimento per l’attivazione del project financing per la riqualificazione del parco Addolorata
  • sollecito ai competenti Assessorati regionali per la definizione delle procedure relative all’approvazione della variante urbanistica per il parcheggio pluripiano di piazzale Rosselli, da finanziarsi con project financing, e per il riaccredito del finanziamento per la realizzazione del terminal autobus dello stesso piazzale
  • approvazione del progetto per il contratto aperto di interventi manutentivi stradali
  • esecuzione del progetto sulla viabilità e l’intermodalità tra il Parco della Valle dei templi ed il Centro storico
  • interventi a tutela della costa agrigentina, con lavori di ripascimento della spiaggia lungo via delle Dune ed adempimenti conseguenti
  • manutenzione ordinaria delle strade e della pubblica illuminazione, nel rispetto dell’ordine cronologico delle richieste pervenute e delle obiettive situazioni di pericolosità e necessità riscontrate
  • consegna alla società Girgenti Acque, concessionaria dell’ATO idrico, delle reti e degli impianti idrici e fognanti comunali, compresi i depuratori ed il dissalatore
  • verifica dello stato di attuazione delle procedure previste dalla legge in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro con previsione di spesa per ottemperare alle misure più urgenti da adottare.
Protezione civile
  • riorganizzazione dell’Ufficio comunale, anche mediante le risorse previste per l'acquisizione delle attrezzature minime necessarie
  • avvio della redazione del Piano di protezione civile comunale
  • acquisizione del finanziamento della Protezione civile regionale di 230.000 euro per la messa in sicurezza del palazzo Lo Iacono Maraventano e definizione delle procedure di affidamento dei relativi lavori
  • redazione del Catasto incendi e del Piano antincendi comunale, di concerto con il Servizio provinciale di protezione civile e con la Prefettura
  • interlocuzione con la Protezione civile nazionale e regionale per varie emergenze nel territorio comunale (costone della Cattedrale, Palazzo Schifano, vie di fuga, etc.)
  • collaborazione con la Protezione civile nazionale, regionale e provinciale, il Parco archeologico, i Vigili del fuoco ed il Corpo forestale per la predisposizione del Piano antincendi per la Valle dei Templi (prima esperienza mondiale di pianificazione dell’emergenza in un sito di rilevanza archeologica).
Igiene ambientale – sanità
  • gestione delle infrastrutture a servizio dell’ambiente (discariche, impianti per trattamenti rifiuti, etc.)
  • gestione dello spazzamento delle vie cittadine sia con l’utilizzo di operatori ecologici dipendenti dal comune sia attraverso un servizio svolto da impresa esterna
  • attività di vigilanza e controllo sui servizi di igiene urbana resi dalla ditta appaltatrice o concessionaria
  • attività di vigilanza, controllo e repressione in materia di smaltimento abusivo dei rifiuti
  • controllo di gestione tecnica sui servizi di igiene urbana e sulle discariche
  • partecipazione alla progettazione di lavori pubblici e di servizi in settori riguardanti la gestione dei rifiuti (discariche, servizi di smaltimento, etc.) e relative procedure di appalto
  • attività di indirizzo tecnico sulle innovazioni in materia di gestione dei rifiuti
  • predisposizione di ordinanze in materia di gestione di rifiuti
  • affidamento, gestione, vigilanza e controllo dei servizi vari di igiene urbana
  • predisposizione della campagna annuale di controllo dei gas di scarico degli autoveicoli ed attivazione delle procedure per il monitoraggio ed il controllo dell’inquinamento atmosferico in ambito urbano
  • predisposizione di provvedimenti connessi all’inquinamento acustico
  • predisposizione della campagna di monitoraggio del territorio per la verifica dell’inquinamento elettromagnetico
  • espressione di pareri sui presidi di abbattimento dei vari tipi di inquinanti (liquami, rumore, emissioni gassose e radianti in atmosfera) derivanti da insediamenti per i quali sono in corso pratiche di concessione/autorizzazione edilizia ed abitabilità/agibilità
  • predisposizione di ordinanze aventi carattere contingibile ed urgente ai fini della tutela dall’inquinamento
  • bonifica di un consistente numero di minidiscariche di amianto e rimozione di manufatti in amianto dalle scuole gestite dal Comune
  • controllo del servizio di gestione, custodia e pulizia dei gabinetti pubblici
  • rideterminazione della pianta organica delle farmacie
  • predisposizione degli atti finalizzati alla richiesta di finanziamento per la attuazione del progetto “spiagge sicure", in attuazione dell’apposita legge regionale che obbliga i comuni costieri a costituire il servizio di vigilanza e salvataggio delle spiagge libere del proprio territorio, con la previsione di stazioni di sorveglianza e di vigilanza dalla zona del Caos a contrada Zingarello.
  • redazione di ordinanze di divieto di balneazione
  • redazione di provvedimenti connessi alla potabilità dell’acqua erogata per il consumo umano
  • supporto nell’elaborazione di programmi di politica sanitaria e, più in generale, nei rapporti con l’azienda sanitaria locale
  • compiti inerenti il trattamento sanitario obbligatorio
  • interventi mirati di disinfestazione e derattizzazione del territorio comunale (scuole, edifici comunali e zone del territorio su segnalazioni specifiche)
  • derattizzazione, anche attraverso nuovi sistemi ecologici i cui risultati sono in corso di verifica
  • predisposizione degli atti per il conferimento dell’incarico ad un esperto biologo, al fine di fornire la competenza specifica relativamente al controllo della potabilità dell’acqua che affluisce nei serbatoi comunali, ed interventi di assistenza allo stesso ed ai funzionari dell’azienda sanitaria locale con eliminazione dei problemi emersi
  • gestione del servizio di manutenzione degli impianti di clorazione, al fine di garantire un’assistenza continua ed un pronto intervento
  • gestione delle attività connesse al fenomeno del randagismo
  • avvio, a seguito di protocollo d’intesa con un’associazione, dello sportello degli animali
  • servizio di cattura e custodia dei cani randagi e interventi di sterilizzazione già programmati e che saranno avviati congiuntamente al servizio veterinario della A.U.S.L. con ripristino delle attrezzature tecniche necessarie per rendere funzionale l’ambulatorio veterinario
  • servizio per la cattura degli sciami di api
  • eliminazione delle carcasse di animali, rifiuti speciali, secondo le procedure particolari previste dalla normativa vigente.
Servizi cimiteriali
  • tenuta dell’anagrafe mortuaria e dei registri cimiteriali
  • controllo, per la parte di polizia mortuaria, sui servizi del cimitero
  • vigilanza sanitaria nei cimiteri
  • vigilanza sulle operazioni di polizia mortuaria relativa ad esumazioni, estumulazioni e trasporto dei cadaveri ai cimiteri o ad altro comune
  • controllo sulla regolarità dei servizi di trasporto funebri ed accertamento dell’efficienza e dell’idoneità dei carri in esercizio
  • concessioni di loculi, di terreno e di urne cinerarie, sopraelevazioni ed autorizzazioni
  • gestione dei quattro cimiteri comunali, con dipendenti comunali per la parte relativa alla custodia e agli aspetti amministrativi, mentre i servizi afferenti la pulizia, la tumulazione, l’inumazione, ecc. vengono effettuati da ditta esterna; per quest’ultimo compito si è proceduto al rinnovo del contratto, comprendente anche la pulizia ed il giardinaggio nei cimiteri
  • svolgimento della gara per l’affidamento del servizio di fornitura di attrezzature per la realizzazione della sala necroscopica.
Verde pubblico ed arredo urbano
  • progettazione e gestione del verde, arredo urbano, ville e giardini, in particolare con la manutenzione della villa del sole e di quella antistante il Ragno d’oro
  • approvazione del bando di gara per l’acquisto di materiali da utilizzare per i lavori di manutenzione e ripristino delle suddette ville
  • conferimento dell’incarico di direzione dei lavori per la manutenzione del verde pubblico della città
  • manutenzione e tinteggiatura di varie ringhiere pubbliche, comprese quelle con funzioni di regolamentazione del traffico pedonale nel centro cittadino
Polizia municipale
  • nuova regolamentazione della zona a traffico limitato della via Atenea
  • potenziamento dell’organico, con trasferimento di personale con contratto a tempo determinato già in servizio al Comune, e dotazione a tutto il personale di nuovo vestiario e di alcuni nuovi autoveicoli
  • ripresa della celebrazione dell’anniversario della fondazione del Corpo
  • convenzione con un organismo di volontariato per lo svolgimento di attività di supporto ai vigili urbani per l’assistenza davanti le scuole, ai portatori di handicap ed ai cittadini in occasione di particolari manifestazioni
  • miglioramento della circolazione stradale con rifacimenti della segnaletica orizzontale e verticale
  • censimento degli spazi di sosta per invalidi e dei permessi rilasciati negli anni per la verifica dei relativi presupposti, formazione della relativa banca-dati, revoca delle ordinanze non legittime e predisposizione del relativo regolamento
  • monitoraggio dei passi carrai con adozione dei provvedimenti repressivi di quelli non autorizzati e regolarizzazione dell’occupazione del suolo comunale
  • potenziamento dell’attività di controllo del territorio (esempi: attività del nucleo di vigilanza edilizia ed antiabusivismo, dotato di nuovi strumenti, che ha eseguito numerose operazioni di prevenzione e repressione con oltre 400 cantieri controllati, numerose ditte denunciate per abusivismo edilizio e cantieri edili posti sotto sequestro; attività del nucleo di vigilanza commerciale che ha eseguito operazioni di controllo riguardanti l’intero settore del commercio in sede fissa, su area pubblica e sui pubblici esercizi con circa 400 esercizi controllati, redazione di numerosi verbali per violazioni delle leggi sul commercio, sospensione dell’attività e sequestri giudiziari di merce con marchio contraffatto e conseguente segnalazione all’autorità giudiziaria; rilevazioni di violazione per deposito di rifiuti incontrollati e per violazione sulle leggi elettorali; attività del nuovo nucleo operativo speciale per contrastare il fenomeno del degrado ambientale e dell’abusivismo commerciale, mirato alla repressione delle attività illecite, normalmente individuate quale fonti di degrado, nella disciplina eco-ambientale e nella disciplina delle occupazioni di suolo comunale, eseguendo circa 150 accertamenti che riguardano discariche abusive e bonifica di terreni incolti, inquinamenti ambientali, inquinamento acustico, in collaborazione con l’ARPA, autovetture abbandonate)
  • esecuzione di numerosi interventi congiunti con altre forze di polizia per una città più sicura (con interventi a San Leone di potenziamento dell’illuminazione pubblica, ordinanze sulla limitazione dell’uso di alcolici, etc.) e per arginare il fenomeno della presenza irregolare di extracomunitari, privi di autorizzazione commerciale e con sequestro di merce contraffatta
  • il nucleo di infortunistica stradale, dotato di nuova strumentazione (fotocamera digitale, etilometro, lampade alogene), ha acquisito una notevole professionalità nella rilevazione dei sinistri stradali anche con feriti gravi e morti con un impegno di circa 500 interventi
  • il nucleo di depenalizzazione ha effettuato nel 2007 operazioni per il recupero dei crediti con 3.691 partite iscritte al ruolo per il recupero delle sanzioni per violazione del codice della strada e per illeciti amministrativi *il nucleo di polizia giudiziaria ed investigativa ha eseguito indagini, delegate dalla Procura della Repubblica e da altre forze di polizia, oltre ad indagini legate alle attività del Corpo di natura penale. In particolare sono state trattate circa 200 pratiche con inoltro di 80 informative di reato, di cui 21 per occupazioni abusive e danneggiamento di alloggi popolari, 4 per inosservanza di provvedimenti dell’autorità amministrativa, 34 per merce contraffatta, oltre ad 89 persone segnalate all’autorità giudiziaria a piede libero
  • il servizio di viabilità, addetto al controllo del traffico veicolare e pedonale, ha elevato oltre 10.000 contravvenzioni al codice della strada nel 2007
  • i servizi sul territorio hanno avuto grande rilevanza nel periodo estivo con l’attuazione del progetto “San Leone sicura”, in occasione della “Notte bianca”, della “Sagra del mandorlo in fiore” e nelle varie manifestazioni civili e religiose (in particolare in occasione della tappa del “Giro d’Italia”, della cerimonia di saluto dell’Arcivescovo e di quella d’insediamento del nuovo presule)
  • realizzazione del nuovo piano del traffico a San Leone, a Villaseta ed in località “S. Anna” con individuazione di nuove aree di sosta.

3 giugno 2008.

Il Sindaco
Marco Zambuto