Segnali di Prescrizione: Obbligo

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Lezione precedente Materia Lezione successiva
Segnali di Prescrizione: Divieto Scuola Guida Segnali di Indicazione
Segnali di Prescrizione: Obbligo
Tipo: lezione
Materia: Scuola Guida
Avanzamento: lezione completa al 100%.

I Segnali di Prescrizione di Obbligo indicano l'Inizio o la Fine di un Obbligo Generico o Specifico (anche solo per determinate Categorie di Soggetti).

Nelle tabelle che seguono:

  • Le righe colorate in verde indicano segnali stradali non più previsti dal Codice della strada vigente.
  • Le righe colorate in grigio indicano segnali stradali non previsti dal Codice della strada ma utilizzati.

Segnali di obbligo generico[modifica]

Indicano un Obbligo Generico.

Direzione obbligatoria dritto Indica che la sola direzione consentita al conducente è quella di andare dritto e viene installato all'inizio dell'obbligo.
Direzione obbligatoria a destra Indica che la sola direzione consentita al conducente è quella di andare a destra e viene installato all'inizio dell'obbligo.
Dal 1992 sostituisce il segnale:
Direzione obbligatoria a sinistra Indica che la sola direzione consentita al conducente è quella di andare a sinistra e viene installato all'inizio dell'obbligo.
Preavviso di direzione obbligatoria a destra Preavvisa che la sola direzione consentita al conducente è quella di andare a destra. Può essere integrato da un pannello che indica la distanza alla quale inizia l'obbligo.
Preavviso di direzione obbligatoria a sinistra Preavvisa che la sola direzione consentita al conducente è quella di andare a sinistra. Può essere integrato da un pannello che indica la distanza alla quale inizia l'obbligo.
Direzioni consentite a destra ed a sinistra Vieta di proseguire dritto.
Direzioni consentite dritto ed a destra Vieta di svoltare a sinistra.
Dal 1992 sostituisce il segnale:
Direzioni consentite dritto ed a sinistra Vieta di svoltare a destra.
Dal 1992 sostituisce il segnale:
Passaggio obbligatorio a destra Obbliga i conducenti a passare a destra dell'ostacolo come un cantiere, uno spartitraffico, un salvagente o un'isola di traffico.
Passaggio obbligatorio a sinistra Obbliga i conducenti a passare a sinistra dell'ostacolo come un cantiere, uno spartitraffico, un salvagente o un'isola di traffico.
Passaggi consentiti Obbliga i conducenti a passare a destra o a sinistra dell'ostacolo come un cantiere, uno spartitraffico, un salvagente o un'isola di traffico.
Rotatoria Indica ai conducenti l'obbligo di circolare nel verso antiorario indicato dalle frecce attorno all'area di rotazione. È posto subito prima di una piazza dove si svolge circolazione rotatoria.
Sulle strade extraurbane è preceduto dal segnale di preavviso di circolazione rotatoria: PRIMA DELL'INGRESSO IN ROTATORIA SI DEVE RISPETTARE L'OBBLIGO DI PRECEDENZA: SOLO A DESTRA SENZA SEGNALE, SIA A DESTRA CHE A SINISTRA IN CASO DI SEGNALE !!! QUANDO SI E' IN ROTATORIA SI HA LA PRECEDENZA !!!
Dal 1992 sostituisce il segnale:
Limite minimo di velocità Vieta ai conducenti di procedere ad una velocità inferiore a quella indicata.
Dal 1992 sostituisce i segnali con il vecchio carattere:
Fine del limite minimo di velocità Indica la fine della validità del limite minimo di velocità.
Catene da neve obbligatorie Vieta il transito ai veicoli sprovvisti di catene o gomme da neve. Le catene devono essere montate sulle ruote motrici immediatamente dopo il segnale.
Dal 1992 sostituisce il Segnale d'Indicazione transito con catene o pneumatici da neve.

Segnali di obbligo specifico[modifica]

Indicano un Obbligo Specifico.

Dogana Segnala un Varco Doganale al quale è obbligatorio fermarsi. Nello stesso segnale, al di sotto della barra orizzontale, può essere riportata la parola «dogana» nella lingua dello Stato confinante, normalmente si trova al confine di uno Stato extra europeo. Alle frontiere con i Paesi aderenti all'Unione Europea il segnale va sostituito con .

Dal 1992 sostituisce il segnale d'obbligo alt-dogana:

Confine di Stato con Paese UE Indica il confine di Stato, con la Francia (Unione Europea). Non obbliga a fermarsi per un controllo doganale. Può essere integrato con un cartello di preavviso .
Confine di Stato con Paese UE Indica il confine di Stato, con l'Austria (Unione Europea). Non obbliga a fermarsi per un controllo doganale. Può essere integrato con un cartello di preavviso .
Confine di Stato con Paese UE Indica il confine di Stato, con la Slovenia (Unione Europea). Non obbliga a fermarsi per un controllo doganale. Può essere integrato con un cartello di preavviso .
Posto di blocco Il segnale deve essere posto per segnalare un Posto di Blocco stradale istituito da organi di Polizia al quale è obbligatorio fermarsi. Il segnale è di impiego mobile, deve essere posto a distanza opportuna dal posto di blocco e deve essere visibile con sicurezza e in tempo utile affinché il conducente possa adeguare la sua condotta, tenuto conto delle condizioni plano-altimetriche della strada e della velocità predominante dei veicoli nel tratto che precede il posto di blocco. Il segnale deve essere ripetuto all'altezza del punto di arresto. Entrambi i segnali devono essere posti in modo da non costituire pericolo o pregiudizio per la sicurezza stradale. È consentito ripetere il segnale nella lingua dello stato confinante quando il posto di blocco è in prossimità delle zone di confine; in presenza di questo segnale è obbligatorio fermare la marcia del veicolo che si sta conducendo.

Dal 1992 sostituisce il segnale d'obbligo alt-polizia: .

Stazione di pedaggio Il segnale è posto sulle autostrade ed in corrispondenza degli accessi controllati per segnalare una stazione dove è obbligatorio fermarsi per le operazioni di pedaggio. È consentito ripetere il segnale nella lingua dello stato confinante quando la stazione di pedaggio è in prossimità del confine.

Segnali d'obbligo per specifiche categorie[modifica]

Indicano un Obbligo per Specifiche Categorie di Soggetti.

Percorso pedonale Indica un percorso riservato ai pedoni
Dal 1992 sostituisce il segnale viale pedonale: .
Fine percorso pedonale Indica la fine di un percorso riservato ai pedoni.
Pista ciclabile Indica l'inizio di un percorso riservato alle biciclette.
Dal 1992 sostituisce il segnale: .
Fine pista ciclabile Indica la fine di un itinerario percorribile esclusivamente da biciclette.
Percorso pedonale e ciclabile Indica l'inizio di un itinerario percorribile sia da pedoni, sia da ciclisti (promiscuo).
Fine percorso pedonale e ciclabile Indica la fine di un itinerario riservato alla circolazione di biciclette e ciclisti.
Pista ciclabile contigua al marciapiede Indica un itinerario costituito da una pista ciclabile affiancata ad un marciapiede.
Fine di pista ciclabile contigua al marciapiede Indica la fine di un itinerario costituito da una pista ciclabile affiancata ad un marciapiede.
Percorso riservato ai quadrupedi Indica un percorso riservato ai quadrupedi da soma o da sella. Proibisce il transito dei veicoli anche se a trazione animale.
Dal 1992 sostituisce il segnale: .
Fine percorso riservato ai quadrupedi Indica la fine di un percorso riservato ai quadrupedi da soma o da sella.
Corsia riservata agli autobus Indica una corsia percorribile unicamente da Autobus.
Non previsto dal Codice della Strada italiano, ma usato soprattutto in città ed anche, contemplato nel Codice della strada, nei segnali di uso delle corsie.
Riservato alle autovetture Indica un percorso riservato alla circolazione degli autoveicoli.
Non più previsto dal Codice della strada del 1992 e sostituito dal Segnale di Indicazione: strada riservata ai veicoli a motore .
Motopista Indica un percorso riservato alla circolazione dei motocicli. Non più previsto dal Codice della Strada del 1992.