Sezioni specializzate per la proprietà industriale e intellettuale

Da Wikiversità, l'apprendimento libero.
Sezioni specializzate per la proprietà industriale e intellettuale
Tipo: lezione
Materia: Diritto della proprietà intellettuale



Nel diritto italiano sono state costituite preso 12 tribunali sezioni specializzate per la proprietà industriale ed intellettuale regolate dal Codice della proprietà industriale [1]. Erano già state istituite dall'articolo 16 della legge 273/2002 ed istituite con il decreto legislativo 168/2003, ma hanno trovato una compiuta normativa con l'emanazione della legge.

Articolazione territoriale[modifica]

Le sezioni specializzate sono istituite presso i tribunali e le corti d'appello di:

  • Bari,
  • Bologna,
  • Catania,
  • Firenze,
  • Genova,
  • Milano,
  • Napoli,
  • Palermo,
  • Roma,
  • Torino,
  • Trieste
  • Venezia

La legge disciplina l'assegnazione a dette 12 sezioni dei diversi distretti giudiziari [2]


Competenza per materia delle sezioni[modifica]

In base all'art 3, le sezioni specializzate sono competenti in materia di controversie aventi ad oggetto: marchi nazionali, internazionali e comunitari, brevetti d'invenzione e per nuove varieta' vegetali, modelli di utilita', disegni e modelli e diritto d'autore, nonché di fattispecie di concorrenza sleale interferenti con la tutela della proprieta' industriale ed intellettuale.

critiche alla legge[modifica]

La legge incentrata essenzialmente sulla materia dei marchi e dei brevetti, ma estesa a tutta la proprietà intellettuale ha suscitato la viva preoccupazione che l'intera materia della proprietà intellettuale venga vista esclusivamente come un sottinsieme della proprietà industriale, quindi come un qualcosa concepito prevalentemente nell'ambito dell'impresa, secondo gli interessi economici in gioco, e quindi con un'ottica sfalsata a favore dei ceti che più forti (le maior)

Opportunamente, pertanto il comitato consultivo permanente per il diritto d'autore nel formare le commissioni consultive, si è avvalso dell'esperienza di magistrati delle sezioni specializzate oer la proprietà industriale, ma li ha integrati anche con esponenti dei movimenti dell'open content.

Rito applicato[modifica]

Trova applicazione il rito particolarmente semplificato previsto per il diritto societario.

Note[modifica]

  1. [(Decreto Legislativo 10 febbraio 2005, n.30: Codice della proprietà industriale, a norma dell'articolo 15 della legge 12 dicembre 2002, n. 273 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 4 marzo 2005, n.52 - Supplemento Ordinario), emanato in base alla delega (due volte prorogata) contenuta nell'art. 15 della legge 12 dicembre 2002, n. 273 (il cosiddetto "Collegato Mercati" alla legge finanziaria 2003)
  2. Art 4 a) per i territori ricompresi nei distretti di corte d'appello di Bari, Lecce, Taranto (sezione distaccata), e Potenza: sono competenti le sezioni specializzate di Bari;
    b) per i territori ricompresi nei distretti di corte d'appello di Bologna e Ancona: sono competenti le sezioni specializzate di Bologna;
    c) per i territori ricompresi nei distretti di corte d'appello di Catania, Messina,
    Reggio Calabria e Catanzaro: sono competenti le sezioni specializzate di Catania;
    d) per i territori ricompresi nei distretti di corte d'appello di Firenze e Perugia: sono competenti le sezioni specializzate di Firenze;
    e) per i territori ricompresi nel distretto di corte d'appello di Genova: sono competenti le sezioni specializzate di Genova;
    f) per i territori ricompresi nei distretti di corte d'appello di Milano e Brescia: sono competenti le sezioni specializzate di Milano;
    g) per i territori ricompresi nei distretti di corte d'appello di Napoli, Salerno e Campobasso: sono competenti le sezioni specializzate di Napoli;
    h) per i territori ricompresi nei distretti di corte d'appello di Palermo e Caltanissetta: sono competenti le sezioni specializzate di Palermo;
    i) per i territori ricompresi nei distretti di corte d'appello di Roma, L'Aquila, Cagliari e Sassari (sezione distaccata): sono competenti le sezioni specializzate di Roma;
    l) per i territori ricompresi nel distretto di corte d'appello di Torino: sono competenti le sezioni specializzate di Torino;
    m) per i territori ricompresi nel distretto di corte d'appello di Trieste: sono competenti le sezioni specializzate di Trieste;
    n) per i territori ricompresi nei distretti di corte d'appello di Venezia, Trento e Bolzano (sezione distaccata): sono competenti le sezioni specializzate di Venezia.