plico

Da Wikizionario, il dizionario a contenuto aperto.
Jump to navigation Jump to search

Italiano[modifica]

Sostantivo


plico m (pl: plichi)

  1. insieme di carte, talvolta ripiegate o arrotolate, lettere, documenti, incartamenti ecc. ordinati, raccolti insieme e riposti in uno stesso involucro o custodia, generalmente busta o pacco, che viene poi chiuso o sigillato con materiale adesivo, punti metallici e, in taluni casi, ceralacca oppure legato con dello spago
    • spedire un plico postale
    • La ricorrente, [...] impugna i provvedimenti di esclusione dalla gara, disposta dalla commissione aggiudicatrice, perché il plico contenente i propri documenti e l'offerta risultava lacerato sul lembo di apertura (per circa la metà del lembo stesso), ed inoltre perché la ceralacca apposta su tutti i lembi risultava staccata e ne appariva solamente la traccia della presenza[1]
    • il plico del manoscritto è accuratamente involto in tela e carta (Deledda)

Sillabazione[modifica]

plì | co

Pronuncia[modifica]

IPA: /ˈpliko/

Etimologia / Derivazione[modifica]

dal tema del verbo latino plicāre "piegare, avvolgere"

Termini correlati[modifica]

  • (confronta) faldone


Traduzione

Vedi le traduzioni

Note / Riferimenti[modifica]



  1. estratto di una sentenza (consultabile on-line) del Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia, sezione di Brescia (14 aprile 2003, N. 418)