serpente

Da Wikizionario, il dizionario a contenuto aperto.
Jump to navigation Jump to search
un esemplare di serpente (pitone reticolato)
serpente Ahaetulla prasina fotografato nel parco nazionale Kaeng Krachan in Tailandia

Italiano[modifica]

Sostantivo

serpente  ( approfondimento) m sing (pl: serpenti)

  1. (zoologia) (erpetologia) rettile squamato appartenente al sottordine Serpentes (od Ophidia); la sua classificazione scientifica è Serpentes ( tassonomia)
    • sebbene qualche volta appaia indifferente, il serpente tende a sfidare persino gli esseri umani quasi senza esitare
  2. (zoologia) (erpetologia) rettile sia velenoso che "innocuo" dal corpo lungo ricoperto di squame di colorazioni diverse, senza zampe e con dimensioni che possono arrivare a diversi metri
  3. pelle lavorata del suddetto animale, utilizzata per la realizzazione di borse, scarpe ed altri capi di abbigliamento
  4. (senso figurato) persona della quale non ci si può fidare e malevola
  5. (religione) figura simbolica presente in molte religioni con diversi significati, tra i quali quello di divinità, eternità, fecondità
  6. (letterario) Satana
  7. (obsoleto) (letterario) mostro presente in diverse leggende raccontate da pescatori
  8. (giornalismo) (per estensione) serpente di mare: notizia gonfiata dai giornali ma senza alcun fondamento, creata ad hoc per attirare l'attenzione del pubblico
  9. (araldica) figura araldica che si può presentare sia con andamento sinuoso e ondeggiante sia in forma di circolo chiuso quando si morde la code (uroboro); nell'araldica napoleonica i senatori portano un quartier franco (d'azzurro i conti e di rosso i baroni) caricato da un serpente d'argento che circonda uno specchio d'oro; varianti ne sono la biscia e la guivre/vuivre
  10. (religione), (cristianesimo) nella bibbia viene presentato come animale menzognero e quindi biasimato

Sillabazione[modifica]

ser | pèn | te

Pronuncia[modifica]

IPA: /serˈpɛnte/

Ascolta la pronuncia :

Etimologia / Derivazione[modifica]

dal latino serpens participio presente di serpĕre cioè «strisciare»

Citazione[modifica]

«Come Mosè innalzò il serpente nel deserto, così bisogna che sia innalzato il Figlio dell'uomo»

Vangelo secondo Giovanni 3,14

Sinonimi[modifica]

Contrari[modifica]

Parole derivate[modifica]

Termini correlati[modifica]

Alterati[modifica]

Iperonimi[modifica]

Proverbi e modi di dire[modifica]

  • essere viscido come un serpente: essere una persona sgradevole e di cui non ci si può fidare
  • allevare una serpe in seno: aiutare, far crescere qualcuno che poi si ritorce contro con tradimento e con gravi danni
  • essere un serpente di mare: detto di una notizia clamorosa che si rivela essere falsa
  • se il serpente non mangiasse del serpente, non si farebbe drago

Traduzione

rettile

Note / Riferimenti[modifica]

Altri progetti[modifica]