stato

Da Wikizionario, il dizionario a contenuto aperto.
Jump to navigation Jump to search

Italiano[modifica]

Sostantivo

stato  ( approfondimento) m sing (pl: stati)

  1. maniera di vivere
  2. situazione o condizione di una cosa o persona, osservata in un particolare momento; può essere temporanea o permanente; generalmente l'uso assume una connotazione slegata dall'evoluzione o dalla dinamica o dalle cause che hanno portato a questa situazione o condizione, e spesso esprime una stabilità anche quando questa è temporanea o a volte effimera
  3. situazione o condizione amministrativa e legale:
  4. situazione o condizione economica o sociale:
  5. buona situazione o condizione economica o sociale:
  6. classe sociale:
    • i tre stati della Francia prerivoluzionaria;
  7. (teologia) situazione o condizione morale:
  8. (fisica) (chimica) situazione o condizione di una sostanza:
  9. (arte) nella tecnica dell'incisione, tiratura di una lastra ad un certo grado di elaborazione precedente all'edizione definitiva, ordinata cronologicamente:
    • primo stato, secondo stato, ecc.
  10. (psicologia) (medicina) (psichiatria) (psicanalisi) condizione di salute
    • ti trovo in ottimo stato di salute
  11. (obsoleto) patrimonio:
  12. (storia) (antropologia) (politica) (diritto) entità legislativa in possesso di strutture amministrative e politiche, che detiene potere sovrano nei confronti di un determinato territorio e dei suoi abitanti
  13. (per estensione) il territorio stesso, la nazione:
  14. (per estensione) la struttura amministrativa di un paese:
  15. (per estensione) governo istituzionale di repubblica
  16. (per estensione) sistema politico-democratico

Voce verbale

stato

  1. participio passato maschile singolare di stare

Sillabazione[modifica]

stà | to

Pronuncia[modifica]

IPA: /ˈsta.to/

Ascolta la pronuncia :

Etimologia / Derivazione[modifica]

(sostantivo) dal sostantivo latino statu(m), derivato dal participio passato di sto ossia "stare fermo", e dunque vale per "ciò che sta fermo" e per estensione "ciò che non cambia". L'uso del termine come "nazione" riassume in sè le caratteristiche di "stabilità" ma anche di "patrimonio", "possedimento" e dunque "territorio" e anche "governo del territorio"; tale significato è attestato a partire da Dante Alighieri e ha raggiunto la sua pienezza grazie alle opere di Niccolò Machiavelli
(voce verbale) dal latino statu(m), participio passato di sto ossia stare, prestato nell'uso volgare anche al verbo essere per la formazione dei tempi composti, sostituendosi a suto

Citazione[modifica]

«Carissimi, noi fin d'ora siamo figli di Dio, ma ciò che saremo non è stato ancora rivelato. »
(Prima lettera di Giovanni 3,2, testo CEI 2008)

Sinonimi[modifica]


Parole derivate[modifica]

Alterati[modifica]

  • (entità politica, territorio)

Proverbi e modi di dire[modifica]

  • Per la ragion di Stato e di confini son rovinati i ricchi e i poverini.
  • ... lo stato delle cose è questo!
  • affare di stato

Traduzione

Vedi le traduzioni

Esperanto[modifica]

Sostantivo

stato Template:Eo-decl-noun

  1. situazione o condizione: stato

Etimologia / Derivazione[modifica]

→ Etimologia mancante. Se vuoi, aggiungila tu.

Ido[modifica]

Sostantivo

stato (pl: stati)

  1. entità politica: stato

Etimologia / Derivazione[modifica]

→ Etimologia mancante. Se vuoi, aggiungila tu.

Veneto[modifica]

Voce verbale

stato ind pres interrogativo 2a pers. sing

  1. (regionale) variante, vedi stèto

Sillabazione[modifica]

stà | to

Pronuncia[modifica]

IPA: /ˈsta.to/

Etimologia / Derivazione[modifica]

composizione della forma verbale sta e della particella enclitica interrogativa -to

Note / Riferimenti[modifica]

Altri progetti[modifica]

  • Wikiquote contiene citazioni di o su stato
  • Wikipedia contiene una voce riguardante stato
  • Commons contiene immagini o altri file su stato