Risultati 1 - 10 su circa 10 per  Wikipedia / Parco Regionale della Vena del Gesso Romagnola  / Wikipedia    (1834145 articoli)

Parco regionale della Vena del Gesso Romagnola print that page(0 KM)

La_Vena_del_Gesso_Romagnola

Il parco regionale della Vena del Gesso Romagnola è un parco naturale di oltre seimila ettari situato nell' entroterra romagnolo tra Imola e Faenza . Negli anni sessanta nacque l'idea di tutelare la zona, avviando studi per definire e circoscrivere l'area. Il parco fu istituito il 15

Parco Regionale della Vena del Gesso Romagnola print that page(0 KM)

La_Vena_del_Gesso_Romagnola

Il Parco Regionale della Vena del Gesso Romagnola è un parco naturale di oltre seimila ettari situato nell' entroterra romagnolo tra Imola e Faenza . Negli anni sessanta nacque l'idea di tutelare la zona, avviando studi per definire e circoscrivere l'area. Il Parco fu istituito il 15

Borgo Rivola print that page(3 KM)

Angolo_Via_della_Liberazione

Nel sottosuolo del territorio è presente la "vena del gesso" , un giacimento per l'estrazione a cielo aperto dell'omonimo minerale, utilizzato soprattutto per la produzione di pannelli in cartongesso . Storia [ modifica | modifica wikitesto ] Elmo celtico ritrovato a Borgo Rivola presso

Giardino delle erbe Augusto Rinaldi Ceroni print that page(3 KM)

Giardino_delle_Erbe

Il giardino delle Erbe Augusto Rinaldi Ceroni si trova nel comune di Casola Valsenio ed è di proprietà della Regione Emilia-Romagna . La gestione, affidata al Comune di Casola Valsenio fino al 2015 e dal 2016 all' Ente di gestione per i Parchi e la Biodiversità - Romagna , si svolge in

Casola Valsenio print that page(5 KM)

Panorama_di_Casola_Valsenio

La data più antica relativa alla fondazione di Casola Valsenio è il giugno 1216 , quando i faentini distrussero i castra di Casola e Montefortino, costringendo gli abitanti a trasferirsi più a valle e a fondare un nuovo centro abitato [2] . Casola vecchia sorgeva nella collina soprastante

Tossignano print that page(5 KM)

Borgo_e_Tossignano

La presenza umana nella media Valle del Santerno è di antichissime origini, come dimostrano rinvenimenti di sepolture di epoca villanoviana . Tra i popoli italici che abitarono la valle si segnalano nell'Età del Ferro i Liguri , poi soppiantati in tempi storici dagli Umbri . Dal V secolo

Casalfiumanese print that page(5 KM)

Casalfiumanese

Sorge lungo la Valle del Santerno in una zona sopraelevata favorevole alle colture da frutto. Indice 1 Geografia fisica 2 Storia 2.1 Dalla fondazione al XIX secolo 2.2 Dal XX secolo ad oggi 3 Monumenti e luoghi d'interesse 3.1 Architetture religiose 4 Società 4.1

Monte Mauro print that page(6 KM)

Monte_Mauro

Il monte Mauro ( mont Mavòr in romagnolo , dal latino Majore ) [1] è un'altura dell' Appennino faentino alta 515 m   s.l.m. . [2] . Indice 1 Geografia 2 Storia 3 Note 4 Altri progetti Geografia [ modifica | modifica wikitesto ] Il monte Mauro fa parte della Vena del Gesso

Borgo Tossignano print that page(7 KM)

Header4

L' ultimo conflitto mondiale vide la zona teatro di tragici eventi. Nel settembre del 1944 Tossignano fu presidiata per dodici giorni da forze partigiane che scacciarono i tedeschi. Quando l'avanzata alleata nel tardo autunno si arrestò, la gente dovette fuggire e Borgo fu dichiarata terra

Monte Battaglia print that page(8 KM)

La_Rocca_e_il_monumento_di_Monte_Battaglia

All'epoca longobarda risale la torre eretta sull'altura (715 m s.l.m. ), che fa parte della linea difensiva lungo il crinale tra il Senio e il Santerno , ai confini tra i territori occupati da questo popolo e quelli ancora in possesso dell' esarcato bizantino. La posizione del monte Battaglia