Risultati 1 - 10 su circa 10 per  Wikipedia / Spino d'Adda  / Wikipedia    (1834145 articoli)

Spino d'Adda print that page(0 KM)

Spino_d%E2%80%99Adda_-_via_Martiri_della_Liberazione

Abitanti censiti [5] Etnie [ modifica | modifica wikitesto ] Al 31 dicembre 2014 gli stranieri residenti nel comune di Spino d'Adda in totale sono 680 [6] . Tra le nazionalità più rappresentate troviamo: Paese Popolazione (2014) Romania 206 Perù 72 Albania 46 Egitto

Villa Casati Zineroni Dell'Orto print that page(0 KM)

Spino_d%E2%80%99Adda_-_villa_Zineroni_Casati

Il castello di Spino d'Adda , oggi villa Casati Zineroni Dell'Orto , è un antico edificio situato nel paese di Spino d'Adda in provincia di Cremona . È stato costruito nel 1389 e tuttora è di proprietà della famiglia Dell'Orto Zineroni Casati, che vi abita. Indice 1 Storia 2

Santuario della Madonna del Bosco (Spino d'Adda) print that page(1 KM)

Madonna_del_Bosco_Spino

Il santuario dell'Annunciazione di Maria Santissima , più noto come santuario della Madonna del Bosco (in dialetto cremasco : santüare dala Madòna dal Bósch ) è un luogo di culto mariano situato a Spino d'Adda . Il santuario si trova lungo un'antica strada campestre che collega Spino

Fracchia (Spino d'Adda) print that page(2 KM)

Spino_d%E2%80%99Adda_-_localit%C3%A0_Fracchia_-_vista

La località è un borgo agricolo di antica origine, da sempre legato al Contado di Lodi . In età napoleonica ( 1809 - 16 ) Fracchia fu frazione di Spino, recuperando l'autonomia con la costituzione del Regno Lombardo-Veneto . All' Unità d'Italia ( 1861 ) il comune contava 216 abitanti

Nosadello print that page(3 KM)

Pandino_-_frazione_Nosadello_-_vista

La località è un borgo agricolo di antica origine, da sempre legato al Contado di Lodi . In età napoleonica ( 1809 - 16 ) Nosadello fu frazione di Pandino , recuperando l'autonomia con la costituzione del regno Lombardo-Veneto . All' Unità d'Italia ( 1861 ) il paese contava 249 abitanti

Boffalora d'Adda print that page(4 KM)

Boffalora_d%E2%80%99Adda_-_chiesa

Nel Medioevo appartenne al Vescovo di Lodi , nel 1600 Boffalora fu feudo della famiglia Destrieri; nel 1632 il feudo passò al marchese Lancellotto Corrado di Lodi; nel 1662 il feudo divenne contea a favore di Alfonso Corrado ed infine, nel 1762 , la contea stessa venne conferita ai Barattieri

Gradella print that page(4 KM)

Gradella_chiesa_facciata

Le origini di Gradella risalgono al periodo alto medioevale (probabilmente tra l' VIII e il IX secolo ) e doveva trattarsi di un presidio longobardo munito di un castello probabilmente abbattuto nel XIII secolo . L'antico toponimo di Gardella , sembra, infatti, riferirsi a un posto di

Canale Vacchelli print that page(4 KM)

Navigli-Cremona-Brescia

Il canale Vacchelli (altresì detto canale Marzano ) è un canale irriguo della provincia di Cremona , fortemente voluto dal senatore Pietro Vacchelli e realizzato tra il 1887 ed il 1892 dal Consorzio irrigazioni cremonesi. Il canale è lungo 34 chilometri . La sua portata è di 38,5 metri

Bisnate print that page(5 KM)

Zelo_Buon_Persico_-_frazione_Bisnate_-_chiesa

La località di Bisnate, piccolo borgo ancora oggi con una forte vocazione agricola, fu attestata nella sua esistenza per la prima volta intorno al 1151 . Durante tutto il medioevo il borgo ebbe sempre un'importanza strategica rilevante per la sua posizione, nel punto in cui la strada da Milano

Dovera print that page(5 KM)

Dovera_via_XXIV_maggio

Borgo agricolo di antica origine, Dovera appartenne da sempre alla Gera d'Adda milanese . Il limitrofo centro abitato di Roncadello , oggi frazione, apparteneva invece al Contado di Lodi . Dovera appartenne alla provincia di Lodi dal 1786 al 1791 . In età napoleonica ( 1810 ) al comune